Respirazione a narici alternate

tecniche di respirazione e controllo del prana
rDzog-chen

Respirazione a narici alternate

Messaggioda rDzog-chen » 19 novembre 2005, 13:29

Ciao a tutti, è da poco che pratico il pranayama e ho un problema con il respiro a narici alternate (nadi-sodhana): dopo qualche ciclo dall'inizio faccio fatica a respirare dalla narice destra, e spesso devo fermarmi perchè non riesco ad andare avanti.
Se faccio l'espirazione invece il respiro scorre senza fatica.
E' un problema normale?
Grazie.

HathaJo

Messaggioda HathaJo » 21 novembre 2005, 15:36

Hai fatto prima jala-neti o vyut-krama o sutra-neti?
Spesso le mucose sono congestionate o sporche, quindi queste pratiche preliminari sono utili proprio ad a rimuovere gli ostacoli 'meccanici' e congestionare le mucose.

Jo

ckstars
brahmana
brahmana
Messaggi: 1200
Iscritto il: 6 settembre 2005, 19:14
Contatta:

narici alterne

Messaggioda ckstars » 21 novembre 2005, 17:58

Buono il consiglio di Jo,
se pero' gia' fatta la pulizia del naso potrebbe essere un pb di setto nasale deviato. Non conosco la tua eta' ma esistono praticanti che anche all' eta' di 20 anni scoprono di aver una piccola deviazione del setto nasale.
Mi viene in mente questa patologia anche perche' dopo i primi cicli OK forse per un pb di maggior richiesta di ossigeno cerchi di aumentare inconsciamente la portata ed ecco che la mucosa nasale in alto per un fenomeno di depressione si stringe. Questa e' solo un' ipotesi cmq.
A presto cks

rDzog-chen

Messaggioda rDzog-chen » 22 novembre 2005, 12:06

Vi ringrazio per le risposte, cmq non ho fatto la pulizia del naso, già conoscevo il jala neti (è quello che si fa con l'acqua?) ma non ho nemmeno provato a farlo per paura. :oops:
Gli altri due invece non li ho mai sentiti nominare.
Cmq per quanto riguarda il setto nasale, non credo sia quello il problema, alcune volte mi accorgo di avere una delle due narici più intasata dell'altra, spesso va via dopo un po' (ad es. se mi muovo o faccio delle asana) o altre volte permane per più tempo.

Ciao
rDzog-chen

HathaJo

Messaggioda HathaJo » 22 novembre 2005, 14:11

Il flusso delle due narici non è mai uguale, si alterna con prevalenza di ida su pingala, e viceversa, circa ogni 90 minuti, con pochi minuti di equilibrio (in cui da entrambe fluisce uguale quantità di aria); tant'è che il fine di molti pranayama è proprio quello di far fluire ugualmente il respiro in entrambe le nadi, in quanto, quando ciò accade, è scritto 'susumna' (la nadi mediana) si apre e il prana entra in essa, dando luogo a kumbhaka (ritenzioni) spontanee e a dharana (concentrazione) spontaneo, inoltre la mente può godere di un particolare stato di pace (quiescenza psichica).
Ti consiglio di imparare soprattutto il vyut-krama, che secondo il mio parere è il efficace: aspirare con una narice alla volta da un pentolino acqua tiepida e salata e farla defluire in gola attraverso un movimento della glottide.
Ma vi sono anche altri metodi:
coricarti sul fianco opposto alla narice chiusa,
appoggiarti sotto l'ascella opposta una specie di stampella (yoga-danda),
premerti per un minuto l'occipite con il pollice nell'incavo in cui si inseriscono i tendini del collo,
premerti per un minuto la carne tra pollice e indice della stessa mano,
e tanti altri metodi, ma prova prima uno o più di questi

Ciao

Jo

esian niya
paria
paria
Messaggi: 1
Iscritto il: 6 febbraio 2017, 16:11

Re: Respirazione a narici alternate

Messaggioda esian niya » 6 febbraio 2017, 16:16

Ciao, potresti darmi dei riferimenti, libri o altro dove sono spiegate tutte queste tecniche per lo sblocco delle narici? visto che hai detto che ce ne sono anche molte altre.
Grazie

ShaktiFaby
sudra
sudra
Messaggi: 7
Iscritto il: 17 febbraio 2016, 22:51

Re: Respirazione a narici alternate

Messaggioda ShaktiFaby » 6 febbraio 2017, 17:13

Ciao!
Mi permetto di condividere la mia esperienza con te.il mio lato destro è sempre stato più debole del sinistro. Anche negli asana notavo sempre questa "fatica" maggiore.
Quindi , quel che ho iniziato a fare è esplorare per bene il mio lato solare. Lo stimolavo di più nelle posture e in pranayama stessa cosa. Ho iniziato cicli solo di narice destra, che come succede a te, era più "ostruita ".
Cosi facendo mi sono inoltrata , in minuziosa osservazione ,nel mio status solare che infatti era calante . (lo è ancora ma sta migliorando).
Per questa diciamo " scoperta" mi hanno aiutato molto anche gli esercizi di dharana , sul lato lunare.
La mia narice si è stabilizzata.
Comunque non ti stare a preoccupare , non c è una situazione positiva o negativa. Esplora il tuo corpo, gioca col tuo corpo :) serenamente e con totale abbandono. Come un bambino. ;)
Shanti , amico.

ckstars
brahmana
brahmana
Messaggi: 1200
Iscritto il: 6 settembre 2005, 19:14
Contatta:

Re: Respirazione a narici alternate

Messaggioda ckstars » 8 febbraio 2017, 17:27

A parte il fatto che state continuando una conversazione in cui l' ultimo messaggio risale a 12 anni fa !
il pranayama effettuato utilizzando una SOLA narice e' sconsigliato in quanto squilibria corpo e mente .... anche in presenza di uno sbilanciamento sul lato solare - da valutare con quale analisi si e' arrivati a tale conclusione - occorre il confronto con un buon insegnante che segua l' evoluzione della pratica.
Un abbraccio, Cks

ShaktiFaby
sudra
sudra
Messaggi: 7
Iscritto il: 17 febbraio 2016, 22:51

Re: Respirazione a narici alternate

Messaggioda ShaktiFaby » 10 febbraio 2017, 15:25

Oh perbacco! :lol:
Questo si che è stare tra le nuvole! Grazie di avermi fatto notare i 12 anni.
Comunque , non volevo essere presuntuosa, ho condiviso la MIA esperienza ,sulla MIA pelle. Non ho subito nessun tipo di squilibrio ma anzi, ne ho beneficiato.
Credo proprio che ognuno è un mondo cosi infinito,unico e meraviglioso che non si può essere sempre "dogmatici e schematici.
Un buon cammino anche a te amico di 12 anni fa :)


Torna a “Pranayama”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite