affermazioni osè sul 2012

presentazioni, segnalazioni personali e discussioni
Avatar utente
dattatreya
ksatriya
ksatriya
Messaggi: 350
Iscritto il: 23 febbraio 2010, 9:46
Contatta:

Messaggioda dattatreya » 15 novembre 2010, 9:50

Di osé c'è solo il personaggio che si è inventato quelle cose, sotto l' effetto di qualche droga sintetica.
Quello non è yoga, ma bhoga.

Avatar utente
Hosni
vaisya
vaisya
Messaggi: 121
Iscritto il: 24 agosto 2010, 0:52
Località: Mondo
Contatta:

Messaggioda Hosni » 15 novembre 2010, 13:38

Quindi queste parole non risuonano come vere a nessuno?
Penso che qualsiasi aspirante abbia notato come con la pratica costante e con il lavoro su di sè non solo ci si senta più leggeri, ma avviene una trasformazione del corpo-mente che porta ad una diminuizione dei pensieri e ad un aumento degli intervalli, pertanto secondo l'intuito di Hosni le affermazioni di Nithyananda non solo sembrano abbastanza credibili, ma si tratta dello scenario più verosimile tra tutti, senza bisogno di citare le teorie fatte finora da scienziati, catastrofisti e pseudospiritualisti.
Poi sulla persona in questione si può dire quello che si vuole, offenderlo e insultarlo, se si crede che sia il caso :wink:
Barzelletta cosmica, barzelletta cosmicaaa ;)

Avatar utente
dattatreya
ksatriya
ksatriya
Messaggi: 350
Iscritto il: 23 febbraio 2010, 9:46
Contatta:

Messaggioda dattatreya » 15 novembre 2010, 17:12

Sarò onesto e ti dico chiaramente che trovo squallido quel personaggio, quindi sono prevenuto ad ascoltare le sue "rivelazioni".
Inoltre sono esausto di storie relative al 2012.

Avatar utente
Hosni
vaisya
vaisya
Messaggi: 121
Iscritto il: 24 agosto 2010, 0:52
Località: Mondo
Contatta:

Messaggioda Hosni » 15 novembre 2010, 17:37

Si ma come nel caso di matasilogo, sono problemi tuoi :wink:
Barzelletta cosmica, barzelletta cosmicaaa ;)

Avatar utente
dattatreya
ksatriya
ksatriya
Messaggi: 350
Iscritto il: 23 febbraio 2010, 9:46
Contatta:

Messaggioda dattatreya » 15 novembre 2010, 17:55

E' un problema se osservi un problema, quindi direi che è più tuo che mio. Dimmi dove vai e ti dirò chi sei.

Funtasy
sudra
sudra
Messaggi: 26
Iscritto il: 20 maggio 2008, 22:39

Messaggioda Funtasy » 15 novembre 2010, 23:34

Hosni ha scritto:Si ma come nel caso di matasilogo, sono problemi tuoi :wink:

Il vero problema non è chi fa affermazioni, ma l'effetto che queste hanno sugli altri.

Con molto autocritica prova a chiederti: perché io credo?
Rispondi e riempi un foglio. Chiudi il foglio in una scatola e attendi una settimana. Rileggi il foglio. Se ancora d'accordo con quanto scritto? Se no, rafforza l'autocritica, è l'unica cosa che ci fa crescere, più dello yoga se vuoi.

Funtasy

Avatar utente
dattatreya
ksatriya
ksatriya
Messaggi: 350
Iscritto il: 23 febbraio 2010, 9:46
Contatta:

Messaggioda dattatreya » 16 novembre 2010, 8:53

Il vero problema non è chi fa affermazioni, ma l'effetto che queste hanno sugli altri.


Ricorda un po' il pensiero di Osho.


Con molto autocritica prova a chiederti: perché io credo?


Perché ho una mente che si fa idee.


Se ancora d'accordo con quanto scritto?


Forse si, forse no, perché la mente è mutevole.


Se no, rafforza l'autocritica, è l'unica cosa che ci fa crescere, più dello yoga se vuoi.


Con lo yoga si arriva anche all' autocritica. Non c'è niente di meglio dello yoga.

Avatar utente
fabio
moderatore
Messaggi: 3075
Iscritto il: 24 marzo 2006, 11:35

Messaggioda fabio » 16 novembre 2010, 9:28

Hosni ha scritto:Le affermazioni seguenti sono tratte da un video del Guru Nithyananda:

1- diminuirà la forza di gravità sulla terra, e questo sarebbe uno dei fattori fisici che porterà all'accelerazione della nostra evoluzione
2- la conseguenza di questo cambiamento è che le persone avranno un calo notevole dei numeri di pensiero, e quindi di "presenza" della mente


premesso che non conosco Guru Nithyananda.

L’affermazione che posti è curiosa. Si pone l’accento sulla forza di gravità terrestre. Quindi si attribuisce la facoltà a ciò che è esterno, a ciò che ci circonda, di influenzare la nostra visione personale. Effettivamente questo può accadere, cioè una persona diciamo normale, può effettivamente essere condizionata dall’ambiente e dai fattori esterni. Però il lavoro dello yogi credo debba essere diverso. Tramite il ragionamento e l’osservazione si può ad esempio dedurre che l’ambiente esterno è neutro, così come gli tutti gli stimoli. La re-azione ad essi sarà comunque e sempre un nostra elaborazione dei dati che in base ai nostri condizionamenti ed esperienze potrà cambiare. Ma anche no. Siccome c’è la possibilità di capire questa cosa in maniera abbastanza semplice è possibile diventare permeabili (nel senso di farsi “attraversare”) dalle emozioni e dagli stimoli dando così una risposta ad essi neutra. Un po’ come nell’esempio del mercato. Si può essere centrati e silenziosi nel mercato rionale e si può essere in confusione e decentrati in un eremo in montagna.
Comunque l’affermazione sembra far intendere (a me almeno) che ad esempio le persone che vivono al livello del mare abbiano un tot di pensieri, mentre quelle che vivono a 2000 mt (gravità inferiore) ne abbiano meno. Ora ad occhio e croce non mi convince, ma non si sa mai.

besos
IL GRANDE CONTROLLORE

Avatar utente
Hosni
vaisya
vaisya
Messaggi: 121
Iscritto il: 24 agosto 2010, 0:52
Località: Mondo
Contatta:

Messaggioda Hosni » 16 novembre 2010, 10:10

Non è così improbabile se consideri che in effetti i pensieri se ne vanno in giro per conto loro come se fossero "piume", e se fosse così sapremmo uno dei motivi per cui i leggendari yogi dell'himalaya vivono nelle altitudini.
Cos'è che sta causando il movimento di trasformazione del 2012?
Si può ipotizzare l'umanità come un mulo molto lento che si muove, in cui la testa è rappresentata dai Maestri che in questo movimento agiscono in prima linea, mentre il resto degli uomini agisce a diversi livelli, agendo (come qualsiasi ricercatore spirituale) o semplicemente desiderando il cambiamento senza fare nulla.
Queste ovviamente sono solo intuizioni buttate così.

Funtasy, non c'è bisogno di fare tutto quel giro di domande, sono un osservatore, non un credente.
Io so, non credo. Credere è un'altra cosa.
L'esperienza fa crescere, la libertà fà crescere, la fiducia, la devozione, l'amore,
e infine, lo yoga fà crescere, ma solo se per yoga intendiamo un attività che sia propedeutica all'unione di Jiva con Shiva.
L'autocritica fa crescere? Se si, più dell'esperienza acquisita da un errore?
Ultima modifica di Hosni il 16 novembre 2010, 11:58, modificato 2 volte in totale.
Barzelletta cosmica, barzelletta cosmicaaa ;)

Funtasy
sudra
sudra
Messaggi: 26
Iscritto il: 20 maggio 2008, 22:39

Messaggioda Funtasy » 16 novembre 2010, 11:32

dattatreya ha scritto:
Non c'è niente di meglio dello yoga.


Questo tipo di atteggiamento mi preoccupa.

Funtasy

Avatar utente
Hosni
vaisya
vaisya
Messaggi: 121
Iscritto il: 24 agosto 2010, 0:52
Località: Mondo
Contatta:

Messaggioda Hosni » 16 novembre 2010, 11:50

Funtasy ha scritto:
dattatreya ha scritto:
Non c'è niente di meglio dello yoga.


Questo tipo di atteggiamento mi preoccupa.

Funtasy


A me preoccupa che questo tipo di atteggiamento ti preoccupi :mrgreen:
E aggiungo che... non c'è niente di meglio dello yoga :wink:
Barzelletta cosmica, barzelletta cosmicaaa ;)

Avatar utente
dattatreya
ksatriya
ksatriya
Messaggi: 350
Iscritto il: 23 febbraio 2010, 9:46
Contatta:

Messaggioda dattatreya » 16 novembre 2010, 14:39

Non c'è niente di meglio dello yoga.


Questo tipo di atteggiamento mi preoccupa.

Funtasy


L' alternativa a yoga è maya. La preoccupazione è qualcosa che non è legata allo yoga, ma al suo opposto. Quando ti preoccupi non è yoga, ma mente. Lo yoga è assenza di preoccupazioni, di desideri, di disunione. Mente calma come un lago senza increspature, l' unico momento in cui la preoccupazione non entra.
Fai yoga, e vedrai come svaniscono le preoccupazioni.

Avatar utente
matasilogo
brahmana
brahmana
Messaggi: 1948
Iscritto il: 16 agosto 2008, 11:41
Località: Villa d'Adda Bergamo
Contatta:

Vuoto cosmico

Messaggioda matasilogo » 29 novembre 2010, 1:52

Hosni ha scritto:
gimnosofista ha scritto:
Hosni ha scritto:Per quanto riguarda le leggi della fisica di newton, ricordati che è valida solo in determinati schemi, e che in molti casi queste leggi vanno a farsi benedire, letteralmente.


Tu infatti cammini sulle acque scommetto.


No però cammino sul vuoto :roll:


Vuoto cosmico: chi lo conosce?
Purtroppo cammina sul vuoto o sulle acque chi non conosce la fisica e se la prende con la scienza senza averla assaggiata. Da solo retta a chi parla di relativismo credendo che la teoria della relatività voglia dire che non ha valore, come: la spesa che è relativa, costa poco .
Certamente la scienza da fastidio a chi si gratifica solo in eleganti e poetici voli pindarici.
La poesia, la musica, la danza ed il canto piacciono anche a me, ma.....
Per chi voglia continuare a fare sberleffi sulla necessità di avere una visione anche reale oltre che trascendente del mondo consiglio di impegnarsi un poco a leggere l'articolo su Le Scienze di novembre a pag 24: " La continuità nel cambiamento"....."Nel passaggio da una teoria alla successiva, le entità possono cambiare, ma le strutture rilevanti si conservano..........questo realismo strutturale" è tornato al centro dell'attenzione grazie ad un articolo del 1989 del filosofo Britannico John Warrall.....ed ancora prima con Henri Poincarè nel 1902........ in casi di rapporti tra teorie che vertono su livelli di realtà diversi, il nesso tra continuità e realtà è problematico. E' questo un altro esempio della rilevanza che hanno nella riflessione filosofica sulla scienza, le considerazioni di scala"
In parole povere, se a qualcuno sembra che spesso la scienza trova nuove teorie, queste non si contraddicono, ma allargano la comprensione in nuovi campi. La meccanica classica e la termodinamica vanno bene per calcolare una caldaia, ma per uno sbarco su Marte necessitano altre teorie. La teoria corpuscolare non nega la teoria ondulatoria.
Meno male che aumentano le persone che questo lo capiscono.
Se avessero letto i sutra di Patanjali:
4.11 Tutto ciò che esiste è legato da causa-effetto ed alla fine tutto è causa di tutto.
e
4.13 Movimento, agitazione e resistenza agiscono su tutto anche se non ce ne accorgiamo.
Si veda la termodinamica.
Negli anni 60 ho conosciuto Peter Colosimo che aveva scritto TERRA SENZA TEMPO
Bisogna aprire i seminari affermando:
In tutti i tempi
In tutti i luoghi
in tutte le culture qualcuno ha capito......
Patanjali era un grande, però bisogna leggerlo e interpretarlo con linguaggio e conoscenze attuali altrimenta diventa occultismo.
OM
Leggi i Sutra di Patangiali Edizione tradotta da Taimni o Iyengar.
Nella Natura, nello Yoga, nella Scienza i percorsi si intrecciano e producono l'evoluzione.
Il cambiamento è vita. Meglio collaborare che confliggere.
OM

Avatar utente
Annananda
ksatriya
ksatriya
Messaggi: 366
Iscritto il: 22 novembre 2010, 12:25

Affermazioni osè sul 2012.

Messaggioda Annananda » 29 novembre 2010, 10:11

Io mi permetto di dire che ogni periodo del '900 ha avuto qualche gruppo che attraverso la trance ha "colto" verità e ventilato la possibilità di cambiamenti o catastrofi o nuovi cicli per l'umanità o distruzione e morte,creando ahimè anche delle ideologie suicide,supportate sempre da qualche lettura ad hoc dei Testi Sacri,che essendo simbolici,ovviamente si prestano ad una qualsiasi interpretazione proiettiva.Mi sembra che il punto di osservazione corretto e in realtà da tempo già risolto (!!!)dalle neuroscienze,non sia valutare i fenomeni fisici ma studiare e osservare i fenomeni mentali e neurobiologici,che permettono alla nostra mente di COSTRUIRE la nostra interpretazione della realtà(passata,presente e futura).Nel pensiero postmoderno si accetta l'idea che non esistono fatti ma solo interpretazioni di fatti.In sostanza,oggi si sta studiando lo spirito,come coscienza,in modo interdisciplinare.Ma la coscienza è il risultato della nostra attività cerebrale e in particolare della formazione reticolare.E questo è un salto di evoluzione per l'umanità.Scevro da qualsiasi condizionamento occultistico o superstizioso.
In sostanza,come ha detto ancora tempo fa il vecchio nonno Erickson:"tutto è trance".E le persone in trance,si sintonizzano come i diapason.
Studiando la trance e i vari stati di coscienza,si comprende,in sintesi davvero sintetica,come "gioca la mente e la creatività" a seconda del livello di trance e della attività nervosa nei vari strati del cervello.La dimensione spirituale è una forma di creatività.
A questo punto,l'interpretazione dei fenomeni percepiti in trance (auto o etero-ipnosi di gruppo),va legata allo stato di trance e alla sintonizzazione di più persone su quel preciso stato di trance e ai contenuti di coscienza presenti e accettati in quel gruppo e potrebbe tranquillamente non richiedere alcuna interpretazione legata alla fisica quantistica,nè spirituale.Siamo cioè semplicemente sul piano della cosidetta ipnosi analitica.Leggere questi fenomeni come spirituali,è solo una scelta interpretativa e soggettiva.Anche la dimensione esoterica o occulta non è altro che questo.
Mi rendo conto che tutto ciò è poco suggestivo e anche,se vogliamo deludente. :(

Avatar utente
Annananda
ksatriya
ksatriya
Messaggi: 366
Iscritto il: 22 novembre 2010, 12:25

Affermazioni osè sul 2012.

Messaggioda Annananda » 29 novembre 2010, 10:31

Ovviamente,più gente crede ad un contenuto e più questo ha la possibilità di manifestarsi,semplicemente perchè quel gruppo troverà nel mondo percepito,filtrando la percezione in base alle proprie credenze,esattamente ciò che supporta queste credenze.
Io personalmente,tra tante, ho scelto di vivere la dimensione e la visione spirituale,pur avendo a disposizione altri linguaggi interpretativi (che per esempio mi hanno salvato da certi gruppi New age,fortemente manipolativi...) e ne vado fiera! :)


Torna a “Community”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite