Corso intensivo insegnanti

le lezioni, gli alunni, la formazione, il lavoro dell'insegnante
Avatar utente
vayuvata
paria
paria
Messaggi: 2
Iscritto il: 19 gennaio 2012, 21:12
Località: piacenza

Corso intensivo insegnanti

Messaggioda vayuvata » 10 febbraio 2012, 10:25

Ciao a tutti,
sono nuova del forum ma seguo da tanto il sito e le discussioni.
Vorrei domandarvi cosa pensate dei corsi intensivi per insegnanti.
A parte il TTC di un mese di Sivananda, che è conosciuto, vedo che qui in Italia ce ne sono altri, come il residenziale di 3 settimane di Hari-Om ad Alessandria o quello di 2 settimane della scuola Samadhi di Firenze. Alla fine del ritiro si ottiene un attestato insegnante riconosciuto da Yoga alliance per le 200 ore.
Io pratico da circa 10 anni, e adesso mi piacerebbe fare un corso per insegnanti, ma il mio desiderio è trasferirmi all'estero fra non molto, quindi non mi sento di iscrivermi a un corso triennale o quadriennale, e ho pensato come soluzione a un intensivo.
Qualche opinione in merito?
Grazie mille,
Katia

Avatar utente
rogiopad
ksatriya
ksatriya
Messaggi: 323
Iscritto il: 26 maggio 2008, 23:30
Località: La Salle (AO)

Corso intensivo insegnanti

Messaggioda rogiopad » 10 febbraio 2012, 20:22

Ciao Vayuvata, intanto benvenuta. A mio avviso, visto che pratichi da tempo ti consiglio senz'altro Sivananda (che conosco) è un intensivo molto 'tosto' nel senso che è tipo ashram se non sei abituata. Per pura curiosità dove te ne vai? Hari Om

Avatar utente
vayuvata
paria
paria
Messaggi: 2
Iscritto il: 19 gennaio 2012, 21:12
Località: piacenza

grazie

Messaggioda vayuvata » 12 febbraio 2012, 14:22

Grazie mille rogiopad,
in effetti Sivananda è il sentiero verso cui mi sento più orientata.
Per quanto riguarda dove vado, per ora è tutto ancora campato per aria, per scaramanzia non dico ancora niente, però il mio obiettivo è andarmene dall'Italia fra non molto.
Buon weekend!

Avatar utente
unlotobianco
sudra
sudra
Messaggi: 8
Iscritto il: 26 febbraio 2012, 19:14
Località: Palermo

approfittando l'argomento..

Messaggioda unlotobianco » 26 febbraio 2012, 19:30

anch'io seguo da molto tempo questo forum e mi sono appena registrata (finalmente) per poter porre una domanda e guarda caso ho trovato chi l'ha appena fatta, o quasi. Anch'io pratico yoga da un bel po e ora mi trovo anche a insegnare ad un gruppo di persone che me lo hanno richiesto in una associazione culturale. Il punto è che, se spendo questi 2 mila euro per il certificato RTY 200 cosa mi cambia? Non so se mi spiego ma, siccome io ora mi trovo che le persone mi stanno incentivando a lavorare solo con lo yoga (dicono che me la cavi bene a insegnare) vorrei capire un po se ne vale la pena, se devo per forza andare a fare questo corso intensivo, o triennale per prendere un certificato per poter lavorarci diciamo più in regola che mi sembra anche giusto, oppure se esiste la possibilità di fare un esame soltanto, magari a prezzi più ragionevoli e chiedere la certificazione io stessa in questi enti che suppongo ci siano e poi magari andare avanti.

Grazie in anticipo :D

grazianozap
brahmana
brahmana
Messaggi: 1366
Iscritto il: 30 dicembre 2006, 17:45

Re: approfittando l'argomento..

Messaggioda grazianozap » 27 febbraio 2012, 9:09

unlotobianco ha scritto:anch'io seguo da molto tempo questo forum e mi sono appena registrata (finalmente) per poter porre una domanda e guarda caso ho trovato chi l'ha appena fatta, o quasi. Anch'io pratico yoga da un bel po e ora mi trovo anche a insegnare ad un gruppo di persone che me lo hanno richiesto in una associazione culturale. Il punto è che, se spendo questi 2 mila euro per il certificato RTY 200 cosa mi cambia? Non so se mi spiego ma, siccome io ora mi trovo che le persone mi stanno incentivando a lavorare solo con lo yoga (dicono che me la cavi bene a insegnare) vorrei capire un po se ne vale la pena, se devo per forza andare a fare questo corso intensivo, o triennale per prendere un certificato per poter lavorarci diciamo più in regola che mi sembra anche giusto, oppure se esiste la possibilità di fare un esame soltanto, magari a prezzi più ragionevoli e chiedere la certificazione io stessa in questi enti che suppongo ci siano e poi magari andare avanti.

Grazie in anticipo :D


conosco insegnanti che non hanno mai preso un certificato ma sono bravissimi ad insegnare.
samastaloka sukhino bhavantu

Avatar utente
unlotobianco
sudra
sudra
Messaggi: 8
Iscritto il: 26 febbraio 2012, 19:14
Località: Palermo

è vero

Messaggioda unlotobianco » 28 febbraio 2012, 13:02

anch'io credo che l'arte dell'insegnare non è data assolutamente dal certificato ma dalla passione che una persona nutre per qualcosa. Io mi sono scoperta insegnante, perché tramite amici che me l'hanno chiesto di insegnare ciò che sapevo di yoga si sono trovati benissimo e ora cercano di "promuovermi" a lavorare con lo yoga, cosa che sinceramente non ci ho mai pensato per il fatto che mi disgusta tanto il business che si è creato in torno a questo mondo. Devo dire che ora dopo un anno che sto allenando questo gruppo che va crescendo sento di essere in certo senso evoluta con lui come se insegnando lo yoga per quel che io credo e sento abbia imparato tantissime cose in più che non sarà il corso intensivo di due mila euro a cambiare le cose. Però d'altra parte sono consapevole che ora più che mai voglio vivere di yoga perchè ho trovato questo "lavoro" che mi rende soddisfatta e quindi penso sia giusto andare avanti prendendo il certificato. Il mio dubbio magari è che a parte i costi che ci sono e è assurdo vedere magari persone che hanno praticato pochissimo yoga andare a fare un corsetto di 15 gg e diventare insegnanti. per me è come comprarsi il diploma della scuola di base.

se esistesse un metodo per fare un esame direttamente presso l'entre che rilascia il certificato di conoscenza a seconda del livello per me sarebbe una soluzione pratica visto che faccio la precaria in Sicilia e guadagno €500 al mese non so come poter permettermi altrimenti.

Un saluto a tutti :wink:

stefyste
paria
paria
Messaggi: 4
Iscritto il: 24 aprile 2012, 11:51

Messaggioda stefyste » 24 aprile 2012, 12:17

buongiorno a tutti, sono Stefania, new entry di questo bel sito che mi sta aiutando a conoscere meglio lo yoga. beh io mi trovo più o meno nella stessa situazione di vayuvata.. nel senso che pratico yoga da ottobre e da marzo in maniera più assidua (due volte alla settimana nel mio centro e ogni mattina a casa). dal momento che ho iniziato a praticarlo in maniera seria e a far diventare lo yoga il mio "stile di vita", sono entrata in " crisi mistica".. nel senso che prima avevo come obiettivo quello di andarmene dall'Italia, poi.. qualcosa in me è cambiato (io pratico l'hatha yoga).. non so come spiegarlo, ma ho incominciato a pensare che potevo servire a qualcuno a migliorarsi, ad aiutarlo ad evolversi spiritualmente usando lo yoga, e quindi mi sono chiesta se il mio cammino potesse portarmi ad insegnare yoga. in quel momento, credetemi ho avuto paura.. è come se avessi trovato il mio cammino , qualcosa che ti fa svegliare col sorriso perchè sai che stai facendo la cosa giusta per te, e non per quello imposto dalla società! forse lo posso paragonare alla chiamata che hanno le persone che si fanno preti o suore.. avendo avuto una cultura cattolica lo posso paragonare a questo.. parlandone con le mie maestre, mi hanno consigliato di frequentare già il corso per esperti.. tra l'altro il mio difetto fisico di avere una iperlassità dei legamenti che mi rende una contorsionista mancata, che finora era appunto un difetto, ora diventa "un pregio".. riesco dopo solo 6 mesi di fare gli asana più complicati..
morale.. se qualcuno mi dovesse chiedere chiedere: perchè vuoi diventare maestra di yoga?, io non saprei cosa rispondere.. potrei solo dire: me lo ha detto il cuore! quindi ora devo solo impegnarmi a trovare qualche scuola seria che mi aiuti a diventare maestra! se qualcuno mi può indirizzare dare qualche consiglio su scuole da evitare o scuole che invece sono da contattare o solo semplici consigli (io sono di treviso/venezia) lo ringrazio dal profondo del cuore.. Ovviamente ne parlerò anche con le mie maestre ma vorrei avere anche la vostra opinione. a 28 anni mi rimetto in gioco!

Avatar utente
Sirah
vaisya
vaisya
Messaggi: 100
Iscritto il: 22 marzo 2012, 12:29

Messaggioda Sirah » 24 aprile 2012, 22:47

Comincia a praticarlo regolarmente e per un periodo sufficiente...lo yoga, almeno da capire cos'è e se ti piace veramente...! :D
Vivere pienamente, verso l'esterno come verso l'interno, non sacrificare nulla della realtà esterna a beneficio di quella interna, e viceversa: considera tutto ciò come un bel compito per te stessa.

Eliswin
paria
paria
Messaggi: 1
Iscritto il: 23 aprile 2012, 21:59

Messaggioda Eliswin » 26 aprile 2012, 17:13

Namasté!
Io ho ottenuto il RYS 200 (il certificato per insegnare, registrato da Yoga Alliance) a marzo.
Sono andata in India, a Goa per l'esattezza, e ho frequentato per 30 giorni il corso fi formazione.
E' stata un'esperienza meravigliosa che consiglio veramente.
Credo che praticare dove la disciplina è nata ha un suo valore, capire la cultura, vivere il posto, il cibo...
Anche a livello economico, comparando con ciò che e' offerto in Italia conviene pure mettendoci il costo dell'aereo.
La scuola che ho frequentato poi su richiesta mette anche a disposizione traduttori madrelingua.

Avatar utente
lunabee
sudra
sudra
Messaggi: 32
Iscritto il: 28 marzo 2005, 12:20

Messaggioda lunabee » 1 maggio 2012, 22:37

Ciao!

Io mi diplomerò a dicembre dopo 4 anni di corso da insegnante e un totale di 15 anni di pratica.

Penso che i corsi intensivi, almeno a mio parere, non consentano a chi voglia diventare insegnante di assorbire sufficientemente le regole, le caratteristiche e tutto ciò che si può racchiudere nella parola "yoga".

Com'è già stato detto: il certificato non fa l'insegnante, però, di certo, per poter diventare insegnante serve tempo, anche solo per conoscere se stessi
...that I would be good...

giuliac31
paria
paria
Messaggi: 1
Iscritto il: 15 marzo 2015, 20:46

Re: Corso intensivo insegnanti

Messaggioda giuliac31 » 15 marzo 2015, 20:52

Ciao a tutte! A proposito vi chiedo gentilmente come stanno proseguendo i vostri percorsi yoga?
Vorrei ottenere una valida certificazione a livello italiano, europeo e internazionale per questo mi chiedo se RYT 200 sia valido? Cosa potrei fare con questo? E' riconosciuto ovunque? A livello italiano cosa potete fare con questo certificato?
Si è riconosciuti dalla federazione italiana yoga?
Vi ringrazio in anticipo

Giulia

neuromante
ksatriya
ksatriya
Messaggi: 209
Iscritto il: 25 giugno 2007, 14:05
Località: London
Contatta:

Re: Corso intensivo insegnanti

Messaggioda neuromante » 15 marzo 2015, 22:08

Non esistono certificazioni internazionali, Yoga alliance non e' una certificazione ma e' un registro. Non so in Italia, ma in Inghilterra, quel che ti seve per insegnare e' un assicurazione che ti copre, Per ottnere cio' non hai bisogno di essere inscritta a Yoga alliance o BWY o altre organizzazioni.

La maggior parte degli insegnanti che considero o ho considerato "Maestri di Yoga" non hanno mai ricevuto nessun certificato.

Nello yoga il pezzo di carta vale poco, quel che conta e' l'esperienza personale che hai acquisito con la tua pratica e quanto sei capace di trasmettere la pratica ad altri.
ऐं ह्रीं श्रीं
ऐं क्लीं सौः

ValeGrace Mv
paria
paria
Messaggi: 1
Iscritto il: 20 marzo 2017, 12:05

Re:

Messaggioda ValeGrace Mv » 20 marzo 2017, 12:35

Eliswin ha scritto:Namasté!
Io ho ottenuto il RYS 200 (il certificato per insegnare, registrato da Yoga Alliance) a marzo.
Sono andata in India, a Goa per l'esattezza, e ho frequentato per 30 giorni il corso fi formazione.
E' stata un'esperienza meravigliosa che consiglio veramente.
Credo che praticare dove la disciplina è nata ha un suo valore, capire la cultura, vivere il posto, il cibo...
Anche a livello economico, comparando con ciò che e' offerto in Italia conviene pure mettendoci il costo dell'aereo.
La scuola che ho frequentato poi su richiesta mette anche a disposizione traduttori madrelingua.


Ciao Eliswin volevo chiederti: la scuola che hai frequentato in india è la YOga Mea? come ti sei trovata?

Fabio Valis
ksatriya
ksatriya
Messaggi: 201
Iscritto il: 17 luglio 2006, 14:14
Località: RAVENNA
Contatta:

Re: Corso intensivo insegnanti

Messaggioda Fabio Valis » 20 marzo 2017, 15:00

Punto primo: farsi zero problemi.
Persone che fanno yoga da dieci anni e sono titubanti sul fatto se siano abbastanza pronte per insegnare? Quale certificato prendere? Quanti attestati di frequenza bisogna appendere alla parete prima di incominciare? Ma lo sapete che in Italia il corso per l'abilitazione all'insegnamento del pilates dura 4 giorni? E non né neppure un ritiro intensivo residenziale? Dopodiché puoi andare a lavorare in regola in qualunque palestra.
Conosco un pessimo maestro di yoga che insegna da oltre venti anni senza mai aver frequentato un corso e per giunta forma altri insegnanti.
Per me lo yoga deve portarci ad essere liberi, a sentirci liberi e a far sì che anche gli altri possano vedere livelli più alti della loro libertà. Si può iniziare ad insegnare gli yama, si può iniziare con una decina di asana. Quindi gli allievi andranno via da altri insegnanti quando sentiranno che per loro è giunto il momento di imparare quell'undicesima posizione che tu ancora non sai, oppure crescerete insieme man mano. Man mano, che non significa solo "gradualmente" nel tempo, ma proprio mano nella mano, nel senso di mutua reciprocità.
Essere x Conoscere x Gioire

Avatar utente
fabio
moderatore
Messaggi: 3046
Iscritto il: 24 marzo 2006, 11:35

Re: Corso intensivo insegnanti

Messaggioda fabio » 21 marzo 2017, 16:30

Fabio Valis ha scritto:Punto primo: farsi zero problemi.


Io qualche problema me lo farei. Se io fossi un insegnante impreparato, probabilmente formerei gente nel modo sbagliato, nella migliore delle ipotesi proponendo un mantra che non so nemmeno cosa significhi, nelle peggiore facendo fare lavori sbagliati a livello fisico.

Persone che fanno yoga da dieci anni e sono titubanti sul fatto se siano abbastanza pronte per insegnare?


Posso fare una domanda stupida? Sembra che il naturale percorso di un praticante debba sfociare nell’insegnamento. Conosco parecchie persone invece che, nonostante pratichino da decenni, non ci pensano nemmeno ad insegnare. Onestamente se una persona mi dicesse di essere titubante, tranquillamente gli direi di non farlo. Il mercato mi sembra già ricco di offerta in tal senso. Rimango basito dalla facilità con cui alcune persone si sono messe ad insegnare, alcuni miei vecchi compagni/amici… Caspita ma è una responsabilità!

Quale certificato prendere? Quanti attestati di frequenza bisogna appendere alla parete prima di incominciare? Ma lo sapete che in Italia il corso per l'abilitazione all'insegnamento del pilates dura 4 giorni? E non né neppure un ritiro intensivo residenziale? Dopodiché puoi andare a lavorare in regola in qualunque palestra.


A parte che lo yoga non è pilates, è evidente che un certificato da appendere alla parete non è garanzia di maestria, tantomeno di onestà. Ma non è che due torti fanno una ragione.

Conosco un pessimo maestro di yoga che insegna da oltre venti anni senza mai aver frequentato un corso e per giunta forma altri insegnanti.


Appunto

Per me lo yoga deve portarci ad essere liberi, a sentirci liberi e a far sì che anche gli altri possano vedere livelli più alti della loro libertà. Si può iniziare ad insegnare gli yama, si può iniziare con una decina di asana. Quindi gli allievi andranno via da altri insegnanti quando sentiranno che per loro è giunto il momento di imparare quell'undicesima posizione che tu ancora non sai, oppure crescerete insieme man mano. Man mano, che non significa solo "gradualmente" nel tempo, ma proprio mano nella mano, nel senso di mutua reciprocità.


E’ bello quello che dici, ma io mi sento di consigliare, specie su una pubblica piazza, di fare attenzione agli insegnanti, cercare di verificare con chi hanno lavorato, quanta pratica abbiano alle spalle e le loro credenziali. Che poi i certificati non siano garanzia di qualità questo è sottinteso. Ma tanto quanto non averne.

Nello yoga si lavora a tanti livelli, da quelli più grossolani a quelli più sottili. Asana, mantra, mudra, pranayama… secondo me, prima di scegliere di insegnare yoga non bisognerebbe essere preparati, ma preparatissimi.

Far sì che anche altri possano vedere livelli più alti della loro libertà (parole tue) presuppone che tu insegnante sia in grado di farglieli vedere. E onestamente, non mi sembra cosa banale. Io manco riesco a vedere i miei di livelli, figuriamoci quelli degli altri.
Ma almeno non insegno.
IL GRANDE CONTROLLORE


Torna a “Discussioni fra insegnanti”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti