Shank prakshalana

purificazione del corpo e della mente, bandha, mudra, e altre tecniche
bruno76
paria
paria
Messaggi: 2
Iscritto il: 15 maggio 2012, 7:51

Prima volta

Messaggioda bruno76 » 15 maggio 2012, 8:06

Buongiorno a tutti, sono Bruno, ho 36 anni ed oggi per la prima volta ho praticato il Prakshalana, dopo aver visto qualche video dimostrativo ed aver letto i risultati.

Premetto che sono stato operato di Calcoli alla Coleciste (rimossa) e soffro di reflusso gastroesofageo, dovuto ad una piccola ernietta iatale... insomma sono rovinato... aahahah.

A parte tutto ciò, viste le mie condizioni intestinali, oggi ho voluto provare ad eseguire questa pratica, così, dopo due giorni in cui ho mangiato molto leggero, per via anche di un problema intestinale che mi ha portato in bagno più volte, mi sono svegliato presto ed ho preparato il mio pentolone con 3 litri di acqua tiepida e salata (1cucchiaio raso per ogni litro d'acqua).

Mischiato il tutto, ho bevuto subito due bicchieroni d'acqua ed ho iniziato i 5 movimenti.
Finiti questi ho bevuto di nuovo 2 bicchieri
Ancora i 5 movimenti...
altri 2 bicchieri ed ho iniziato a sentire l'intestino muoversi, come se stessi digerendo (la sensazione era molto simile con la peristalsi).

finita la terza serie di esercizi ho bevuto altri 2 bicchieri d'acqua e dopo aver atteso soli 3 minuti, sono andato di corsa in bagno, dove ho eliminato parecchie scorie.
Questo è avvenuto per circa 3 o 4 volte a distanza di 5/7 minuti una dall'altra.

Ho smesso con l'esercizio, pensando di doverlo fare solamente 3 volte, alternate al bere l'acqua e sale... così da come avevo capito vedendo un video sulla pratica.

Le mie domande sono:

1) Ho sbagliato, potevo andare avanti con gli esercizi e l'acqua o può bastare così? (ho espulso acqua verso la fine, ma non limpidissima)

2) Se devo continuare, quanta acqua dovrei ingurgitare per far quadrare il tutto?

3) Dopo quanto, terminata la pratica, potrei bere un bicchiere d'acqua non salata?

Attendendo la risposta, porgo i miei saluti a tutti.

Bruno

Avatar utente
unlotobianco
sudra
sudra
Messaggi: 8
Iscritto il: 26 febbraio 2012, 19:14
Località: Palermo

ciao Bruno

Messaggioda unlotobianco » 16 maggio 2012, 11:04

Anch'io ho eseguito la pratica del shank prakshalana in questi giorni e è andata benissimo e mi sendo davvero rigenerata e pulita come mai sentito prima. Non soffrivo di nessun problema intestinale, l'ho fatto più che altro per la curiosità e per la purificazione delle nadi.

Ti dico che secondo me hai fatto tutto bene. ho letto che Sivananda sconsiglia le prime volte di farlo finchè l'acqua non esce limpida perchè stimola troppo dopo il fegato a produrre bile il che potrebbe "forzare" un po troppo la rigenerazione della flora intestinale. Quindi direi che secondo me hai fatto bene a fermarti. anch'io mi sono fermata credo ai 2 litri d'acqua non di più. per la prossima volta ora che so bene il meccanismo e gli effetti su di me, proverò a spingermi un po più oltre... credo che l'esperienza e la conoscenza del nostro corpo sia estremamente personale e che molte volte inconsciamente eseguiamo tutto come dovremmo senza tenerci troppo stretti alle istruzioni. ogni uno deve sentire il suo limite, soprattutto se abbiamo delle sensibilità maggiore dovute a problemini vari..... comunque complimenti perchè sei stato coraggioso e già non è da tutti!!! :o

Mayra . 8)

bruno76
paria
paria
Messaggi: 2
Iscritto il: 15 maggio 2012, 7:51

Grazie

Messaggioda bruno76 » 16 maggio 2012, 11:32

Ciao e naturalmente grazie per il coraggioso... ahahah, diciamo che più che coraggio ci vuole un pochino di amor proprio e non attender di star peggio per iniziare a curarsi... un vecchio detto tramanda; meglio prevenire che curare... e questo è stato l'impulso che ha dato via alla mia testa di partire con questo nuovo sistema di controllo del mio apparato digerente e non solo. Devo dire una cosa... oggi continuo ad andare un pochino in bagno, ma non ho acidità che avevo prima ed anche il fegato lo sento meno pesante.... chissà, magari sarà anche segno di autoconvincimento... la mente gioca un influsso molto positivo a volte sul nostro stato fisico e sulle nostre paure.

A presto.

Bruno

Avatar utente
unlotobianco
sudra
sudra
Messaggi: 8
Iscritto il: 26 febbraio 2012, 19:14
Località: Palermo

Messaggioda unlotobianco » 16 maggio 2012, 18:36

ribadisco il coraggioso perché molti appena ho cercato di dire e spiegare di cosa si trattava il shank prakshalana hanno fatto due occhi tanto e ripetuto costantemente: "tu sei matta", mio ragazzo compreso!!

Autoconvincimento o no, io pure mi sento molto bene, mai avuta la pancia così piatta e rilassata...
E credimi che, ci vuole coraggio anche per voler stare bene. Sapessi quanta gente conosco che preferisce conviverci col malessere perché tanto o è una cosa "di familia" oppure è l'età.... hehe :roll:

Ciao :mrgreen:

annapurna
paria
paria
Messaggi: 1
Iscritto il: 18 luglio 2014, 12:14

Shank Prakshalana

Messaggioda annapurna » 20 luglio 2014, 11:15

Buongiorno a tutti,
sono nuova e quindi scusatemi in anticipo se qualcosa nel mio interloquire all'interno del forum non dovesse essere corretto.
Mi sono interessata alla pratica di Shank Prakshalana e ,soffrendo di colite, mi interessava capire la procedura e relativi vantaggi e svantaggi.
Dopo aver letto diverse cose mi è abbastanza chiaro il procedimento ma due i principali dubbi:
1- sconsigliate assolutamente di farlo da soli la prima volta?
2- il dubbio più grande per me è il fatto che soffrendo di emorroidi l'idea di andare al bagno svariate volte mi impensierisce (per ovvi motivi!) assai.
Premetto che faccio yoga regolarmente e cerco di seguire l'alimentazione macrobiotica per curare le problematiche di cui sopra.
Mi sconsigliate la procedura?

Vi ringrazio tutti per la condivisione del vostro tempo.


Torna a “Altre tecniche”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron