Crisi da yoga

commenti sul sito, netiquette, iniziative dei membri
Avatar utente
gb
brahmana
brahmana
Messaggi: 4293
Iscritto il: 26 aprile 2005, 17:49

Re: Ai brahamani increduli

Messaggioda gb » 16 aprile 2012, 18:15

canefilip ha scritto: Accetto il consiglio di cambiare palestra. Non accetto quello di istruirmi. Un caro saluto a tutti voi che avete condiviso con me l'interessante esperienza dello yoga.


Liberissima di fare quello che vuoi, sei consapevole però che se non "accetti di istruirti" (inteso mi sembra come leggere gli Yoga Sutra di Patanjali, l'Hatha Yoga Pradipika, Gheranda Samita etc. o anche testi di altri autori yoga) sei come un cattolico che non ha mai letto e che si rifiuta di leggere i Vangeli, o un agnostico scientista che non ha mai letto e si rifiuta di leggere nessun libro di Scienza?
“Negli alberi, nel vento, nell’acqua perenne,
nella terra, nella luce, nella roccia inflessibile”
Giovanni Vannucci

yoga.san
ksatriya
ksatriya
Messaggi: 416
Iscritto il: 13 febbraio 2009, 13:05

gigi e mariella

Messaggioda yoga.san » 16 aprile 2012, 18:42

me li ricordo, gigi e mariella, coppia inossidabile.
presenti fin dalla notte dei tempi alle lezioni di yoga.
implacabili, due volte alla settimana niente di meno niente di più.
mai incontrati, per strada, al di fuori dalla palestra: al suono della campanella (astrale) veloci veloci dallo spogliatoio alla loro uno (o era una punto?) verde speranza... poi via verso chissà dove.
gentilissimi, ascoltavano anche, con gentilezza, ogni "svisata" dell'insegnante che sbandava misticamente al di fuori dal binario tecnico-fisico dell'asana.
non credo abbiano mai dato credito, in più di vent'anni, a una briciola di insegnamento che non si limitasse al lato ginnastico.
eppure non ho mai sentito che si lamentassero delle svisate onirico-astrali.
pazienti e gentili.
Ricordo i feroci mal di schiena di lui e che tutti e due all'inizio dei tempi faticavano perfino a toccarsi gli alluci con la punta delle dita, da seduti.
eppure insistevano, con costanza.
Li ho rivisti, non da molto, che uscivano dalla vecchia palestra. Sempre con passo veloce verso l'auto.
So che ancora, con immutata gentilezza, non danno alcun credito all'acchiappo di farfalle yogiche :D
So anche (gossip) che lui non soffre più di mal di schiena, e immagino che, nella pinza, entrambi riescano ad infilare il naso fra le caviglie.
Io che sono un acchiappafarfalle, la sera che li ho reincontrati ho avuto la netta impressione che fossero molto, molto luminosi. Il sorriso e gli occhi, nel saluto, brillavano.
ognuno ha la sua via.
prima o poi ognuno arriva...
dove?
non lo so, ma arriva :D

Avatar utente
albachiara
brahmana
brahmana
Messaggi: 661
Iscritto il: 18 dicembre 2010, 17:19

Messaggioda albachiara » 16 aprile 2012, 18:54

che bella cosa hai scritto :D
grazie.


tashi delek

Avatar utente
Onkar Singh
ksatriya
ksatriya
Messaggi: 235
Iscritto il: 3 dicembre 2008, 22:10
Località: Roma
Contatta:

Messaggioda Onkar Singh » 17 aprile 2012, 0:22

Sacre parole le tue, yoga.san .

Il caso è chiuso.
Onkar Singh Roberto
Yoga Sat Nam - Roma

padme
ksatriya
ksatriya
Messaggi: 434
Iscritto il: 26 gennaio 2006, 11:53

Messaggioda padme » 17 aprile 2012, 9:51

lo Yoga è una via incredibile, ha una saggezza intrinseca trasformativa dell'individuo.
Agisce anche se non pratichi con chissà quale consapevolezza.
Anche se non leggi Yoga Sutra e non sai cosa siano i chackra.
E' questa la grandezza dello Yoga.

Poi, magari, scatta il desiderio di Conoscenza, ma lo Yoga basta anche da solo. Persino con un insegnante non eccezionale. Persino se lo si pratica credendo di fare della ginnastica.

Come la coppietta descritta qui sopra, dagli occhi più luminosi, che pure forse continua a credere di fare della ginnastica.

Avatar utente
Sirah
vaisya
vaisya
Messaggi: 100
Iscritto il: 22 marzo 2012, 12:29

Messaggioda Sirah » 17 aprile 2012, 10:50

...
Ultima modifica di Sirah il 18 aprile 2012, 14:56, modificato 1 volta in totale.
Vivere pienamente, verso l'esterno come verso l'interno, non sacrificare nulla della realtà esterna a beneficio di quella interna, e viceversa: considera tutto ciò come un bel compito per te stessa.

Avatar utente
jasmin
moderatore
Messaggi: 1394
Iscritto il: 25 aprile 2010, 15:19
Località: Catania

Messaggioda jasmin » 17 aprile 2012, 12:16

ma io ho qualche dubbio, nel senso che secondo me eseguire asana senza approfondire il pranayama, senza lo studio e la ripetizione dei mantra, senza il desiderio di approfondire con lo studio, non è praticare yoga è fare ginnastica, che intendiamoci può fare anche del bene, ma ripeto non è yoga. Ovviamente è solo la mia opinione e può non essere condivisa.

Avatar utente
fabio
moderatore
Messaggi: 3075
Iscritto il: 24 marzo 2006, 11:35

Messaggioda fabio » 17 aprile 2012, 12:25

jasmin ha scritto:ma io ho qualche dubbio, nel senso che secondo me eseguire asana senza approfondire il pranayama, senza lo studio e la ripetizione dei mantra, senza il desiderio di approfondire con lo studio, non è praticare yoga è fare ginnastica, che intendiamoci può fare anche del bene, ma ripeto non è yoga. Ovviamente è solo la mia opinione e può non essere condivisa.


Io sono d'accordo con quel che dici perchè è anche il mio approccio personale.
Rimane che è insondabile, all'esterno, ciò che accade all'interno del singolo praticante.
Oltre che non essere interessante (sapere cosa accade all'interno di Tizio e Caio) potrebbe anche essere inutile ai fini della propria pratica.
IL GRANDE CONTROLLORE

Yogavira
brahmana
brahmana
Messaggi: 1229
Iscritto il: 23 settembre 2006, 21:47

Messaggioda Yogavira » 17 aprile 2012, 13:42

jasmin ha scritto:ma io ho qualche dubbio, nel senso che secondo me eseguire asana senza approfondire il pranayama, senza lo studio e la ripetizione dei mantra, senza il desiderio di approfondire con lo studio, non è praticare yoga è fare ginnastica, che intendiamoci può fare anche del bene, ma ripeto non è yoga. Ovviamente è solo la mia opinione e può non essere condivisa.


Io sono d'accordo
Immagine mitico ! Immagine

padme
ksatriya
ksatriya
Messaggi: 434
Iscritto il: 26 gennaio 2006, 11:53

Messaggioda padme » 17 aprile 2012, 16:41

Io naturalmente sottintendo che lo yoga praticato includa quanto sopra (pranayama, pratiche di purificazione, bandha, mudra, ecc.) .
Intendevo riferirmi a un insegnante di livello magari non eccelso, ma pur sempre un insegnante di Yoga, non un insegnante di ginnastica dolce.
Sarà la pratica - ovvio che se non si pratica non si hanno effetti - a produrre un cambiamento e nuove esigenze come, magari, lo studio dei testi e l'approfondimento teorico.
Quello secondo me può esserci o non esserci, e per ognuno esserci in un momento differente del percorso.
Ma l'importante è praticare.

Le posizioni stesse dello Yoga sono dei simboli, se il corpo le assume con un minimo di consapevolezza, agiscono e producono i propri effetti.

Avatar utente
Loto
vaisya
vaisya
Messaggi: 96
Iscritto il: 26 agosto 2010, 13:50
Località: Rognes, Francia

Messaggioda Loto » 17 aprile 2012, 19:23

Decisamente ci si può avvicinare allo Yoga con attitudini e desideri completamente diversi a seconda delle persone e del momento.
Nella mia piccola-grande esperienza come insegnante, ho sempre cercato di trasmettere il messaggio che io ero lì per suggerire qualcosa, per proporre degli "spunti" di Yoga che ognuno può poi sviluppare o no. La prima cosa che mi ha insegnato la mia maestra é stata di non diventare mai una "stampella" per i miei "alunni", di proteggere la loro indipendenza fisica, psichica, morale e soprattutto religiosa.... era un ottimo consiglio, soprattutto quando vedo esempi come questi di qualcuno che vuole allontanarsi dallo Yoga per essersi sentita costretta a seguire pratiche imposte.
Detto ciò, credo che un approccio scientifico dello Yoga sia molto interessante, dato che é questa la proposta: sperimentare, non soltanto quel che succede durante asana e pranayama, ma sperimentare cosa c'é in più di questo.
Prima di dire, no, non esiste, non é possibile, non ci credo, si deve sperimentare, lo Yoga (inteso come pratica) ci offre strumenti validi per questo.
Buon cammino a tutti! Ad ognuno il suo, o piuttosto i suoi...
Con amore
Loto


Torna a “Proposte e suggerimenti”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite