yoga e volontariato..

yoga dell'azione disinteressata
stratosphere
vaisya
vaisya
Messaggi: 82
Iscritto il: 14 febbraio 2006, 18:53
Località: Milano

yoga e volontariato..

Messaggioda stratosphere » 14 febbraio 2006, 18:56

Buongiorno a tutti quanti voi. Sono un ragazzo di 23 anni. Non so se all'interno del suddetto
forum ne avete mai parlato, ma volevo comunque avere un vostro sincero parere riguardo a ciò.
Ormai è due anni che mi sono avvicinato allo yoga, con notevoli benefici a livello soprattutto fisico.
Detto questo, io mi chiedevo una cosa, anche se so che comunque in Italia questo non è poi così comune come
invece lo è sicuramente in altri paesi..penso per esempio agli Stati Uniti.
Mi riferisco al volontariato nel campo dello yoga, per esempio in ospedale o tra le comunità di
tossicodipendenza o altro. Sono sincero che mi piacerebbe davvero moltissimo intraprendere un percorso
di questo tipo, a cuore aperto proprio..
Mi piacerebbe a questo proposito sentire se qualcuno di voi è a conoscenza di iniziative di questo tipo.
Io sono della provincia di Milano.
Non sapete nulla riguardo ad associazioni che cerchino insegnanti/volontari comunque che svolgano
questa cosa magari semplicemente nel tempo libero?
Pensavo per esempio agli ospedali, che ne sò, tipo nei reparti oncologici ect..ovviamente con le
opportune indicazioni mediche/terapeutiche..
Oppure in qualche centro di volontariato per disabili, down, magari bambini che hanno qualche problema di natura magari
neurologica/psichica.
Mi piacerebbe spendere anche solo una mattinata della mia settimana, magari il sabato per intraprendere una attività
di questo tipo.
Mi piacerebbe serenamente parlarne con qualcuno che abbia la mia stessa idea, e che come me, vorrebbe magari intraprendere
un percorso di crescita di questo tipo..
Questo secondo me potrebbe davvero rappresentare il senso dello yoga.
Ringrazio chiunque vorrà rispondermi.
Cerco consigli, suggerimenti, proposte..
Il tutto per mettere a disposizione le mie conoscenze e competenze acquisite in oltre 2 anni di pratica..
Ringrazio cordialmente.
Ciao a tutti..
Fabio

ckstars
brahmana
brahmana
Messaggi: 1209
Iscritto il: 6 settembre 2005, 19:14
Contatta:

Yoga e volontariato

Messaggioda ckstars » 15 febbraio 2006, 10:42

Ciao Fabio,
il tuo progetto di utilizzare lo Yoga come pratica/metodologia di aiuto/cura ti fa onore !!!
Da quanto scrivi mi sembra pero' che il tuo percorso yoga sia un po' limitato ..... non te la prendere ma .... insomma 2 anni anche se compiuti con grande intensita' yogica sono sempre 2 anni.
Cmq esistono Centri di Riabilitazione Oncologica che promuovono corsi per insegnanti yoga che vogliono effettuare il tuo percorso, Milano dovrebbe essere proprio il posto giusto.
La tua idea di aiuto nel caso di tossicodipendenza e' ottima, ma in questo caso penso occorra veramente una preparazione profonda per offrire un percorso riabilitativo efficace.
Fammi sapere, Cks

nientepanico
vaisya
vaisya
Messaggi: 88
Iscritto il: 13 dicembre 2005, 17:34
Località: pisa/sicilia

Messaggioda nientepanico » 15 febbraio 2006, 13:13

Ciao,

io sono molto d'accordo su questa visione dello yoga come fenomeno popolare, da diffondere tra la gente, soprattutto mentre le riviste specializzate (vedi YogaJournal) ne diffondono un'idea elitaria, legata al lifestyle e a robe del genere.

I malati certamente, ma mi vengono in mente anche coloro ai quali è stato imposto un limite alla ricerca nello spazio esterno (i carcerati) e a quanto sarebbe prezioso per loro sviluppare il movimento in uno spazio interiore.

Ciao

robie
ksatriya
ksatriya
Messaggi: 231
Iscritto il: 25 maggio 2005, 0:06
Località: savona

Messaggioda robie » 16 febbraio 2006, 0:22

Pienamente d'accordo con Ck,2 anni di yoga sono un piccolo bagaglio,utile,utilissimo,ma forse siamo ancora nella fase : devo ancora imparare molto prima di riuscire ad insegnare,trasmettere nella maniera corretta quanto appreso.6 una persona degna di moltissimi complimenti per le tue idee e voglie di fare per gli altri.C'e' anche l'associazione A.V.O (associazione volontari ospedalieri),magari e' un canale per potersi avvicinare agli altri .Ancora la mia piu' grande stima nei tui confronti.La strada e' ancora lunga per tutti noi,ma il mio modesto parere mi dice che hai tutte le carte in regola per percorrerla.Om shanti

stratosphere
vaisya
vaisya
Messaggi: 82
Iscritto il: 14 febbraio 2006, 18:53
Località: Milano

Messaggioda stratosphere » 16 febbraio 2006, 18:52

Ciao ckstars! No, hai assolutamente ragione..Io stesso mi ritengo solamnte all'1% del mio percorso
e certamente quello che dici è assolutamente vero..La mia esperienza in proposito è davvero molto ma
molto limitata..
Forse mi sono espresso un pochino male..Nel senso, mi piacerebbe intraprendere un percorso di questo tipo,
ovviamente seguendo qualcuno..
Ovviamente qualcuno che abbia sicuramente molta più esperienza di me e mi possa guidare in un determinato
percorso, penso anche di natura umana se così possiamo dire..
Insomma, assistente o comunque essere li ad imparare e ad apprendere qualcosa.
Sono sincero nel dire che anche corsi più o meno seri per diventare insegnanti, non so se mi convincono più di tanto.
Ma te dici che ci sono, esistono?
Guarda, a dirti la verità io ho cercato bene in giro ma non ho purtroppo trovato nulla di quello che mi dici te, purtroppo,
anche se sono sincero nel dire che mi piacerebbe davvero molto.
Ma ripeto, ovviamente seguendo qualcuno e per la mia poca esperienza cercare di migliorami..
Detto ciò,se qualcuno ha dei suggerimenti da darmi fatelo pure, sarò certamente ben contento di ricerverli..
Si, per la tossicodipendenza, so che è un percorso davvero complicato in cui si debbono avere delle conoscenze
veramente specifiche..e se non sì è più che preparati è davvero complicato.
Insomma, bhò, mi piacerebbe solo, anche come semplicissimo volontariato da svolgere una mattina alla settimana, seguire qualcuno..
diciamo che mi piacerebbe essere discepolo di qualcuno...senza nulla pretendere e solo sapendo che ho davvero tutto da imparare...!
L'idea era proprio quella della oncologia, ma non so se esista davvero nulla di questo tipo.
Dove? a chi potrei rivolgermi eventualmente?
ciao e se volete datemi pure tutte le risposte e i suggerimenti che volete!
ciao a tutti!
Fabio

Grazie per le tue parole Robie..

Avatar utente
fabio
moderatore
Messaggi: 3074
Iscritto il: 24 marzo 2006, 11:35

Re: Yoga e volontariato

Messaggioda fabio » 13 novembre 2006, 13:01

ckstars ha scritto:Ciao Fabio,
il tuo progetto di utilizzare lo Yoga come pratica/metodologia di aiuto/cura ti fa onore !!!
Da quanto scrivi mi sembra pero' che il tuo percorso yoga sia un po' limitato ..... non te la prendere ma .... insomma 2 anni anche se compiuti con grande intensita' yogica sono sempre 2 anni.
Cmq esistono Centri di Riabilitazione Oncologica che promuovono corsi per insegnanti yoga che vogliono effettuare il tuo percorso, Milano dovrebbe essere proprio il posto giusto.
La tua idea di aiuto nel caso di tossicodipendenza e' ottima, ma in questo caso penso occorra veramente una preparazione profonda per offrire un percorso riabilitativo efficace.
Fammi sapere, Cks


ciao caro. sapresti indirizzarmi in qualche maniera? Io ho qualche difficoltà a trovare qualcosa :evil: .... :? :?
IL GRANDE CONTROLLORE

Avatar utente
onofrio
brahmana
brahmana
Messaggi: 1329
Iscritto il: 11 giugno 2006, 11:04
Località: varese

Messaggioda onofrio » 26 novembre 2006, 11:37

avete mollato qui questa splendida intenzione?
o siete andati avanti privatamente?
ola
I MINUTI
sono più importanti degl'anni..

Avatar utente
pushan
brahmana
brahmana
Messaggi: 1724
Iscritto il: 15 gennaio 2007, 11:57

Messaggioda pushan » 26 maggio 2007, 12:22

robie ha scritto:Pienamente d'accordo con Ck,2 anni di yoga sono un piccolo bagaglio,utile,utilissimo,ma forse siamo ancora nella fase : devo ancora imparare molto prima di riuscire ad insegnare,trasmettere nella maniera corretta quanto appreso.6 una persona degna di moltissimi complimenti per le tue idee e voglie di fare per gli altri.C'e' anche l'associazione A.V.O (associazione volontari ospedalieri),magari e' un canale per potersi avvicinare agli altri .Ancora la mia piu' grande stima nei tui confronti.La strada e' ancora lunga per tutti noi,ma il mio modesto parere mi dice che hai tutte le carte in regola per percorrerla.Om shanti


concordo con Robie, anche se il tempo nel percorso yoga (il ripristino del dialogo tra mente e corpo, respiro e anima, creatura e Ishtadevata, il Divino immanente e trascendente) è relativo.
Un anziano mio maestro di yoga, che aveva vissuto tutta la vita con Gandhi e alla sua morte, già anziano, manteneva i voti di povertà girando l'europa ospite di alcuni centri e scuole di yoga a Londra, in Svizzera e in alcune città italiane, diceva che il suo servizio principale era di insegnare lo yoga alle persone, anche malate, molto anziane e addirittura morenti, yoga nella sua semplicità essenziale di piccole pratiche quotidiane per migliorare la qualità della vita e osservare i flussi dei pensieri e delle emozioni in noi: yoga citta vritti niroda: lo yoga è l'arresto delle perturbazioni della mente.
Non solo semplici posizioni e respirazioni ma anche semplici pratiche per acquisire uno stile di vita più armonico e rilassato, in cui ci si gode la vita, nel piccolo, nel giorno, nell'attimo.
Buone pratiche alimentari e nei ritmi quotidiani: sonno, veglia, rilassamenti, svago.
Automassaggio con un po' di olio, ai piedi e al viso, brevi letture di qualche versetto di sacre scritture, qualche vocalizzazione della om, qualche mantra...
La sua base in India era Calcutta (anche se lui era di Varanasi dove è stato sepolto, non cremato, che in India è un riconoscimento di persona santa: Mahatma) dove collaborava con Madre Teresa.
Ai seminari insegnava buone e semplici pratiche anche ad anziani e persone in carrozzella.
Quando l'ho incontrato aveva 80 anni.
Tanti auguri per la tua pratica
pushan

Avatar utente
paolo-ammachi
sudra
sudra
Messaggi: 47
Iscritto il: 21 ottobre 2005, 16:31
Località: napoli

Karma yoga

Messaggioda paolo-ammachi » 5 luglio 2007, 9:16

Hai mai pensato ai senza fissa dimora?
Anche questa è una bella esperienza karmica.
Io qui a napoli, collaboro con un gruppo, il mercoledì sera ci rechiamo in varie zone della città per portare cibo, vestiario, medicine e quant'altro ai senza fissa dimora.

Sicuramente a milano ci saranno organizazioni del genere.

Om Namah Shivaya
paolo

ahimsa46
sudra
sudra
Messaggi: 18
Iscritto il: 12 novembre 2009, 13:29
Località: GROSSETO

Ciao.

Messaggioda ahimsa46 » 12 novembre 2009, 14:11

Ritengo che il tuo intento sia lodevole, però credo che due anni di pratica siano veramene pochi. Per insegnare yoga, soprattutto con una visione come quella che tu hai, secondo me è necessaria un'esperienza personale molto più lunga. Yoga è innanzitutto sadhana, pratica, e sadhana quotidiana possibilmente. Poi credo che qualunque organizzazione, ente, associazione, richieda un diploma di insegnante che si ottiene normalmente facendo corsi quadriennali.

Yogaforlife
sudra
sudra
Messaggi: 47
Iscritto il: 20 dicembre 2010, 23:49

Messaggioda Yogaforlife » 23 dicembre 2010, 2:22

GITA, GITA, GITA, leggere il Bahagavad Gita......


Torna a “Karma-yoga”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti