Jala neti e Anu-oil

purificazione del corpo e della mente, bandha, mudra, e altre tecniche
luca80
paria
paria
Messaggi: 1
Iscritto il: 26 ottobre 2007, 23:37
Località: Roma

Jala neti e Anu-oil

Messaggioda luca80 » 27 ottobre 2007, 0:04

Ciao a tutti,
sono nuovo in questo forum e porto subito un argomento di cui vorrei parlare....un argomento"nuovissimo"..proprio stamattina ho acquistato un (una?)lota e ho effettuato il mio primo jala neti.
Seguendo le istruzioni ho avuto un piacevole risultato,ho potuto respirare molto bene! Non ho avvertito particolari bruciori,forse perchè da molto tempo facevo giù uso di spray come l'acqua di sirmione etc...

Circa un 'ora dopo il lavaggio ho però cominciato ad avvertire una sensazione di secchezza delle narici, e mi chiedevo se ho usato poco sale o troppo e/o se è un effetto causato dall'acqua non proprio tiepida ma appena appena freddina.

Già che ci sono volevo chiedervi un parere sull'Anu oil.

ciao e grazie,
Luca

tonios
sudra
sudra
Messaggi: 11
Iscritto il: 12 febbraio 2008, 14:57

lavaggio

Messaggioda tonios » 25 febbraio 2008, 22:22

ciao io sono dieci anni che lo pratico,posso solo dirti che quando viene effettuato e molto importante tenere la bocca aperta e respirare con la bocca , del resto penso che la secchezza che avverti e normale,anzi io mi permetterei di dirti che alla fine dopo che la manovra viene eseguita ad ambedue le narici,e molto importante asciugarle piegandoti con il busto in avanti chiudere una narice per volta e soffiare aria "no con sforzo esagerato" ma nemmeno tanto piano insomma il giusto,questo si fa proprio in virtu del fatto che ambedue le narici vengano asciugate quindi forse avevi trascurato questo, e il tutto e avvenuto in un secondo momento,questo a portato come risultato il fatto di sentire le narici secche.MA DEVE ESSERE COSI ciao

robie
ksatriya
ksatriya
Messaggi: 231
Iscritto il: 25 maggio 2005, 0:06
Località: savona

jala neti

Messaggioda robie » 25 febbraio 2008, 23:01

l'acqua che usi per jala neti è da usare tiepida,non fredda , se vuoi puoi usare un dito per mescolare l'acqua e far sciogliere il sale ; in questo modo , avra la percezione precisa della temperatura dell'acqua ;che ovviamente non deve bruciare.
La quantita' di sale e' corretta quando risulta salata come le nostre lacrime.Om shanti.

Avatar utente
Lelina
sudra
sudra
Messaggi: 12
Iscritto il: 14 febbraio 2008, 14:58
Località: Grugliasco

Messaggioda Lelina » 26 febbraio 2008, 11:49

Mi intrometto per chiedervi se è possibile usare la Lota anche senza nessuno che mi insegni (ho trovato su internet dei siti dove scrivevano che era fondamentale avere qualcuno che ci mostri come fare). E' davvero indispensabile o, dopo aver letto bene come fare, posso fare anche da sola? Anche perchè non penso che sia pericolosa o che io possa affogare, no?... :roll:

inoltre, c'è qualcuno che sa dirmi dove posso acquistarla a Torino?

Abbracci_

tonios
sudra
sudra
Messaggi: 11
Iscritto il: 12 febbraio 2008, 14:57

Messaggioda tonios » 26 febbraio 2008, 14:12

ciao personalmente per quanto mi riguarda ho imparato tutto da solo,ed ho imparato come si fa certo vederlo fare aiuta molto ma alla fine come tutte le cose quando ti piace qualcosa e la pratichi ci sei immischiato dentro come il latte di cocco si discioglie nel mare tutto cio che si vuole raggiungere ed imparare diventa solo una questione di tempo. io sono dell'opinione che quando qualcuno e interessato ad una cosa in un modo o nell'altro prima o poi incontrera qualcuno
se non in questa vita sara' nella prossima ma lo incontrera

lemmy
paria
paria
Messaggi: 4
Iscritto il: 1 giugno 2008, 23:07

Messaggioda lemmy » 1 giugno 2008, 23:15

Salve,
ho letto in altri interventi sull'argomento di consigli per l'uso del sale himalayano
ordinabile qui

leggo però che esso contiene anche spezie e non credo sia veramente adatto ai lavaggi nasali, cosa ne pensate?

Come misurate i 9 g. per litro da usare nella composizione della soluzione?

Avatar utente
pushan
brahmana
brahmana
Messaggi: 1725
Iscritto il: 15 gennaio 2007, 11:57

Messaggioda pushan » 4 giugno 2008, 20:44

lemmy ha scritto:Salve,
ho letto in altri interventi sull'argomento di consigli per l'uso del sale himalayano
ordinabile qui

leggo però che esso contiene anche spezie e non credo sia veramente adatto ai lavaggi nasali, cosa ne pensate?

Come misurate i 9 g. per litro da usare nella composizione della soluzione?

ho usato sale himalayano senza spezie, bianco o sulfureo (marrone scuro di non gradevole odore) soprattutto in caso di mal di gola per gargarismi oppure un cucchiaino di acqua salina in un bicchiere d'acqua al mattino, come tonico generale.

Se tu metti un pezzo di cristallo di sale in un barattolo d'acqua, questo si scioglie fino a saturare l'acqua, non oltre.
Perciò, poi togli il cristallo rimasto e lo fai asciugare e usi l'acqua diluendola con altra se la concentrazione salina è troppo elevata per l'uso che vuoi farne.
ciao
pushan

lemmy
paria
paria
Messaggi: 4
Iscritto il: 1 giugno 2008, 23:07

Messaggioda lemmy » 5 giugno 2008, 19:22

Grazie per la risposta, ora ho usato il normale sale da cucina fino e non ho avuto irritazioni, assaggiando poi l'acqua sento se la salinità è al punto giusto.

Riguardo l'altra tecnica che credo si chiami Vyutkrama Kapalbhatin non ho ben capito quale deve essere la posizione della testa quando si esegue il lavaggio dalle narici e si fà uscire la soluzione salina dalla bocca. Sempre piegata da un lato oppure semplicemente frontale stando dritti?

Avatar utente
pushan
brahmana
brahmana
Messaggi: 1725
Iscritto il: 15 gennaio 2007, 11:57

Messaggioda pushan » 5 giugno 2008, 20:12

lemmy ha scritto:Grazie per la risposta, ora ho usato il normale sale da cucina fino e non ho avuto irritazioni, assaggiando poi l'acqua sento se la salinità è al punto giusto.

Riguardo l'altra tecnica che credo si chiami Vyutkrama Kapalbhatin non ho ben capito quale deve essere la posizione della testa quando si esegue il lavaggio dalle narici e si fà uscire la soluzione salina dalla bocca. Sempre piegata da un lato oppure semplicemente frontale stando dritti?

prego!
non so in che città stai...ma solitamente il sale himalayano in grossi cristalli si trova nei negozi di alimenti naturali ben forniti, è diverso dal sale alle erbe (invenzione più recente e più stile businnes, secondo me)
Kapalabhatin è una tecnica respiratoria che occorre imparare a fare correttamente da un istruttore qualificato e si esegue dopo il lavaggio delle narici, solitamente nella posizione del gatto (a quattro gambe) soffiando fuori l'aria dal naso vigorosamente muovendo la testa da una parte e dall'altra, sopra e sotto.
Durante il lavaggio con la lota la testa si tiene necessariamente inclinata e l'acqua entra da una narice ed esce dalla bocca e dall'altra narice.
Il soffiare via l'aria dal naso vigorosamente (con Kapalabhatin o semplicemente come uno è capace, meglio di niente :mrgreen: ) dopo il lavaggio è estremamente importante, se non si fa, come spiegava, mi pare paolo, in un post su questo argomento, significa peggiorare la situazione dei seni frontali o l'eventuale sinusite e raffreddore cronico per la quale si consiglia il lavaggio del naso. (magari se cerchi nei vecchi post con queste chiavi: lavaggio naso o narici ti leggi utili approfondimenti della tecnica)

Si suggerisce anche, dopo aver lavato e "asciugato" bene il naso, di intingere un dito nell'olio di sesamo o nel ghee (burro chiarificato) o in una goccia di burro normale fuso (cucchiaino sul gas per un attimo) e di lubrificare così le narici. Il sale difatti asciuga e secca un po' le mucose delicate del naso.
La gocciolina di burro nel naso alla sera si dice anche abbia effetto soporifero, provare per credere!
ciao
pushan

lemmy
paria
paria
Messaggi: 4
Iscritto il: 1 giugno 2008, 23:07

Messaggioda lemmy » 5 giugno 2008, 20:27

Grazie ancora!! Ho trovato altre discussioni sull'argomento e mi sto facendo anche un'idea sulle tecniche di respirazione.
La posizione della testa nello Kapalbhati è quindi la stessa del normale lavaggio nasale solo che in questo caso si aspira una parte di acqua mandandola giù per la gola per poi espellerla.

ah dimenticavo di dire che mi è successo un paio di volte di trovare delle macchiette di sangue nel fazzoletto dopo aver asciugato le narici, è sucesso ad altri?

Ho letto anche in una guida dell'operazione contraria per i più esperti; cioè bere acqua per farla poi fuoriuscire dal naso.

PS Sono di Roma, se hai negozi da consigliarmi sono ben accetti.
Un saluto.

Avatar utente
pushan
brahmana
brahmana
Messaggi: 1725
Iscritto il: 15 gennaio 2007, 11:57

Messaggioda pushan » 6 giugno 2008, 0:18

lemmy ha scritto:Grazie ancora!! Ho trovato altre discussioni sull'argomento e mi sto facendo anche un'idea sulle tecniche di respirazione.
La posizione della testa nello Kapalbhati è quindi la stessa del normale lavaggio nasale solo che in questo caso si aspira una parte di acqua mandandola giù per la gola per poi espellerla.

ah dimenticavo di dire che mi è successo un paio di volte di trovare delle macchiette di sangue nel fazzoletto dopo aver asciugato le narici, è sucesso ad altri?

Ho letto anche in una guida dell'operazione contraria per i più esperti; cioè bere acqua per farla poi fuoriuscire dal naso.

PS Sono di Roma, se hai negozi da consigliarmi sono ben accetti.
Un saluto.

ho praticato un po' il lavaggio delle narici con la lota ma non sono un'esperta :mrgreen:
in attesa di altre opinioni, vorrei però puntualizzarti che Kaphalabathi non centra nulla con il lavaggio delle narici, si fa dopo per espellere completamente l'acqua che può essere rimasta all'interno.
Il lavaggio del naso si fa con calma, tenendo la testa inclinata e senza esagerare (come tempi e quantità), una lota piena di acqua lievemente salata basta e avanza per tutte e due le narici.
L'altra pratica di bere acqua ed espellerla dal naso non la conosco, mi sembra un po' fantascientifica però :mrgreen:
Non sono di Roma e non posso aiutarti ma nel forum i romani sono tanti, vedrai che qualche indicazione appropriata salterà fuori.
ciao
pushan

robie
ksatriya
ksatriya
Messaggi: 231
Iscritto il: 25 maggio 2005, 0:06
Località: savona

Messaggioda robie » 6 giugno 2008, 15:47

Mi e' capitato di vedere tipi differenti di lota.
Quello che si trova comunemente commercializzato e' piccolino , e serve per il lavaggio di una narice. Per il lavaggio delle narici bisogna riempirlo due volte . Cosi e' come mi e' stato insegnato ed e' come lo utilizzo . La lota grande invece é sufficiente per entrambe le narici.
Om shanti.

lemmy
paria
paria
Messaggi: 4
Iscritto il: 1 giugno 2008, 23:07

Messaggioda lemmy » 9 giugno 2008, 9:56

Grazie per le risposte :wink:

giulia88
paria
paria
Messaggi: 1
Iscritto il: 13 febbraio 2015, 20:44

Re: Jala neti e Anu-oil

Messaggioda giulia88 » 13 febbraio 2015, 20:49

Ciao a tutti! Da qualche tempo ho acquistato la neti lota ma non riesco proprio ad usarla! Ho guardato diversi video e provato mille posizioni ma l'acqua non esce, al massimo scende in gola ma di solito si blocca proprio!! Vi sembra normale? :(

Avatar utente
jasmin
moderatore
Messaggi: 1388
Iscritto il: 25 aprile 2010, 15:19
Località: Catania

Re: Jala neti e Anu-oil

Messaggioda jasmin » 14 febbraio 2015, 21:29

giulia88 ha scritto:Ciao a tutti! Da qualche tempo ho acquistato la neti lota ma non riesco proprio ad usarla! Ho guardato diversi video e provato mille posizioni ma l'acqua non esce, al massimo scende in gola ma di solito si blocca proprio!! Vi sembra normale? :(


no, non è normale. Piegati sul lavandino e gira la testa da un lato, poggia con delicatezza il beccuccio sulla narice che sta in alto, respira con la bocca e lentamente fai scendere l'acqua dentro la narice, vedrai che uscirà dall'altra narice che si trova in basso. Poi ripeti dall'altro lato. Mi raccomando di non respirare col naso ma solo con la bocca. Fammi sapere.


Torna a “Altre tecniche”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite