Pagina 2 di 2

Re: Jala neti e Anu-oil

Inviato: 17 febbraio 2015, 9:23
da yogi Emanuele
ciao a tutti
io ho provato diversi kryas e in diversi momenti della giornata e dell'anno. Ho notato che la reazione del mio corpo cambia in base anche al mio umore, allo stesso modo della pratica dello yoga, talvolta faccio una asana con facilità per un lungo periodo talvolta non riesco nemmeno a stare in piedi....credo che non sia solo un esercizio al quale ci dobbiamo abituare ma che sia legato alla nostra mente e a quello che vuole.
[link rimosso da un moderatore]

Re: Jala neti e Anu-oil

Inviato: 29 gennaio 2017, 13:12
da Miky1410
Luca ma Anu oli è buono per la secchezza nasale? Gentilmente rispondi

Re: Jala neti e Anu-oil

Inviato: 27 luglio 2017, 17:28
da marco76
ciao, riprendo questo vecchio thread per porre una domanda su Jala Neti. Io utilizzo questa tecnica sporadicamente, ma ogni volta mi capita sempre lo stesso incidente: quando verso l'acqua nella narice destra avverto un bruciore nella parte alta del naso che cresce man mano che l'acqua scorre arrivando a farmi desistere per il dolore. Ho naturalmente provato a ridurre la quantità di sale fino a provare il lavaggio soltanto con acqua, ma non è cambiato nulla, il bruciore è comunque comparso. Aggiungo che la mia narice destra è molto spesso, ma non sempre, parzialmente occlusa (me ne sono accorto da quando pratico Yoga). Vi domando: il bruciore che avverto potrebbe essere legato ad una qualche sorta di malformazione del naso? Grazie, confido nella vostra esperienza :D

Re: Jala neti e Anu-oil

Inviato: 21 agosto 2017, 15:51
da ckstars
Ciao Marco,
un possibile errore e' quello di aspirare l' acqua mentre si pratica Jala Neti, accade allora lo stesso inconveniente di quando si fa il dorso in piscina e si emerge dopo la fase iniziale in cui il corpo si trova sotto acqua.
Un altro possibile errore e' nella salinita' dell' acqua ... il giusto grado dovrebbe essere quello delle nostre lacrime: assaggiare le lacrime e poi la soluzione che si utilizza con Jala Neti.
Per imparare si possono utilizzare l' indice e il pollice della mano sx e chiudere il naso sotto la cartilagine laterale del naso .... basta una leggera pressione su ogni narice mentre con la mano dx si impugna la lota.
Un abbraccio, Cks

Re: Jala neti e Anu-oil

Inviato: 21 agosto 2017, 22:18
da marco76
ckstars ha scritto:Ciao Marco,
un possibile errore e' quello di aspirare l' acqua mentre si pratica Jala Neti, accade allora lo stesso inconveniente di quando si fa il dorso in piscina e si emerge dopo la fase iniziale in cui il corpo si trova sotto acqua.
Un altro possibile errore e' nella salinita' dell' acqua ... il giusto grado dovrebbe essere quello delle nostre lacrime: assaggiare le lacrime e poi la soluzione che si utilizza con Jala Neti.
Per imparare si possono utilizzare l' indice e il pollice della mano sx e chiudere il naso sotto la cartilagine laterale del naso .... basta una leggera pressione su ogni narice mentre con la mano dx si impugna la lota.
Un abbraccio, Cks


-ciao Paolo/Ckstars,
proprio per escludere l'ipotesi che il mio problema fosse legato alla salinità dell'acqua ho provato in passato ad utilizzare acqua assolutamente priva di sale ed il fastidio si è presentato puntuale. Per l'altra ipotesi che hai indicato escludo di aspirare acqua dal naso praticando Jala Neti; può essere successo occasionalmente ma in genere non è un errore in cui cado. Quindi il problema deve essere altrove, nel mio naso o da qualche altra parte.
Grazie,
Marco

Re: Jala neti e Anu-oil

Inviato: 22 agosto 2017, 8:41
da pervinca
Buongiorno Marco,per quel che mi risulta anche il grsdo eccessivamente basso di salinità disturba e provoca bruciore,come del resto hai verificato,quindi è importante raggiungere la giusta concentrazione.
Poi io mi sono resa conto che se eseguita troppo spesso jala neti mi provoca eccessiva secchezza e disidratazione della mucosa,specialmente in inverno quando gli ambienti sono riscaldati, a cui ovvio in parte con pomata nadale all'acido ialuronico comunque secondo me se il corpo ci fa chiaramente comprendere che qualcosa non ci fa bene meglio desistere.
Bene comunque se escludi patologie con una visita come già raccomandato.
Un caro saluto

Re: Jala neti e Anu-oil

Inviato: 22 agosto 2017, 9:55
da ckstars
Ciao Marco,
io riproverei con una salinita' pari a quella delle lacrime e adoperando pollice e indice della mano sx come pinza alla base dei turbinati: pinza chiusa non passa niente poi apri poco poco e dovrebbe passare un filo di soluzione.
Vedrai che funziona.
Un abbraccio, Cks

Re: Jala neti e Anu-oil

Inviato: 22 agosto 2017, 14:11
da marco76
ok proverò, grazie per i consigli

Re:

Inviato: 19 giugno 2020, 0:18
da uno yogin
lemmy ha scritto:Salve,
ho letto in altri interventi sull'argomento di consigli per l'uso del sale himalayano
ordinabile qui

leggo però che esso contiene anche spezie e non credo sia veramente adatto ai lavaggi nasali, cosa ne pensate?

Come misurate i 9 g. per litro da usare nella composizione della soluzione?


Jala neti è una meravigliosa tecnica per la pulizia delle narici e delle cavità paranasali. Sarebbe utile eseguirla prima del prāṇāyāma. L'acqua deve essere tiepida e salata al punto giusto, cioè renderla isotonica con il citoplasma delle cellule della mucosa nasale. In caso contrario si percepirà una sensazione spiacevole e irritante! Ma il normale sale da cucina va benissimo; cos'è questa storia del sale himalayano! Come fa l'acqua a entrare in una narice e a uscire dall'altra? Le cavità nasali comunicano con i seni paranasali, rappresentati fondamentalmente dalla cavità delle ossa mascellari e del corpo dello sfenoide. Proprio il seno sfenoidale mette in comunicazione le due narici e consente all'acqua di passare dall'una all'altra! L'acqua può però stazionare nelle mascelle e quindi occorre fare delle manovre per farla fuoruscire tutta. A me è capitato a volte che in śīrṣāsana, dell'acqua fuoriesca dalle narici! Periodicamente sarebbe utile praticare sutra neti.