Pro Forum yoga.it

commenti sul sito, netiquette, iniziative dei membri
R9+
brahmana
brahmana
Messaggi: 1354
Iscritto il: 7 marzo 2006, 22:52
Località: ovunque ci sia mare e amore

Messaggioda R9+ » 29 aprile 2012, 14:30

Sono daccordo, ma non confondere questo con l'avere una mente cosi piccola da non vedere oltre al tavolo dove mangi!

AT
brahmana
brahmana
Messaggi: 2509
Iscritto il: 28 marzo 2005, 19:38

Messaggioda AT » 29 aprile 2012, 21:19

Uno dei temi sui quali rifletto di più in questo periodo, è la complementarietà tra amore universale e amore personalizzato, o anche tra preghiera universale e preghiera personalizzata. Per cui ho risposto a questo post, perché trovavo le osservazioni di R9+ non in sintonia con quello che penso. La Tradizione Cattolica ha una notevole esperienza in fatto di preghiera, e spesso in tale tradizione si prega per tutta l'umanità: sono organizzate preghiere per la pace, per la giustizia sociale, per le più varie esigenze sociali. E questo avviene nei monasteri, nelle chiese, nelle organizzazioni. Non credo che si possa dire che la Chiesa Cattolica sia incline all'individualismo. Eppure, contemporaneamente a tale preghiera universale, vengono ampiamente incoraggiate e praticate anche preghiere più individuali e personalizzate: si incoraggia a confidare a Dio le proprie inquietudini personali, a chiedere aiuto per i propri progetti, a chiedere illuminazione su dubbi e angosce. Per sé stessi, ma anche per le persone che ci stanno vicino. C'è poi tutto l'interessante fenomeno della comunione e venerazione dei Santi, fenomeno che rimanda ancora ad una personalizzazione della preghiera, se si vedono i Santi come segnali sulla via di Dio, come testimonianze viventi capaci di stabilire connessioni personalizzate con il Sacro. Di cosa si tratta? Si tratta di "mentalità ristretta"? Di "egoismo"? Procediamo con calma. Innanzitutto, si può vedere che Gesù, stando ai Vangeli, non solo non disdegnava, ma incoraggiava e premiava la preghiera personalizzata: Cito solo due esempi:


Dal Vangelo secondo Luca 18,35-43
Mentre Gesù si avvicinava a Gerico, un cieco era seduto a mendicare lungo la strada. Sentendo passare la gente, domandò che cosa accadesse. Gli risposero: “Passa Gesù il Nazareno!”
Allora incominciò a gridare: “Gesù, figlio di Davide, abbi pietà di me!”. Quelli che camminavano avanti lo sgridavano, perché tacesse; ma lui continuava ancora più forte: “Figlio di Davide, abbi pietà di me!”
Gesù allora si fermò e ordinò che glielo conducessero. Quando gli fu vicino, gli domandò: “Che vuoi che io faccia per te?”
Egli rispose: “Signore, che io riabbia la vista”.
E Gesù gli disse: “Abbi di nuovo la vista! La tua fede ti ha salvato”.
Subito ci vide di nuovo e cominciò a seguirlo lodando Dio. E tutto il popolo, alla vista di ciò, diede lode a Dio.



Dal Vangelo secondo Giovanni:
Entrato in Cafàrnao, gli venne incontro un centurione che lo scongiurava: "Signore, il mio servo giace in casa paralizzato e soffre terribilmente". Gesù gli rispose: "Io verrò e lo curerò". Ma il centurione riprese: "Signore, io non son degno che tu entri sotto il mio tetto, di' soltanto una parola e il mio servo sarà guarito. Perché anch'io, che sono un subalterno, ho soldati sotto di me e dico a uno: Fa' questo, ed egli lo fa". All'udire ciò, Gesù ne fu ammirato e disse a quelli che lo seguivano: "In verità vi dico, presso nessuno in Israele ho trovato una fede così grande. Ora vi dico che molti verranno dall'oriente e dall'occidente e siederanno a mensa con Abramo, Isacco e Giacobbe nel regno dei cieli, mentre i figli del regno saranno cacciati fuori nelle tenebre, ove sarà pianto e stridore di denti". E Gesù disse al centurione: "Va', e sia fatto secondo la tua fede". In quell'istante il servo guarì.


Io credo che un argomento così importante e profondo meriti un'attenzione meno grossolana di quella che R9+ mostra quando parla di "produttività della preghiera", quasi che si trattasse di una concezione meccanica e quantitativa, per "produrre" una qualche utilità collettiva. La responsabilità nei confronti del collettivo è un valore, e l'individualismo non è una tendenza positiva. Ma anche l'eccesso opposto, l'annullamento dell'individuo in qualche collettivo, ha secondo me conseguenze e significato profondamente negativi. Nella Tradizione Cristiana, il rapporto con Dio è un rapporto altamente personalizzato, e pregare serve a creare connessioni tra il Sacro e il Divino e la realtà esistenziale di ognuno, realtà fatta anche di esperienze concrete, qualitative, individuali, uniche e irripetibili. In altre parole, pregando in modo personalizzato, si connette il sacro con la propria realtà esistenziale individuale, e con la propria capacità di progettare la vita non solo in quanto membri di un qualsiasi collettivo, ma anche autonomamente e individualmente. Ora, in un mondo che da sempre è dominato da collettivi che tendenzialmente sono piuttosto stupidi, tale capacità di progettualità individuale autonoma non solo non è egoistica, non solo è un diritto sacrosanto, ma è anche una risorsa preziosissima per tutti. R9+ dice che siamo tutti nella stessa barca, ed in parte è vero. Ma esiste però una distinzione, una differenza tra la volontà di R9+ e la mia, tra la sua responsabilità e la mia, e tra il suo destino ed il mio.L'amore universale, l'amore per ogni essere, non deve condurre ad un amore senza qualità e senza differenze, in cui non c'è più né la sensibilità né l'intelligenza per riconoscere amici e nemici, affinità, solidarietà personalizzate. Un individuo incapace di pregare, progettare, sognare, realizzare in modo personale e individuale, anche contro le tendenze generali espresse dal collettivo (quello che a volte produce la devianza positiva) è un individuo che ha perduto una delle sue potenzialità più interessanti.

R9+
brahmana
brahmana
Messaggi: 1354
Iscritto il: 7 marzo 2006, 22:52
Località: ovunque ci sia mare e amore

Messaggioda R9+ » 30 aprile 2012, 9:42

AT.....è praticamente impossibile che tu sia in sintonia con quello che dico!
Io non ho schemi e sono sganciato da qualsiasi tipo di condizionamento religioso o culturale.....percui tutto il tuo complicato modo di ragionare e intellettualizzare anche la piu semplice cosa non fa parte di me!
Ho una mente semplice tutto sommato, una preghiera cos'è? Dalla parola stessa, è una richiesta che viene rivolta alla Coscienza che governa l'universo e di cui tutti noi facciamo parte, anche se purtroppo ci sentiamo separati da Essa. Quello che dà forza a questa preghiera è la capacità di credere nel potere realizzatore della nostra intenzione, in quanto siamo esseri collegati alla Coscienza Universale che noi chiamiamo Dio........altrimenti rimangono chiacchiere.
Chi puo pregare con questa consapevolezza sperimenta il potere realizzatore della preghiera, e realizzato questo, si rende conto facilmente che nelle cose grandi sono contenute anche le piccole........ma non il contrario!
Percui, pregare per tutta la terra e per tutta l'umanità, significa pregare anche per Paolino, Filippo, Gaetano, etc etc.....
poi è ovvio che la preghiera possa essere concentrata per scopi ben precisi e mirati, all'occorrenza.
Ma stai tranquillo, la maggior parte delle persone può pregare come vuole che tanto il risultato sarà il medesimo...cioè molto scarso, percui inutile discutere su cosa sia meglio fare......se non c'è il tipo di assetto giusto, rimangono solo parole senza nessuna forza realizzatrice......e questo ognuno lo può vedere nel proprio piccolo, non ci vuole molto!
Ognuno può vedere da se, quanto potere realizzatore abbia la propria parola!

Yogavira
brahmana
brahmana
Messaggi: 1229
Iscritto il: 23 settembre 2006, 21:47

Messaggioda Yogavira » 30 aprile 2012, 11:30

R9+ si possono fare entrambe le due cose : pregare per il mondo intero e pregare per i cari. Le due cose non si escludono.

Quello che dice AT - e io sono vicino a questo pensiero - è che non si può trattare Dio, l'Essere Supremo, l'Altissimo, come il salumiere sotto casa : dammi un etto di prosciutto e io ti do 2 euro ....ovvero io prego per mezz'ora e tu mi dai questa cosa...do ut des...
La preghiera cristiana non è solo una richiesta (come tante volte superficialmente la gente pensa che sia), ma anche un dialogo tra due persone, una contemplazione, una meditazione (ma non in senso orientale, almeno in alcuni casi), un rapporto a due sincero e trasparente, vero, fiducioso.
Evvero poi che la preghiera 'serve' più a chi prega, che non al Signore : il Signore lo sa bene ciò di cui ciascuno di noi ha più bisogno ! Anche io lo so cosa piace mangiare alle mie figlie ma non per questo non devo accontentare altre loro richieste, o chiedere cosa vogliono o ascoltare i loro desideri e pensieri e riflessioni.....o stare semplicemente insieme e godersi la compagnia.

http://www.vatican.va/archive/ITA0014/__P9A.HTM

In sintesi la preghiera può essere di : benedizione, domanda, intercessione, azione di grazie e lode...e molto altro.
Immagine mitico ! Immagine

R9+
brahmana
brahmana
Messaggi: 1354
Iscritto il: 7 marzo 2006, 22:52
Località: ovunque ci sia mare e amore

Messaggioda R9+ » 30 aprile 2012, 13:31

Grazie!

Però quello che hai scritto sopra è roba che è nella tua testa, io finora ho tentato di spiegare ben altro!
Ci tengo a precisare che la tua risposta è una tua interpretazione ......io ho scritto altro! E mi dispiace che non sia stato nemmeno lontanamente sfiorato un minimo di comprensione!

Yogavira
brahmana
brahmana
Messaggi: 1229
Iscritto il: 23 settembre 2006, 21:47

Messaggioda Yogavira » 30 aprile 2012, 14:11

Io ho capito benissimo quello che hai scritto : ribadisco, si può pregare per il mondo intero e per i propri cari, tutto quì.
Le due cose non si escludono.

...e non ti mettere sempre 'in cattedra', o sulle difensive, sappi anche tu leggere, con distacco, ciò che si scrive :wink: ....
Immagine mitico ! Immagine

R9+
brahmana
brahmana
Messaggi: 1354
Iscritto il: 7 marzo 2006, 22:52
Località: ovunque ci sia mare e amore

Messaggioda R9+ » 30 aprile 2012, 18:20

Sto ridendo...sinceramente divertito.....

Avatar utente
Sirah
vaisya
vaisya
Messaggi: 100
Iscritto il: 22 marzo 2012, 12:29

Messaggioda Sirah » 1 maggio 2012, 10:06

R9+ ha scritto:Sto ridendo...sinceramente divertito.....

Ecco. Meglio così.E allora sorridiamo insieme...:D
Vivere pienamente, verso l'esterno come verso l'interno, non sacrificare nulla della realtà esterna a beneficio di quella interna, e viceversa: considera tutto ciò come un bel compito per te stessa.

AT
brahmana
brahmana
Messaggi: 2509
Iscritto il: 28 marzo 2005, 19:38

Messaggioda AT » 1 maggio 2012, 16:36

In sintesi, la mia critica a quanto diceva R9+ è che non si può ragionare come se l'umanità fosse un rigido blocco unico, senza differenziazioni di stato coscienziale, motivazioni, qualificazioni, condizioni esistenziali, esigenze, affinità, progettualità e che accanto ad una preghiera rivolta a tutta l'umanità trova giustamente posto una preghiera personalizzata a seconda di tali differenze individuali. Lo scopo di tale preghiera è connettere il Sacro con la concreta realtà esistenziale di ognuno, valorizzando le differenze e la progettualità individuale. E che tali differenze non rappresentano una forma di egoismo, ma una ricchezza enorme avente anche un significato profondo in relazione con la struttura stessa della realtà.

ckstars
brahmana
brahmana
Messaggi: 1209
Iscritto il: 6 settembre 2005, 19:14
Contatta:

Messaggioda ckstars » 3 maggio 2012, 11:07

Se vi e' possibile pregate per me, ve lo chiedo col cuore .... x R9+: se il tuo canale di comunicazione con la Coscienza Universale e' cosi' ampio allora Ti chiedo di pregare per l' Universo sofferente e per la mia sofferenza.
Un abbraccio, Cks

yoga.san
ksatriya
ksatriya
Messaggi: 416
Iscritto il: 13 febbraio 2009, 13:05

Messaggioda yoga.san » 3 maggio 2012, 11:16

ckstars ha scritto:Se vi e' possibile pregate per me, ve lo chiedo col cuore .... x R9+: se il tuo canale di comunicazione con la Coscienza Universale e' cosi' ampio allora Ti chiedo di pregare per l' Universo sofferente e per la mia sofferenza.
Un abbraccio, Cks


da cuore a cuore...
con un abbraccio forte.
S.

Helvetia
ksatriya
ksatriya
Messaggi: 229
Iscritto il: 15 maggio 2010, 22:01

Messaggioda Helvetia » 3 maggio 2012, 12:08

ckstars ha scritto:Se vi e' possibile pregate per me, ve lo chiedo col cuore .... x R9+: se il tuo canale di comunicazione con la Coscienza Universale e' cosi' ampio allora Ti chiedo di pregare per l' Universo sofferente e per la mia sofferenza.
Un abbraccio, Cks


Preghero' per te
ti abbraccio forte

Avatar utente
jasmin
moderatore
Messaggi: 1394
Iscritto il: 25 aprile 2010, 15:19
Località: Catania

Messaggioda jasmin » 3 maggio 2012, 14:10

ckstars ha scritto:Se vi e' possibile pregate per me, ve lo chiedo col cuore .... x R9+: se il tuo canale di comunicazione con la Coscienza Universale e' cosi' ampio allora Ti chiedo di pregare per l' Universo sofferente e per la mia sofferenza.
Un abbraccio, Cks


pregherò per te ck, qualsiasi cosa tu stia passando spero con tutto il cuore che si risolva nel migliore dei modi, abbi sempre fede, il Signore è con te in ogni attimo della tua vita, un abbraccio speciale, j.

Avatar utente
albachiara
brahmana
brahmana
Messaggi: 661
Iscritto il: 18 dicembre 2010, 17:19

Messaggioda albachiara » 3 maggio 2012, 19:25

sarai il mpensiero più importante nelle mie preghiere.

tashi delek

ckstars
brahmana
brahmana
Messaggi: 1209
Iscritto il: 6 settembre 2005, 19:14
Contatta:

Messaggioda ckstars » 4 maggio 2012, 11:36

grazie per la vostra presenza nella mia vita
un abbraccio, Cks


Torna a “Proposte e suggerimenti”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti