ASHTANGA YOGA NON È YOGA

misticismo, esoterismo, riflessioni e temi vari
Paolo proietti
brahmana
brahmana
Messaggi: 5487
Iscritto il: 8 maggio 2005, 20:58
Località: Roma

Re: ASHTANGA YOGA NON È YOGA

Messaggioda Paolo proietti » 13 marzo 2017, 20:21

albachiara ha scritto:io andrei ad un corso tenuto da Proietti, eccome se andrei.
Provo tutto....sò come san Tommaso :twisted: :twisted: :twisted:

domani Roma! prossimo week end Bassano tra due padova....fammi sapere!!!! :) :)
Il Manzo non Esiste

Fabio Valis
vaisya
vaisya
Messaggi: 171
Iscritto il: 17 luglio 2006, 14:14
Località: RAVENNA
Contatta:

Re: ASHTANGA YOGA NON È YOGA

Messaggioda Fabio Valis » 4 aprile 2017, 10:28

L' Ashtanga mi è stato proposto così: "fai così, cosà, così, cosà, così, cosà. Ogni giorno, non cambiare nulla di questa sequenza, dall'inizio alla fine, punto." Quel: "non cambiare nulla" mi ha convinto che non si tratti di yoga, posso sbagliarmi, ma mi conosco abbastanza bene per sapere che sono disciplinato per percorrere un cammino, ma non sono disciplinato per seguire quel "non cambiare nulla", se lo facessi, ciò taglierebbe quella creatività che per me è essenziale proprio nel perseguimento del cammino e dello scopo dello yoga. Il "non cambiare nulla" non è la via della consapevolezza, ma è il rifugio in qualcosa che può essere bello e necessario solo per un certo periodo evolutivo.

In altri termini, seppure ci sono yoga (o ginnastiche) che sembrano soltanto esibizioni fisiche, questi altri "yoga" però ammettono creatività e libertà, mentre l' Ashtanga si fossilizza in schemi di esecuzione prestabiliti in una processione di livelli anch'essi precostituiti.
Essere x Conoscere x Gioire

ckstars
brahmana
brahmana
Messaggi: 1203
Iscritto il: 6 settembre 2005, 19:14
Contatta:

Re: ASHTANGA YOGA NON È YOGA

Messaggioda ckstars » 5 aprile 2017, 15:24

Piacerebbe anche ascoltare (leggere) il commento di un insegnante di Ashtanga .... sarebbe bello
Un abbraccio, Cks

Avatar utente
padmasana2000
ksatriya
ksatriya
Messaggi: 205
Iscritto il: 10 febbraio 2006, 17:17
Località: arona

Re: ASHTANGA YOGA NON È YOGA

Messaggioda padmasana2000 » 5 aprile 2017, 19:47

.. in effetti, già il titolo di questa discussione è un po' "forte". Ma ci sta, potrebbe sorgere il dubbio, nello stesso modo in cui suddividere lo Yoga in differenti "stili", sia un tentativo di classificazione forse eccessivo in una materia che, dal basso della mia modesta conoscenza, non e' classificabile in qualcosa di "codificabile" in una serie di pratiche predeterminate e quasi rituali.
non starò ad annoiarvi ancora una volta con la mia storia di yogi per passione, ma credo che la materia meriti la massima apertura mentale, e meriterebbe i testi originali, drammaticamente ridotti in epoca Vittoriana, così come la tradizione orale probabilmente ormai purtroppo smarrita.
per quanto mi riguarda, mi spiace sentir dividere lo Yoga in stili o categorie.. sarebbe come voler dividere la vita in singoli momenti, pensiero, affetti, lavoro, sonno etc.
la vita è tutto un insieme. credo sia lo stesso per lo Yoga, che peraltro andrebbe, per me, aggiunto nell'elenco della riga precedente.
Scusatemi per la franchezza....

buona serata a tutti,

Luca
Привет!!

Fabio Valis
vaisya
vaisya
Messaggi: 171
Iscritto il: 17 luglio 2006, 14:14
Località: RAVENNA
Contatta:

Re: ASHTANGA YOGA NON È YOGA

Messaggioda Fabio Valis » 6 aprile 2017, 8:38

O.K. sorvoliamo sul titolo, a me piace, ma considero i titoli meno dei contenuti.

Sarebbe utile sentire un insegnante di quel percorso, l'insegnante che ho incontrato me lo ha proposto così.

Ho presente in natura moltissimi esempi di evoluzione divergente: la vita per evolvere e arricchirsi, espandendo tutte le sue potenze, ha bisogno di muri, barriere, confini, essi sono essenziali ad aprire nuovi sentieri evolutivi, la separazione apre il flusso vivente alla ramificazione delle speci viventi. Ciò avviene anche nell' "organismo vivente" della cultura. La differenziazione è un bene prezioso per la vita e la cultura, certo genera sicuramente anche rami sottili, fragili, che presto rinsecchiscono, si ammalano e muoiono, ma da alcuni di essi nasceranno anche frutti deliziosi. L' unità nel vivente come nella cultura (evoluzione convergente) potrebbe portare all'omologazione e al formalismo di un'unica specie di yoga ad un unico gusto.
Essere x Conoscere x Gioire

mauro
brahmana
brahmana
Messaggi: 1439
Iscritto il: 29 marzo 2012, 22:02
Località: viterbo

Re: ASHTANGA YOGA NON È YOGA

Messaggioda mauro » 6 aprile 2017, 10:00

Potrebbe essere che la codificazione cogente delle asana sia dovuta al fatto che la Prakriti è si in divenire, ma secondo leggi rigide, e forse le asana vogliono rappresentarle/ possederle in maniera aderente?
Pensate ai riti vedici: essi erano rigidamente codificati in ogni atto, sillaba, intonazione dei mantra. Anche gli altari vedici erano costruiti secondo gormule geometriche ben determinate (seguivano la regola dello "gnomone").
Se il rito non era "perfetto", esso era "inefficace", cioè incapace di entrare nell'ordine della natura o Rta.
La natura "appare" spontanea. In realtà essa segue rigide leggi.
Ultima modifica di mauro il 6 aprile 2017, 10:06, modificato 2 volte in totale.

ckstars
brahmana
brahmana
Messaggi: 1203
Iscritto il: 6 settembre 2005, 19:14
Contatta:

Re: ASHTANGA YOGA NON È YOGA

Messaggioda ckstars » 6 aprile 2017, 10:03

Evidentemente nessuno che si senta appartenere all' Ashtanga Y. legge questo tread oppure vuole inserirsi nel dialogo ... peccato!
Un abbraccio, Cks

Avatar utente
fabio
moderatore
Messaggi: 3004
Iscritto il: 24 marzo 2006, 11:35

Re: ASHTANGA YOGA NON È YOGA

Messaggioda fabio » 6 aprile 2017, 14:41

padmasana2000 ha scritto:...
per quanto mi riguarda, mi spiace sentir dividere lo Yoga in stili o categorie.. sarebbe come voler dividere la vita in singoli momenti, pensiero, affetti, lavoro, sonno etc.
la vita è tutto un insieme. credo sia lo stesso per lo Yoga, che peraltro andrebbe, per me, aggiunto nell'elenco della riga precedente.
Scusatemi per la franchezza....

buona serata a tutti,

Luca


Capisco ciò che dici. Ho sempre sostenuto che lo Yoga investe la vita a 360°, e ne sono tuttora convinto. Ma lo fa appunto perchè è una pratica alchemica, di trasformazione totale della persona.
Paolo sostiene che il moderno Ashtanga Yoga si occupasse in realtà della parte "ginnica" del praticante, e non mi sembra ci sia niente di male ed offensivo. Io corro 3 volte la settimana per stare in forma, che male c'è?
IL GRANDE CONTROLLORE

Avatar utente
gb
brahmana
brahmana
Messaggi: 4271
Iscritto il: 26 aprile 2005, 17:49

Re: ASHTANGA YOGA NON È YOGA

Messaggioda gb » 6 aprile 2017, 15:08

fabio ha scritto: Io corro 3 volte la settimana per stare in forma, che male c'è?


Guardati allo specchio e risponditi da solo
“Negli alberi, nel vento, nell’acqua perenne,
nella terra, nella luce, nella roccia inflessibile”
Giovanni Vannucci

Avatar utente
fabio
moderatore
Messaggi: 3004
Iscritto il: 24 marzo 2006, 11:35

Re: ASHTANGA YOGA NON È YOGA

Messaggioda fabio » 6 aprile 2017, 15:28

gb ha scritto:
fabio ha scritto: Io corro 3 volte la settimana per stare in forma, che male c'è?


Guardati allo specchio e risponditi da solo


Mica ho detto che funziona
IL GRANDE CONTROLLORE

Avatar utente
padmasana2000
ksatriya
ksatriya
Messaggi: 205
Iscritto il: 10 febbraio 2006, 17:17
Località: arona

Re: ASHTANGA YOGA NON È YOGA

Messaggioda padmasana2000 » 6 aprile 2017, 17:09

Non sto dicendo che ashtanga sia un concetto sbagliato. dico solo che mi sembra che consideri essenzialmente la parte ginnica.
Personalmente mi piace la fisicità dello Yoga, ma per me è un punto di partenza, una rincorsa prima di spiccare il volo (o cercare di farlo... ). Mi piace, come già ho detto, sedermi in padmasana in riva o nell'acqua di un lago di montagna, "sentire" il luogo, i suoni, il freddo dell'acqua ed il calore del sole, ma anche "annodarmi" o "stirarmi" o spremermi in maha vedha. partire insomma dalla fisicità per superarla, per cercare di raggiungere quel magico attimo di estasi che a volte riesco a raggiungere, ma a volte no.
un caro saluto
Luca
Привет!!

Paolo proietti
brahmana
brahmana
Messaggi: 5487
Iscritto il: 8 maggio 2005, 20:58
Località: Roma

Re: ASHTANGA YOGA NON È YOGA

Messaggioda Paolo proietti » 9 aprile 2017, 12:44

io ho scambiato moltissime opinioni con gli insegnanti di ashtanga dopo questo articolo.
La maggior parte di loro concordano nel far risalire il lavoro di patthabi Jois allo Yoga Kurunta che é il nome che tradizionalmente gli indiani danno alla ginnastica correttiva.
in pratica sulla base del Vyayama Deepika, un testo didattico dell'accademia di ginnastica di Mysore, che rivedeva gli esercizi dei guerrieri indiani alla luce della ginnastica svedese, Krishnamacharya e soprattutto Ijengar e pathabi Jois hanno fondato i loro metodi.
Ashtanga Yoga é una meravigliosa ginnastica moderna.
cosa diversa dallo hathayoga di Gorakhnath o dallo yoga di Shankara.
La cosa che piû mi ha stupito é la differenza qualitativa che si fa tra ginnastica e Yoga.
sembra che molti praticanti ritengano YOGA più figo della ginnastica.
Roba per me strana.
non ritengo possa esserci una differenza una differenza qualitativa tra la pratica dello yoga e la pratica dell'uncinetto, della danza Caraibica o del calcetto.
chi pensa in termini cosî duali secondo me non ha ben compreso cosa sia la filosofia dello yoga.
Il Manzo non Esiste

Fabio Valis
vaisya
vaisya
Messaggi: 171
Iscritto il: 17 luglio 2006, 14:14
Località: RAVENNA
Contatta:

Re: ASHTANGA YOGA NON È YOGA

Messaggioda Fabio Valis » 10 aprile 2017, 10:45

Sì, Mauro, forse hai ragione, la natura cogente delle sequenze di ashtanga yoga sottintendono un' esecuzione di una ritualità magica e di interiorizzazione e allineamento con l'ordine delle leggi della natura di prakriti, come se fossero riti vedici. Questo spiegherebbe perché ho avuto l'impressione che l'insegnante temesse che potesse crollare il soffitto della palestra quando mi sono rifiutato di sdraiarmi a terra per fare il "raffreddamento" finale della sequenza.
Essere x Conoscere x Gioire

Indra
brahmana
brahmana
Messaggi: 685
Iscritto il: 14 agosto 2011, 15:58

Re: ASHTANGA YOGA NON È YOGA

Messaggioda Indra » 12 aprile 2017, 12:26

Paolo
gli YS dicono : concentrazione costante e scoloratezza
quanti praticanti qualitativamente fondati di yoga conosci?
quanti praticanti qualitativamente fondati di uncinetto conosci?
Quanti di costoro o ashtanga o altro sono qualitativamente in grado di trasmutare la Forma ed il Colore e la Vibrazione?
Un nome solo è sufficiente
uno solo

mauro
brahmana
brahmana
Messaggi: 1439
Iscritto il: 29 marzo 2012, 22:02
Località: viterbo

Re: ASHTANGA YOGA NON È YOGA

Messaggioda mauro » 13 aprile 2017, 16:07

Questo spiegherebbe perché ho avuto l'impressione che l'insegnante temesse che potesse crollare il soffitto della palestra quando mi sono rifiutato di sdraiarmi a terra per fare il "raffreddamento" finale della sequenza


Invero credo avesse timore che implodesse l'universo! :lol:


Torna a “Riflessioni”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti