Ramakrishna e l'hatha yoga

tantra-yoga, vie dello yoga vecchie e nuove
mauro
brahmana
brahmana
Messaggi: 1484
Iscritto il: 29 marzo 2012, 22:02
Località: viterbo

Ramakrishna e l'hatha yoga

Messaggioda mauro » 30 aprile 2015, 15:41

Leggo il seguente stralcio di una conversazione di RK con un discepolo:

"M. Tutte queste pratiche [dell'hathayoga] fanno riferimento al corpo fisico e non hanno niente a che vedere con Dio. C'era un tipo che conosceva ottantadue posizioni yoga e che faceva un gran parlare di yoga-samadhi. Dentro di sè, però, rimuginava su 'donna ed oro'. Una volta trovò una banconota che valeva diverse migliaia di rupie e, non sapendo resistere alla tentazione, la ingoiò, pensando che in qualche modo sarebbe riuscito a farla venir fuori in seguito. La banconota gli venne tirata fuori davvero, tant'è che venne persino mandato in galera per tre anni. Nella mia ingenuità pensavo che quel tipo avesse fatto un grande progresso spirituale. Davvero, ve lo dico sinceramente!".

...

Un devoto: "Cos'è esattamente l'hathayoga?" Maestro: "Chi fa a pratica di hathayoga si concentra gran parte del tempo sul proprio corpo. Si lava l'intestino con una cannula di bambu inserita nell'ano, risucchia ghee e latte con l'organo sessuale e impara a manipolare la lingua facendo esercizi. Si siede in una posizione fissa ed ogni tanto levita, su reazione del prana. Un mago stava facendo il suo numero quando gli si rivoltò in su la lingua e si attaccò al palato. Immediatamente divenne immobile e la gente pensò che fosse morto. Quindi venne sepolto e rimase per molti anni nella tomba. Dopo molto tempo, per qualche motivo, la tomba venne aperta e quel tipo riacquistò subito la consapevolezza del mondo e gridò, 'Venga l'illusione, venga la confusione!' (Tutti ridono.) Tutto ciò deriva dal prana. "I Vedantisti non accettano l'hatha yoga. Poi c'è il rajayoga, che spiega come raggiungere l'unione con Dio per mezzo della mente, della discriminazione e della bhakti. Questo yoga è positivo, ma l'hathayoga non lo è. Nel Kaliyuga la vita degli uomini dipende dal cibo".

Ramakrishna, il Vangelo. Opera integrale. Volume I. Edizioni I Pitagorici

Mi domando: e' possibile che RK avesse una cosi bassa considerazione dell'hatha yoga?
Dato che egli viene considerato un maestro anche in questo consesso yoga, qualcuno mi sa dire come cio' puo' conciliarsi con chi pratica, proprio e soprattutto, hatha yoga?
Grazie.

neuromante
ksatriya
ksatriya
Messaggi: 209
Iscritto il: 25 giugno 2007, 14:05
Località: London
Contatta:

Re: Ramakrishna e l'hatha yoga

Messaggioda neuromante » 1 maggio 2015, 0:55

In quel periodo c'era ignoranza ed avversione su tutto cio' che avesse qualche riferimento al tantra (hatha yoga incluso), sopratutto in west bengal , dove l'elemento tantrico era (ed e' ) forte, e la societa' era influenzata molto dagli inglesi (puritani).
Personalmente dubito che Ramakrishna abbia detto cio' ( e se l'ha detto di sicuro credo che si sia riferito all'esibizionismo contorsionistico dei sadhu, che esiste tuttora), e credo che coloro che sono succeduti a Ramakrishna (che erano influenzati delle idee del Brahmo Samaj) hanno un po "tirato l'acqua al loro mulino" dal punto di vista ideologico.

De notare che e' con Vivekananda che si ha per la prima volta l'associazione di termini Raja Yoga/Patanjali Yoga.

Il revival di Patanjali si ha da Vivekananda in poi.
ऐं ह्रीं श्रीं
ऐं क्लीं सौः

mauro
brahmana
brahmana
Messaggi: 1484
Iscritto il: 29 marzo 2012, 22:02
Località: viterbo

Re: Ramakrishna e l'hatha yoga

Messaggioda mauro » 1 maggio 2015, 6:23

Si credo anche io che la lettura di certi maestri sia deformata da una certa visione "puritana", ma non solo di origine anglosassone, molto spesso anche di provenienza brahmanica, che rivendicava la propria "autorita'" (e potere).

Per quanto riguarda il puritanesimo anglosassone, pensavo che Vivekananda ne fosse piu' influenzato, tanto da avere cosi' grande successo in occidente.
Sbaglio?

Aggiungerei che dare una lettura "mirata" di certi maestri per avvalorare ideologicamente una determinata posizione, a me appare piuttosto pericoloso.
Che precauzioni si possono prendere al riguardo?
Una cosa e' leggere la B. Gita, o gli Yogasutra, o le Upanishad: sono testi codificati, e cio' che varia e' il commento, che puo' aderire ad una visione oppure ad un altra.
Ma come si possono leggere gli insegnamenti originari di certi maestri, soprattutto se non hanno lasciato nulla di scritto, senza venire fuorviati dall'orientamento di chi ha raccolto le loro parole?

neuromante
ksatriya
ksatriya
Messaggi: 209
Iscritto il: 25 giugno 2007, 14:05
Località: London
Contatta:

Re: Ramakrishna e l'hatha yoga

Messaggioda neuromante » 1 maggio 2015, 9:41

mauro ha scritto:Per quanto riguarda il puritanesimo anglosassone, pensavo che Vivekananda ne fosse piu' influenzato, tanto da avere cosi' grande successo in occidente.
Sbaglio?


Si Vivekananda, e magari forse anche il tipo che ha scritto il libro da te citato. Non mi riferivo a Ramakrishna.
ऐं ह्रीं श्रीं

ऐं क्लीं सौः

mauro
brahmana
brahmana
Messaggi: 1484
Iscritto il: 29 marzo 2012, 22:02
Località: viterbo

Re: Ramakrishna e l'hatha yoga

Messaggioda mauro » 1 maggio 2015, 10:00

neuromante ha scritto:
mauro ha scritto:Per quanto riguarda il puritanesimo anglosassone, pensavo che Vivekananda ne fosse piu' influenzato, tanto da avere cosi' grande successo in occidente.
Sbaglio?


Si Vivekananda, e magari forse anche il tipo che ha scritto il libro da te citato. Non mi riferivo a Ramakrishna.


In effetti noto che mettere in contrapposizione il vedanta con il tantra od altre visioni sia proprio da puritani (nel senso letterale del termine: che si sentono piu' "puri" degli altri).

mauro
brahmana
brahmana
Messaggi: 1484
Iscritto il: 29 marzo 2012, 22:02
Località: viterbo

Re: Ramakrishna e l'hatha yoga

Messaggioda mauro » 1 maggio 2015, 10:47

D'altronde, poiche' mi sembra di aver capito che RK fosse un tantrico, e' evidente come una certa sponda vedantina voglia, se cosi' si puo' dire, "normalizzarlo", negando questo suo aspetto.

Paolo proietti
brahmana
brahmana
Messaggi: 5614
Iscritto il: 8 maggio 2005, 20:58
Località: Padova
Contatta:

Re: Ramakrishna e l'hatha yoga

Messaggioda Paolo proietti » 30 ottobre 2019, 16:56

vecchia discussione su Tantra e Vedanta.....
Il Manzo non Esiste


Torna a “Tantra e altre vie”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google [Bot] e 1 ospite

cron