Pagina 1 di 1

Samadhi/satori con... le rotelline?

Inviato: 23 marzo 2011, 6:24
da Ventus
Girando qua e là ho trovato questo link:
http://www.zenforuminternational.org/vi ... =57&t=5334
Vi si parla di un gioco in cui il giocatore controlla una pallina usando la mente (in quella pagina ci sono link a video su Youtube).
La macchina sembra abbastanza semplice, in fondo sembra un phon girevole (a mano) ma la cui potenza è controllata dalla mente, grazie a dei sensori applicati a una fascia elastica che si mette in testa e che traducono il livello dell'attività cerebrale in una sorta di "volume" per il phon o ventilatore.
(Come un mini-mini-elettroencefalogramma ultrasemplificato ma che costa poche decine di euro. Come un mini pista).

In seguito ci sono video di ragazzi che hanno pensato di usare i sensori non più per giocare ma per controllare l'attività generale della mente: pensi tanto (o poco)? arriva una scossa elettrica.
Nei video si vede che la scossa è forte, e scherzano, ma un semplice "buzz" o ronzio potrebbe aiutare anche chi fa yoga o zen (zazen) a compiere i primi passi sulla via del rilassamento dei pensieri. (O un'altra distrazione?). Un po' come le rotelline di quando si imparava ad andare in bicicletta.

La cosa mi sembra interessante e mi piacerebbe che se ne parlasse anche in Italia.
Un giorno, altri sensori più complessi e capaci di distinguere tra le diverse debolissime onde elettromagnetiche Alfa, Beta, Tetha ecc potrebbero aiutarci (o distrarci) ancora meglio.
In medicina sono cose disponibili da un pezzo, ma la cosa straordinaria è che adesso i costi sono scesi al punto che questi sistemi possono entrare in ogni casa sotto forma di giochino, moltiplicando all'inverosimile i praticanti, suscitando nuovi interessi, affinando abilità, e magari portando sorprese.

Sembrano passati millenni da quando, con due scatolini, la TV di casa diventava un campo di ping pong..., mentre i videogiochi di oggi hanno tante funzioni, tanti livelli e si giocano anche online.

Ecco! quì c'è una versione per due giocatori:
http://www.bordoni.org/blog/archive/201 ... ntale.aspx

Mi sembra una novità. Se invece ero il solo a non saperlo ancora... prometto di leggere più spesso Topolino. :-)
Un saluto a tutti!
Ventus

Re: Samadhi/satori con... le rotelline?

Inviato: 23 marzo 2011, 13:40
da Rama111
Ventus ha scritto:Girando qua e là ho trovato questo link:
http://www.zenforuminternational.org/vi ... =57&t=5334
Vi si parla di un gioco in cui il giocatore controlla una pallina usando la mente (in quella pagina ci sono link a video su Youtube).
La macchina sembra abbastanza semplice, in fondo sembra un phon girevole (a mano) ma la cui potenza è controllata dalla mente, grazie a dei sensori applicati a una fascia elastica che si mette in testa e che traducono il livello dell'attività cerebrale in una sorta di "volume" per il phon o ventilatore.
(Come un mini-mini-elettroencefalogramma ultrasemplificato ma che costa poche decine di euro. Come un mini pista).

In seguito ci sono video di ragazzi che hanno pensato di usare i sensori non più per giocare ma per controllare l'attività generale della mente: pensi tanto (o poco)? arriva una scossa elettrica.
Nei video si vede che la scossa è forte, e scherzano, ma un semplice "buzz" o ronzio potrebbe aiutare anche chi fa yoga o zen (zazen) a compiere i primi passi sulla via del rilassamento dei pensieri. (O un'altra distrazione?). Un po' come le rotelline di quando si imparava ad andare in bicicletta.

La cosa mi sembra interessante e mi piacerebbe che se ne parlasse anche in Italia.
Un giorno, altri sensori più complessi e capaci di distinguere tra le diverse debolissime onde elettromagnetiche Alfa, Beta, Tetha ecc potrebbero aiutarci (o distrarci) ancora meglio.
In medicina sono cose disponibili da un pezzo, ma la cosa straordinaria è che adesso i costi sono scesi al punto che questi sistemi possono entrare in ogni casa sotto forma di giochino, moltiplicando all'inverosimile i praticanti, suscitando nuovi interessi, affinando abilità, e magari portando sorprese.

Sembrano passati millenni da quando, con due scatolini, la TV di casa diventava un campo di ping pong..., mentre i videogiochi di oggi hanno tante funzioni, tanti livelli e si giocano anche online.

Ecco! quì c'è una versione per due giocatori:
http://www.bordoni.org/blog/archive/201 ... ntale.aspx

Mi sembra una novità. Se invece ero il solo a non saperlo ancora... prometto di leggere più spesso Topolino. :-)
Un saluto a tutti!
Ventus


Ciao!! quello di cui parli, cioe' usare l'eeg (elettroencefalografia) per monitorare gli stati di coscienza e usare delle rappresentazioni sonore/video (oddio, elettriche!?nooo :shock:) per inidirizzare gli stati di rilassamento e di meditazione, e' anche la pratica del Neurofeedback: http://it.wikipedia.org/wiki/Neurofeedback

e' un campo di ricerca scientifica molto ampio che si sta via via avvicinando al grande pubblico (ma gia' usatissimo da olimpionici e calciatori professionisti). l'allenamento delle onde cerebrali e' possibile e, nel caso specifico della meditazione, e' possibile allenare (indirizzare) il cervello a sostenere stati funzionali simili a quelli di un monaco buddista (che sono stati ampiamente caratterizzati a livello di eeg). In termini tecnici si parla di incrementare la coerenza di fase delle onde Alpha ai lobi parietali, l'aumento della frequenza di picco in Alpha al sito P4 (lobo parietale lato destro)... i protocolli piu' propriamente di meditazione lavorano sull'incrementare il rapporto alpha/theta/beta a P4, oppure la coerenza di fase in gamma tra siti posteriori e anteriori del cervello. Se ti interessa, la tesi universitaria sperimentale di Marco Rotonda si' e' occupata proprio di questo; e il soggetto sperimentale senza precedente esperienza di meditazione, dopo 6-7 sedute di allenamento nella direzione di un esperto meditatore, riportava di aver imparato a "respirare con la testa" volontariamente, a occhi aperti... cioe' dall'aver auto-indotto/indirizzato uno specifico pattern di attivita' cerebrale grazie alla tecnologia eeg ne era scaturita una capacita' di rilassamento/stato mentale mai provata prima di 'leggerezza' e 'vuoto'... questo e' semplicemente un esempio, di ricerca scientifica in merito ce ne e' taaaanta...

se ti interessa una bibliografia scientifica delle condizioni (mediche) trattate con il nfb:
http://www.isnr.org/ComprehensiveBibliography.cfm
e' divisa per aree di intervento, ma c'e' da notare che il principio base del tipo di intervento resta il medesimo, cio'e' misurare il funzionamento del cervello in tempo reale, riproporlo alla coscienza della persona per mezzo di rappresentazioni audio/video, e indirizzarne il cambiamento graduale mediante intenzione e attenzione...

In termini di meditazione per persone che non hanno problemi specifici e' forse piu' facile usare HearthMath:
http://www.heartmath.com/
un apparecchietto che, invece di allenare il cervello, allena la coerenza nel battito cardiaco, altro parametro fondamentale dello stato di gioia/benessere e correlato all'attivita' cerebrale....

in ogni caso si tratta di sfruttare la plasicita' nervosa attraverso meccanismi di apprendimento simili a quelli che intervengono, per esempio, quando si impara a suonare uno strumento musicale....

siamo anche in fase di progettazione di un software che permette di fare cio' sfruttando questo nuovo caschetto eeg futuristico ma a prezzo contenutissimo (presto disponibile anche in europa):
http://www.emotiv.com/

saluti :)