Pagina 1 di 1

Kundalini

Inviato: 20 aprile 2011, 18:35
da marut
Ciao a tutti sono nuovo del forum, anche se vi seguo già da un pò di tempo. Pratico yoga da circa quattro anni ed ogni tanto nel cercare di capire qualcosa in più mi imbatto in quesiti per me non risolvibili.
Mi sono posto questa domanda: liberare la kundalini è una interpretazione diversa per indicare l'illuminazione (tipica della tradizione zen)?
Ciao a tutti.

Inviato: 21 aprile 2011, 3:22
da Onkar Singh
Bella domanda.

Di solito, una domanda ben definita contiene in sè la risposta.

Prova a riformularla dettagliatamente.

Inviato: 21 aprile 2011, 8:34
da stebau
per prima cosa la serpentessa và ridestata :idea: con tutti i suoi risvolti.

Inviato: 21 aprile 2011, 8:54
da Togdenma
Sono aspetti diversi...secondo Osho.
" Satori è come la luna riflessa in un’acqua calma e quieta. Sembra che sia la luna, ma se butti un sasso nell’acqua, la tua luna viene divisa in migliaia di pezzettini; ogni onda la altera. Non è reale.
Ma è possibile confondere la luna nell’acqua con quella che è nel cielo.
Samadhi è la luna nel cielo, satori è la luna nell’acqua. Satori è sicuramente il riflesso della stessa luna, ma un riflesso non è la realtà. Sembra la vera luna; non hai mai visto la vera luna, quindi per te è la vera luna. Satori è solo un riflesso del samadhi. Non l’ho mai detto, perché non voglio disturbare gli zen, che sono le persone migliori al mondo. Anche se restano aggrappati a un riflesso, per lo meno è il riflesso della luna. Prima o poi si accorgeranno che è un riflesso: basta un piccolo disturbo e il riflesso viene alterato."(Osho- Light on the Path)

Inviato: 21 aprile 2011, 11:30
da marut
Grazie delle risposte, anche se dopo aver letto Osho ne capisco meno di prima :D
Cerco di spiegarmi meglio. Il risveglio della Kundalini è solo una presa di coscienza o è un reale risveglio di energie sopite? In alcuni testi queste energie se non controllate addirittura potrebbero anche dannegiare il corpo. Con la pratica quotidiana dello yoga credo che tutti ci accorgiamo dei quotidiani cambiamenti fisici e mentali, senza pensare a niente di particolare, ad esempio semplicemente una maggiore consapevolezza.
Allora nasce il dubbio: è una "esplosione di energia" o è un "risveglio" a ciò che la pratica ci ha aiutati a diventare?

PS
Nel frattempo mi chiedo ma la risposta a questa domanda è così importante??? :D

Inviato: 21 aprile 2011, 12:17
da Togdenma
Lo yoga risveglia queste "energie" con gradualità.
Quando ci si apre a questa conoscenza-percezione si svela la profonda natura dell'essere umano,come Essere divino.Cioè ci si sente come frammenti di un universo più vasto,di cui siamo sia comparse che protagonisti.
E' un salto oltre le illusioni di maya per ricongiungersi alla propria natura universale.E si trascende il senso di separazione,si va oltre,riconoscendo l'interdipendenza sottile di tutte le cose.Siamo tutti legati.Siamo Uno.
La apertura completa di Kundalini,permette la percezione della Luce e lo sviluppo delle potenzialità umane,anche legate alla dimensione "sottile",cioè competenze intuitive,creative e trans-personali.
Il Samadhi,in termini molto generali e sintetici (si va per livelli,anche lì...)permette di riconoscere e sentire dentro di sè la dimensione mistica,le Leggi Universali e il flusso potente del Principio dell'Amore.Dura giorni.Ma anche molto di più.Crea profonde modificazioni nel modo di percepire la realtà,la vita,se stessi.
Il Satori dura un momento,è una lampadina,un momento di insight.

p.s. :Vivi l'esperienza.
La dimensione teorica,semmai,approfondiscila dopo,secondo me.
Dimenticala ora,se ti riesce... :)

Re: Kundalini

Inviato: 21 aprile 2011, 13:23
da cico
marut ha scritto:... liberare la kundalini è una interpretazione diversa per indicare l'illuminazione (tipica della tradizione zen)?
Ciao a tutti.


Ciao,
Premesso che prima di risvegliare la Kundalini ci vogliono un po' di anni di pratica quotidiana per preparare corpo, energie e mente, la Kundalini viene risvegliata in Muladhara; quando la Kundalini, dopo aver passato tutti gli altri Chakra, arriva in Sahasrara, allora inizia la fase dell'Illuminazione, fase in cui si fa gradualmente esperienza interiore della Luce e del proprio Sè (o Spirito che dir si voglia).
Stante il fatto che tale fase non è molto semplice da gestire, è opportuno che essa sia molto dilatata nel tempo, che venga vissuta in un ambiente protetto (leggi ashram) e sotto la guida diretta del proprio Maestro.
Rispondendo all'altra tua domanda... si tratta di energie, anche decisamente forti.

Namastè :)

Inviato: 21 aprile 2011, 14:55
da stebau
Togdenma ha scritto:Lo yoga risveglia queste "energie" con gradualità.
Quando ci si apre a questa conoscenza-percezione si svela la profonda natura dell'essere umano,come Essere divino.Cioè ci si sente come frammenti di un universo più vasto,di cui siamo sia comparse che protagonisti.
E' un salto oltre le illusioni di maya per ricongiungersi alla propria natura universale.E si trascende il senso di separazione,si va oltre,riconoscendo l'interdipendenza sottile di tutte le cose.Siamo tutti legati.Siamo Uno.
La apertura completa di Kundalini,permette la percezione della Luce e lo sviluppo delle potenzialità umane,anche legate alla dimensione "sottile",cioè competenze intuitive,creative e trans-personali


enorme la tua spegazione.

Om sai ram

Inviato: 15 giugno 2011, 11:38
da pabletto
per quel ke sò ci sono metodi, però per avanzati, per risvegliare più velocemente la Kundalini. però bisogna essere seguiti, dicono è un energia molto potente e risvegliarla troppo presto o in modo troppo forte può essere pericoloso.

ciao ciao! :-)