sat nam e satan

il significato, le tecniche
Avatar utente
gimnosofista
ksatriya
ksatriya
Messaggi: 301
Iscritto il: 20 ottobre 2006, 12:00

sat nam e satan

Messaggioda gimnosofista » 9 dicembre 2006, 21:58

Mentre tentavo la meditazione kundalini che canta sulle note la-sol-fa-sol le sillabe sa-ta-na-ma ad un certo punto sono stato folgorato dal fatto che stavo invocando satana. Sebbene ateo per fede, ho provato un groppo alla gola ed una reazione di vergogna che mi ha impedito di continuare. Sono nato in Italia, ho fatto il catechismo e preso i sacramenti, questo basta per farmi sussultare al semplice suono della parola satana. Abbandonato ogni tentativo di meditazione mi sono messo a cercare ogni possibile relazione fra il mantra sat-nam e il vocabolo satan. La mia ricerca mi ha condotto dai sumeri a scopire che:
ANTASUBBA è il demone che ci ha trasmesso i dizionari 'indoeuropei'. Questo demone sembra indicarci il nome antitetico al nome del dio Antares. Antares è l'origine dell'anno. Antasubba è la fine della conoscenza, cioè il suo simmetrico culturale.


La lettura circolare della scrittura sumera ce lo fa leggere come BABBU SATAN. E Pepe' Satan Pepe' Satan citato da Dante deriva dalla pronuncia errata di BABBU, cosi come il babau e Buh! deriverebbero sempre da li'

Veniamo al sanscrito,
il sanscrito è una lingua rimasta completamente sconosciuta agli europei, che pure parlano lingue ad essa strettamente imparentate, fino alla sua scoperta da parte dell’orientalista inglese Sir William Jones (1748-1794), che confortato dalle sue nuove conoscenze acquisite sul campo ha coniato il termine “indo-europeo”. Esempi della somiglianza fra sanscrito e lingue europee sono: sans. mātā, lat. mater, gr. ματήρ, ingl. mother; sans. pitā, lat. pater, gr. πατήρ, ingl. father; sans. duhitā, gr. θυγατήρ, ingl. daughter; sans. dantah, lat. dens (√dent-), gr. οδούς (√οδοντ-), ingl. tooth; lat. pes, gr. πους, sans. pādah, ingl. foot; etc


Questo dimostra semplicemente che molte delle nostre parole e delle parole del sanscrito possono avere una radice comune nella antichissima lingua sumera.

Veniamo a SAT NAM. La traduzione che ho trovato e' SAT = verita NAM = nome, identita. La traduzione dell'intero mantra sembra essere io/noi/tutti/Dio e' la verita'. A questo punto pero' la mia ricerca si ferma qui. Come mettere in relazione ANTAS BUBBA con Dio e' Verita'. Ce' qualche inversione/rotazione di suoni che nel corso dei secoli si e' aggiunta e che fa suonare per noi europei sa-ta-na come qualcosa di terribile mentre e' una frase di pura e beata contemplazione per gli indiani? [/quote]

Avatar utente
cico
moderatore
Messaggi: 1238
Iscritto il: 28 ottobre 2004, 14:03
Località: Torino

Re: sat nam e satan

Messaggioda cico » 9 dicembre 2006, 22:15

gimnosofista ha scritto:Mentre tentavo la meditazione kundalini che canta sulle note la-sol-fa-sol le sillabe sa-ta-na-ma ad un certo punto sono stato folgorato dal fatto che stavo invocando satana. Sebbene ateo per fede, ho provato un groppo alla gola ed una reazione di vergogna che mi ha impedito di continuare. Sono nato in Italia, ho fatto il catechismo e preso i sacramenti, questo basta per farmi sussultare al semplice suono della parola satana. Abbandonato ogni tentativo di meditazione mi sono messo a cercare ogni possibile relazione fra il mantra sat-nam e il vocabolo satan. La mia ricerca mi ha condotto dai sumeri a scopire che:
ANTASUBBA è il demone che ci ha trasmesso i dizionari 'indoeuropei'. Questo demone sembra indicarci il nome antitetico al nome del dio Antares. Antares è l'origine dell'anno. Antasubba è la fine della conoscenza, cioè il suo simmetrico culturale.


La lettura circolare della scrittura sumera ce lo fa leggere come BABBU SATAN. E Pepe' Satan Pepe' Satan citato da Dante deriva dalla pronuncia errata di BABBU, cosi come il babau e Buh! deriverebbero sempre da li'

Veniamo al sanscrito,
il sanscrito è una lingua rimasta completamente sconosciuta agli europei, che pure parlano lingue ad essa strettamente imparentate, fino alla sua scoperta da parte dell’orientalista inglese Sir William Jones (1748-1794), che confortato dalle sue nuove conoscenze acquisite sul campo ha coniato il termine “indo-europeo”. Esempi della somiglianza fra sanscrito e lingue europee sono: sans. mātā, lat. mater, gr. ματήρ, ingl. mother; sans. pitā, lat. pater, gr. πατήρ, ingl. father; sans. duhitā, gr. θυγατήρ, ingl. daughter; sans. dantah, lat. dens (√dent-), gr. οδούς (√οδοντ-), ingl. tooth; lat. pes, gr. πους, sans. pādah, ingl. foot; etc


Questo dimostra semplicemente che molte delle nostre parole e delle parole del sanscrito possono avere una radice comune nella antichissima lingua sumera.

Veniamo a SAT NAM. La traduzione che ho trovato e' SAT = verita NAM = nome, identita. La traduzione dell'intero mantra sembra essere io/noi/tutti/Dio e' la verita'. A questo punto pero' la mia ricerca si ferma qui. Come mettere in relazione ANTAS BUBBA con Dio e' Verita'. Ce' qualche inversione/rotazione di suoni che nel corso dei secoli si e' aggiunta e che fa suonare per noi europei sa-ta-na come qualcosa di terribile mentre e' una frase di pura e beata contemplazione per gli indiani?


Ciao,
Premesso che non conosco la meditazione di cui parli e non so come tu sia arrivato ai sumeri (magari lo puoi spiegare), le parole sanscrite sat e nam credo proprio che non abbiano alcuna relazione con satana.
Cmq se la pratica che stai facendo ti infastidisce lasciala perdere... non c'è niente di male... nello yoga ci sono miriadi di tecniche, sicuramente ce ne sono altre più adatte di quella che stai utilizzando.
In ogni caso... dormi sonni tranquilli!
Ah... come si fa ad essere ateo per fede? :lol:
Ciaociao cico :)
"Nobody wins unless everybody wins!" - B. Springsteen

Paolo proietti
brahmana
brahmana
Messaggi: 5527
Iscritto il: 8 maggio 2005, 20:58
Località: Roma

sat

Messaggioda Paolo proietti » 9 dicembre 2006, 23:10

sat vuol dire eterno ed è uno degli attributi di Ekam o yat tat(l'unico, Quello che)...
nel cristianesimo, nonostante quello che si è detto a volte anche su questo forum, lidentificazione con la divinità è ritenuta un eresia.
Visto che il fine dell'induismo è Ahang bramasmi cioè Io sono il brahman e visto che la colpa di lucifero è quella di aver cercato di guardare Dio negli occhi cioè di immedesimarsi in lui, niente di sconvolgente se i padri della chiesa, nell'accettare molti dei riti (come la Puja-messa) abbiano identificato come il male il Sat Chit, il dio unico dei veda.
Tieni presente che nell'antichità i contatti con il lontano oriente erano molto più frequenti di quello che si pensi.
se leggi "medioevo fantastico" di baltrusaitis o qualche aggiornata biografia di leonardo da Vinci scopri che i nostri antenati discettavano tranquillamente di induismo e taoismo .
in pape satan, pape satan aleppe potrebbe trovar posto anche una versione toscanizzata del mantra della spada phat (phet).....
Il Manzo non Esiste

Avatar utente
gimnosofista
ksatriya
ksatriya
Messaggi: 301
Iscritto il: 20 ottobre 2006, 12:00

Re: sat nam e satan

Messaggioda gimnosofista » 10 dicembre 2006, 11:21

cico ha scritto:Ciao,
Premesso che non conosco la meditazione di cui parli e non so come tu sia arrivato ai sumeri (magari lo puoi spiegare), le parole sanscrite sat e nam credo proprio che non abbiano alcuna relazione con satana.
Cmq se la pratica che stai facendo ti infastidisce lasciala perdere... non c'è niente di male... nello yoga ci sono miriadi di tecniche, sicuramente ce ne sono altre più adatte di quella che stai utilizzando.
In ogni caso... dormi sonni tranquilli!
Ah... come si fa ad essere ateo per fede? :lol:
Ciaociao cico :)


La meditazione sa-ta-na-ma si chiama kirtan kriya. Ateo per fede e' un paradosso. Ma in realta' vuol dire che per quanto uno si sforzi di negare Dio a livello razionale nel proprio cuore scopre di temerne il giudizio.

Avatar utente
Kundalino
paria
paria
Messaggi: 4
Iscritto il: 23 novembre 2014, 22:13
Località: Milano

Re: sat nam e satan

Messaggioda Kundalino » 23 novembre 2014, 22:30

Ciao,
Anche io ho avuto la tua stessa impressione e, dando un occhio sul web, ho trovato diversi scritti di "satanisti" che parlano dello yoga Kundalini e dei diversi mantra (tra cui SA TA NA MA), come invocazione di Satana. Amo lo yoga, ma non riesco proprio ad andare avanti con la pratica Kundalini. Ora seguo Yogananda, la sua filosofia, nonché il kriya yoga e sento che risuonano con il mio essere. Viene presa in considerazione la figura di Cristo e, se non altro, le "invocazioni" vengono fatte in Suo Nome. Sarà indubbiamente un problema mio, ma tutto questo mi dà sicurezza e mi consente di continuare a praticare lo yoga e la meditazione.
Grazie per aver scritto su questo forum, mi ha fatto piacere constatare di non essere stato il solo a pormi il problema...
:wink:

mauro
brahmana
brahmana
Messaggi: 1477
Iscritto il: 29 marzo 2012, 22:02
Località: viterbo

Re: sat nam e satan

Messaggioda mauro » 24 novembre 2014, 6:39

Da ignorante di yoga ma da persona che vive le esperienze sono orientato a dire questo: e che cioe' tutto cio' che si evoca, lo "si tira fuori" da noi, non "dall'esterno", per cui se dentro di noi siamo avvelenati, tiriamo fuori il veleno.
I demoni o satana che si ha timore di evocare con certi mantra, escono fuori da noi, solo da noi.
Se si invoca Cristo e dentro di se vi e' il demone della vendetta, della rabbia e del risentimento, cio' che uscira' fuori e' rabbia, vendetta, risentimento. Bsta guardarsi in giro per vedere cio'.
Si invoca Allah e si sgozzano le persone. Dov'e' il demonio?
Fino a che non sapremo controllare il demone (inteso come energia negativa, non certo il demone socratico),, non esiste religione, fede o tradizione che ce ne scampi e liberi.
Allora, forse, il mantra come energia, ma anche la volonta' della pratica, sono gli trumenti per controllare e "riconvertire" tale "energia negativa", invece di stigmatizzarla.

Avatar utente
Kundalino
paria
paria
Messaggi: 4
Iscritto il: 23 novembre 2014, 22:13
Località: Milano

Re: sat nam e satan

Messaggioda Kundalino » 24 novembre 2014, 7:50

Caro Mauro,
Sarà pure come dici tu, ma io vado tranquillo nel Santo Nome di Cristo! La pratica mi aiuterà a ripulire e a sistemare quel che va rimesso a posto.
Grazie comunque per aver scritto la tua preziosa opinione!
OM Shanti
:wink:

Avatar utente
fabio
moderatore
Messaggi: 3020
Iscritto il: 24 marzo 2006, 11:35

Re: sat nam e satan

Messaggioda fabio » 24 novembre 2014, 8:55

mauro ha scritto:Da ignorante di yoga ma da persona che vive le esperienze sono orientato a dire questo: e che cioe' tutto cio' che si evoca, lo "si tira fuori" da noi, non "dall'esterno", per cui se dentro di noi siamo avvelenati, tiriamo fuori il veleno.
I demoni o satana che si ha timore di evocare con certi mantra, escono fuori da noi, solo da noi.
Se si invoca Cristo e dentro di se vi e' il demone della vendetta, della rabbia e del risentimento, cio' che uscira' fuori e' rabbia, vendetta, risentimento. Bsta guardarsi in giro per vedere cio'.
Si invoca Allah e si sgozzano le persone. Dov'e' il demonio?
Fino a che non sapremo controllare il demone (inteso come energia negativa, non certo il demone socratico),, non esiste religione, fede o tradizione che ce ne scampi e liberi.
Allora, forse, il mantra come energia, ma anche la volonta' della pratica, sono gli trumenti per controllare e "riconvertire" tale "energia negativa", invece di stigmatizzarla.


Concordo in toto. Dentro me ho tutto. La pratica serve ad una trasformazione delle energie.
IL GRANDE CONTROLLORE

mauro
brahmana
brahmana
Messaggi: 1477
Iscritto il: 29 marzo 2012, 22:02
Località: viterbo

Re: sat nam e satan

Messaggioda mauro » 24 novembre 2014, 9:19

Gia' sarebbe grande cosa riuscire a controllarle, queste energie interiori, concordi con me?
E questo puo' essere praticato da tutti.
Volonta': mi rcordo che e' uno degli attributi della Trinita' proiettati nel manifesto, secondo Agostino.

Avatar utente
fabio
moderatore
Messaggi: 3020
Iscritto il: 24 marzo 2006, 11:35

Re: sat nam e satan

Messaggioda fabio » 24 novembre 2014, 9:58

mauro ha scritto:Gia' sarebbe grande cosa riuscire a controllarle, queste energie interiori, concordi con me?
E questo puo' essere praticato da tutti.
Volonta': mi rcordo che e' uno degli attributi della Trinita' proiettati nel manifesto, secondo Agostino.


Assolutamente sì. Poi ci sono altri "aiuti".
Asana, pranayama, mudra, mantra, ecc. ecc.
IL GRANDE CONTROLLORE

Paolo proietti
brahmana
brahmana
Messaggi: 5527
Iscritto il: 8 maggio 2005, 20:58
Località: Roma

Re: sat nam e satan

Messaggioda Paolo proietti » 24 novembre 2014, 10:50

Mah.... non me ne intende di satana e satanisti, ma secondo gli esegeti ebrei/ebraici (vedi http://consulenzaebraica.forumfree.it/ e simili) la parola Satan nella bibbia indica il pubblico accusatore nei processi, un giudice in carne ed ossa a cui veniva affidato il compito di difendere gli interessi della comunità e far rispettare le leggi.
per ciò che riguarda Lucifero non sarebbe affatto un angelo caduto (nella bibbia) ma la stella del mattino, Venere.
Gli altri demoni, Belfagor e Belzebub sarebbero invece i nomi storpiati di persone, sempre in carne ed ossa, che governavano popoli o comunità ostili agli ebrei di Giacobbe, David o Giosuè.
Vero è che, come dicono le Upanishad, si diventa ciò che si pensa, per cui se uno si convince di essere un demone o un posseduto in un certo senso lo diventa,
Quel che è certo è che la bibbia, a detta degli esegeti ebrei e, secondo mauro Voglino, dei vescovi della Cei, non parla mai nè di satana come diavolo, né di Lucifero come angelo caduto.
Con amore, P.
Il Manzo non Esiste

Avatar utente
Kundalino
paria
paria
Messaggi: 4
Iscritto il: 23 novembre 2014, 22:13
Località: Milano

Re: sat nam e satan

Messaggioda Kundalino » 24 novembre 2014, 16:20

Per quanto mi riguarda, non credo di essere un demone, ne' di essere posseduto: ho un ottimo rapporto con me stesso e il mio vero se'. Come ognuno di noi, ho sicuramente del karma.. Lascio che l'energia intelligente dell'Universo, lo yoga (con tutte le tecniche ad esso correlate: mura, mantra, pranayama, etc.), rimettano in ordine ciò che è necessario sistemare..
Non intendevo riaprire un dibattito, volevo solo cercare di capire e confrontarmi; tutto qua..
Ringrazio per le risposte ricevute!
OM Shanti
:wink:

Avatar utente
Kundalino
paria
paria
Messaggi: 4
Iscritto il: 23 novembre 2014, 22:13
Località: Milano

Re: sat nam e satan

Messaggioda Kundalino » 2 dicembre 2014, 11:26

Ho ripreso a praticare lo yoga Kundalini ed i suoi mantra.. Non ero riuscito a comprendere con esattezza e con profondità il significato delle risposte ricevute nei precedenti post.. Concordo assolutamente che non si tratti di un problema di mantra e dei relativi significati, quanto il fatto che la pratica, essendo portatrice di cambiamento e quindi di evoluzione, porta a galla anche gli aspetti più bui e spaventosi di noi stessi.. Guardarsi "allo specchio" in quelle condizioni non è certo piacevole e fa si che proiettiamo all'esterno: non possiamo certo immaginare che tutta quella "spazzatura" possa dimorare dentro di noi.. Invece è proprio così e solo quando ne si viene a contatto diretto e la si riconosce, si può, con l'aiuto della pratica, spazzarla via.
Ringrazio nuovamente coloro che mi hanno risposto, dandomi la possibilità di "guardarmi allo specchio"!
Ora non mi resta che darci dentro e praticare, praticare, praticare......

Sat Nam a tutti!
:)

bimby1
sudra
sudra
Messaggi: 13
Iscritto il: 11 febbraio 2017, 17:46

Re: sat nam e satan

Messaggioda bimby1 » 11 marzo 2017, 22:54

Sat nam significa Dio é verita sa ta na ma é cosmo universo vita morte pur essendoci assonanza col nome di satana non vedo affinità da indurmi a pensare che siano la stessa cosa. Satana deriva dalla religione sumerica era un bellissimo angelo, nella bibbia é un angelo mandato da Dio per mettere alla prova l'uomo vedi il libro di giobbe nella torah ..e vi è descritto perció come accusatore e spione sia nella torah che nel corano..nel vangelo per i cristiani diventa la personificazione del male che poi coincide con le pratiche delle altre religioni e siccome molte religioni avevano il serpente come divinità ed essendo il cristianesimo in contatto con culture zoroaastrane introducono il serpente nella genesi nella storia di adamo ed eva dove il serpente é sinonimo di energia associata a shakty e kundalini e l'albero della conoscenza é la nostra colonna vertebrale in realta credo che sia la susumna. L albero e il serpente é presente anche nell'antica roma e grecia come divinità legate alla salute come Esculapio. Queato sta ad indicare che vi erano contatti tra le varie religioni e culture generando sicuramente accese discussioni filosofiche e poi in pratica i cristiani associando il serpente ad un qualcosa di maligno in quanto di altra religione e non volendo che il popolo fosse consapevole del proprio potenziale energetico si sono inventati satana come demone e per errore di trascrizione nelle varie traduzioni esso é associato a lucifero

mauro
brahmana
brahmana
Messaggi: 1477
Iscritto il: 29 marzo 2012, 22:02
Località: viterbo

Re: sat nam e satan

Messaggioda mauro » 12 marzo 2017, 20:54

Oltretutto il serpente per gli oofiti gnostici è colui che permette ad AdamoEva di conoscere la loro origine pleromica, a differenza del demiurgo-Dio.
Per quello la religione che promana dal demiurgo considera negativamente il serpente, associandolo al "male" e al "peccato", mentre esso è simbolo di conoscenza.


Torna a “Mantra”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite