5 tibetani

altre vie per la realizzazione
AT
brahmana
brahmana
Messaggi: 2509
Iscritto il: 28 marzo 2005, 19:38

Messaggioda AT » 6 aprile 2006, 0:01

Per ora sto facendo degli esperimenti con la pratica del restare in piedi. La prima volta che lo praticai, a Firenze, ebbi subito la sensazione di una grande calma e stabilità. In genere la meditazione in piedi, nel taoismo, viene considerata come l'abc, come qualcosa di fondamentale. Rispetto alla meditazione seduta, c'è un grande coinvolgimento delle gambe e un forte senso di radicamento a terra. E' per questo, per questa connessione con la terra e con la stabilità, che la si considera la pratica "di partenza", "di base". Nessuno ancora ne aveva parlato nel forum, sentire qualche opinione era interessante. Penso che se quando ero adolescente avessi praticato qualcosa del genere mi sarei risparmiato un sacco di problemi.

Paolo proietti
brahmana
brahmana
Messaggi: 5573
Iscritto il: 8 maggio 2005, 20:58
Località: Padova
Contatta:

Messaggioda Paolo proietti » 6 aprile 2006, 12:45

va bene mi arrendo:
bevi un bicchiere di acqua calda o del te molto leggero.
svuota la vescica e gli intestini.
Prendi coscienza del centro del piede, che i cinesi chiamano "fonte gorgogliante".
osserva il plesso venoso del metatarso (la parte cicciuta dell'avampiede). noterai che forma una specie di mezzaluna.
il centro di questa mezzaluna è la fonte gorgogliante.
In piedi, con la lingua delicatamente appoggiata sul palato e gli occhi socchiusi che guardano la punte del naso i piedi paralleli( io allargo i piedi quanto le anche) .per trovare la posizione porta il peso un pochino in avanti, poi inspirando solleva solo gli alluci espirando allarga e schiaccia tutte le dita a terra piegando un pochino le ginocchia.
Poi mantieni gli alluci a terra e stendendo le ginocchia alza le altre dita espirando schiaccia a terra e allarga tutte le dita rilassando le ginocchia.
Alza adesso in espirazione tutte le dita stendendo le ginocchia e di nuovo durante la espirazione schiaccia e allarga tutte le dita a terra rilassando le ginocchia.
fai attenzione a non contrarre le dita delle mani, a volte viene spontaneo.
ripeti fino a quando non percepirai i piedi caldi e/o pesanti e/o più grandi.
a questo punto prova, prima di fare la meditazione vera e propria, a "ripulire i canali psichici".
comincia con le gambe ( alcuni fanno una gamba alla volta io sometimes faccio con tutte e due le gambe insieme).
Dopo esserti concentrato sul tan tien inspirando fai scendere l'attenzione (il Chi) dall'addome alla "fonte gorgogliante" passando per "l'esterno della gamba" .
espirando e rilassando appena le ginocchia porta l'energia fino all'addome passando per l'interno delle gambe e l'inguine.
Ripeti rfino a quando non senti lo scorrere dell'energia sotto forma di calore o formicolio.
ripeti con gli altri canali psichici (dal perineo al plesso solare, canale della cintura, canale posteriore ascendente del tronco e canale anteriore discendente del tronco , canale esterno del braccio cioè dal cuore al centro della mano in inspirazione e canaleinterno del braccio dal centro della mano al cuore in espirazione).
se senti che la pressione arteriosa sale o senti calore alla testa, metti le braccia a forma di campana, a dieci-venti centimetri dai fianchi , e scuoti tutto il corpo come se volessi scrollarti delicatamente dell'acqua di dosso.
se accusi stanchezza o sudorazione eccessiva o altri fenomeni ( impressione di essere troppo leggeri o di avere parti del corpo sproprorzionatamente grandi o piccole) smetti rilassa la respirazione e fai una passeggiata.
Una volta puliti i canali psichici puoi procedere alla meditazione in piedi utilizzando la modalità che preferisci.
sarebbe buono terminare la pratica con dei movimenti di tai Chi chuan o altra attività fisica in movimento lenta e rilassata.

per quanto riguarda le tecniche di meditazione si procede a volte con le parole come nel trainig autogeno, a volte con la visualizzazione di particolari immagini, a volte con parole e visualizzazioni insieme.
per aumentare la "radicizzazione" puoi immaginare che dai piedi escano davvero delle radici che arrivano al centro della terra, oppure che la gamba, dal ginocchio alla caviglia sia una molla che si schiaccia fino a terra durante la espirazione, oppure ancora che la gamba sia nella sabbia tiepida fino al ginocchio..
Tieni presente che il centro della rotula deve essere in linea con il punto situato tra il secondo e il terzo dito del piede.
Se durante la pratica avverti dolore all'interno delle ginocchia probabilmente hai spostato troppo il peso in avanti o hai un cattivo allineamento delle lombari.
Se vuoi indicazioni specifiche sulle posizioni delle mani e sulle visualizzazioni, scrivimelo.
a presto, un abbraccio, Paolo
Il Manzo non Esiste

Avatar utente
Sheena
vaisya
vaisya
Messaggi: 186
Iscritto il: 19 dicembre 2005, 17:22
Località: Torino

Messaggioda Sheena » 7 aprile 2006, 22:26

Ciao Paolo, ho messo in atto i tuoi suggerimenti: mi sono resa conto di contrarre l'area del collo e dintorni, non appena mi accingo a praticare l'aratro irrigidisco quella zona accentuandone la curvatura. Al momento, riesco a raggiungere una posizione di compromesso, simile all' asana propedeutica alla candela (mantengo un angolo di 60 gradi circa tra suolo e schiena)...chissà che con la politica dei piccoli passi nn si ottengano dei risultati...mi auguro di poter gradualmente sciogliere la contrattura in fase preparatoria...si vedrà...

In non so + quale thread, scrivi di interrompere il lavoro alla scrivania con qualche asana...personalmente, quando studio, gradisco l'effetto delle asana di equilibrio (specialmente questa -Utthita Hasta Padangusthasana-): mi sembra abbiano il "potere" di sgomberare la mente.
In realtà mi dico/domando due cose:
1)certo che sono messa proprio male se, per affrontare altre due paginette, ho bisogno di mettermi su un piede solo!...e va beh...
2)è l'asana a fare la mia mente (a renderla + disciplinata, unidirezionale), o piuttosto la mia mente a fare l'asana (sono 1 po' più concentrata del solito, quindi + incline a intrapprenderla e concluderla con successo)?

bah, detto questo, vado a studiare....ho svaccato fin' ora (brutta faccenda l'accidia!)...così mi tocca fare gli straordinari!

buona serata a tutti!

Sheena
eadem mutata resurgo
Immagine

Paolo proietti
brahmana
brahmana
Messaggi: 5573
Iscritto il: 8 maggio 2005, 20:58
Località: Padova
Contatta:

Messaggioda Paolo proietti » 8 aprile 2006, 11:29

Sheena ha scritto:Ciao Paolo, ho messo in atto i tuoi suggerimenti: mi sono resa conto di contrarre l'area del collo e dintorni, non appena mi accingo a praticare l'aratro irrigidisco quella zona accentuandone la curvatura. Al momento, riesco a raggiungere una posizione di compromesso, simile all' asana propedeutica alla candela (mantengo un angolo di 60 gradi circa tra suolo e schiena)...chissà che con la politica dei piccoli passi nn si ottengano dei risultati...mi auguro di poter gradualmente sciogliere la contrattura in fase preparatoria...si vedrà...

In non so + quale thread, scrivi di interrompere il lavoro alla scrivania con qualche asana...personalmente, quando studio, gradisco l'effetto delle asana di equilibrio (specialmente questa -Utthita Hasta Padangusthasana-): mi sembra abbiano il "potere" di sgomberare la mente.
In realtà mi dico/domando due cose:
1)certo che sono messa proprio male se, per affrontare altre due paginette, ho bisogno di mettermi su un piede solo!...e va beh...
2)è l'asana a fare la mia mente (a renderla + disciplinata, unidirezionale), o piuttosto la mia mente a fare l'asana (sono 1 po' più concentrata del solito, quindi + incline a intrapprenderla e concluderla con successo)?

bah, detto questo, vado a studiare....ho svaccato fin' ora (brutta faccenda l'accidia!)...così mi tocca fare gli straordinari!

buona serata a tutti!

Sheena


Ad occhio mi pare che tu abbia la tipica contrattura da riflesso da paura.
controlla davanti allo specchio la linea delle clavicole. dovrebbero essere parallele al suolo.
se tendono ad andare verso l'esterno in alto significa che hai infilato il collo nelle spalle come una tartaruga che infila la testa in un guscio.
se è così, secondo me, non c'è asana che tenga.
Devi prima sciogliere il "Blocco".
Il problema delle tecniche del corpo è che spesso gli insegnanti ( ei libri)danno indicazioni giuste senza tener conto di come l'allievo percepisce il proprio corpo.
una indicazione ad esempio che ho sentito ripetere spesso è quella di sentire la schiena dritta e di retroflettere il bacino portando in avanti l'osso sacro.
teoricamente è giusta.
Il problema è che la maggior parte di noi non percepisce "L'OSSO SACRO" ma tende a muovere bacino e lombari tutto insieme.
Se ti seguendo le indicazioni "GIUSTE" non ottieni risultati, vuol dire che "DEVI SEGUIRE LE INDICAZIONI SBAGLIATE".
E' un po' difficile da spiegare, ma ci provo:
Se tu hai una percezione sbagliata o incompleta della zona cervicale e della zona sacrale tenderai ad allinearle "come la tua percezione sbagliata ti suggerisce"

pensa ad uno che sche scambia il rosso per il verde: gli si insegna che non si passa con il rosso, ma siccome per lui il verde è rosso .....CRASH!
l'indicazione è giusta ma la percezione è sbagliata.
prova a considerare la colonna vertebrale come un grosso rettile, con una grossa coda.
la coda non andrà tra le tue gambe MA VERSO IL BASSO INDIETRO.
L'osso sacro sarà il punto PIU' BASSO e PIù DIETRO mentre il mento sarà il punto PIu' in avanti.
Copn questa sensazione prova a prepararti a fare Utthita Hasta Padangusthasana in questa maniera:
davanti allo specchio metti le mani sui fianchi e tieni in equilibrio sulla testa un bastone leggero o un libro leggero.
le due anche devono essere alla stessa altezza.
Solleva una gamba piegandoti leggermente sull'altra senza sollevare il tallone.
Poi stendi la gamba e apri le braccia e continua l'asana senza far cadere il bastone....dimmi come va.
un abbraccio
Il Manzo non Esiste

malcolm
brahmana
brahmana
Messaggi: 1228
Iscritto il: 8 febbraio 2006, 9:27
Contatta:

Messaggioda malcolm » 10 aprile 2006, 10:34

ok sheena, a quanto a pare abbiamo gli stessi problemi da tartaruga fifona... paolo, mi chiedevo se il libro in testa è indicato anche durante la meditazione da seduti, (padmasana etc.) e, un altra curiosità: come funziona l'allineamento posturale in jalandara Bhanda?

AT
brahmana
brahmana
Messaggi: 2509
Iscritto il: 28 marzo 2005, 19:38

Clavicole.

Messaggioda AT » 10 aprile 2006, 14:31

Scusate, ma io ho controllato le foto di Iyengar, Van Lysebeth, e di alcuni modelli utilizzati in libri di yoga, e in tutti questi casi le clavicole non erano perfettamente orizzontali, ma leggermente oblique, con la parte verso l'omero più alta.

AT
brahmana
brahmana
Messaggi: 2509
Iscritto il: 28 marzo 2005, 19:38

Messaggioda AT » 10 aprile 2006, 14:32

Le clavicole oblique sembrerebbero del tutto normali.

malcolm
brahmana
brahmana
Messaggi: 1228
Iscritto il: 8 febbraio 2006, 9:27
Contatta:

Messaggioda malcolm » 10 aprile 2006, 17:54

scusa at, ma a me pare diversamente, sia iyengar che la figlia mi sembra, perchè le foto sono prese un po da lontano e inoltre sono entambi, diciamo, paffuti; ma le loro clavicole paiono parallele... mmm... :shock: :?:

AT
brahmana
brahmana
Messaggi: 2509
Iscritto il: 28 marzo 2005, 19:38

Messaggioda AT » 14 aprile 2006, 20:09

Ho controllato su una decina di persone, e nessuno aveva le clavicole orizzontali. Sono quasi sempre oblique. Per Iyengar, considero la foto a pag. 109 del libro "Teoria e pratica dello Yoga", e le clavicole sono oblique. Altri modelli di libri di yoga le hanno ancora più oblique.

Paolo proietti
brahmana
brahmana
Messaggi: 5573
Iscritto il: 8 maggio 2005, 20:58
Località: Padova
Contatta:

Messaggioda Paolo proietti » 14 aprile 2006, 20:45

ma at che ti sei impuntato?
Oblique io intendo decisamente verso l'alto, con le spalle alzate e il collo incassato....
e poi non è così importante...o no
Il Manzo non Esiste

R9+
brahmana
brahmana
Messaggi: 1354
Iscritto il: 7 marzo 2006, 22:52
Località: ovunque ci sia mare e amore

Messaggioda R9+ » 14 aprile 2006, 20:51

Eh si......a volte lo fà, :mrgreen:

labor
brahmana
brahmana
Messaggi: 1026
Iscritto il: 7 ottobre 2005, 16:55

Messaggioda labor » 14 aprile 2006, 22:00

R9+ ha scritto:Eh si......a volte lo fà, :mrgreen:


... hai un buon senso dell'umorismo :D :D :mrgreen: . Dipende dal tuo Guru? potrebbe essere per me una buona ragione per aggiungermi al tuo gruppo.
ciao

R9+
brahmana
brahmana
Messaggi: 1354
Iscritto il: 7 marzo 2006, 22:52
Località: ovunque ci sia mare e amore

Messaggioda R9+ » 14 aprile 2006, 22:38

Beh, in effetti anche se non è facilmente percepibile sul forum,
io rido e scherzo continuamente,
ma il mio Maestro è veramente il massimo, in qualche lezione è roba da lacrime agli occhi!
Gente allegra il ciel l'aiuta :mrgreen:

labor
brahmana
brahmana
Messaggi: 1026
Iscritto il: 7 ottobre 2005, 16:55

Messaggioda labor » 14 aprile 2006, 22:40

..ho letto nel link che il tuo Guru è sempre allegro...

R9+
brahmana
brahmana
Messaggi: 1354
Iscritto il: 7 marzo 2006, 22:52
Località: ovunque ci sia mare e amore

Messaggioda R9+ » 14 aprile 2006, 22:48

E' vero, ma quando serve sa essere anche decisamente chirurgico, e allora si salvi chi può :mrgreen:


Torna a “Altre discipline spirituali”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite