Considerazione

misticismo, esoterismo, riflessioni e temi vari
Paolo proietti
brahmana
brahmana
Messaggi: 5524
Iscritto il: 8 maggio 2005, 20:58
Località: Roma

Considerazione

Messaggioda Paolo proietti » 10 gennaio 2017, 13:46

"...mentre mi dondolavo in un'amaca fra i pini sotto la volta azzurra...sentivo fremere il cielo e la sua presenza attraversarmi. Il corpo divenne immobile, la forza del mio silenzio si mise a scavarmi in petto finché non ne eruppe una sorgente senza fondo. Le gorgoglianti acque della mia sorgente rumoreggiavano invitando tutte le cose assetate.....a bere le mie ispirazioni..."

Ho letto queste frasi il primo dell'anno.
Una composizione secondo me orrenda. nessun poeta, drammaturgo, cantautore avrebbe mai il coraggio di scrivere " le gorgoglianti acque della mia sorgente rumoreggiavano...".

L'autore è Yogananda (meditazioni _ pg.18 - Astrolabio ).
Il Manzo non Esiste

Avatar utente
jasmin
moderatore
Messaggi: 1356
Iscritto il: 25 aprile 2010, 15:19
Località: Catania

Re: Considerazione

Messaggioda jasmin » 10 gennaio 2017, 15:21

Paolo proietti ha scritto:"...mentre mi dondolavo in un'amaca fra i pini sotto la volta azzurra...sentivo fremere il cielo e la sua presenza attraversarmi. Il corpo divenne immobile, la forza del mio silenzio si mise a scavarmi in petto finché non ne eruppe una sorgente senza fondo. Le gorgoglianti acque della mia sorgente rumoreggiavano invitando tutte le cose assetate.....a bere le mie ispirazioni..."

Ho letto queste frasi il primo dell'anno.
Una composizione secondo me orrenda. nessun poeta, drammaturgo, cantautore avrebbe mai il coraggio di scrivere " le gorgoglianti acque della mia sorgente rumoreggiavano...".

L'autore è Yogananda (meditazioni _ pg.18 - Astrolabio ).


alcune cose non si possono leggere con senso critico, ne sono certa :)

Paolo proietti
brahmana
brahmana
Messaggi: 5524
Iscritto il: 8 maggio 2005, 20:58
Località: Roma

Re: Considerazione

Messaggioda Paolo proietti » 11 gennaio 2017, 10:17

si Jasmine, ma se non ci fosse in copertina il nome di Yogananda il 90 % di noi direbbe che é un libro brutto.
Credi sia utile annullare lo spirito critico in base ad un titolo o a un nome?
Il Manzo non Esiste

Avatar utente
jasmin
moderatore
Messaggi: 1356
Iscritto il: 25 aprile 2010, 15:19
Località: Catania

Re: Considerazione

Messaggioda jasmin » 11 gennaio 2017, 11:37

Paolo proietti ha scritto:si Jasmine, ma se non ci fosse in copertina il nome di Yogananda il 90 % di noi direbbe che é un libro brutto.
Credi sia utile annullare lo spirito critico in base ad un titolo o a un nome?


non saprei, certo il nome influenza il giudizio, ma è relativo anche questo, pensa che io credevo un librone come "Guerra e Pace" un autentico mattone e invece mi sono trovata a leggerlo e l'ho trovato di una leggerezza impressionante.

io porrei anche un'altra domanda, perché scrivere quando non se ne ha l'arte?

Avatar utente
jasmin
moderatore
Messaggi: 1356
Iscritto il: 25 aprile 2010, 15:19
Località: Catania

Re: Considerazione

Messaggioda jasmin » 11 gennaio 2017, 14:29

il fatto è che spesso i libri di contenuto spirituale non sono il massimo per stile e accuratezza linguistica, ma poiché il contenuto interessa o in alcuni casi semplicemente incuriosisce si va oltre la forma e in qualche modo si perdonano all'autore le mediocri scelte lessicali.
Ho notato anche che spesso le traduzioni dei testi sono veramente fatte male.

Paolo proietti
brahmana
brahmana
Messaggi: 5524
Iscritto il: 8 maggio 2005, 20:58
Località: Roma

Re: Considerazione

Messaggioda Paolo proietti » 11 gennaio 2017, 15:30

jasmin ha scritto:il fatto è che spesso i libri di contenuto spirituale non sono il massimo per stile e accuratezza linguistica, ma poiché il contenuto interessa o in alcuni casi semplicemente incuriosisce si va oltre la forma e in qualche modo si perdonano all'autore le mediocri scelte lessicali.
Ho notato anche che spesso le traduzioni dei testi sono veramente fatte male.

la traduzione di Meditazioni Metafisiche é dall'inglese.
E il libro devo dire che é scritto tutto molto male, per i miei gusti.
Ho leto i Canti di Milarepa, le poesie di yeshe Tsogyal, i versi di Rumi, i sutra di shankara...e devo dire che danno un grande godimento a livello estetico.
C'é una meditazione sull'albero di Natale sul libro di Yogananda che dembra scrita da un chierichetto di campagna ubriaco.
Non mi torna.
Il Manzo non Esiste

Elazar
vaisya
vaisya
Messaggi: 90
Iscritto il: 28 novembre 2016, 20:33

Re: Considerazione

Messaggioda Elazar » 11 gennaio 2017, 20:16

Devo dire che anch'io ho fatto fatica a leggere alcuni scritti di Yogananda, un po tosti, però penso che la cosa sia anche soggettiva, forse ciò che per me non è estatico per altri lo è....
...per tanto in alto andare molto in basso bisogna stare

mauro
brahmana
brahmana
Messaggi: 1468
Iscritto il: 29 marzo 2012, 22:02
Località: viterbo

Re: Considerazione

Messaggioda mauro » 12 gennaio 2017, 15:42

Ho sempre avuto difficoltà a leggere poesie. Non le amo. Forse parlano a qualcosa di me che non è ancora desto. Amo di più la prosa, chiara, quasi didascalica, anche discorsiva. Di certo non enfatica o pindarica.
Chissà... forse il problema inerente le meditazioni di Yogananda è che lui probabilmente meditava in bengali.
Poi trascriveva nel "suo" inglese (il "benglish"), e noi ne abbiamo la traduzione italiana.
Per me gli stati d'animo che portano a scrivere poesie devono essere trasposti nella sola lingua madre.


Torna a “Riflessioni”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti