Da dove inizare?

suggerimenti per chi vuole iniziare o per autodidatti
Avatar utente
padmasana2000
ksatriya
ksatriya
Messaggi: 231
Iscritto il: 10 febbraio 2006, 17:17
Località: arona

Re: Da dove inizare?

Messaggioda padmasana2000 » 25 settembre 2017, 14:53

fabio ha scritto:Invito gli utenti a non giudicare il percorso altrui.

Ognuno esprime un punto di vista diverso in base alla propria esperienza e coscienza attuale. Impariamo ad osservarci e comprendere anche l'altro che ha un vissuto sicuramente diverso dal nostro. Questa è la ricchezza di un forum.

Certi che nessuno di noi abbia in mano la Verità Assoluta, scambiamo le nostre idee e opinioni senza entrare nel merito del percorso altrui.

Grazie


Ti ringrazio. Mi spiace di averti costretto ad intervenire.
Non intendevo criticare il vissuto altrui in alcun modo.
Cercherò di mordermi la lingua prima, e le dita poi, prima di metterle sulla tastiera...
Buona serata,
Luca
Привет!!

Avatar utente
fabio
moderatore
Messaggi: 3046
Iscritto il: 24 marzo 2006, 11:35

Re: Da dove inizare?

Messaggioda fabio » 25 settembre 2017, 15:06

yoginieli ha scritto:e ...ammettetelo....siamo tutti distanti dal vero yoga di cinquemila anni fa. Fatevene una ragione e per lo meno accogliete che in questo strambo Paese possa esistere anche lo yoga.....per il fitness. E magari ne accoglie di allievi più dello yoga tradizionale. Quello che nessuno può proporre veramente e in maniera esclusiva perchè non ci sarebbero neppure cinque allievi in una classe. Scendete dal piedistallo.


Per me può esistere tutto ed essere chiamato anche "sport yoga". Non mi offende e non mi tange. Al limite fa un pò sorridere dato che, la maggior parte delle persone che conosco praticanti, hanno compreso come lo Yoga investa la vita a 360+360 gradi.
Il calcio è uno sport, la ginnastica è uno sport. Lo Yoga, nella mia esperienza, è qualcosa che capovolge la vita. Ma non è "DI PIU". E' un altra cosa che fortunatamente nessuno è obbligato a fare.

Detto questo, secondo me ognuno di noi deve fare ciò che ha voglia di fare, e ciò che gli piace. Meglio un ottimo giocatore di scala 40, che si diverte e ama questa disciplina, che un pessimo praticante di yoga. Si dovrebbe semplicemente fare ciò che ci rende felici, ed in questo senso non posso vedere differenze fra pilates, yoga, calcio e raccogliere fiori in un prato.

Comunque fortunatamente ognuno risponde per sè. Io ho una mia personalissima idea di cosa sia lo yoga, che negli anni si rafforza sempre più. E mi sento un nano di fronte all'immensità di questo "patrimonio".

ps. Beninteso, io non ho la più pallida idea di cosa si praticasse 5000 anni fa :)
IL GRANDE CONTROLLORE

yoginieli
sudra
sudra
Messaggi: 41
Iscritto il: 16 giugno 2017, 9:10

Re: Da dove inizare?

Messaggioda yoginieli » 25 settembre 2017, 15:19

".....Detto questo, secondo me ognuno di noi deve fare ciò che ha voglia di fare, e ciò che gli piace. Meglio un ottimo giocatore di scala 40, che si diverte e ama questa disciplina, che un pessimo praticante di yoga. Si dovrebbe semplicemente fare ciò che ci rende felici, ed in questo senso non posso vedere differenze fra pilates, yoga, calcio e raccogliere fiori in un prato.

Comunque fortunatamente ognuno risponde per sè. Io ho una mia personalissima idea di cosa sia lo yoga, che negli anni si rafforza sempre più. E mi sento un nano di fronte all'immensità di questo "patrimonio".... "


Infatti, certo. Ognuno può fare ciò che lo rende felice. Magari durante i cosiddetti corsi residenziali dovrebbero insegnare anche dove sono gli ischiocrurali....forse cinquemila anni fa lo sapevano. Come si scrive in ...sanscrito ischiocrurale?
Diciamo la verità, tutti quei begli insegnanti che escono dopo venti giorni di corsi residenziali in cui si immergono a 360 gradi nella disciplina yogica...saranno attendibili?
se si, sotto quale punto di vista? ginnico? meditativo spirituale ?? (gente che fino al giorno prima voleva dedicarsi magari totalmente ed esclusivamente a fare il ragioniere ma poi dato che non trovava lavoro si è immerso nella disciplina contemplante la Verità da cinquemila anni e in venti giorni sborsando 5000 euro si è nutrito di bacche raggiungendo il nirvana fumando lattuga? ) No.
semplicemente no.
Però pagano e poi hanno un "diploma" nientepopodimenochè...un diploma. A me fa ridere questo non il corso di due gg dove si rilascia magari a titolo integrativo un brevettino con la firma di una asd in cui magari dei seri e laureati professionisti con tanto di esperienza nel settore insegnano quelle due o tre cose che NON si devono fare per non fari venire lordosi o cervicalgie sulla base di due mezz'orette di pratica stiracchiate la settimana con il solo scopo di arrivare ad un allungamento e rilassamento della muscolatura.
Ultima modifica di yoginieli il 25 settembre 2017, 15:26, modificato 1 volta in totale.

Avatar utente
fabio
moderatore
Messaggi: 3046
Iscritto il: 24 marzo 2006, 11:35

Re: Da dove inizare?

Messaggioda fabio » 25 settembre 2017, 15:26

yoginieli ha scritto:"
Infatti, certo. Ognuno può fare ciò che lo rende felice. Magari durante i cosiddetti corsi residenziali dovrebbero insegnare anche dove sono gli ischiocrurali....forse cinquemila anni fa lo sapevano. Come si scrive in ...sanscrito ischiocrurale?


Magari non conosci tutti i residenziali e tutti gli insegnanti e i corsi sul mercato.
Forse non bisognerebbe generalizzare.
Forse, come non vorresti sentire denigrato il fitness, non si dovrebbe denigrare il lavoro di "tutti" gli insegnanti di yoga.

Ad esempio conosco alcuni che si stanno sforzando di colmare le lacune che denunci preparando insegnanti con una conoscenza "febbrile" del corpo.

Come in tutte le cose, c'è chi lavora bene e male.

ps. Sei tu che conosci il lavoro di 5000 anni fa, hai provato a chiedere per la traduzione? :D
IL GRANDE CONTROLLORE

yoginieli
sudra
sudra
Messaggi: 41
Iscritto il: 16 giugno 2017, 9:10

Re: Da dove inizare?

Messaggioda yoginieli » 25 settembre 2017, 15:28

fabio ha scritto:
yoginieli ha scritto:"
Infatti, certo. Ognuno può fare ciò che lo rende felice. Magari durante i cosiddetti corsi residenziali dovrebbero insegnare anche dove sono gli ischiocrurali....forse cinquemila anni fa lo sapevano. Come si scrive in ...sanscrito ischiocrurale?


Magari non conosci tutti i residenziali e tutti gli insegnanti e i corsi sul mercato.
Forse non bisognerebbe generalizzare.
Forse, come non vorresti sentire denigrato il fitness, non si dovrebbe denigrare il lavoro di "tutti" gli insegnanti di yoga.

Ad esempio conosco alcuni che si stanno sforzando di colmare le lacune che denunci preparando insegnanti con una conoscenza "febbrile" del corpo.

Come in tutte le cose, c'è chi lavora bene e male.

ps. Sei tu che conosci il lavoro di 5000 anni fa, hai provato a chiedere per la traduzione? :D


Ma no. l'importante è sapere in italiano il termine e il significato. A proposito...nei corsi residenziali...fate anche imparare il nome delle asana in sanscrito. nei due gg di corso di yoga fitness ...lo fanno. Non che serva. ma giusto per fare il punto della situazione e cominciare a contraddistinguere lo yoga serio da ciò che...ah ah non lo è. Anche un corso di italiano fatto bene in verità....
a me sinceramente non interessa neppure sapere il lavoro di cinquemila anni fa. Ma dal cuore.
Forse sarebbe meglio augurarsi una Legge che restringa moooolto le licenze e i permessi sia di aprire corsi residenziali, sia per inventarsi nuove metodologie, sia per tenere sotto controllo i regimi fiscali e tanto altro ancora. Davvero.

Avatar utente
fabio
moderatore
Messaggi: 3046
Iscritto il: 24 marzo 2006, 11:35

Re: Da dove inizare?

Messaggioda fabio » 25 settembre 2017, 15:31

yoginieli ha scritto:
fabio ha scritto:
yoginieli ha scritto:"
Infatti, certo. Ognuno può fare ciò che lo rende felice. Magari durante i cosiddetti corsi residenziali dovrebbero insegnare anche dove sono gli ischiocrurali....forse cinquemila anni fa lo sapevano. Come si scrive in ...sanscrito ischiocrurale?


Magari non conosci tutti i residenziali e tutti gli insegnanti e i corsi sul mercato.
Forse non bisognerebbe generalizzare.
Forse, come non vorresti sentire denigrato il fitness, non si dovrebbe denigrare il lavoro di "tutti" gli insegnanti di yoga.

Ad esempio conosco alcuni che si stanno sforzando di colmare le lacune che denunci preparando insegnanti con una conoscenza "febbrile" del corpo.

Come in tutte le cose, c'è chi lavora bene e male.

ps. Sei tu che conosci il lavoro di 5000 anni fa, hai provato a chiedere per la traduzione? :D


Ma no. l'importante è sapere in italiano il termine e il significato. A proposito...nei corsi residenziali...fate anche imparare il nome delle asana in sanscrito. nei due gg di corso di yoga fitness ...lo fanno. Non che serva. ma giusto per fare il punto della situazione e cominciare a contraddistinguere lo yoga serio da ciò che...ah ah non lo è.


Mi spiace, non sono un insegnante di yoga e non propongo corsi.
Normalmente in quelli che ho frequentato si studiano anche le scritture.
Certamente il tuo invito ad una maggiore serietà e preparazione non fa che bene.

Grazie
un sorriso
IL GRANDE CONTROLLORE

Avatar utente
padmasana2000
ksatriya
ksatriya
Messaggi: 231
Iscritto il: 10 febbraio 2006, 17:17
Località: arona

Re: Da dove inizare?

Messaggioda padmasana2000 » 25 settembre 2017, 15:48

yoginieli ha scritto: ..... Siamo immersi nell' Occidentali's Karma. Che piaccia o no.


Spererei veramente di no...
Un caro saluto..
Привет!!

yoginieli
sudra
sudra
Messaggi: 41
Iscritto il: 16 giugno 2017, 9:10

Re: Da dove inizare?

Messaggioda yoginieli » 25 settembre 2017, 16:16

Le scritture. Nn le conosco e a me nn interessa conoscerle. Ma di sicuro nn le conoscono neppure quelli usciti dalle 200ore residenziali. Anche se insegnano. Eccome se insegnano....

Avatar utente
fabio
moderatore
Messaggi: 3046
Iscritto il: 24 marzo 2006, 11:35

Re: Da dove inizare?

Messaggioda fabio » 25 settembre 2017, 16:32

yoginieli ha scritto:Le scritture. Nn le conosco e a me nn interessa conoscerle.


Curiosa affermazione, specie perchè frequenti un forum di yoga e nella firma ci metti dentro yog. Comunque potresti invece avvicinarti all'argomento, così da comprendere anche il punto di vista di chi lo yoga lo propone e vive in altro modo.
Ma mi sorge una curiosità... che ci fai in questo forum? oh beninteso, sei la benvenuta. :)

yoginieli ha scritto:Ma di sicuro nn le conoscono neppure quelli usciti dalle 200ore residenziali. Anche se insegnano. Eccome se insegnano....


Suvvia non generalizzare. Altrimenti visto che personalmente ho conosciuto insegnanti di fitness che proponevano esercizi nocivi per la schiena sarei autorizzato a dire "gli insegnanti di fitness non sanno niente... altro che i fisioterapisti o gli osteopati!"
IL GRANDE CONTROLLORE

Avatar utente
padmasana2000
ksatriya
ksatriya
Messaggi: 231
Iscritto il: 10 febbraio 2006, 17:17
Località: arona

Re: Da dove inizare?

Messaggioda padmasana2000 » 25 settembre 2017, 16:38

yoginieli ha scritto:Pienamente d'accordo. semplice, parliamo di concretezza. Nessuno si impone. anzi.
Non ho conoscenza di verità e non so a quale si attinga facendo semplici posizioni tratte dallo yoga. Mi attengo ai fatti. e ad esprimere la mia personale opinione di fronte a discriminazioni sulla parola fitness associata alla parola yoga. Il più delle volte si fa semplicemente quello. Sia nelle palestre che nelle asd culturali.
Non penso sia disonorare la disciplina, si può fare. si possono associare (yoga fit, yoga per il fitness, piloga eh si...) . Si possono fare corsi di due gg che hanno parimenti valore di certificati rilasciati da associazioni o comunque enti non istituzionali con la parola yoga nel titolo.
Si può fare tutto ciò. Perchè non esiste una legge che vieta di proporre ad una palestra di fare un corso di yogafit, poweryoga, tutti brevetti e metodologie. Così è. Se poi uno vuole recitare un mantra mentre fa ginnastica magari va da un'altra parte. Ma se non è yoga fit è yoga con delle candele recitando un mantra. Lo yoga tradizionale è un'altra cosa e ben pochi possono proporlo e penso siano pochi che andrebbero a frequentarlo qui in Italia con la vita a cui siamo sottoposti e le nostre abitudini di occidentali.
Siamo immersi nell' Occidentali's Karma. Che piaccia o no.


Beh, posso dire che ho "scoperto" lo yoga all' età di 8 anni con un libro, credo acquistato da mio padre, trovato in casa, e dal titolo "Sport & Yoga" ( editions Foma , Lausanne, 1954. Autore Selvarajan Jesudian - traduzione in francese Elisabeth Haich). Dopodiché, da quelle basi ho iniziato. Sono passati alcuni anni ed eccomi ancora qui achiedermi cosa sia il vero Yoga ..
Привет!!

yoginieli
sudra
sudra
Messaggi: 41
Iscritto il: 16 giugno 2017, 9:10

Re: Da dove inizare?

Messaggioda yoginieli » 25 settembre 2017, 16:42

Nn generalizzo ma mi sembra molto strano che una cosa così seria come lo yoga possa essere così snaturalizzato proprio da chi sostiene che dovrebbe essere puro ecc....ecc...ma capisco possa infastidire chi invece sulla base di metodologie inventate e rese in primis più sostenibili dagli utenti occidentali. Lo yoga se praticato con lo stesso criterio di chi conferma che dovrebbe venire praticato come lo si faceva cinquemila anni fa sarebbe inaccessibile ala maggior parte di coloro che hanno c'entri residenziali. Ho visto gente che blaterava e nn sapeva fare nulla se non nascondersi dietro profili pseudo soirituali mantra conosciuti tramite internet e nomi fasulli. Coerenza. E soprattutto onestà nei confronti dello yoga patrimonio dell'umanità proprio perché accessibile nelle sue diverse forme anche fitness. Senza il fitness molti insegnanti yoga morirebbero di fame qui in Occidente . Vedi il grande boom delle danze orientali di qualche anno fa ....ora completamente dimenticate. Ma chi propone corsi e formazioni lo sa molto bene e si avvale di quelle elite spiritual naif che continuano a fumare lattuga. Fa bene oltretutto. La fumava anche Celentano nel film il bisbetico domato. Ma poi nn andava a insegnare lo yoga metodo..."guerriero ninja" ah....

yoginieli
sudra
sudra
Messaggi: 41
Iscritto il: 16 giugno 2017, 9:10

Re: Da dove inizare?

Messaggioda yoginieli » 25 settembre 2017, 16:45

Rasserenarsi tutti. Comunque. Per ora in giro continuano a insegnare yogi, istruttori fitness e tanta tanta tantissima altra gente. Competenza poca competizione tanta.

Indra
brahmana
brahmana
Messaggi: 705
Iscritto il: 14 agosto 2011, 15:58

Re: Da dove inizare?

Messaggioda Indra » 25 settembre 2017, 16:58

yoginieli
i corsi residenziali da 200 ore sono evidentemente quello che la gente vuole
confondi i maestri con gli istruttori
un istruttore insegna delle tecniche a seconda del poco o tanto che ha appreso
un maestro è colui che ti mette in grado di discriminare tra ciò che credi di essere e ciò che sei
in genere il maestro ti accompagna nel percorso per il tempo necessario ad esser autonomo
un giorno o mille anni di brahma
hai ragione un maestro in genere accetta un solo allievo e si fa pagare con il prezzo più alto che ci sia
Tutto sè stessi

yoginieli
se vuoi parlare di yoga ti ascolto
il fitness non è yoga nè ci assomiglia

Avatar utente
padmasana2000
ksatriya
ksatriya
Messaggi: 231
Iscritto il: 10 febbraio 2006, 17:17
Località: arona

Re: Da dove inizare?

Messaggioda padmasana2000 » 25 settembre 2017, 16:59

yoginieli ha scritto:Le scritture. Nn le conosco e a me nn interessa conoscerle. Ma di sicuro nn le conoscono neppure quelli usciti dalle 200ore residenziali. Anche se insegnano. Eccome se insegnano....


Ho letto riletto e ponderato quanto ho potuto , come credo molti qui, Hathayoga Pradipika, Shiva Samhita , Yoga Sutra e tutto quello che ho trovato. Mi sento comunque anni luce lontano dal poter insegnare qualcosa a qualcuno sull'argomento .
L'insegnante, soprattutto in questo campo, deve indirizzare (a mio parere), e quindi deve avere una perfetta conoscenza delle fonti. ..ed in più la comunicativa e la verve necessarie a far appassionare gli allievi.
E questo non è il mio caso.
Ciao!
Привет!!

yoginieli
sudra
sudra
Messaggi: 41
Iscritto il: 16 giugno 2017, 9:10

Re: Da dove inizare?

Messaggioda yoginieli » 25 settembre 2017, 17:21

Indra ha scritto:yoginieli
i corsi residenziali da 200 ore sono evidentemente quello che la gente vuole
confondi i maestri con gli istruttori
un istruttore insegna delle tecniche a seconda del poco o tanto che ha appreso
un maestro è colui che ti mette in grado di discriminare tra ciò che credi di essere e ciò che sei
in genere il maestro ti accompagna nel percorso per il tempo necessario ad esser autonomo
un giorno o mille anni di brahma
hai ragione un maestro in genere accetta un solo allievo e si fa pagare con il prezzo più alto che ci sia
Tutto sè stessi

yoginieli
se vuoi parlare di yoga ti ascolto
il fitness non è yoga nè ci assomiglia


E invece esistono corsi fitness che traggono la loro essenza dallo yoga. Ti piaccia o no.


Torna a “Avvicinarsi allo Yoga”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite