Leggerezza negli asana

discussioni specifiche sulle posizioni
narayani
paria
paria
Messaggi: 3
Iscritto il: 22 luglio 2018, 16:45

Leggerezza negli asana

Messaggioda narayani » 9 agosto 2018, 15:55

Ciao,

vorrei aprire questo nuovo argomento, che mi interessa molto e spero anche voi. Sono insegnante di Yoga ed è il mio ideale insegnare, praticare e approfondire uno stile leggero nel praticare yoga.

Questo filmato mostra, quello che intendo: una pratica non tanto "fisica" nel senso di una "ginnastica Yoga", ma più leggera:
https://www.youtube.com/watch?v=dmaVGbxVJqo

Secondo la mia esperienza una pratica leggera è buona anche per la salute, per esempio per problemi di ipertensione.
Che ne pensate voi?

Con tanti saluti
NARAYANI

Avatar utente
Faith
sudra
sudra
Messaggi: 10
Iscritto il: 10 luglio 2017, 23:47

Re: Leggerezza negli asana

Messaggioda Faith » 16 agosto 2018, 12:41

Il link manda ad un video dove viene spiegato come eseguire la locusta. per mostrare quello che intendi credo che dovresti mostrarci una sequenza di asana.

Comunque non è che se la sequenza la fai più lentamente è meno "ginnastica" e se la fai più velocemente è più "ginnastica". (ma questo è un argomento che dovrebbe essere approfondito da qualcuno più competente di me)

Io NON sono un insegnante. La mia pratica personale si trasforma e si adatta quotidianamente alle mie necessità: può diventare molto dinamica o più lenta e meditativa.
In passato ho seguito un paio di lezioni di maestri che davano molto più spazio alle sensazioni piuttosto che all'allineamento, al respiro ecc... le asana nella quale ci portavano erano poche e tenute a lungo. Non mi sono trovato per niente bene, ma forse è anche vero che la pratica che ci piace meno è quella che ci serve di più.

Per quanto riguarda la salute, non credo che ci sia un tipo di yoga che faccia male alla salute.

pervinca
vaisya
vaisya
Messaggi: 50
Iscritto il: 23 gennaio 2013, 21:49
Località: pisa

Re: Leggerezza negli asana

Messaggioda pervinca » 19 agosto 2018, 12:50

Sarebbe interessante comprendere con quale accezione si intende il termine " leggerezza" in questo caso, per poter esprimere un'opinione più appropriata.
A mio modo di vedere non tanto il "tipo" di yoga quanto il praticante ha in mano la chiave,e quindi la responsabilità,della propria salute.
Dico questo perché secondo la mia esperienza ognuno di noi ha sviluppato una struttura fisica che è stata la migliore risposta possibile ai propri bisogni bio-psico-emotivi,e tale struttura ha bisogno di essere osservata,conosciuta,rispettata e ...amata per quello che è.

narayani
paria
paria
Messaggi: 3
Iscritto il: 22 luglio 2018, 16:45

Re: Leggerezza negli asana

Messaggioda narayani » oggi, 3:54

Ciao Faith, ciao Pervinca

Faith hai chiesto di vedere altri asana, un esempio anche molto evidente è questa esecuzione della posizione sulle mani:
https://www.youtube.com/watch?v=McwQsF8d3fY

e Pervinca: la leggerezza vuole dire per me muoversi non tanto con forza, con tensione, ma più abbandonando il corpo un po', abbandonando un po' la pesantezza e superando la legge della gravità. Si vede nella posizione sulle mani.

Diventa più evidente?

Con saluti
Barbara

pervinca
vaisya
vaisya
Messaggi: 50
Iscritto il: 23 gennaio 2013, 21:49
Località: pisa

Re: Leggerezza negli asana

Messaggioda pervinca » oggi, 10:37

Trovo il tema proposto molto interessante,ed è per questo che mi permetto di essere un po' insistente. :D
La qualità della leggerezza risulta evidente nei video,aggiungerei alcune osservazioni:
1) il praticante ha un fisico magro e longilineo
2) se ho visto bene (in questi giorninon ho pc ma cellulare)i pare un soggetto in età giovanile
3) l'esecuzione richiede un buon allenamento fisico
4) trattandosi di posizioni capovolte hanno un buon numero di controindicazioni,incluso l'ipertensione
Vorrei precisare che sono completamente d'accordo sull'obiettivo leggerezza,tanto più che il concetto di asana stabile e comoda di per sé lo richiama.
Qual è quindi il percorso che conduce al risultato indicato,a seconda della condizione fisica ,età,ecc,,e fino a dove può spingersi?
Un caro saluto


Torna a “Asana”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti