Ujjayi Pranayama

tecniche di respirazione e controllo del prana
Lux
paria
paria
Messaggi: 3
Iscritto il: 19 luglio 2012, 21:22

Ujjayi Pranayama

Messaggioda Lux » 20 agosto 2012, 13:00

Scusate se vi rompo con le domande sul pranayama, ma abbiate pazienza :mrgreen:

Ho un dubbio nell'esecuzione di Ujjayi Pranayama: nel manuale di Iyengar (che seguo per il mio percorso di yoga) nella parte inerente a questo pranayama c'è scritto che dopo l'inspirazione l'intera regione addominale dal pube allo sterno deve essere tirata indietro verso la colonna vertebrale. Poi segue che occorre trattenere il respiro per un secondo o due e osservare il Mula Bandha. Ora, il mio dubbio è: il "tirare l'intera regione addominale dal pube allo sterno " non è l'Uddiyana Bandha? se è così, ho letto prima che questo Bandha va osservato dopo l'espirazione , non dopo l'inspirazione. Inoltre dopo dice di osservare il Mula Bandha, che infatti va fatto tra l'inspirazione e l'espirazione, ma allora che bisogna fare veramente? Abbiate pazienza con uno alle prime armi come me :)

Ringrazio tutti quelli che risponderanno, buona giornata :D

Avatar utente
matasilogo
brahmana
brahmana
Messaggi: 1936
Iscritto il: 16 agosto 2008, 11:41
Località: Villa d'Adda Bergamo
Contatta:

Re: Ujjayi Pranayama

Messaggioda matasilogo » 11 ottobre 2012, 18:03

Lux ha scritto:Scusate se vi rompo con le domande sul pranayama, ma abbiate pazienza :mrgreen:

Ho un dubbio nell'esecuzione di Ujjayi Pranayama: nel manuale di Iyengar (che seguo per il mio percorso di yoga) nella parte inerente a questo pranayama c'è scritto che dopo l'inspirazione l'intera regione addominale dal pube allo sterno deve essere tirata indietro verso la colonna vertebrale. Poi segue che occorre trattenere il respiro per un secondo o due e osservare il Mula Bandha. Ora, il mio dubbio è: il "tirare l'intera regione addominale dal pube allo sterno " non è l'Uddiyana Bandha? se è così, ho letto prima che questo Bandha va osservato dopo l'espirazione , non dopo l'inspirazione. Inoltre dopo dice di osservare il Mula Bandha, che infatti va fatto tra l'inspirazione e l'espirazione, ma allora che bisogna fare veramente? Abbiate pazienza con uno alle prime armi come me :)

Ringrazio tutti quelli che risponderanno, buona giornata :D


vedi
http://www.google.it/imgres?imgurl=http ... AQ&dur=422

http://www.google.it/imgres?imgurl=http ... AQ&dur=109

Non confondere una parte del corpo che devi sentire con la seconda che è una pratica , una contrazione muscolare e l'esercizio specifico
OM
Leggi i Sutra di Patangiali Edizione tradotta da Taimni o Iyengar.
Nella Natura, nello Yoga, nella Scienza i percorsi si intrecciano e producono l'evoluzione.
Il cambiamento è vita. Meglio collaborare che confliggere.
OM

Avatar utente
stebau
brahmana
brahmana
Messaggi: 538
Iscritto il: 30 luglio 2010, 10:56
Località: PESCARA

Messaggioda stebau » 11 ottobre 2012, 19:55

Il pranayama è come domare un leone.
Nessuno trova la strada per Puttaparthi, se non sono Io a chiamarlo.Sathya Sai Baba.

Ritirando la mente all'interno, puoi vivere dappertutto e sotto qualsiasi circostanza.
R.Maharshi

Avatar utente
soleado3083
sudra
sudra
Messaggi: 22
Iscritto il: 2 novembre 2012, 16:21
Località: Pescara

Messaggioda soleado3083 » 2 novembre 2012, 16:26

Salve,mi presento,mi chiamo Gianluca,ed e' da qualche anno che mi sto interessando alla meditazione,solo una,il Vipassana,e due settimane che sto praticando il'Nadi Sodhana Pranayama,sempre in combinazione con il Vipassana.
Alla fine,se si insiste,pero' il Leone si riesce a domare. :)

Avatar utente
dattatreya
ksatriya
ksatriya
Messaggi: 350
Iscritto il: 23 febbraio 2010, 9:46
Contatta:

Messaggioda dattatreya » 3 novembre 2012, 10:07

Il diaframma fa la respirazione al posto del naso. L'aria si muove su e giù, dentro e fuori, attraverso questo muscolo, mentre l'errore più grande è aspirare dal naso. Siccome comprendere questo movimento, fino a farlo diventare naturale, ossia svolto senza pensarci, richiede tecnica e conoscenza, farsi seguire da qualcuno che possa correggere, è, almeno all'inizio, fondamentale. Una volta appreso il movimento diaframmatico, si possono praticare quasi tutti i pranayama, perché potenzialmente si è in grado di eseguirli. In ogni caso, con moderazione.


Torna a “Pranayama”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite