Aiuto (ansia, autostima, serenità)

suggerimenti per chi vuole iniziare o per autodidatti
leam1977
sudra
sudra
Messaggi: 7
Iscritto il: 2 gennaio 2006, 20:58

Aiuto (ansia, autostima, serenità)

Messaggioda leam1977 » 2 gennaio 2006, 21:19

Ciao a tutti.
Questo e' un vero e' proprio messaggio di "richiesta-aiuto"!!!
Sto cercando di documentarmi sullo Yoga tramite internet ma trovo l'argomento molto dispersivo!!!
Voglio scegliere la tecnica Yoga a me necessaria ma non riesco a capire quella a me piu' appropriata..
Il mio obbiettivo e' raggiungere:
Eliminazione ansia/stress,rilassamento psico-fisico,aumento autostima/sicurezza/serenità interiore!!!
Si parla di Hatha Yoga,di Raja Yoga,di pranayama di meditazione...
Vorrei sapere:
Il dettaglio delle tecniche
Loro indicazioni
Quella a me consigliata
Testi per accrescere la mia cultura yoga
Ringrazio tutti quelli che voglio partecipare a "chiarirmi le idee" ed entrate nel mondo yoga!!!!!!
GRAZIE1000!
Leam1977

Avatar utente
anto
sudra
sudra
Messaggi: 23
Iscritto il: 4 ottobre 2005, 11:27

caro/a leam

Messaggioda anto » 4 gennaio 2006, 11:54

proverò a darti qualche chiarimento ma non è facile chiei pure se non capisci:
Dalla radice sanscrita yuj che significa "unione" o "vincolo", Yoga indica l'insieme delle tecniche che consentono il congiungimento del corpo, della mente e dell'anima con "L'nfinito" Paramatma.
La prima grande opera indiana che descrive e sistema le tecniche dello Yoga è lo Yoga Sutra (Aforismi sullo Yoga), redatto da Patanjali, che raccoglie 185 aforismi.

Patanjali indica al praticante gli 8 stadi (o arti) dello Yoga, cioè gli otto passi che conducono all'unione con Paramatma:
Questo è chiamato raja yoga o Ashtanga yoga ed è quello che pratico se vuoi dettagli in più li trovi in un altro sondaggio o se no chiedimi pure (ovviamente sono solo mie esperienze)

1) Yama - comandamenti morali
2) Niyama - autopurificazione
3) Asana - posizioni
4) Pranayama - controllo del respiro
5) Pratyahara - emancipazione della mente
6) Dharana - concentrazione
7) Dhyana - meditazione
8) Samadhi - stato di coscienza superiore (unione con Paramatma)


Alcuni altri tipi di Yoga classico
Bhakti Yoga (questa unione si ottiene attraverso l'amore e la devozione)
Jnana Yoga (questa unione si ottiene attraverso lo studio e la conoscenza)
Karma Yoga (questa unione si ottiene attraverso l'azione positiva disinteressata per gli altri )
Dhyana Yoga (Yoga della meditazione)
Mantra Yoga (Yoga delle formule o mantra)
Raja Yoga (Y. regale): conosciuto anche come Ashtanga Yoga
ecc ecc ecc
(di cui ti parlavo sopra)
Ci sono libri e testi ma molti sono un po' difficili per cominciare quindi non mi sento di consigliarteli ....quello che ti consiglio è di provare a praticare cercando un centro yoga ...e sperimentere su te stesso cosa senti....se alla fine ti senti meglio ..sei su un buon percorso..se no prova un'altra strada..un altro maestro...ma il fatto che tu sia alla ricerca è una cosa bellissima ...vedrai
un caro saluto

leam1977
sudra
sudra
Messaggi: 7
Iscritto il: 2 gennaio 2006, 20:58

Grazie1000!

Messaggioda leam1977 » 4 gennaio 2006, 21:00

Anto..Grazie per avermi risposto.
Io pratico Yoga da circa un mese ma solo ora ho scoperto,documentandomi su internet,che esistono varie forme.
Elenco brevemente quello che sto praticando:
- asana
- respirazioni yogiche
- yoga nidra
La mia scuola fà riferimento agli insegnamenti di Swami Satyananda Saraswati.
Ma non ho capito (ma chiedero'!!!)a quale tipologia di Yoga appartiene...
Ho un libro (Imparo lo Yoga du Andre' Van Lysebeth)scritto benissimo ma con pochi riferimenti a tutte quelle info che sento ruotare intorno allo Yoga (pranayama,chakra,tantra,....,etc).
So' che questo libro e' una guida per Hatha Yoga!
Oggi ho aquistato un'altro libro (La visone dello yoga di Swami Satyananda Saraswati).
Quelo che vorrei fare e':
- capite meglio il mondo yoga (Vorrei leggere libri che documentano e riportano la filosofia)
- scegliere la tecnica a me piu' adatta
- praticarla e in parallelo comprare libri singoli per i vari argomenti.
Vorrei puntare soprattuto su uno Yoga che mi porti calma/serenità a livello interiore...
Mi puoi consigliare un libro che descrive in modo generale quello che ruota intorno allo Yoga?
Non voglio entrare in dettaglio nelle asana,nelle tencniche di respirazione ma capire ESCLUSIVAMENTE il mondo Yoga!!!
Poi mi concentraro in dettaglio sulle varie tecniche...
Ricapitolando,ecco quelol che vorrei chiederti...
-libro generico che racchiude quanto piu' possibile il mondo yoga con tutto quello che gira intorno)
-parere sulla tecnica yoga che sto frequentando
GRAZIe1000!!!

Avatar utente
anto
sudra
sudra
Messaggi: 23
Iscritto il: 4 ottobre 2005, 11:27

caro leam

Messaggioda anto » 5 gennaio 2006, 12:26

magari se vuoi puoi dirmi anche il tuo nome....mi fa molto piacere che sei cosi entusiasto di apprendere il più possibile sullo yoga..ed è molto difficile risponderti. Conosco non personalmente Swami Satyananda e so che è discepolo di Swami Sivananda ma quel che so è perchè ho letto la vita di alcuni swami e quindi hai fatto benissimo a prendere il suo libro..il discorso dello yoga diventa più difficile quando si passa dalla teoria alla pratica: voglio dire l'elenco che ti ho fatto prima è un'elenco di tipi di yoga ..poi ogni persona studia e applica ciò che sente proprio e sceglie la direzione della propria vita....di solito gli Swami e non solo anche le persone normali..fanno karma yoga ossia lavoro disinteressato per gli altri...è troppo vasto l'argomento ...quello che tu stai imparando va benissimo asana pranayama nidra ed è quello che insegno anche io all'inizio...e vedrai che poi piano piano tutto e anche la tua vita prenderà un percorso diverso e imparerai sempre cose nuove....io di solito consiglio il libro di Carlo Patrian perchè spiega in modo semplice diverse cose ..e per me è utile...e poi vedrai troverai da solo altri testi ...che saranno il tuo percorso individuale.....
....leggi e studia ..tutto ciò che ti incuriosisce anche se a volte magari non si comprende subito....ma sopratutto cerca di sentire ...io la chiamo energia...e dico pensa a una sensazione bella che hai avuto ...o ad un paesaggio bellissimo che ti ha incantato e hai sentito tanto benessere ..bellezza e amore...ti sentivi parte del cosmo ...tutt'uno ....ecco questo per me è lo yoga
qualsiasi altra domanda se posso esserti utile sono qui
buona giornata

Avatar utente
cico
moderatore
Messaggi: 1238
Iscritto il: 28 ottobre 2004, 14:03
Località: Torino

Re: Grazie1000!

Messaggioda cico » 5 gennaio 2006, 14:16

leam1977 ha scritto:Elenco brevemente quello che sto praticando:
- asana
- respirazioni yogiche
- yoga nidra
La mia scuola fà riferimento agli insegnamenti di Swami Satyananda Saraswati.
Ma non ho capito (ma chiedero'!!!)a quale tipologia di Yoga appartiene...


Ciao,
Quello che stai praticando (per quanto riporti) va bene ; il metodo Satyananda è uno yoga di sintesi, o integrale, che riunisce cioè le varie pratiche appartenenti alle differenti branche dello yoga in un unico sistema di pratiche, utilizzando soprattutto quelle che maggiormente si adattano alla vita dell'uomo moderno.
Ciaociao cico :)
"Nobody wins unless everybody wins!" - B. Springsteen

leam1977
sudra
sudra
Messaggi: 7
Iscritto il: 2 gennaio 2006, 20:58

Grazie

Messaggioda leam1977 » 6 gennaio 2006, 21:14

Vorrei iniziare questo mess con un grazie.Grazie a tutti quelli che mi hanno risp e mi risponderanno!!!
Se ho ben capito,lasciando da parte i nomi delle varie tecniche yoga,praticando:
- le asana
- le respirazioni pranayama
- yoga nidra
- meditazioni (pratyahra,dharana e dyana)
ho:
-raggiungimento dell'equilibrio psico-fisico, di una maggiore consapevolezza dei nostri processi vitali, fisiologici e, più in generale, del nostro corpo in ogni sua parte.
-lavorare sul mentale per conoscerlo, modificarlo, purificarlo.
Nella yoga che esegiuo pero' non riesco a collocare le attività di:
- yama e nyama
E' possibile?
queste attività in cosa consistono?
Grazie per la disponibilità.
Roberto
Potreste segnarlami libri inerenti a le asana,le respirazioni pranayama,yoga nidra e meditazioni pratyahra,dharana e dyana
???
Ciao di nuovo

Ospite

Re: Grazie

Messaggioda Ospite » 8 gennaio 2006, 1:51

Vorrei iniziare questo mess con un grazie.Grazie a tutti quelli che mi hanno risp e mi risponderanno!!!
Se ho ben capito,lasciando da parte i nomi delle varie tecniche yoga,praticando:
- le asana
- le respirazioni pranayama
- yoga nidra
- meditazioni (pratyahra,dharana e dyana)
ho:
-raggiungimento dell'equilibrio psico-fisico, di una maggiore consapevolezza dei nostri processi vitali, fisiologici e, più in generale, del nostro corpo in ogni sua parte.
-lavorare sul mentale per conoscerlo, modificarlo, purificarlo.
Nella yoga che esegiuo pero' non riesco a collocare le attività di:
- yama e nyama
E' possibile?
queste attività in cosa consistono?


Gli Yoga Sutra sono considerati il testo di riferimento del Raja Yoga, che si occupa dei processi mentali e (stando a Satyananda ) comprende le tecniche degli altri Yoga avanzati Laya, Kriya e Kundalini Yoga... Questo nella classificazione dello Yoga da un punto di vista delle scuole induiste.
In tale testo, vengono indicati otto passi di cui i primi due sono yama e niyama.

Lavorare direttamente su Yama e Niyama, per ammissione dello stesso Satyananda (vedi introduzione del libro "four chapters on freedom", il suo commento ed interpretazione agli Yoga Sutra) non è consigliabile per le persone comuni, nelle quali mi includo ed includo tutte le persone che conosco.
Yama consiste nelle norme da osservare della condotta inter-personale (non nuocere (neanche a sé stessi:-) ) , dire la verità (o tacere), etc.... ) , Niyama invece dà le regole di condotta con sé stessi ( coltivare uno stato di soddisfazione, di pulizia, etc). Alcuni Yama o Niyama sono ardui.

Lo hathayoga prescinde da yama e niyama, o meglio li riduce all'essenziale necessario per la pratica delle asana e del pranayama, mudra e bandha. ( alimentazione moderata, e niente strapazzi, in sostanza).
Il pratyahara è lo stato che viene naturale dopo l'esecuzione degli esercizi di pranayama, che a loro volta sono facilitati da un'asana meditativa stabile.
La scuola di Satyananda propone l'ottimo:

asana, pranayama, mudra, bandha, ed.Satyananda Ashram

ed un piccolo libro, esclusivamente dedicato a Yoga Nidra:

Yoga Nidra, Ed. Satyananda Ashram

Van Lysebeth,
insegnante occidentale, propone(va) invece:
Io imparo lo Yoga, edito da Mursia, di stile più occidentale e pieno di riferimenti anatomici e fisiologici
Io perferziono lo Yoga .""
Pranayama, la dinamica del Respiro...
Per iniziare basta il primo.

Per avere un repertorio veramente grande di asana, si può fare riferimento anche al testo di Iyengar, edito da Mediteraneee.
Iyengar è stato il primo insegnante che ha esplicitamente fatto uso di ausili esterni per il raggiungimento di alcune posizioni.

All'inizio un maestro d'esperienza è desiderabile per non fare errrori stupidi, quando non si sente ancora completamente il proprio corpo.

Michelangelo

Avatar utente
cico
moderatore
Messaggi: 1238
Iscritto il: 28 ottobre 2004, 14:03
Località: Torino

Re: Grazie

Messaggioda cico » 8 gennaio 2006, 16:31

leam1977 ha scritto:- yoga nidra
- meditazioni (pratyahra,dharana e dyana)

Ciao di nuovo


Ciao,
Lo yoga nidra è una pratica che serve per portare la mente in una condizione di rilassamento in cui vi è il ritiro della consapevolezza verso l'interno e la eliminazione degli stimoli provenienti dagli organi di senso; questa condizione corrisponde a ciò che si definisce come pratyahara. Però durante la medesima pratica può anche capitare che la mente entri in una condizione di rilassamento più profonda, magari meditativa o anche, in rari casi, di estasi.
Pratyahara, dharana, dhyana e samadhi sono condizioni della mente, che possono in certi casi essere raggiunte anche solo facendo un'asana; dipende dal livello di consapevolezza del praticante. Poi esistono ovviamente delle tecniche (yoga nidra è una di queste) che aiutano a portare la mente in tali condizioni.
Ciaociao cico :)
"Nobody wins unless everybody wins!" - B. Springsteen

samu
vaisya
vaisya
Messaggi: 59
Iscritto il: 30 dicembre 2005, 20:23

Messaggioda samu » 8 gennaio 2006, 22:35

Cico ha scritto che :
Pratyahara, dharana, dhyana e samadhi sono condizioni della mente, che possono in certi casi essere raggiunte anche solo facendo un'asana; dipende dal livello di consapevolezza del praticante. Poi esistono ovviamente delle tecniche (yoga nidra è una di queste) che aiutano a portare la mente in tali condizioni.
Ciaociao cico


Questa mi sembra un po .........GROSSA!!!!!!!!! :lol:

Avatar utente
cico
moderatore
Messaggi: 1238
Iscritto il: 28 ottobre 2004, 14:03
Località: Torino

Messaggioda cico » 8 gennaio 2006, 23:09

samu ha scritto:Questa mi sembra un po .........GROSSA!!!!!!!!! :lol:


Ciao,
A me non sembra proprio...
Una persona con un livello di consapevolezza elevato può benissimo entrare in condizioni meditative anche solo facendo yoga nidra; peraltro le condizioni mentali di cui parlavo sopra sono sperimentabili anche in condizioni "normali", cioè senza prendere una particolare posizione meditativa; i santi praticamente sono in continuazione in tali condizioni mentali elevate, qualsiasi cosa facciano.
Ciaociao cico :)
"Nobody wins unless everybody wins!" - B. Springsteen

samu
vaisya
vaisya
Messaggi: 59
Iscritto il: 30 dicembre 2005, 20:23

Messaggioda samu » 8 gennaio 2006, 23:19

Se la mettiamo cosi allora hai ragione, i santi possono entrare in samadhi anche senza alcuna tecnica........
ma mi sembrava che tu non ti eri rivolto ad un santo, ma a noi del forum :lol:
Comunque ok, ciao

ps.

Comunque definire il samadhi una condizione della mente mi sembra un tantino limitato.

Avatar utente
cico
moderatore
Messaggi: 1238
Iscritto il: 28 ottobre 2004, 14:03
Località: Torino

Messaggioda cico » 8 gennaio 2006, 23:34

samu ha scritto:Se la mettiamo cosi allora hai ragione, i santi possono entrare in samadhi anche senza alcuna tecnica........
ma mi sembrava che tu non ti eri rivolto ad un santo, ma a noi del forum :lol:
Comunque ok, ciao

ps.

Comunque definire il samadhi una condizione della mente mi sembra un tantino limitato.


Ciao,
Non capisco cosa c'entri a chi mi rivolgevo... :roll: non credo si debba essere santi per afferrare il concetto! :wink:
Il samadhi è una condizione della mente, a cui ovviamente corrispondono anche altre condizioni energetiche, fisiche etc etc del nostro essere.
Chiaramente.
Ciaociao cico :)
"Nobody wins unless everybody wins!" - B. Springsteen

samu
vaisya
vaisya
Messaggi: 59
Iscritto il: 30 dicembre 2005, 20:23

Messaggioda samu » 8 gennaio 2006, 23:43

Forse è abbastanza scarsa come descrizione , ma capisco che non sia cosi facile dare una interpretazione di uno stato cosi elevato di coscenza, in cui uno si sente una sola cosa con l'universo e con chi l'ha espresso a tal punto da sentirsi parte totalmente dell'amore infinito di DIO e partecipare quindi della conoscenza vera in modo inequivocabile e che non è neanche immaginabile,a chi appunto non l'ha mai provato.
Ciao Cico :lol:

Avatar utente
cico
moderatore
Messaggi: 1238
Iscritto il: 28 ottobre 2004, 14:03
Località: Torino

Messaggioda cico » 9 gennaio 2006, 0:06

samu ha scritto:Forse è abbastanza scarsa come descrizione , ma capisco che non sia cosi facile dare una interpretazione di uno stato cosi elevato di coscenza, in cui uno si sente una sola cosa con l'universo e con chi l'ha espresso a tal punto da sentirsi parte totalmente dell'amore infinito di DIO e partecipare quindi della conoscenza vera in modo inequivocabile e che non è neanche immaginabile,a chi appunto non l'ha mai provato.
Ciao Cico :lol:


Ciao samu,
Gentilissimo... assomigli stranamente a qualcun altro presente da un po' sul forum... mah... mi perplimi...
Spero per te che ti riesca di sperimentare stati così sublimi; a me basta avere un livello di consapevolezza sufficientemente elevato per capire da chi devo stare alla larga.
Quindi... considerati plonkato!
Ciaociao cico :)
"Nobody wins unless everybody wins!" - B. Springsteen

samu
vaisya
vaisya
Messaggi: 59
Iscritto il: 30 dicembre 2005, 20:23

Messaggioda samu » 9 gennaio 2006, 0:12

Non ho capito un accidente di quello che hai detto,
e neanche quello che centra con la discussione,
sei per caso arrabbiato?
Guarda che sfortunatamente per me neanche io ho mai sperimentato il samadhi........MAGARI!!!!!!!
Ho detto solo che la tua descrizione mi sembrava superficiale, almeno per quanto ne ho sempre letto e sentito dire,
ma se questo ti innervosisce la pianto subito,
mica vorremo litigare per un samadhi...... :cry:
Ciao


Torna a “Avvicinarsi allo Yoga”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Exabot [Bot] e 2 ospiti