Da dove inizare?

suggerimenti per chi vuole iniziare o per autodidatti
Avatar utente
padmasana2000
ksatriya
ksatriya
Messaggi: 231
Iscritto il: 10 febbraio 2006, 17:17
Località: arona

Re: Da dove inizare?

Messaggioda padmasana2000 » 25 settembre 2017, 17:24

Indra ha scritto:yoginieli
i corsi residenziali da 200 ore sono evidentemente quello che la gente vuole
confondi i maestri con gli istruttori
un istruttore insegna delle tecniche a seconda del poco o tanto che ha appreso
un maestro è colui che ti mette in grado di discriminare tra ciò che credi di essere e ciò che sei
in genere il maestro ti accompagna nel percorso per il tempo necessario ad esser autonomo
un giorno o mille anni di brahma
hai ragione un maestro in genere accetta un solo allievo e si fa pagare con il prezzo più alto che ci sia
Tutto sè stessi

yoginieli
se vuoi parlare di yoga ti ascolto
il fitness non è yoga nè ci assomiglia


Grazie
Привет!!

Avatar utente
BabaJaga
ksatriya
ksatriya
Messaggi: 492
Iscritto il: 18 novembre 2014, 10:37
Località: Selva Nera

Re: Da dove inizare?

Messaggioda BabaJaga » 25 settembre 2017, 17:28

Mio padre ha 80 anni e fa ogni mattina delle asana che lui chiama ginnastica antalgica, perchè le ha imparate molti anni fa, da uno specialista che gli ha insegnato questi esercizi, da mantenere per un numero di secondi preciso, per avere dei giovamenti sulla abilità motoria, in seguito ad una ernia.
Quello che fa mia padre sono asana. Ma nel complesso non si può dire che sia Yoga, perchè manca tutto il resto per esserlo.
CI SONO COSE CHE SI DICONO SOLO ALL'UNIVERSO...

yoginieli
sudra
sudra
Messaggi: 41
Iscritto il: 16 giugno 2017, 9:10

Re: Da dove inizare?

Messaggioda yoginieli » 25 settembre 2017, 17:34

BabaJaga ha scritto:Mio padre ha 80 anni e fa ogni mattina delle asana che lui chiama ginnastica antalgica, perchè le ha imparate molti anni fa, da uno specialista che gli ha insegnato questi esercizi, da mantenere per un numero di secondi preciso, per avere dei giovamenti sulla abilità motoria, in seguito ad una ernia.
Quello che fa mia padre sono asana. Ma nel complesso non si può dire che sia Yoga, perchè manca tutto il resto per esserlo.

Ecco infatti tuo padre fa bene a nn buttare soldi per andare a fare yoga magari da un invasato che fa fare meditazione in un prato facendolo passare per yoga puro. Concludo affermando che sinceramente ho ben poco da imparare da chi mi vuol propinare una disciplina in cui la vastità da adito di spacciarsi insegnanti istruttori o quanto altro dopo pochi giorni dietro lauti incassi propinando bacche e danze o meditazioni che nn hanno nulla di spirituale se non il portafogli. Cominciare a fare lezioni spirituali gratuite di yoga "puro" senza atteggiarsi ad istruttore con tanto di diplomi o insegnanti di spiritualità. E lasciare il lato economico a insegnanti qualificati con tanto di lauree se mai. Poi mi si viene a parlare di percorsi e spiritualità...ma per favore.
Ultima modifica di yoginieli il 25 settembre 2017, 18:42, modificato 1 volta in totale.

yoginieli
sudra
sudra
Messaggi: 41
Iscritto il: 16 giugno 2017, 9:10

Re: Da dove inizare?

Messaggioda yoginieli » 25 settembre 2017, 17:46

padmasana2000 ha scritto:
Indra ha scritto:yoginieli
i corsi residenziali da 200 ore sono evidentemente quello che la gente vuole
confondi i maestri con gli istruttori
un istruttore insegna delle tecniche a seconda del poco o tanto che ha appreso
un maestro è colui che ti mette in grado di discriminare tra ciò che credi di essere e ciò che sei
in genere il maestro ti accompagna nel percorso per il tempo necessario ad esser autonomo
un giorno o mille anni di brahma
hai ragione un maestro in genere accetta un solo allievo e si fa pagare con il prezzo più alto che ci sia
Tutto sè stessi

yoginieli
se vuoi parlare di yoga ti ascolto
il fitness non è yoga nè ci assomiglia


Grazie[/quote
Ecco io consiglio di andare a praticare in India qualche anno assorbendo il lato puro dello yoga millenario...vedrai come ritorni a fare lo yoga occidentale .....di corsa.

Avatar utente
jasmin
moderatore
Messaggi: 1364
Iscritto il: 25 aprile 2010, 15:19
Località: Catania

Re: Da dove inizare?

Messaggioda jasmin » 25 settembre 2017, 18:24

Sarebbe cosa assai utile leggere con attenzione le regole di questo forum.
L'aggressività e il discorrere animatamente con polemiche ed insulti vengono banditi e sono causa di provvedimenti disciplinari.

yoginieli
sudra
sudra
Messaggi: 41
Iscritto il: 16 giugno 2017, 9:10

Re: Da dove inizare?

Messaggioda yoginieli » 25 settembre 2017, 18:27

jasmin ha scritto:Sarebbe cosa assai utile leggere con attenzione le regole di questo forum.
L'aggressività e il discorrere animatamente con polemiche ed insulti vengono banditi e sono causa di provvedimenti disciplinari.

Intendi le frasi tipo "scendere dal cacaro?

Avatar utente
BabaJaga
ksatriya
ksatriya
Messaggi: 492
Iscritto il: 18 novembre 2014, 10:37
Località: Selva Nera

Re: Da dove inizare?

Messaggioda BabaJaga » 25 settembre 2017, 18:30

Forse tu non hai capito che in questo forum scrivono e hanno scritto medici, psicologi, ricercatori, persone che praticano e studiano lo yoga sia qui che in India da quando erano giovani e hanno esperienze anche di 50 anni di pratica.
Credo tu possa trovare una tua strada nel mondo, senza trattare gli altri come dei cretini.
Soprattutto perché non li conosci e non ne conosci il percorso.
CI SONO COSE CHE SI DICONO SOLO ALL'UNIVERSO...

yoginieli
sudra
sudra
Messaggi: 41
Iscritto il: 16 giugno 2017, 9:10

Re: Da dove inizare?

Messaggioda yoginieli » 25 settembre 2017, 18:32

yoginieli ha scritto:
jasmin ha scritto:Sarebbe cosa assai utile leggere con attenzione le regole di questo forum.
L'aggressività e il discorrere animatamente con polemiche ed insulti vengono banditi e sono causa di provvedimenti disciplinari.

Intendi le frasi tipo "scendere dal cacaro?

Per buona pace dei puristi del genere concludo la discussione che voleva essere lo spunto per una riflessione più articolata tra le tante scelte e proposte sul mercato dell'attività. Perché ...esiste un mercato anche nella disciplina. Triste , ma vero. Come nel mero fitness. No. Più agguerriti.

yoginieli
sudra
sudra
Messaggi: 41
Iscritto il: 16 giugno 2017, 9:10

Re: Da dove inizare?

Messaggioda yoginieli » 25 settembre 2017, 18:35

BabaJaga ha scritto:Forse tu non hai capito che in questo forum scrivono e hanno scritto medici, psicologi, ricercatori, persone che praticano e studiano lo yoga sia qui che in India da quando erano giovani e hanno esperienze anche di 50 anni di pratica.
Credo tu possa trovare una tua strada nel mondo, senza trattare gli altri come dei cretini.
Soprattutto perché non li conosci e non ne conosci il percorso.


La riflessione è a carattere generale. Differenza tra yoga e fitness. Yoga non è fitness. Yoga per me può essere fitness. Fine. Se ci sono persone che lo studiano non è oggetto di discussione. Accettazione di uno yoga che può presentare nella sua forma più fisica una versione più occidentalizzata è un problema non mio. La mia strada non è oggetto di discussione. e comunque rassicuro in merito. Anche qui...trovare la strada lo auguro a chi continua ad aprire scuole e laboratori di yoga senza pace cercandone di farne divenire una professione. Sono veramente tanti e troppi. E la richiesta non è così immensa.

Indra
brahmana
brahmana
Messaggi: 705
Iscritto il: 14 agosto 2011, 15:58

Re: Da dove inizare?

Messaggioda Indra » 25 settembre 2017, 19:31

yoginieli
errato
lo yoga resta lo yoga e se per te lo yoga può essere fitness è come dire che le pere e le mele sono uguali poichè sono frutta
confondi uno stato di benessere fisico possibile col fitness con lo stato di armonizzazione tra fisico e mente
dal tuo dire non hai mai praticato yoga
a proposito il mio percorso è iniziato due vite fa
in questi stati apparenti sono nato e tornato in india e lì tre maestri mi hanno mostrato lo yoga
uno era un carrettiere pazzo che bestemmiava il nome di siva come solo un carrettiere pazzo indiano riuscirebbe a fare
un altro era un aghora senza nome nè ricordi
la terza non ama esser raccontata
da molto non pratico più lo yoga
sono lo yoga
ogni mio pensiero è un mantra
ogni mio gesto è un mudra
ogni mia azione è pura
ogni posto è il mio posto
ogni immondizia è la mia perla
ogni carogna è la mia gemma

yoginieli
non è la tua strada che è in discussione
ma le tue credenze
se vuoi parlare di yoga ti ascolto

yoginieli
sudra
sudra
Messaggi: 41
Iscritto il: 16 giugno 2017, 9:10

Re: Da dove inizare?

Messaggioda yoginieli » 25 settembre 2017, 19:52

Infatti io ho deciso di non conseguire una certificazione seppur di puro piacere personale in yoga ma solo ed unicamente n una parte fisica che trae dallo yoga anzi dalle asana yogiche la sua essenza. Si può fare. Senza offendere nessuno. Si chiama scelta. E perché no? Si chiama yoga per il fitness. Ora, che non sia ne carne ne pesce è vero. Ma siccome si può fare ... È così. Se a me non interessava inoltrarmi in un percorso più articolato sono suppongo interessi miei. E non per questo insegnerei male delle asana tratte dallo yoga. Sto parlando di posture. Ora: se una persona vuole iscriversi ad un corso di pseudo yoga perché vuole allungare la muscolatura ma non ha nessuna voglia di inoltrarsi nella parte concettualmente più complessa dello yoga o praticarlo a livelli estremi come avviene con ashtanga o altri stili.....mi spieghi perché non può dire di fare asana e trarne beneficio per quel che vuole trarne?!?!e mi spieghi perché devo chiamare stretching se invece faccio fare trikonasana o sequenze di asana abbinate a pranayama?!?! Lo devo chiamare stretching perché non conosco a memoria gli yogasutra ? Tutto questo fa bene allo yoga? E se invece un invasato fa fare trikonasana dopo 200 ore di residenziale tutto gobbo o storto masticando una cicca con zucchero Stevia allo zenzero recitando a memoria i testi sacri indù ....fa bene alla grandezza dello yoga?!?
Aggiungo che: se uno vuole approfondire approfondisce. Anche partendo da una pratica di yoga per il fitness che magari insegna a concentrarsi sul presente attraverso il mantenimento del posizioni con il respiro. Quindi: cosa stiamo discutendo? Solo il nome "yoga" associato al fitness. E io dico che invece è un alternativa. Perché praticare yoga e viverlo come unione e praticarlo come percorso nei suoi fondamentali otto rami anche solo al 2% dico 2% .... è cosa ardua per noi occidentali. Il cui fisico stesso non è adatto a eseguire le asana tradizionalmente riconosciute . Persino Iyengar se ne era reso conto che se non è stato un Maestro lui... oltreché personalità indiscutibilmente riconosciuta nel mondo Yogico. È stato il primo ad occidentalizzare la disciplina. E proporla sotto una veste quasi fisioterapica. Può piacere e non piacere. Ma fatto sta che ha fatto più danni l' ashtanga che lo Iyengar alle cervicali. E i mantra sono gli stessi. E non è forse yoga lo Iyengar?!?!?!
Piuttosto che affidarmi ad un modaiolo che crede di aver aperto gli occhi ed eccitato da un diploma che non vale nulla ai fini di insegnamento se non come titolo puramente spendibile nelle asd che lo hanno rilasciato preferisco un fisioterapista che mi insegni due posture tratte dallo yoga e chiamiamolo yoga lo stesso ma almeno si avvicinerà sempre di più alla concezione piuttosto che farneticare insegnamenti su verità di cui nn si sa neppure l'inizio e la fine.questo è mio personale pensiero. In serenità.

Indra
brahmana
brahmana
Messaggi: 705
Iscritto il: 14 agosto 2011, 15:58

Re: Da dove inizare?

Messaggioda Indra » 25 settembre 2017, 21:51

yoginieli
sono sereno come la tigre che uccide il cerbiatto
perfetta armonia di corpo e mente

yoginieli certo che tutto si può fare ma dipende come lo si fa
le asana yogiche non sono posture ma una rappresentazione di quel gran teatro magico che è la vita
è scrivere con il corpo la storia di noi stessi
è interpretare ciò che sembriamo per ricordarci ciò che siamo

yoginieli trikona non è 'tre angoli' ma il cerchio che unisce i vertici dei tre punti di un triangolo equilatero
è un mandala sacro che a seconda del vertice unisce la terra al cielo e anche ' l'uomo di Vitruvio' di Leonardo da vinci
e anche il Disegno del Compasso che disegna circoli e crea angoli ed è infine la sacra sakti dello sri yantra
pranayama non è il respiro ma equilibrare l'energia celeste e quella tellurica trasmutando attraverso l' azione sublimante del Fuoco interno nel circolo mediano del Cinabro

yoginieli nello yoga si dice che praticare pranayama è come entrare nella gabbia di una tigre e prenderla a schiaffi
la tigre non è responsabile dei tuoi errori di valutazione o del tuo non sapere yogico
tra un giorno o un anno o mille anni colui che pratica incautamente pranayama si troverà di fronte ad una tigre infuriata
diversamente accadrà a colui che crede di sapere poichè costui verrà divorato dai suoi stessi demoni

yoginieli ecco che questo vecchio sciacallo rognoso ti ha mostrato l'ardente pira dello yoga

yoginieli
sudra
sudra
Messaggi: 41
Iscritto il: 16 giugno 2017, 9:10

Re: Da dove inizare?

Messaggioda yoginieli » 25 settembre 2017, 22:08

Indra ha scritto:yoginieli
sono sereno come la tigre che uccide il cerbiatto
perfetta armonia di corpo e mente

yoginieli certo che tutto si può fare ma dipende come lo si fa
le asana yogiche non sono posture ma una rappresentazione di quel gran teatro magico che è la vita
è scrivere con il corpo la storia di noi stessi
è interpretare ciò che sembriamo per ricordarci ciò che siamo

yoginieli trikona non è 'tre angoli' ma il cerchio che unisce i vertici dei tre punti di un triangolo equilatero
è un mandala sacro che a seconda del vertice unisce la terra al cielo e anche ' l'uomo di Vitruvio' di Leonardo da vinci
e anche il Disegno del Compasso che disegna circoli e crea angoli ed è infine la sacra sakti dello sri yantra
pranayama non è il respiro ma equilibrare l'energia celeste e quella tellurica trasmutando attraverso l' azione sublimante del Fuoco interno nel circolo mediano del Cinabro

yoginieli nello yoga si dice che praticare pranayama è come entrare nella gabbia di una tigre e prenderla a schiaffi
la tigre non è responsabile dei tuoi errori di valutazione o del tuo non sapere yogico
tra un giorno o un anno o mille anni colui che pratica incautamente pranayama si troverà di fronte ad una tigre infuriata
diversamente accadrà a colui che crede di sapere poichè costui verrà divorato dai suoi stessi demoni

yoginieli ecco che questo vecchio sciacallo rognoso ti ha mostrato l'ardente pira dello yoga


Piu che una tigre che sbrana chi sa chi mi viene da ridere. E nn posso discutere con la chiusura mentale e l'attaccamento a stereotipi mentali idealizzati in maniera personalizzata e quanto mai creativi. Consiglio un po di Iyengar giusto per tornare coi piedini per terra. Agli amministratori chiedo cortesemente di rimuovere il mio account ringrazio. P.S. Forse la tigre si chiama cervicalgia e colpirà coloro che stanno con la testa troppo china sui testi sacri senza capirci nulla. È.....una visione. Buon cammino verso la luce....dei corsi residenziali.

Avatar utente
fabio
moderatore
Messaggi: 3046
Iscritto il: 24 marzo 2006, 11:35

Re: Da dove inizare?

Messaggioda fabio » 26 settembre 2017, 0:20

yoginieli ha scritto:Agli amministratori chiedo cortesemente di rimuovere il mio account ringrazio. P.S. Forse la tigre si chiama cervicalgia e colpirà coloro che stanno con la testa troppo china sui testi sacri senza capirci nulla. È.....una visione. Buon cammino verso la luce....dei corsi residenziali.


Non è necessario rimuovere l'account. È sufficiente non entrare nel sito.
Certamente ci vuole un po' di autocontrollo.

Mi spiace a presto
IL GRANDE CONTROLLORE

yoginieli
sudra
sudra
Messaggi: 41
Iscritto il: 16 giugno 2017, 9:10

Re: Da dove inizare?

Messaggioda yoginieli » 26 settembre 2017, 9:27

fabio ha scritto:
yoginieli ha scritto:Agli amministratori chiedo cortesemente di rimuovere il mio account ringrazio. P.S. Forse la tigre si chiama cervicalgia e colpirà coloro che stanno con la testa troppo china sui testi sacri senza capirci nulla. È.....una visione. Buon cammino verso la luce....dei corsi residenziali.


Non è necessario rimuovere l'account. È sufficiente non entrare nel sito.
Certamente ci vuole un po' di autocontrollo.

Mi spiace a presto



No spiace a me ma....chiedo di far fronte al più presto ad una richiesta di rimozione dell'account. E' obbligatoria :
Su questo vige infatti l'articolo 7 del Codice in materia di protezione dei dati personali, nel quale il legislatore prevede che l'utente abbia il diritto di ottenere "la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati".

Ringrazio per la cortesia e richiedo per la seconda volta la cancellazione del mio account come da art. 7 del Codice in materia di protezione dei dati personali di cui sopra.

Non si tratta di autocontrollo. Ma di valore Legale link: http://www.garanteprivacy.it/web/guest/ ... eb/1311248

"Art. 7. Diritto di accesso ai dati personali ed altri diritti
1. L'interessato ha diritto di ottenere la conferma dell'esistenza o meno di dati personali che lo riguardano, anche se non ancora registrati, e la loro comunicazione in forma intelligibile.

2. L'interessato ha diritto di ottenere l'indicazione:

a) dell'origine dei dati personali;

b) delle finalità e modalità del trattamento;

c) della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l'ausilio di strumenti elettronici;

d) degli estremi identificativi del titolare, dei responsabili e del rappresentante designato ai sensi dell'articolo 5, comma 2;

e) dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati personali possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualità di rappresentante designato nel territorio dello Stato, di responsabili o incaricati.

3. L'interessato ha diritto di ottenere:

a) l'aggiornamento, la rettificazione ovvero, quando vi ha interesse, l'integrazione dei dati;

b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati;[/color]

c) l'attestazione che le operazioni di cui alle lettere a) e b) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si rivela impossibile o comporta un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato.

4. L'interessato ha diritto di opporsi, in tutto o in parte:

a) per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che lo riguardano, ancorché pertinenti allo scopo della raccolta;

b) al trattamento di dati personali che lo riguardano a fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale."


Torna a “Avvicinarsi allo Yoga”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite