yoga e acufene

lo yoga come terapia per il corpo e per la mente
Avatar utente
nefer
vaisya
vaisya
Messaggi: 148
Iscritto il: 20 ottobre 2006, 15:46
Località: Firenze

yoga e acufene

Messaggioda nefer » 6 novembre 2006, 20:44

Salve a tutti di nuovo....
soffro da un paio di anni di acufene (sapete quel fastidioso fischio nelle orecchie)

Chi di voi lo ha risolto un poco con lo yoga?
io ho cominciato da poco...ma mi pare di star appena meglio.....

attendo esperienze!!
Grazie

yoghi2000
sudra
sudra
Messaggi: 47
Iscritto il: 22 maggio 2006, 0:51

cerume

Messaggioda yoghi2000 » 7 novembre 2006, 0:29

hai controllato sei hai dei tappi di cerume?
Solitamente il cerume può causare dei fischi.
Io li ho avuti per un anno a causa di un tappo

ckstars
brahmana
brahmana
Messaggi: 1209
Iscritto il: 6 settembre 2005, 19:14
Contatta:

Messaggioda ckstars » 7 novembre 2006, 15:52

L' acufene e' un disturbo uditivo che si presenta come fruscio/fischio a varie frequenze a volte e' presente in un solo orecchio a volte e' bilaterale. Non e' detto che gli accertamenti diagnostici siano in grado di rilevare la causa che ha iniziato il disturbo.
Tra le cause scatenanti si rilevano:
- ambiente di lavoro particolarmente rumoroso
- musica ad alto volume specie se in cuffia
- attivita' sportiva (tuffi, ecc.)
- traumi cranici
- utilizzo di droghe scatenanti
Lo Yoga puo' fare molto ma e' chiaro che la pratica varia dipendentemente dall' intensita' del disturbo e dalla sua durata nel tempo e durante la giornata.
Domande a cui e' necessario rispondere sono:
- durata del fischio durante l' arco della giornata
- presenza del fischio durante la notte
- frequenza fondamentale del disturbo acustico
Metto in ordine le pratiche da effettuare sara' poi il praticante che scegliera' la piu' opportuna tenendo conto delle risposte alle domande precedenti.
- Jala Neti I variante
- Ujjay Pranayama con sintonizzazione del suono sulla frequenza fondamentale dell' acufene
- Posizioni capovolte
se vuoi ne possiamo riparlare in maniera piu' particolareggiata, Cks

Avatar utente
nefer
vaisya
vaisya
Messaggi: 148
Iscritto il: 20 ottobre 2006, 15:46
Località: Firenze

Messaggioda nefer » 8 novembre 2006, 19:05

Grazie mille a entrambi.
ho gia'fatto tutte le dovute analisi, e come avete detto,non si puo'sapere quale sia stata la causa che lo ha scatenato.
IL medico mi ha detto che l'unico modo per combatterlo e'........."volerlo"...
Cioe' autoconvincersi e non basarcisi troppo.
Grazie a Dio sono una persona che se vuole sa controllarsi bene e "tranquillizzarsi"...e credo che lo yoga sia un plus.
purtroppo come ho gia'accennato sono neofita, ma seguiro' piano piano i vostri consigli e nel caso vi ridisturbero'...GRAZIE ancora

aster
vaisya
vaisya
Messaggi: 181
Iscritto il: 20 ottobre 2005, 15:10
Località: Torino

Messaggioda aster » 15 novembre 2006, 10:30

Cks, c'è qualcosa di più semplice che posso insegnare ad un mio amico che non pratica yoga? Dice che l'acufene l'ha "ereditato" da sua madre.
Grazie,
aster
per aspera ad astra

ckstars
brahmana
brahmana
Messaggi: 1209
Iscritto il: 6 settembre 2005, 19:14
Contatta:

Messaggioda ckstars » 15 novembre 2006, 18:30

In un certo senso il tuo amico potrebbe avere ragione ..... infatti da letteratura e' possibile che una particolare anatomia del cranio favorisca l'acufene..... e se il cranio e' "simile" a quello della madre!
Lo Yoga puo' aiutare ma occorre che il paziente studi la propria situazione: questo richiede che la persona venga guidata (ed abbia buona volonta' per applicarsi nello studio!) va detto che solo lui puo' studiare il suo fischio e derivare verso pratiche per correggerlo.
Se non possibile effettuare posizioni capovolte staccando i piedi da terra si potrebbe pensare alla posizione dei 5 punti.
Per quanto riguarda il pranayama e' importante invece modulare il suono del respiro in modo da accordarlo con la fondamentale dell' acufene e provare a spostare la fondamentale, stesso vale per i bija mantra. Da ricordarsi che deve essere pratica giornaliera. Prova a suggerirgli tutto cio' e se ti fa piacere dimmi dove arrivate.

Aschjanty
paria
paria
Messaggi: 1
Iscritto il: 14 gennaio 2007, 12:26
Località: Milano

Aufene...

Messaggioda Aschjanty » 14 gennaio 2007, 12:38

Ciao! sono nuova di questo forum.
Anche io soffro di acufene all'orecchio sinistro, da quest'estate.
Non ho danni ai nervi acustici e la risonanza non ha evidenziato nulla. Ora sto seguendo uan cura con Gimko Biloba, per 3 mesi per vedere se è dovuto alla circolazione.

Io però avendo disturbi di contratture e cervicali, sono più convinta che la causa non sia da ricercare nelle orecchie.

Mi hanno consigliato lo Yoga, perchè sto 9 ore alla scrivania, e di mio sono molto contratta.

Voi cosa ne pensate?

Paola

Yogavira
brahmana
brahmana
Messaggi: 1229
Iscritto il: 23 settembre 2006, 21:47

Messaggioda Yogavira » 14 gennaio 2007, 18:54

Ottima decisione ! :)
Benvenuta ! Ricordati di non esagerare con gli alimenti grassi , salati e con la frittura - casomai gli acufeni dipendessero dalla pressione dell'endolinfa - di bere molta acqua, e di affrontare/eliminare ( !?) le cause di stress.

Mangiare bene
Respirare bene
Dormire bene

In bocca al lupo ! :wink:
Immagine mitico ! Immagine

Avatar utente
Sheena
vaisya
vaisya
Messaggi: 186
Iscritto il: 19 dicembre 2005, 17:22
Località: Torino

Messaggioda Sheena » 14 gennaio 2007, 20:48

ckstars ha scritto:L' acufene e' un disturbo uditivo che si presenta come fruscio/fischio a varie frequenze a volte e' presente in un solo orecchio a volte e' bilaterale. Non e' detto che gli accertamenti diagnostici siano in grado di rilevare la causa che ha iniziato il disturbo.
Tra le cause scatenanti si rilevano:
- ambiente di lavoro particolarmente rumoroso
- musica ad alto volume specie se in cuffia
- attivita' sportiva (tuffi, ecc.)
- traumi cranici
- utilizzo di droghe scatenanti
Lo Yoga puo' fare molto ma e' chiaro che la pratica varia dipendentemente dall' intensita' del disturbo e dalla sua durata nel tempo e durante la giornata.
Domande a cui e' necessario rispondere sono:
- durata del fischio durante l' arco della giornata
- presenza del fischio durante la notte
- frequenza fondamentale del disturbo acustico
Metto in ordine le pratiche da effettuare sara' poi il praticante che scegliera' la piu' opportuna tenendo conto delle risposte alle domande precedenti.
- Jala Neti I variante
- Ujjay Pranayama con sintonizzazione del suono sulla frequenza fondamentale dell' acufene
- Posizioni capovolte
se vuoi ne possiamo riparlare in maniera piu' particolareggiata, Cks


Ciao Cks, potresti perfavore spiegarmi come si possa paticare jala neti senza fare uso della lota? Quella in ceramica, per quanto comodissima, non si presta ad essere portata in viaggio, ne esistono in plastica ma non mi paiono altrettanto convincenti per forma e capienza...cavarsela con un semplice bicchiere sarebbe per me l'ideale...potresti darmi qualche suggerimento, onde evitare maldestre improvvisazioni?

Grazie

Sheena
eadem mutata resurgo
Immagine

Avatar utente
Sheena
vaisya
vaisya
Messaggi: 186
Iscritto il: 19 dicembre 2005, 17:22
Località: Torino

Messaggioda Sheena » 14 gennaio 2007, 21:19

Nel frattempo ho trovato la II variante, da te precedentemente descritta...(esiste qualche soluzione più "ordinaria"?)...magari si potrebbe fare un quaderno tecnico anche su questo... :wink:, secondo me potrebbe essere di grande aiuto.

ciao
Sheena
eadem mutata resurgo

Immagine

ckstars
brahmana
brahmana
Messaggi: 1209
Iscritto il: 6 settembre 2005, 19:14
Contatta:

Messaggioda ckstars » 15 gennaio 2007, 18:25

Non potendo portare con se' strumenti voluminosi o fragili si puo' sostituire il tutto con un tubicino in gomma delle dimensioni appena maggiori di una narice. Si riempira' il tubicino lungo circa 60 cm di soluzione tappandone le estremita' quindi una estremita' aperta verra' inserita in una narice, l' altra estremita' restera' tappata dall' indice di una mano. Adesso la mano si porta in alto sopra la testa distendendo il braccio, il mento viene inclinato leggermente in giu' e viene stappata l' apertura del tubo che sta in alto, la colonna di fluido presente nel tubicino defluira' attraverso il naso.

Avatar utente
Sheena
vaisya
vaisya
Messaggi: 186
Iscritto il: 19 dicembre 2005, 17:22
Località: Torino

Messaggioda Sheena » 16 gennaio 2007, 12:30

ckstars ha scritto:Non potendo portare con se' strumenti voluminosi o fragili si puo' sostituire il tutto con un tubicino in gomma delle dimensioni appena maggiori di una narice. Si riempira' il tubicino lungo circa 60 cm di soluzione tappandone le estremita' quindi una estremita' aperta verra' inserita in una narice, l' altra estremita' restera' tappata dall' indice di una mano. Adesso la mano si porta in alto sopra la testa distendendo il braccio, il mento viene inclinato leggermente in giu' e viene stappata l' apertura del tubo che sta in alto, la colonna di fluido presente nel tubicino defluira' attraverso il naso.


Ottima idea..! L'avessi presa in considerazione quest' estate, non sarei stata costreta ai contorsionismi dovuti alla combinazione bottiglia-imbuto :lol: :lol: !

Ieri e questa mattina o sperimentato vyutkram neti

Immagine

superata qualche difficoltà iniziale, dovuta all' automatismo della deglutizione, ho riscontrato degli ottimi benefici: ora, specialmente quando inspiro e l'aria è più fresca, riesco a percepirne nettamente il passaggio, cosa che mi era difficile anche dopo aver praticao jala neti.
A scuola, questa pratica mi è stata sconsigliata, probabilmente perchè si ritiene che i principianti siano più inclini a ricercare pratiche stravaganti senza avere la minima nozione pratica di quelle basilari...in realtà pratico jala neti con assiduità e scrupolo, ed essendo diventato il mio appuntamento mattutino preferito, vorrei perfezionarlo e renderlo il più "portabile" possibile.

Grazie per i consigli.

ciao

Sheena
eadem mutata resurgo

Immagine

SaraG
paria
paria
Messaggi: 1
Iscritto il: 30 luglio 2018, 12:20

Re: yoga e acufene

Messaggioda SaraG » 30 luglio 2018, 12:24

Ciao hai rpovato a chiedere al medico? Dovrebbe conoscere lo specialista giusto. Non ho capito bene se il problema ce l'hai tu o un tuo caro. Nel secondo caso prova a chiedere consiglio qui: https://www.starkey.it/aiuta-caro-perdita-uditiva. Spero di esserti stata utile ciao *_*


Torna a “Yoga e salute”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti