Qi, Ki e Prana, riflessione sulle energi

chakra, nadi, kundalini ed esperienze del corpo energetico
Avatar utente
fabio
moderatore
Messaggi: 3074
Iscritto il: 24 marzo 2006, 11:35

Messaggioda fabio » 24 novembre 2011, 15:52

Luce Oscura ha scritto:fabio
come preferisci.
inutile continuare.


come dici tu.
In fondo sostengo solo che se qua siamo tutti pashu, probabilmente lo sei anche tu.

Non c’è nessun problema. Mi conosco. Conosco le mie paure. So che non le ho ancora risolte tutte. Ci si lavora. Si cerca di affrontarle una ad una, guardandole, svelandole e prendendo atto che sono anch’esse illusioni. Non sempre ce la si fa.

Tu dici di non illuderti mai, parli di illusioni come tempo e spazio ergo se io faccio riferimento a questi parametri sono un pashu.
Tempo e spazio sono illusori? Sono d’accordo. Filosoficamente parlando sono d’accordo.
Ma poi tu stesso in questo momento sei come me davanti ad una tastiera ed un monitor ed usi delle dita per rispondere. E quando dici “inutile continuare” dai alla frase un tempo. Qualcosa che è iniziato ed è finito. Quindi usi le categorie spazio e tempo.

Dire che spazio e tempo sono illusori perché variabili, non significa niente. Anche un mentecatto ci arriva.
Realizzare che spazio e tempo sono illusori è altro. Eppure nei rituali è il primo comandamento creare un spazio sacro. Ed il rito è fuori del tempo. Dovresti saperlo.

Forse non ti accorgi ma parli come un presunto risvegliato. Gli altri non possono comprendere, gli altri sono pashu, vivono nelle illusioni, non parlo di questo perché sennò verrei bannato ecc ecc.
Ti crei appositamente un alone di mistero per affascinare.
Io sarei (parere personale) molto più interessato a M, piuttosto che al fantoccio luce oscura.

Questo intendevo quando dicevo che hai molto da lavorare.
Secondo me hai lavorato nel tempo (?) ingigantendo oltremodo l’ego. Il lavoro è nella direzione contraria.
IL GRANDE CONTROLLORE

Indra
brahmana
brahmana
Messaggi: 719
Iscritto il: 14 agosto 2011, 15:58

Messaggioda Indra » 24 novembre 2011, 19:43

fabio
avverto la tua sincerità, pertanto ti dirò.
E' questione di qualificazione iniziale, e determinazione.
Non si nasce pashu, o vira, o divya.
si sceglie. istante per istante.
E si paga. La Bilancia è sempre esatta. tanto prendi ,tanto devi mettere. nessuna scusa.
Ora, la qualificazione. Nessun dharma, nessun karma.
Solo tu, e le tue scelte. nessuna scusa.
Se rimandi, tua scelta. se avanzi, tua scelta, se ti fermi, tua scelta. nessuna scusa.
All'inizio del percorso, si fanno delle scelte. possono esser modificate, cambiate, ma sempre andranno pagate. nessuna scusa.
Ora, la determinazione. Cosa possiedi, se Oro, o Piombo, quanto possiedi, quanto vale, quanto sei disposto a perdere. Nessuna scusa.
Sto descrivendo quella che è, o dovrebbe essere, la base di partenza di un cercatore.
Il primo degli yoga sutra di patanjali.
quello che in genere si legge appena, pensando : scontato.
Applicare tutto questo è facile. Il difficile è mantenerlo.
Sempre. Ovunque. Comunque.
nessuna scusa.
Ecco che non ci sono pashu, nè vira, nè divya.
ecco il modo della mano sinistra. nessuna illusione, nessuna scusa.
Potrei continuare sul lavoro, fantocci, rappresentazioni,direzioni, ego, ma so già che sarebbe inutile. Che è inutile.
O riesci a danzare sulle tue stesse ceneri, o no.
Nessuna scusa.

Avatar utente
gb
brahmana
brahmana
Messaggi: 4293
Iscritto il: 26 aprile 2005, 17:49

Messaggioda gb » 24 novembre 2011, 21:06

Luce Oscura ha scritto: Potrei continuare sul lavoro, fantocci, rappresentazioni,direzioni, ego, ma so già che sarebbe inutile. Che è inutile.
O riesci a danzare sulle tue stesse ceneri, o no.
Nessuna scusa.


Ecco, Luce Oscura, ma detto tutto questo, detto che è inutile in quanto ti rivolgi a pashu, cosa cerchi in questo forum?

Hai scritto in un precedente post

Luce Oscura ha scritto: Cerco esseri interessati alla conoscenza.
Non bimbi che si baloccano con figurine colorate, o infantili girotondi.


Scusa se insisto con le domande, ma quali caratteristiche dovrebbero avere questi esseri che cerchi in questo forum?

E li cerchi per fare cosa?
“Negli alberi, nel vento, nell’acqua perenne,
nella terra, nella luce, nella roccia inflessibile”
Giovanni Vannucci

Avatar utente
Calicanto
ksatriya
ksatriya
Messaggi: 266
Iscritto il: 3 ottobre 2011, 14:13

Messaggioda Calicanto » 24 novembre 2011, 22:22

...
Ultima modifica di Calicanto il 24 novembre 2011, 22:47, modificato 1 volta in totale.
« Tu mi hai fatto conoscere ad amici che non conoscevo.
Tu mi hai dato un posto in case che non erano mie.
Tu hai ravvicinato ciò che era lontano,
e fatto dello straniero un fratello. »

(Rabindranath Tagore)

Avatar utente
Calicanto
ksatriya
ksatriya
Messaggi: 266
Iscritto il: 3 ottobre 2011, 14:13

Messaggioda Calicanto » 24 novembre 2011, 22:45

Dopo la pioggia viene il sereno,
brilla in cielo l'arcobaleno:

è come un ponte imbandierato
e il sole vi passa, festeggiato.

È bello guardare a naso in su
le sue bandiere rosse e blu.

Però lo si vede - questo è il male -
soltanto dopo il temporale.

Non sarebbe più conveniente
il temporale non farlo per niente?

Un arcobaleno senza tempesta,
questa si che sarebbe una festa.

Sarebbe una festa per tutta la terra
fare la pace prima della guerra.

Lo scrivo così,altrimenti i bamboccioli della Banda Bassotti potrebbero non capire...
Ma allora per esempio,gb:quale dovrebbe essere lo scopo di propagandare la comunicazione e interazione diretta con "Coluichesai" ?
Tanto per fare un esempio...
...O forse intendete dire indirettamente che si sente solo,che vive in una condizione di disagio,di cambiamento forte e ha piacere di essere contattato,cercato,trovato?Come tutti i comuni mortali,voglio dire...
Non c'è niente di male in questo...
« Tu mi hai fatto conoscere ad amici che non conoscevo.

Tu mi hai dato un posto in case che non erano mie.

Tu hai ravvicinato ciò che era lontano,

e fatto dello straniero un fratello. »



(Rabindranath Tagore)

Avatar utente
gb
brahmana
brahmana
Messaggi: 4293
Iscritto il: 26 aprile 2005, 17:49

Messaggioda gb » 24 novembre 2011, 23:52

Che strano, eppure avrei giurato che qualcuno avesse detto che sarebbe andato via dal forum e non avrebbe scritto mai più... evidentemente o questo qualcuno è un pò birichino oppure ha un'esigenza così forte da soddisfare in questo forum che non ce la fa proprio a lasciarci... vedi che la mia frase "permettimi di dubitare di questa tua affermazione" a te rivolta che il cico il flagello dei post non allineati ha cancellato, aveva un grande senso :lol:

Calicanto ha scritto: Lo scrivo così,altrimenti i bamboccioli della Banda Bassotti potrebbero non capire...
Ma allora per esempio,gb:quale dovrebbe essere lo scopo di propagandare la comunicazione e interazione diretta con "Coluichesai" ?


Ma questa, cara Calicanto è proprio la domanda che si è rivolta a te: sono mesi che cerchi in qualche modo di provocare ed entrare in rapporto col Proietti, ne segui le vicende, lo citi indirettamente nei tuoi post, e, giochiamo un pò, ma solo un pò, a carte scoperte, l'ultima tua i n c a z z a t u r a è stata proprio perchè ho esplicitato questa tua esigenza con la mia risposta al tuo post (peccato che cico ha cancellato tutto ormai, in uno dei suoi attacchi di Epurazione da Santa Inquisizione). Eppure sei forte, perchè rappresenti l'insostenibile leggerezza dell'essere e l'assoluta, meravigliosa incoerenza femminile che tanto affascina noi bambaccioli, un pò sgherri e un pò scagnozzi.

Calicanto ha scritto: Tanto per fare un esempio...
...O forse intendete dire indirettamente che si sente solo,che vive in una condizione di disagio,di cambiamento forte e ha piacere di essere contattato,cercato,trovato?Come tutti i comuni mortali,voglio dire...
Non c'è niente di male in questo...


Sei sicura che sia il Proietti a "vivere in una condizione di disagio,di cambiamento forte e ha piacere di essere contattato(a), cercato(a) ,trovato(a)"? Non lo siamo forse tutti, chi più chi meno? Non si potrebbe forse applicare a tutti questa frase? Non c'è nulla di male, in questo, come hai scritto tu, se non fosse che, una eventuale vulnerabilità potrebbe attirare qualcuno con intenzioni, diciamo, poco luminose.
“Negli alberi, nel vento, nell’acqua perenne,

nella terra, nella luce, nella roccia inflessibile”

Giovanni Vannucci

Avatar utente
gb
brahmana
brahmana
Messaggi: 4293
Iscritto il: 26 aprile 2005, 17:49

Messaggioda gb » 24 novembre 2011, 23:54

A proposito, Luce Oscura, vedo che non hai risposto ancora alle mie domande. Hai detto come ho riportato in un tuo precedente post, che "cerchi esseri", cosa vuoi fare con questi "esseri"? Ti va di rispondere a questa mia curiosità?
“Negli alberi, nel vento, nell’acqua perenne,

nella terra, nella luce, nella roccia inflessibile”

Giovanni Vannucci

Avatar utente
Calicanto
ksatriya
ksatriya
Messaggi: 266
Iscritto il: 3 ottobre 2011, 14:13

Messaggioda Calicanto » 25 novembre 2011, 9:55

gb ha scritto:Che strano, eppure avrei giurato che qualcuno avesse detto che sarebbe andato via dal forum e non avrebbe scritto mai più... evidentemente o questo qualcuno è un pò birichino oppure ha un'esigenza così forte da soddisfare in questo forum che non ce la fa proprio a lasciarci... vedi che la mia frase "permettimi di dubitare di questa tua affermazione" a te rivolta che il cico il flagello dei post non allineati ha cancellato, aveva un grande senso :lol:

Calicanto ha scritto: Lo scrivo così,altrimenti i bamboccioli della Banda Bassotti potrebbero non capire...
Ma allora per esempio,gb:quale dovrebbe essere lo scopo di propagandare la comunicazione e interazione diretta con "Coluichesai" ?


Ma questa, cara Calicanto è proprio la domanda che si è rivolta a te: sono mesi che cerchi in qualche modo di provocare ed entrare in rapporto col Proietti, ne segui le vicende, lo citi indirettamente nei tuoi post, e, giochiamo un pò, ma solo un pò, a carte scoperte, l'ultima tua i n c a z z a t u r a è stata proprio perchè ho esplicitato questa tua esigenza con la mia risposta al tuo post (peccato che cico ha cancellato tutto ormai, in uno dei suoi attacchi di Epurazione da Santa Inquisizione). Eppure sei forte, perchè rappresenti l'insostenibile leggerezza dell'essere e l'assoluta, meravigliosa incoerenza femminile che tanto affascina noi bambaccioli, un pò sgherri e un pò scagnozzi.

Calicanto ha scritto: Tanto per fare un esempio...
...O forse intendete dire indirettamente che si sente solo,che vive in una condizione di disagio,di cambiamento forte e ha piacere di essere contattato,cercato,trovato?Come tutti i comuni mortali,voglio dire...
Non c'è niente di male in questo...


Sei sicura che sia il Proietti a "vivere in una condizione di disagio,di cambiamento forte e ha piacere di essere contattato(a), cercato(a) ,trovato(a)"? Non lo siamo forse tutti, chi più chi meno? Non si potrebbe forse applicare a tutti questa frase? Non c'è nulla di male, in questo, come hai scritto tu, se non fosse che, una eventuale vulnerabilità potrebbe attirare qualcuno con intenzioni, diciamo, poco luminose.

Sai,se c'è una cosa di cui sono certa e non mi stupisce affatto,nel senso che di uomini ho una certa esperienza,è che non mi hai mai capito.Forse capti un 10%? del mio modo di essere e di sentire?Sarebbe già tanto.Tra quello che tu credi di intuire di me,per la maschera o personaggio che qui mi piace interpretare,e quello che invece io penso e che esprime la mia essenza c'è un oceano.E lo sai perchè?
Perchè il mio grado di superiorità nel mio lavoro su me stessa,che svolgo ormai da vent'anni,rispetto al tuo,è semplicemente abissale.Così in alto,così in basso,si dice.Ma è un basso diverso dal tuo,che mette in bocca agli altri cose che manco gli passano per l'anticamera del cervello e che esprimono l'impronta dei tuoi pensieri.Di come tu rielabori le cose e non io.
Io e Paolo ci incontreremo quando sarà il momento e sarà per entrambi una sorpresa piacevole,ne sono certa.
Mah...Spero almeno che tu ti diverta con il tuo chiacchiericcio di fondo.
Se io voglio parlare con Paolo,mi rivolgo a Paolo.non ho timori,nè bisogno di intermediari,nè di pr che gli tengono il moccolo.Chiaro?
Io mi sento esattamente alla pari.Chiaro?
Bene.
Un bacio in fronte.
Namastè.

Ah,aggiungi anche che probabilmente sottovaluti la mia intelligenza.E la mia competenza nel gestire cert'uni e certi strumenti...
Credimi sulla parola. :)
Ciao,pennuto senza piume...
Ultima modifica di Calicanto il 25 novembre 2011, 10:19, modificato 1 volta in totale.
« Tu mi hai fatto conoscere ad amici che non conoscevo.

Tu mi hai dato un posto in case che non erano mie.

Tu hai ravvicinato ciò che era lontano,

e fatto dello straniero un fratello. »



(Rabindranath Tagore)

Avatar utente
Calicanto
ksatriya
ksatriya
Messaggi: 266
Iscritto il: 3 ottobre 2011, 14:13

Messaggioda Calicanto » 25 novembre 2011, 10:02

Solo dalla fragilità può nascere la forza.
Questo l'ho imparato strada facendo... ;)
« Tu mi hai fatto conoscere ad amici che non conoscevo.

Tu mi hai dato un posto in case che non erano mie.

Tu hai ravvicinato ciò che era lontano,

e fatto dello straniero un fratello. »



(Rabindranath Tagore)

yoga.san
ksatriya
ksatriya
Messaggi: 416
Iscritto il: 13 febbraio 2009, 13:05

Messaggioda yoga.san » 25 novembre 2011, 11:12

Calicanto ha scritto:....
Perchè il mio grado di superiorità nel mio lavoro su me stessa,che svolgo ormai da vent'anni,rispetto al tuo,è semplicemente abissale.Così in alto,così in basso,si dice.Ma è un basso diverso dal tuo,che mette in bocca agli altri cose che manco gli passano per l'anticamera del cervello e che esprimono l'impronta dei tuoi pensieri.Di come tu rielabori le cose e non io.
Io e Paolo ci incontreremo quando sarà il momento e sarà per entrambi una sorpresa piacevole,ne sono certa.
Mah...Spero almeno che tu ti diverta con il tuo chiacchiericcio di fondo.
Se io voglio parlare con Paolo,mi rivolgo a Paolo.non ho timori,nè bisogno di intermediari,nè di pr che gli tengono il moccolo.Chiaro?
Io mi sento esattamente alla pari.Chiaro?
Bene.
Un bacio in fronte.
Namastè.

Ah,aggiungi anche che probabilmente sottovaluti la mia intelligenza.E la mia competenza nel gestire cert'uni e certi strumenti...
Credimi sulla parola. :)
Ciao,pennuto senza piume...


Premessa: gb si arrangerà a replicare, non sono certo io a fargli da portavoce!
Credo-mi-illudo di intuire, stante gli ostacoli conoscitivi connaturati al genere cui appartengo ( :wink: ah, cosa può fare un singolo cromosoma di differenza....), cosa ti spinge a portare la provocazione a questi livelli.
Da quel (poco!) che intuisco potrebbe tra l'altro essere cosa assai meritoria.
Un merito del quale non credo tu abbia bisogno, in quanto immagino che la tua "attitudine" non potrebbe essere differente da quel che è.
Ma non è mia intenzione star qui a discutere e disquisire, dunque ti chiedo una sola cosa che non ho capito.
Una domanda alla quale sei ovviamente libera di non rispondere.
E' mia opinione che ci sia una forte responsabilità personale nel destrutturare, come dici tu nel "gestire gli strumenti", nel cercare di andare alla "radice" dei problemi o presunti tali. In primo luogo per sè stessi ma soprattutto in rapporto alle persone con cui abbiamo interscambi.
Può sembrare molto banale, lo so, ma tant'è.... credi ci sia un punto di arrivo in questo? e se ci fosse cosa comporta?... insomma.... come "gestisci la gestione"?
un abbraccio forte
S.

Avatar utente
fabio
moderatore
Messaggi: 3074
Iscritto il: 24 marzo 2006, 11:35

Messaggioda fabio » 25 novembre 2011, 11:41

Luce Oscura ha scritto:fabio
avverto la tua sincerità, pertanto ti dirò.
E' questione di qualificazione iniziale, e determinazione.
Non si nasce pashu, o vira, o divya.
si sceglie. istante per istante.
E si paga. La Bilancia è sempre esatta. tanto prendi ,tanto devi mettere. nessuna scusa.
Ora, la qualificazione. Nessun dharma, nessun karma.
Solo tu, e le tue scelte. nessuna scusa.
Se rimandi, tua scelta. se avanzi, tua scelta, se ti fermi, tua scelta. nessuna scusa.
All'inizio del percorso, si fanno delle scelte. possono esser modificate, cambiate, ma sempre andranno pagate. nessuna scusa.
Ora, la determinazione. Cosa possiedi, se Oro, o Piombo, quanto possiedi, quanto vale, quanto sei disposto a perdere. Nessuna scusa.
Sto descrivendo quella che è, o dovrebbe essere, la base di partenza di un cercatore.
Il primo degli yoga sutra di patanjali.
quello che in genere si legge appena, pensando : scontato.
Applicare tutto questo è facile. Il difficile è mantenerlo.
Sempre. Ovunque. Comunque.
nessuna scusa.
Ecco che non ci sono pashu, nè vira, nè divya.
ecco il modo della mano sinistra. nessuna illusione, nessuna scusa.
Potrei continuare sul lavoro, fantocci, rappresentazioni,direzioni, ego, ma so già che sarebbe inutile. Che è inutile.
O riesci a danzare sulle tue stesse ceneri, o no.
Nessuna scusa.


Luce Oscura
finalmente un messaggio che capisco.
Il tuo messaggio è chiaro, anche se alcune visioni non le condivido.

Nessun dharma, nessun karma. Ti posso chiedere a cosa attribuisci la tua forma fisica / mentale in questo momento? Perché sei qui? Non intendo nel forum, ma nel mondo.

Per il resto che dire, non percepisco ne il Bello né armonia nella mano sinistra.
Mi sembra, ad occhio e croce, una via arida. Ma ovvio sono solo congetture, non sapendo esattamente di cosa si parla.

Assomiglia ad un asparsa yoga così come viene presentato dalle Upanisad, Questo yoga, che viene denominato "asparsa" e' difficile da comprendere per molti yogi perche' essi, che sentono la paura laddove non esiste, ne hanno timore. (Mandukya III, 39)
Personalmente non mi ritengo qualificato.

Prendo atto che dici che è inutile continuare a parlare del lavoro, di rappresentazioni e di direzioni, che in fondo era l’inizio del discorso.

Rimane una cosa ancora che non capisco, perché accennarne e poi non parlarne. Sembra, ai miei occhi, un sottile gioco per incuriosire gli astanti.

Ovvio posso sbagliare, ma se non hai intenzione di parlare di certe cose, basterebbe non farne cenno.

Come quando uno dice che se ne va da un luogo, e lo annuncia. Non sarebbe più semplice andarsene? Qual è il motivo di annunciare tale evento se non attirare su di se le attenzioni? sembra un bisogno sottile, a sottolineare di esserci. Sbaglio?
IL GRANDE CONTROLLORE

Indra
brahmana
brahmana
Messaggi: 719
Iscritto il: 14 agosto 2011, 15:58

Messaggioda Indra » 25 novembre 2011, 14:31

fabio
comprendere la mano sinistra è difficile anche per molti maestri di altri sentieri.
E' una via diretta.
parlare con te di come siano dharma, e karma, dell'aum,sarebbe inutile per me, e dannoso per te. ti creerebbe solo problemi.
Segui gli insegnamenti che ritieni buoni per te, e lascia perdere la mano sinistra.

Ne accenno poichè, tra gli esseri, umani o non, che ascoltano, potrebbe esserci chi pratica davvero, con cui sarebbe interessante scambiare.
Quale che sia la sua via.

Avatar utente
Calicanto
ksatriya
ksatriya
Messaggi: 266
Iscritto il: 3 ottobre 2011, 14:13

Messaggioda Calicanto » 25 novembre 2011, 16:55

gb ha scritto:Che strano, eppure avrei giurato che qualcuno avesse detto che sarebbe andato via dal forum e non avrebbe scritto mai più... evidentemente o questo qualcuno è un pò birichino oppure ha un'esigenza così forte da soddisfare in questo forum che non ce la fa proprio a lasciarci... vedi che la mia frase "permettimi di dubitare di questa tua affermazione" a te rivolta che il cico il flagello dei post non allineati ha cancellato, aveva un grande senso :lol:


Calicanto ha scritto: Lo scrivo così,altrimenti i bamboccioli della Banda Bassotti potrebbero non capire...
Ma allora per esempio,gb:quale dovrebbe essere lo scopo di propagandare la comunicazione e interazione diretta con "Coluichesai" ?


Ma questa, cara Calicanto è proprio la domanda che si è rivolta a te: sono mesi che cerchi in qualche modo di provocare ed entrare in rapporto col Proietti, ne segui le vicende, lo citi indirettamente nei tuoi post, e, giochiamo un pò, ma solo un pò, a carte scoperte, l'ultima tua i n c a z z a t u r a è stata proprio perchè ho esplicitato questa tua esigenza con la mia risposta al tuo post (peccato che cico ha cancellato tutto ormai, in uno dei suoi attacchi di Epurazione da Santa Inquisizione). Eppure sei forte, perchè rappresenti l'insostenibile leggerezza dell'essere e l'assoluta, meravigliosa incoerenza femminile che tanto affascina noi bambaccioli, un pò sgherri e un pò scagnozzi.


Rispondo nuovamente a questo messaggio,perchè temo altrimenti di dare adito a fraintendimenti.
Io sapevo che cico non mi avrebbe cancellato ma in quel momento volevo forzare la mano,per veder uscire alcuni tratti di personalità di quel signor K...
Non mi occupo di nessuno,nè tanto meno mi pre-occupo di qualcuno.
Al massimo posso fare la spugna,perchè non ho paura del dolore.
Credo che la paura del cambiamento e la paura di avere paura del cambiamento,siano elementi essenziali,che fanno parte del gioco.
Non ci sono parole di fronte al dolore.Non c'è altro modo di superarlo il dolore,se non quello di accoglierlo.
Solo una persona che ha molto sofferto può capire cosa sia il dolore e come accoglierlo.
Col tempo ho capito che la sofferenza aiuta a crescere,a riequilibrare le parti.Aiuta a capire ciò che non si è compreso.
Personalmente,sono sensibile come il filo di una ragnatela.Non mi scappa nulla.
"sono mesi che cerchi in qualche modo di provocare ed entrare in rapporto col Proietti, ne segui le vicende, lo citi indirettamente nei tuoi post, e, giochiamo un pò, ma solo un pò, a carte scoperte, l'ultima tua i n c a z z a t u r a è stata proprio perchè ho esplicitato questa tua esigenza con la mia risposta al tuo post "sono parole che mi offendono per la loro banalità.Io il tonfo della porta l'ho sentito.Di cosa vuoi che abbia bisogno io?
Se scriviamo qui è perchè siamo tutti bisognosi di esprimere i nostri pensieri in questo modo.
Quando si è parlato di anabasi e catabasi,io ho chiesto in quel frangente,di cosa avesse bisogno.Mi sembrava un gesto carino.L'Innominato Bianco non mi ha risposto.
Ricordavo anche una precedente conversazione in cui si parlava delle pere con la Dea,utilizzando come mezzo il rapporto sessuale,quindi una donna e dei giudizi dei figli adolescenti rispetto ai genitori e in cui un povero ragazzotto che vive di luce riflessa e che vorrebbe darmi delle lezioni di vita (quale?) non ha colto nulla,nè il senso del mio intervento,nè la gravità di quello che era già nell'aria e mi ha tagliata fuori dalla conversazione perchè considerava per pre-giudizio, inutile o sciocco o nocivo quanto avevo da dire.
Ora...permettimi questa considerazione...
Ma vuoi che mi sfrittoli le ovaie per cercare la parolina magica,stile:"Apriti sesamo" ?
Per me siamo alla pari.
Io non sono abituata a tirare la gente per la cinta dei calzoni.
Uno comunica se e quando vuole comunicare.
Tutto questo è utile a TUTTI.
E lo facciamo tutti.
Io ho un padre e mi basta.
I ciucci per adulti li detesto.Chiaro?
I rapporti vengono se vengono e basta.
Alla mia mensa possono sedersi tutti.Non faccio distinzioni di sorta.Chi vuole si siede.Luce Chiara,Luce Oscura,chiunque sia disposto al dialogo.
Siamo tutti sulla stessa barchetta,in mezzo al mare.
Se qualcuno intende sedersi alla mia tavola supponendo di essere all'altezza di insegnarmi a vivere,o peggio,di insegnarmi a vivere non ca gandomi,vada a fare la ca cca altrove.
Chiaro?
Chiamasi:sano realismo.
Cosa vuoi insegnarmi?
Ultima modifica di Calicanto il 25 novembre 2011, 19:28, modificato 1 volta in totale.
« Tu mi hai fatto conoscere ad amici che non conoscevo.

Tu mi hai dato un posto in case che non erano mie.

Tu hai ravvicinato ciò che era lontano,

e fatto dello straniero un fratello. »



(Rabindranath Tagore)

Avatar utente
gb
brahmana
brahmana
Messaggi: 4293
Iscritto il: 26 aprile 2005, 17:49

Messaggioda gb » 25 novembre 2011, 18:12

Calicanto ha scritto: Sai,se c'è una cosa di cui sono certa e non mi stupisce affatto,nel senso che di uomini ho una certa esperienza,è che non mi hai mai capito.Forse capti un 10%? del mio modo di essere e di sentire?Sarebbe già tanto.


Certo, è possibile.

Calicanto ha scritto: Tra quello che tu credi di intuire di me,per la maschera o personaggio che qui mi piace interpretare,e quello che invece io penso e che esprime la mia essenza c'è un oceano.


Certo, è possibile anche questo.

Calicanto ha scritto: E lo sai perchè?
Perchè il mio grado di superiorità nel mio lavoro su me stessa,che svolgo ormai da vent'anni,rispetto al tuo,è semplicemente abissale.


Certo, è possibile anche questo. Ma stavamo facendo un qualche tipo di gara a chi ce l'ha più lungo?

Calicanto ha scritto:Se io voglio parlare con Paolo,mi rivolgo a Paolo.non ho timori,nè bisogno di intermediari,nè di pr che gli tengono il moccolo.Chiaro?

Io mi sento esattamente alla pari.Chiaro?
Bene.
Un bacio in fronte.
Namastè.


Ti senti un abisso superiore a me, e alla pari con Proietti: a me va benissimo, sempre lieto di imparare da chi ne sa più di me, allora scusa ma rilancio, perchè non organizzi uno stage in cui puoi trasferire, a me e eventualmente agli altri del forum, le tue competenze? Se il prezzo è modico e la location è raggiungibile, e se detto con un certo anticipo, io potrei venire a farlo. Ti avevo già chiesto in passato di parlare di yoga e psicologia, ma all'epoca non rispondesti.

Calicanto ha scritto:Ah,aggiungi anche che probabilmente sottovaluti la mia intelligenza.E la mia competenza nel gestire cert'uni e certi strumenti...
Credimi sulla parola. :)
Ciao,pennuto senza piume...


Ciao piumata senza uccello :mrgreen:
“Negli alberi, nel vento, nell’acqua perenne,

nella terra, nella luce, nella roccia inflessibile”

Giovanni Vannucci

Avatar utente
gb
brahmana
brahmana
Messaggi: 4293
Iscritto il: 26 aprile 2005, 17:49

Messaggioda gb » 25 novembre 2011, 18:17

Calicanto ha scritto:Solo dalla fragilità può nascere la forza.
Questo l'ho imparato strada facendo... ;)


Vedi, è anche per frasi come queste che mi piace che tu stia qua sul forum: oggi ho detto la stessa identica cosa riferita alla forza e al coraggio delle donne parlando ad un mio collaboratore in crisi perchè la moglie bipolare era entrata in fase maniacale e volata in Messico (ora l'è tornè andrè). Il discorso sulla moglie è un pò lungo e non è il caso di affrontarlo qua, ma ti assicuro che c'entra con la frase in questione.

La fragilità maschile è solo mascherata, di solito.
“Negli alberi, nel vento, nell’acqua perenne,

nella terra, nella luce, nella roccia inflessibile”

Giovanni Vannucci


Torna a “La fisiologia sottile”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti