cerca in yoga.it:
home page hatha yoga raja yoga pranayama tantra alimentazione viaggi
lo yoga regale
la newsletter

per ricevere le novità, gli eventi, per sapere cosa c'è di nuovo sul sito yoga.it ogni mese

e-mail:



la community

iscrivetevi al feed

Non sai cos'è un feed? guarda il video di spiegazione!

avete dubbi o richieste? vorreste che venisse affrontato un tema particolare?

non esitate a contattarci per esprimere il vostro parere:

scrivete a yoga.it


i forum di yoga.it

partecipa ai forum di yoga.it

entra
Cos'è la meditazione?

Cos'è la meditazione?

Solo quando il mentale è libero dall'ego, solo allora l'uomo si ritrova in un orizzonte sconfinato

20 settembre 2004

Versione per la stampa

Glossario sanscrito

L'obiettivo dello yoga è arrivare alla meditazione; tuttavia questo stato, immersi come siamo nel contingente, risulta estremamente difficile da raggiungere.

Patanjali, nei suoi yogasutra, descrive le tappe che un sadaka deve percorrere per scoprire cosa si cela oltre lo spazio e il tempo che la sua mente crea. Sono tappe che prendono in considerazione la totalità dell'essere umano: il corpo, il respiro, i sensi, la mente con tutti i suoi inganni e il conscio, il subconscio e l'inconscio.

Questo cammino va approfondito con fiducia e disciplina fino ad arrivare a dissolvere i confini della mente razionale. Percorse queste tappe l'uomo si accorge di non essere più prigioniero dello spazio che i suoi pensieri creano e di poter infine isolarsi dall'attività della mente; solo quando il mentale si è fortificato e liberato dall'ego, solo allora l'uomo si ritrova in un orizzonte sconfinato.

Quando i pensieri tacciono avviene qualcosa di straordinario: le forme, gli oggetti e tutto ciò che ci circonda comincia a palesarsi in maniera diversa; non ci si preoccupa più di riconoscere, di dare un nome, di classificare ogni cosa ma ci si accorge che tutto si tinge di luce e vibra in un'immensità che si fa sempre più vasta.

Ancora Patanjali, nel secondo sutra, afferma: "lo yoga è la soppressione delle modificazioni della mente"; può sembrare molto semplice, ma non lo è; e solo così tuttavia si può arrivare alla meditazione. Per altre vie si può arrivare alla calma, alla riflessione, mai alla meditazione. La meditazione non è attività della mente, bensì del cuore. Se l'uomo non si abbandona al suo cuore resterà prigioniero nello spazio che la sua mente crea e ha creato, nell'eterno conflitto tra ego e sè profondo.

Il pensiero è la negazione dell'amore ed è incapace di portarci nell'infinito. Meditazione è comunicare con l'immensità.

di MP

Segnala l'articolo

La pagina di segnalazione si aprirà in una nuova finestra del browser

Segnala su Upnews Posta su Segnalo Segnala su OKnotizie Segnala su diggita.it Segnala su Wikio Segnala su Stumbleupon Segnala su del.icio.us Segnala su Facebook Segnala su digg

Versione per la stampa

Articoli correlati:

Yoga e natura

Yoga nella vita quotidiana

Brahmasutra

I tre guna

Il silenzio

La Scienza del mantra

Vivere lo stato dell'Essere

Scegliere la consapevolezza

Ti è piaciuto l'articolo? Abbonati al nostro feed per ricevere gli articoli direttamente sul tuo computer.

Non sai cos'è un feed? guarda il video di spiegazione!

Bibliografia


l'archivio

Gli articoli correlati:

Yoga e natura

Yoga nella vita quotidiana

Brahmasutra

I tre guna

Il silenzio

La Scienza del mantra

Vivere lo stato dell'Essere

Scegliere la consapevolezza


l'archivio

Gli articoli più letti della sezione raja yoga:

Cos'è il Raja Yoga?

Il sentiero del bhakti yoga

Cos'è il mantra?

Chi è Patañjali?

I simboli nei chakra

Yoga e natura

Tutti gli articoli della sezione raja yoga:

elenco articoli