Pranayama benefici

tecniche di respirazione e controllo del prana
ckstars
brahmana
brahmana
Messaggi: 1209
Iscritto il: 6 settembre 2005, 19:14
Contatta:

Messaggioda ckstars » 16 settembre 2013, 15:58

A parte l’ adrenalina che ti sta tenendo in piedi e la lucidita’ mentale che stai dimostrando, c’e’ un fatto non positivo che devi considerare:

non puoi continuare ad avere coliche ed espellere sassi.

A parte resistere al dolore potresti danneggiare il rene.

Come si fa ?

Intanto uscendo un attimo dalla trincea lavorativa fatta di assalti e guerre di posizione e mantenendo una posizione di riposo con lavaggio continuo del rene con tisane e estratti a freddo di erbe.

Devi cambiare la tua pratica: per esempio aggiungendo 2 – 3 volte alla settimana regolarmente Baddha konasana per dare energia al rene in modo da espellere eventuali granellini prima che si aggreghino formando il sasso.

Visto che gia’ stai limitando l’ assunzione di ossalati devi anche limitare l’ assunzione di calcio di modo da eliminare la materia prima con cui si formano i calcoli.

Un abbraccio, Cks

AT
brahmana
brahmana
Messaggi: 2509
Iscritto il: 28 marzo 2005, 19:38

Messaggioda AT » 16 settembre 2013, 18:25

gb ha scritto:Mi concentro sul respiro. Da fuori non si deve capire che sto male. É un segno di debolezza e non é il caso per quello che devo fare esprimere debolezza.



Adesso devo rilassare la muscolatura per dissimulare. Rilasso i muscoli. Il viso, le spalle, le braccia, la schiena. Mi guardo allo specchio, puó andare.

Adesso peró devo poter "funzionare".


Sorrido, saluto, inizio la riunione.

Finisco, saluto, sorrido, torno a casa. Tra quattro ore ho un'altra riunione.

Ripeto il tutto.

Vado, faccio e torno, sorrisi e saluti.

Rientro. Cado su un ginocchio. Il dolore non é mai smesso. Mai. Passera' la notte.

Questi passi mi hanno colpito. Ma davvero era necessario dissimulare, non mostrare dolore? Perché non partecipare alle riunioni dicendo semplicemente "scusatemi, ho una colica renale, ma sono pronto lo stesso" ? Perché la debolezza deve essere nascosta?

Avatar utente
gb
brahmana
brahmana
Messaggi: 4293
Iscritto il: 26 aprile 2005, 17:49

Messaggioda gb » 16 settembre 2013, 18:54

ckstars ha scritto:A parte l’ adrenalina che ti sta tenendo in piedi e la lucidita’ mentale che stai dimostrando, c’e’ un fatto non positivo che devi considerare:

non puoi continuare ad avere coliche ed espellere sassi.

A parte resistere al dolore potresti danneggiare il rene.

Come si fa ?

Intanto uscendo un attimo dalla trincea lavorativa fatta di assalti e guerre di posizione e mantenendo una posizione di riposo con lavaggio continuo del rene con tisane e estratti a freddo di erbe.

Devi cambiare la tua pratica: per esempio aggiungendo 2 – 3 volte alla settimana regolarmente Baddha konasana per dare energia al rene in modo da espellere eventuali granellini prima che si aggreghino formando il sasso.

Visto che gia’ stai limitando l’ assunzione di ossalati devi anche limitare l’ assunzione di calcio di modo da eliminare la materia prima con cui si formano i calcoli.

Un abbraccio, Cks


Ckstars, grazie del messaggio, ti riassumo alcuni punti

(1) come tre anni fa, i frammenti escono a gruppi. E in entrambi i casi, prima c'é stato un cambiamento nelle struttura della personalitá, nella fattispecie due macroblocchi di rabbia che sono scomparsi, poi a distanza di un mesetto circa, inizano a muoversi i frammenti. Le coliche di quest'anno, a meno di sorprese, sono state meno e meno forti di tre anni fa. Ora il problema é che non ho il controllo, almeno credo, su quanti decidono di muoversi e mettersi a ballare la tarantella nei miei ureteri!
(2) rispetto a tre anni fa confrontanto le ecografie col mio medico, i calcoli sono piú piccoli e meno, quindi vuol dire che in qualche modo non si sono riformati
(3) baddha konasana é giá nella pratica quotidiana, diventa terapeutica sopra i 7 minuti giusto?
(4) ora posso riprendermi e interrompere un pó, in quel momento dovevo tenere, purtroppo.
(5) per erbe intendi sempre malva, acqua di bollitura dell'orzo perlato, spaccapietre, etc.? Ce ne sono altre? In che modalitá di assunzione?
(6) sto riducendo giá anche il calcio

Grazie, alcune cose le sto facendo, un pó di riposo adesso credo sia d'obbligo in effetti...

Ecco una cosa non sono sicuro, che a tenermi su sia l'adrenalina: mi ricordo quando stavo su ad adrenalina anni fa, e la sensazione era diversa, nonché accompagnata da momenti di crollo psicofisico.

Adesso in realtá la sensazione é diversa, cioé di andare avanti eliminando il superfluo e facendo piú rilassato quello che faccio di solito, ed infatti non si accompagna a "crolli", ma ad una sensazione di stanchezza dolce che mi fa addormentare velocemente e risvegliare molto bene e riposato (leggi, sono molto piú stanche F,N e C di me!)
Ultima modifica di gb il 16 settembre 2013, 20:06, modificato 1 volta in totale.
“Negli alberi, nel vento, nell’acqua perenne,
nella terra, nella luce, nella roccia inflessibile”
Giovanni Vannucci

Avatar utente
gb
brahmana
brahmana
Messaggi: 4293
Iscritto il: 26 aprile 2005, 17:49

Messaggioda gb » 16 settembre 2013, 18:56

AT ha scritto:
gb ha scritto:Mi concentro sul respiro. Da fuori non si deve capire che sto male. É un segno di debolezza e non é il caso per quello che devo fare esprimere debolezza.



Adesso devo rilassare la muscolatura per dissimulare. Rilasso i muscoli. Il viso, le spalle, le braccia, la schiena. Mi guardo allo specchio, puó andare.

Adesso peró devo poter "funzionare".


Sorrido, saluto, inizio la riunione.

Finisco, saluto, sorrido, torno a casa. Tra quattro ore ho un'altra riunione.

Ripeto il tutto.

Vado, faccio e torno, sorrisi e saluti.

Rientro. Cado su un ginocchio. Il dolore non é mai smesso. Mai. Passera' la notte.

Questi passi mi hanno colpito. Ma davvero era necessario dissimulare, non mostrare dolore? Perché non partecipare alle riunioni dicendo semplicemente "scusatemi, ho una colica renale, ma sono pronto lo stesso" ? Perché la debolezza deve essere nascosta?


Perché siamo nel Sistema, e ci sono codici di condotta che devono essere rispettati, AT! E da un certo punto di vista, se si ha la capacitá di on identificarsi e di osservare con un certo distacco, tutto ció é anche divertente!
“Negli alberi, nel vento, nell’acqua perenne,

nella terra, nella luce, nella roccia inflessibile”

Giovanni Vannucci

ckstars
brahmana
brahmana
Messaggi: 1209
Iscritto il: 6 settembre 2005, 19:14
Contatta:

Messaggioda ckstars » 17 settembre 2013, 10:54

L’ autodiagnosi ed autoterapia secondo me sono il futuro della cultura medica dell’ uomo.

Continuo a dire che occorre ascoltarsi, ascoltare il proprio corpo, osservare la propria mente e i suoi stati, proporci variazioni di condotta, cultura, alimentazione, asana, pranayama, mudra, tuina, moxa ... solo cosi’ respingendo la filosofia di chi va dal medico portando con se’ il proprio corpo come se fosse l’ auto dal meccanico si potra’ assistere al vero futuro dell’ uomo.

Se la sappiamo ascoltare quella che chiamiamo Malattia rappresenta uno dei pochi momenti di verita’ con cui dobbiamo confrontarci.

Questo il Manifesto poi c’e’ la Clinica .....

Rispondendo a Gb.

- (1)e (2) aspetti sicuramente positivi! – proponiti di valutare se il trend positivo e’ sufficiente alla tua salute. La formazione di calcoli e’ una fase concentrante fortemente Yang devi ridurre le condotte Yang nella tua vita a favore di quelle Yin.

- (3) Baddha Konasana > 7 minuti corretto, anche la fase dinamica di BK e’ particolarmente importante: se non la conosci chiedila a F.

-(4) oltre che cio’ che hai scritto una terapia a base di Resolutivo Regium
http://www.verdirimedi.it/farco-resolut ... -ml-a2734/

Ho scritto che ti sosteneva l’ adrenalina non perche’ fossi convinto che l’ adrenalina fosse implicata nella tua azione ma per indicare che stavi attingendo alle tue novelle capacita’ di gestire un momento difficile.
Questo pero’ e’ solo l’ aspetto positivo la parte negativa della medaglia e’ che la “normalita” e’ fatta non di azioni da “Teste di Cuoio” ma di ascolto della normalita’ (a meno che non si sia in uno stato in guerra) e del suo ambiente.

Un abbraccio, Cks

ckstars
brahmana
brahmana
Messaggi: 1209
Iscritto il: 6 settembre 2005, 19:14
Contatta:

Messaggioda ckstars » 17 settembre 2013, 11:10

gb ha scritto:
AT ha scritto:
gb ha scritto:Mi concentro sul respiro. Da fuori non si deve capire che sto male. É un segno di debolezza e non é il caso per quello che devo fare esprimere debolezza.



Adesso devo rilassare la muscolatura per dissimulare. Rilasso i muscoli. Il viso, le spalle, le braccia, la schiena. Mi guardo allo specchio, puó andare.

Adesso peró devo poter "funzionare".


Sorrido, saluto, inizio la riunione.

Finisco, saluto, sorrido, torno a casa. Tra quattro ore ho un'altra riunione.

Ripeto il tutto.

Vado, faccio e torno, sorrisi e saluti.

Rientro. Cado su un ginocchio. Il dolore non é mai smesso. Mai. Passera' la notte.

Questi passi mi hanno colpito. Ma davvero era necessario dissimulare, non mostrare dolore? Perché non partecipare alle riunioni dicendo semplicemente "scusatemi, ho una colica renale, ma sono pronto lo stesso" ? Perché la debolezza deve essere nascosta?


Perché siamo nel Sistema, e ci sono codici di condotta che devono essere rispettati, AT! E da un certo punto di vista, se si ha la capacitá di on identificarsi e di osservare con un certo distacco, tutto ció é anche divertente!


Secondo me piu’ che divertente e’ allettante ! Il Sistema “droga” la nostra mente facendoci sentire “la migliore persona che puo’ risolvere il problema”, “il Capogruppo riconosciuto e amato o odiato”, “l’ arrivo del Padre della Patria universalmente riconosciuto” .....

e se sei in grado di sostenere questi ruoli il Sistema ti premia con i soldini prima e con il Potere poi.

Salvo il fatto che oggi come oggi se non riesci a mantenere la posizione raggiunta viene scalzato, abbandonato come incapace .... ormai vecchio ! Insomma il successo prima l’ abbandono poi con lo slogan: “Nessuno e’ insostituibile !!!”

Il Sistema ne ha bisogno la nostra Mente allettata da questa specie di “droga” (in realta’ e’ la dopamina che viene scatenata a livello cerebrale e mi piacerebbe chiamarla il neurotrasmettitore della gratificazione) abbocca all’ esca ovviamente se l’ esca viene presentata ... allora e’ veramente difficile resistere.

E’ molto difficile tenere la porta di sicurezza aperta o meglio non aperta sul baratro.
Un abbraccio, Cks

ckstars
brahmana
brahmana
Messaggi: 1209
Iscritto il: 6 settembre 2005, 19:14
Contatta:

Messaggioda ckstars » 17 settembre 2013, 11:32

Ma Gb non e’ uno di Quelli. Si, forse abbocca a qualche esca ma Si l’ essere riconosciuto sara’ anche per lui importante come e’ importanti per tutti ma poi sceglie altri valori: C. N. F. e perche’ no anche M.

Vuole giocare anzi doppio giocare con il Sistema – Belva e qualche morso se lo becchera’ anche lui .... ma sembra sapere cosa e’ veramente importante sembra evadere la furbizia della propria Mente, soffocare la gratificazione che ti manda su di giri!
Secondo me e’ un esempio soprattutto per altri implicati altri catturati dal Sistema, altri che il sistema trasforma in Belve ... in Belve a tempo Determinato.

Un abbraccio, Cks

Avatar utente
gb
brahmana
brahmana
Messaggi: 4293
Iscritto il: 26 aprile 2005, 17:49

Messaggioda gb » 17 settembre 2013, 11:35

Corretto, tra l'altro oggi è più una situazione alla "Alice Attraverso lo Specchio" di Lewis Carrol, nel senso che il Sistema ci "impone" di correre velocissimi solo per poter... rimanere sul posto!

Immagine
“Negli alberi, nel vento, nell’acqua perenne,

nella terra, nella luce, nella roccia inflessibile”

Giovanni Vannucci

Avatar utente
gb
brahmana
brahmana
Messaggi: 4293
Iscritto il: 26 aprile 2005, 17:49

Messaggioda gb » 17 settembre 2013, 11:37

ckstars ha scritto:Ma Gb non e’ uno di Quelli. Si, forse abbocca a qualche esca ma Si l’ essere riconosciuto sara’ anche per lui importante come e’ importanti per tutti ma poi sceglie altri valori: C. N. F. e perche’ no anche M.

Vuole giocare anzi doppio giocare con il Sistema – Belva e qualche morso se lo becchera’ anche lui .... ma sembra sapere cosa e’ veramente importante sembra evadere la furbizia della propria Mente, soffocare la gratificazione che ti manda su di giri!
Secondo me e’ un esempio soprattutto per altri implicati altri catturati dal Sistema, altri che il sistema trasforma in Belve ... in Belve a tempo Determinato.

Un abbraccio, Cks


Ci provo, ckstars, ci provo... e infatti qualche bel mozzico sulle reni me lo sono beccato!
“Negli alberi, nel vento, nell’acqua perenne,

nella terra, nella luce, nella roccia inflessibile”

Giovanni Vannucci

Avatar utente
soleado3083
sudra
sudra
Messaggi: 22
Iscritto il: 2 novembre 2012, 16:21
Località: Pescara

Messaggioda soleado3083 » 19 settembre 2013, 21:04

gb ha scritto:
ckstars ha scritto:Ma Gb non e’ uno di Quelli. Si, forse abbocca a qualche esca ma Si l’ essere riconosciuto sara’ anche per lui importante come e’ importanti per tutti ma poi sceglie altri valori: C. N. F. e perche’ no anche M.

Vuole giocare anzi doppio giocare con il Sistema – Belva e qualche morso se lo becchera’ anche lui .... ma sembra sapere cosa e’ veramente importante sembra evadere la furbizia della propria Mente, soffocare la gratificazione che ti manda su di giri!
Secondo me e’ un esempio soprattutto per altri implicati altri catturati dal Sistema, altri che il sistema trasforma in Belve ... in Belve a tempo Determinato.

Un abbraccio, Cks


Ci provo, ckstars, ci provo... e infatti qualche bel mozzico sulle reni me lo sono beccato!


Gb,ciao,anch'io ho qualche problemino con i calcoli renali,nel senso che l'anno scorso,per la prima volta in vita mia,ho avuto una brutta colica renale e sono andato al pronto soccorso.Poi ricoverato in clinica per il bombardamento al calcolo piu' grosso,ma ho paura che possa tornare.Che devo fare,almeno per quanto riguarda l'alimentazione,qualche consiglio?

turchese
sudra
sudra
Messaggi: 10
Iscritto il: 7 gennaio 2013, 12:15
Località: perugia

Messaggioda turchese » 27 settembre 2013, 11:37

Buongiorno a tutti,
forse questo e' il contesto giusto per chiedere consiglio,
vedo che parlate di emozioni, e problemi fisici.
A me sta succedendo una cosa a livello fisico, ho ripreso
da circa due anni a praticare yoga con regolarita', sia asana che pranayama, e da 6 o 7 mesi a questa parte,avverto un dolore non esagerato ma comunque un fastidio, all'anca dx, direi sciatica, ma il fastidio e' localizzato proprio al centro del gluteo,in un primo momento ho pensato avessi esagerato in qualche movimento, ma io non forzo mai le posture, premetto che pur avendo fatto sempre sport, e avendo un corpo elastico, sono sempre una ragazza di mezz'eta', quindi pratico con gentilezza, e ho anche allegerito le asana, ma niente, piu' o meno e' uguale, poi mi sono ricordata che quando ero ragazzina, facevo salto in alto, e in una gara non potei dare il meglio, in quanto lo stesso dolore mi limito'la prestazione, non ricordo come e' scomparso, ma in seguito non ho piu' avuto questo problema, chiedo leggendo i vostri interventi, potrebb'essere qualche emozione che viene rilasciata, o semplicemente un problema a livello fisico?
emozionalmente a cosa e' legato il dolore da sciatica,
Nell'una o nell'altra ipotesi avete consigli da darmi?

Un anticipato Grazie
Turchese

Avatar utente
gb
brahmana
brahmana
Messaggi: 4293
Iscritto il: 26 aprile 2005, 17:49

Messaggioda gb » 27 settembre 2013, 11:44

soleado3083 ha scritto:
Gb,ciao,anch'io ho qualche problemino con i calcoli renali,nel senso che l'anno scorso,per la prima volta in vita mia,ho avuto una brutta colica renale e sono andato al pronto soccorso.Poi ricoverato in clinica per il bombardamento al calcolo piu' grosso,ma ho paura che possa tornare.Che devo fare,almeno per quanto riguarda l'alimentazione,qualche consiglio?


Mah i consigli sono già scritti nei post precedenti di questo thread, compreso il link al sito my personal trainer dove sono indicati alimenti ricchi di calcio e/o ossalati, e quindi da evitare.

In generale bisogna bere, in modo da diluire le urine, rendere il flusso sempre dinamico nei reni e nei calici renali e quindi impedire che calcio, ossalati, etc. siano troppo concentrati, precipitino e formino i nostri amici calcoli.

Personalmente beov appena sveglio al mattino circa mezzo litro di liquidi (acqua di solito, o tisan, ma mai acqua fredda specie in inverno) due ore prima di colazione, in modo da avere nell'arco di un'oretta le urine quasi trasparenti invece che gialle, segno che sono molto diluite.

Poi durante il giorno bere circa un bicchiere d'acqua ogni ora.

La sera, almeno due ore dopo la cena, e circa un'ora prima di andare a nanna, almeno un latro paio di bicchieri (ma anche tre) di liquidi (sempre acqua non fredda, o tisane etc.).

Poi un paio di volte all'anno ciclo di citrati di magnesio e potassio + spaccapietre (un mesetto).

Questo è il mio "mantenimento".
“Negli alberi, nel vento, nell’acqua perenne,

nella terra, nella luce, nella roccia inflessibile”

Giovanni Vannucci

Avatar utente
soleado3083
sudra
sudra
Messaggi: 22
Iscritto il: 2 novembre 2012, 16:21
Località: Pescara

Messaggioda soleado3083 » 27 settembre 2013, 23:10

Ok,cerchero' di bere di piu' ed evitare i cibi ricchi di calcio.i ringrazio.


Torna a “Pranayama”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti