Capire Utthita Trikonasana

discussioni specifiche sulle posizioni
ckstars
brahmana
brahmana
Messaggi: 1209
Iscritto il: 6 settembre 2005, 19:14
Contatta:

Capire Utthita Trikonasana

Messaggioda ckstars » 17 febbraio 2016, 16:09

Utthita Trikonasana appartiene alla famiglia degli asanas in equilibrio in piedi. Solitamente per capire le difficolta’ intrinseche in uno asana bisogna guardarla scegliendo una vista opportuna.

Si trovano immagini di ogni tipo di Utthita Trikonasana ma mai immagini in pianta o di fianco!

Si vedono cioe’ immagini di praticanti con la famosa forma ad V rovesciata delle gambe e la T inclinata delle spalle – braccia - tronco con una mano che poggia a terra e l’ altra distesa in aria ma non si hanno foto di alcuno in cui si veda il fianco anzi meglio i 2 lati della posizione o una foto aerea di Utthita Trikonasa.

La foto aerea, di non facile realizzazione, metterebbe in evidenza le difficolta’ insite nella posizione, ne ricordo alcune: piedi, gambe, bacino, spalle, braccia, colonna vertebrale, testa devono appartenere allo stesso piano ortogonale al suolo.

La colonna deve tendere ad essere dritta e il suo piegamento deve in realta’ partire dal bacino, se cio’ non e’ si assiste ad una cuspide della spalla in alto che alla lunga porta a dolore e disarticolazione.
Se le parti non appartengono ad un piano la colonna da dritta diviene sghemba nello spazio con conseguenti sforzi del tutto impropri su di essa e che certamente non sono salutari per i dischi.

Poi c’e’ l’ equilibrio: siamo distesi su un piano e la testa e’ rivolta in alto per promuovere una buona postura delle cervicali ma cosi facendo la vista non ha punti di riferimento per mantenere l’ equilibrio e deve essere sviluppata una percezione dietro le spalle per “sentire” la loro disposizione visto che laggiu’ l’ occhio non puo’ arrivare.

Da quanto detto forse risulta piu’ chiaro che la pratica, la tecnica e l’ insegnamento di UT devono essere ben preparati con gradi di apprendimento della posizione per evitare dannosi errori e vanificare i grandi benefici propri di UT.
Un abbraccio, Cks

tamerlano
vaisya
vaisya
Messaggi: 77
Iscritto il: 9 dicembre 2015, 13:07

Re: Capire Utthita Trikonasana

Messaggioda tamerlano » 17 febbraio 2016, 18:49


ckstars
brahmana
brahmana
Messaggi: 1209
Iscritto il: 6 settembre 2005, 19:14
Contatta:

Re: Capire Utthita Trikonasana

Messaggioda ckstars » 18 febbraio 2016, 12:26

Grazie Tamerlano !!!
mi hai fornito ottime immagini e .... a questo punto le domande sorgono spontenee
insegni Utthita Trikonasana ?
di se si di quanto tempo hai avuto bisogno perche' diciamo il 75% - 80% della classe l' assumesse in maniera corretta ?
Un abbraccio, Cks

Avatar utente
Ch'ien
sudra
sudra
Messaggi: 17
Iscritto il: 29 luglio 2013, 17:04

Re: Capire Utthita Trikonasana

Messaggioda Ch'ien » 18 febbraio 2016, 13:26

Interessante....

tamerlano
vaisya
vaisya
Messaggi: 77
Iscritto il: 9 dicembre 2015, 13:07

Re: Capire Utthita Trikonasana

Messaggioda tamerlano » 18 febbraio 2016, 17:10

ckstars ha scritto:Grazie Tamerlano !!!
mi hai fornito ottime immagini e .... a questo punto le domande sorgono spontenee
insegni Utthita Trikonasana ?
di se si di quanto tempo hai avuto bisogno perche' diciamo il 75% - 80% della classe l' assumesse in maniera corretta ?
Un abbraccio, Cks


No assolutamente, sono un semplice (ormai ex) personal trainer che ha solo preso lezioni private
da un'insegnante della palestra. Però se vuoi un trucco per farlo apprendere prima te lo dico....
si basa sui riequilibri muscolari ed è quindi ottimo anche per le torsioni ed in genere
per tutti gli asana dove si è più sciolti da una parte e meno dall'altra. Io lo insegnavo a chi aveva
squilibri nella forza e nella scioltezza.

Si fa così, si fa fare trikonasana( o ciò che più gli assomiglia :D ) in entrambi i lati e poi si lavora sul lato forte.
In pratica ci rimette a fare l'asana nella parte forte per 70 secondi. Non serve che siano continuativi, se ci si stanca dopo
30 si può fermarsi un po' e riprendere. Finiti i 70 secondi ci si riposa un minuto o due e poi si prova dall'altra parte. I risultati spesso sono stupefacenti. Funziona molto bene anche con le torsioni e rotazioni del collo e con tanto altro...

Avatar utente
Ch'ien
sudra
sudra
Messaggi: 17
Iscritto il: 29 luglio 2013, 17:04

Re: Capire Utthita Trikonasana

Messaggioda Ch'ien » 19 febbraio 2016, 13:04

Il mio problema è allienare braccia e spalle su una liena perpendicolare alla base. In particolare, la spalla che sta sopra inevitabilmente sporge in avanti

Avatar utente
jasmin
moderatore
Messaggi: 1376
Iscritto il: 25 aprile 2010, 15:19
Località: Catania

Re: Capire Utthita Trikonasana

Messaggioda jasmin » 19 febbraio 2016, 14:54

dal libro "Il nettare dello yoga" di T. Krishnamacharya a pag. 91 l'autore descrive trikonasana o posizione del triangolo quindi aggiunge che

"Si può eseguire anche da supini, mantenendo appoggiati a terra la testa, la schiena, i glutei e le cosce, ma dovrebbe farlo solo chi ha problemi a eseguirla in piedi. In questo caso, dopo venti giorni di pratica da supini, si riesce sicuramente ad eseguirla in piedi. Nella stagione invernale la si può eseguire sdraiati a letto sotto una grande coperta, prima di alzarsi dal letto, per almeno quattro volte su ciascun lato; si purifica l'intestino crasso e si risolvono i disturbi urinari e della defecazione. Questa posizione può essere eseguita anche dalle persone anziane che possono ottenere beneficio e dalle donne, ma è sconsigliata durante la gravidanza."

Sinceramente non riesco a capire come si possa fare da sdraiati se non accennando appena il piegamento laterale.

Avatar utente
gb
brahmana
brahmana
Messaggi: 4288
Iscritto il: 26 aprile 2005, 17:49

Re: Capire Utthita Trikonasana

Messaggioda gb » 19 febbraio 2016, 22:25

Io la faccio in piedi con schiena al muro, aiutandomi col tatto a correggere almeno le cose più grossolane: sbaglio?

Ad ogni modo per la versione supina sono d'accordo con jasmine...
“Negli alberi, nel vento, nell’acqua perenne,
nella terra, nella luce, nella roccia inflessibile”
Giovanni Vannucci

tamerlano
vaisya
vaisya
Messaggi: 77
Iscritto il: 9 dicembre 2015, 13:07

Re: Capire Utthita Trikonasana

Messaggioda tamerlano » 20 febbraio 2016, 1:25

La versione supina è un classico, usata molto in palestre russe e , da quello che mi dicono, in pratiche cinesi.
Ma èuna variante, se avete presente il secondo libro libro di Van Lisebeth è quella la versione
che si riesce a fare bene a terra... Farlo al muro , imho, fa perdere gran parte dei benefici,
se leviamo la priopricezione il corpo non impara (ma questa è solo la mia umile esperienza),
e comunque , per come la vedo io, i sostegni devono avere una durata limitatissima.

Una curiosità, visto che dovrebbe essere un asana "facile", cosa avete provato per facilitarlo?
Vi mettete in virasana o savasana o nella vostra posizione più comoda a visualizzare prima
l'asana anticipando le sensazioni e la riuscita? quando siete lì e più di tanto non scendete, parlate al vostro
corpo chiedendo gentilmente ai muscoli in cui sentite tensione di rilassarsi E allungarsi?
Ed essendo un asana che si può fare nei ritagli di tempo, visto che è in piedi, lo fate almeno 7-8 volte al giorno?

Avatar utente
jasmin
moderatore
Messaggi: 1376
Iscritto il: 25 aprile 2010, 15:19
Località: Catania

Re: Capire Utthita Trikonasana

Messaggioda jasmin » 20 febbraio 2016, 14:43

tamerlano ha scritto:La versione supina è un classico, usata molto in palestre russe e , da quello che mi dicono, in pratiche cinesi.
Ma èuna variante, se avete presente il secondo libro libro di Van Lisebeth è quella la versione
che si riesce a fare bene a terra... Farlo al muro , imho, fa perdere gran parte dei benefici,
se leviamo la priopricezione il corpo non impara (ma questa è solo la mia umile esperienza),
e comunque , per come la vedo io, i sostegni devono avere una durata limitatissima.

Una curiosità, visto che dovrebbe essere un asana "facile", cosa avete provato per facilitarlo?
Vi mettete in virasana o savasana o nella vostra posizione più comoda a visualizzare prima
l'asana anticipando le sensazioni e la riuscita? quando siete lì e più di tanto non scendete, parlate al vostro
corpo chiedendo gentilmente ai muscoli in cui sentite tensione di rilassarsi E allungarsi?
Ed essendo un asana che si può fare nei ritagli di tempo, visto che è in piedi, lo fate almeno 7-8 volte al giorno?


non credo proprio che sia un asana facile (anche se tra virgolette :) )
l'allineamento si acquisisce come al solito con la pratica, la tendenza è quella di arrivare subito a toccare il piede perdendo il controllo del bacino che nel principiante tenderà indietro rendendo praticamente inutile la posizione. Allora cosa si dovrebbe fare? a me hanno insegnato di controllare per prima cosa il bacino, dando la preferenza all' allineamento e arrivando con la mano che sta in basso lateralmente dove si può anche solo sulla coscia, poi lentamente restando nella posizione e curando la respirazione si può cominciare a scendere, lo sguardo quando la posizione sarà completa sarà rivolto alla mano posizionata in alto e da quel contatto visivo dovrebbe trarsi maggiore equilibrio e consapevolezza.

P.S. non credo che esista un asana che si possa fare nei ritagli di tempo, ma è una mia opinione ovviamente :)

Avatar utente
rogiopad
ksatriya
ksatriya
Messaggi: 328
Iscritto il: 26 maggio 2008, 23:30
Località: La Salle (AO)

Re: Capire Utthita Trikonasana

Messaggioda rogiopad » 20 febbraio 2016, 17:57

Concordo con jasmine, bisogna privilegiare l'allineamento :mano/spalla/spalla/mano. La mano inferiore va appoggiata sul punto più comodo ovvero coscia/ginocchio /tibia /caviglia/piede o a terra. È il "corpo" che ti dice dove. Oltretutto non da poco c'è da considerare il "lavoro" energetico sugli organi. In trikonasana vescicola biliare e fegato i quali "lavoreranno" meglio SOLO con il perfetto allineamento. E attenzione :non è che se non tocco terra non funziona! Funziona SOLO se sono allineato e quindi rispetto x il ns corpo (non violenza) aymsha. Faccio un esempio :io che pratico da più di 25 anni non "attivo" nulla (energeticamente) se mi fermo al ginocchio! By
"Non ci sono estranei qui ma solo amici che non abbiamo ancora incontrato"

ckstars
brahmana
brahmana
Messaggi: 1209
Iscritto il: 6 settembre 2005, 19:14
Contatta:

Re: Capire Utthita Trikonasana

Messaggioda ckstars » 22 febbraio 2016, 14:39

Ho ottenuto buoni risultati appoggiando le persone ad un muro e poi spingendo in maniera costante nel tempo e nell' intensita' dove si scostavano dal muro.
Come mi hanno confermato si ha la percezione della zona corporea su cui lavorare ed in breve si puo' eseguire UT da soli prima appoggiati con le spalle al muro poi in piedi al centro dello spazio.

Una delle mie prime insegnanti ci faceva invece utilizzare un lungo bastone circa 2 m avvolgendolo con le braccia sulle spalle e poggiando poi con un modo rotatorio con perno il bacino una estremita' al suolo.
In questo caso occorre stare attenti a riportarsi in alto piegando leggermente la gamba sulla quale ci siamo inclinati.
Un abbraccio, Cks

tamerlano
vaisya
vaisya
Messaggi: 77
Iscritto il: 9 dicembre 2015, 13:07

Re: Capire Utthita Trikonasana

Messaggioda tamerlano » 22 febbraio 2016, 20:28

ckstars ha scritto:Ho ottenuto buoni risultati appoggiando le persone ad un muro e poi spingendo in maniera costante nel tempo e nell' intensita' dove si scostavano dal muro.
Come mi hanno confermato si ha la percezione della zona corporea su cui lavorare ed in breve si puo' eseguire UT da soli prima appoggiati con le spalle al muro poi in piedi al centro dello spazio.

Una delle mie prime insegnanti ci faceva invece utilizzare un lungo bastone circa 2 m avvolgendolo con le braccia sulle spalle e poggiando poi con un modo rotatorio con perno il bacino una estremita' al suolo.
In questo caso occorre stare attenti a riportarsi in alto piegando leggermente la gamba sulla quale ci siamo inclinati.
Un abbraccio, Cks

Andrea82
vaisya
vaisya
Messaggi: 97
Iscritto il: 17 gennaio 2013, 11:19
Località: Roma

Re: Capire Utthita Trikonasana

Messaggioda Andrea82 » 23 febbraio 2016, 15:29

Io ho trovato molto utile l'utilizzo di una corda intorno alla parte alta del femore della gamba anteriore per permettere la rotazione esterna del femore e trazione verso il retro...ciò mi permette di allungare maggiormente il lato del tronco che va verso il pavimento e tenere più dritta la colonna vertebrale...


Torna a “Asana”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite