Kundalini

chakra, nadi, kundalini ed esperienze del corpo energetico
Avatar utente
gentile
sudra
sudra
Messaggi: 17
Iscritto il: 7 aprile 2005, 19:07
Località: Rimini

Kundalini

Messaggioda gentile » 7 aprile 2005, 19:30

Salve, premessa (sono molto ignorante) ho letto per caso del materiale relativo allo yoga su Internet e mi sono imbattuto sull'argomento Kundalini. Da quello che ho capito la meditazione porterebbe al risveglio del Kundalini per farlo arrivare al cervello. Sempre per caso ho letto su Internet che per attivare questo processo e' necessario un maestro (cito una frase: Una candela da sola non può accendere un'altra candela, ma una candela accesa può accenderne tante altre). Puo' accadere che il risveglio del Kundalini avvenga in modo autonomo?

alex
sudra
sudra
Messaggi: 46
Iscritto il: 28 marzo 2005, 22:56
Località: ROMA

Messaggioda alex » 8 aprile 2005, 21:57

mah,veramente aspettavo l'intervento di ganesha,cmq per quello che posso dire,sapendone veramente poco,è che la kundalini non si risveglia da sola o almeno è molto difficile.ci sono delle pratiche per attivare il muladara chakra,dove essa è conservata,molto potenti ed ho sentito alcune persone che l'anno provato che hanno avuto problemi di insonnia in quanto l'energia è molto forte.
SHANTI

AT
brahmana
brahmana
Messaggi: 2509
Iscritto il: 28 marzo 2005, 19:38

kundalini

Messaggioda AT » 9 aprile 2005, 20:47

Un risveglio male operato di kundalini può produrre malattie gravi, pazzia, suicidio, morte. E' meglio non scherzare col fuoco.

Avatar utente
gentile
sudra
sudra
Messaggi: 17
Iscritto il: 7 aprile 2005, 19:07
Località: Rimini

Messaggioda gentile » 10 aprile 2005, 15:09

Quindi mi sembra di capire che la risposta e' si, se si fosse risvegliata in modo inconsapevole in una persona, come questa persona se ne potrebbe accorgere? E quali potrebbero essere gli avvenimenti esterni che potrebbero averla risvegliata?

AT
brahmana
brahmana
Messaggi: 2509
Iscritto il: 28 marzo 2005, 19:38

Kundalini

Messaggioda AT » 10 aprile 2005, 16:24

Secondo la tradizione tantrica,Kundalini può essere scossa e parzialmente destata attraverso i metodi seguenti:
-Concentrazione totale della mente provocata da studio o ricerca intensi, o da assoluta introversione, o concentrazione dell'energia mentale su un simbolo.
-Droghe e alcol.
-Traumi fisici e psicologici.
-Estasi indotta dalla musica o dalla danza frenetica.
-Attività sessuale yogicamente controllata (senza eiaculazione e con particolari canalizzazioni dell'energia).
-Compassione per tutti gli esseri.
-Estasi estetica indotta dalla contemplazione dell'arte.
-Entusiasmo religioso indotto dalla devozione totale all'Assoluto concepito nella forma di una divinità personale.
-Violenza portata al grado della frenesia,sia sadica che masochistica.
Come si può vedere, si tratta di un"energia" piuttosto misteriosa ed ambivalente, ed è stata risvegliata sia da grandi santi e mistici che da personaggi inquietanti e negativi (in occidente,due appassionati di Kundalini erano Julius Evola ed Aleister Crowley).
Kundalini è ambivalente come l'inconscio, che sotto certi aspetti è un vero vaso di Pandora nel quale sono contenute mostruosità orribili. Molte persone hanno sviluppato patologie anche gravi in seguito a un risveglio disarmonico di questa energia; oggi è di moda accostarsi con leggerezza a tecniche che possono risultare molto più pericolose delle droghe. D'altra parte,in un certo senso Kundalini è sempre presente nella creatività, nella passione e nell'entusiasmo dell'uomo, e non può quindi essere demonizzata o temuta perchè, almeno in parte, è inscindibile dall'integrità della persona. In realtà sembra che se ne sappia veramente poco.

alex
sudra
sudra
Messaggi: 46
Iscritto il: 28 marzo 2005, 22:56
Località: ROMA

Messaggioda alex » 10 aprile 2005, 21:50

AT grazie per le informazioni forniteci.avevo tutta un'altra idea della kundalini,sicuramente più positiva,se però parli di pazzia e morte...dove hai raccolto queste informazioni?
SHANTI

Narayan

Kundalini

Messaggioda Narayan » 27 aprile 2005, 4:44

Il risveglio della kundalini, puo essere anche non riconosciuto dalla stessa persona che lo riceve, ma più in là che si fanno pratiche evolutive, la Kalikundalini, sale attraverso i chakra e risveglia in voi forze sconosciute, è in quel momento che bisognerebbe avere un Sadguru come maestro che al momento del ultimo stadio, la kundalini che raggiunge sahasrara chakra, possa aiutarvi nel passaggio del aldilà.
certo, è una cosa che è toccata a pochissime persone nel corso dell'intera vita sul nostro pianeta, ma è il raggiungimento dello scopo dello yoga, che dal sanscrito yoga significa "unione con il supremo" e il supremo è il tutto, il macro Cosmo... quindi il corpo al ultimo stadio non è più sufficiente per la mente macrocosmica e quindi cè la morte del corpo fisico...
ma non vi preoccupate di cio' non vi succedera' mai almeno che Voi non siate degli eletti e la vostra vita materiale su questo pianeta non sia più necessaria, ed a questo punto, Vi garantisco che non vi preoccuperà affatto di morire ect... perchè sarete il tutto....

in lui
Narayan

stefano80

Ciao

Messaggioda stefano80 » 27 aprile 2005, 10:24

Dì.
quando ho avuto il risveglio del kundalini ero piccolo e mi impaurivo.è un energia che parte dalle gambe e risale...poi la si controlla però grazie anche a dei bravi maestri che incontrerai nel cammino :) ...OM

stefano80

ciao

Messaggioda stefano80 » 28 aprile 2005, 8:11

Dì,
qunado mi capitava di notte pensavo ai fantasmi :D poi con il tempo le cose anzi le hose si comprendono!Ciauuu

Ospite

Messaggioda Ospite » 29 aprile 2005, 12:05

scusami ma la kundalini non è un'energia che parte dalle gambe ma bensi dal perineo ovvero dove è situato muladhara chakra...
mi lascia un pò perplesso il fatto che tu dica che la kundalini ti si sia risvegliata quando eri bambino... una volta che questa energia risale tutte le aree del cervello che normalmente rimangono latenti divengono attive, avresti dovuto manifestare tutti gli shiddhi divini, mi viene difficile pensare che un bambino , senza nessuna pratica riesca a raggiungere ciò...

stefano80

Energia universale

Messaggioda stefano80 » 29 aprile 2005, 14:16

Per me era quell'energia..Energia che si può risvegliare spontaneamente!Tutto questo interesse per K!Bah!Tutti i poteri?Nemmeno uno e nn intendo averli!Nn è assolutamente quello nè l'inizio, nè il mio fine!Il mio fine è quello di capire e comprendere e comprendendo rendere più chiari i vari fenomeni non ancora del tutto spiegati!Ommmm :shock

robie
ksatriya
ksatriya
Messaggi: 231
Iscritto il: 25 maggio 2005, 0:06
Località: savona

kundalini

Messaggioda robie » 5 giugno 2005, 0:11

pratico da alcuni anni e in questi anni l'argomento kundalini e' stato nominato solo di sfuggita daala mia insegnante.
Non bisogna avere fretta e non bisogna bruciare le tappe.
E' necessario invece essere seguiti dal maestro per non incorrere in situazioni dannose.
P.s.: inoltre non necessariamente si arriva al risveglio di kundalini in questa vita.......e come sappiamo l'argomento reincarnazione e' vasto e molto affascinante.

veroTO
sudra
sudra
Messaggi: 28
Iscritto il: 17 ottobre 2004, 17:06

SCOPERTA

Messaggioda veroTO » 9 giugno 2005, 21:52

Sono senza parole:solo oggi ho capito cos'è che ,delle volte, mi succede.Ora tutto ha un nome...e un pò di paura,perchè se prima avvertivo solamente l'intensità di ciò che mi attraversava adesso ne conosco anche la potenza.
E a questo punto cosa sarebbe saggio da fare?

robie
ksatriya
ksatriya
Messaggi: 231
Iscritto il: 25 maggio 2005, 0:06
Località: savona

kundalini

Messaggioda robie » 9 giugno 2005, 22:55

mi raccomando,la pratica dello yoga ci prepara tra l'altro a non avere paura....Fatti guidare da un maestro e ......non aver paura.
Ciao . Shanti

veroTO
sudra
sudra
Messaggi: 28
Iscritto il: 17 ottobre 2004, 17:06

Messaggioda veroTO » 10 giugno 2005, 12:22

Infatti ne parlerò subito con la mia insegnante di yoga. La "paura" deve essere stata causata dall'impatto iniziale. Capire delle volte può spiazzare ( l'importante è sapersi poi riprendere!!!).
Ma se devo dirla tutta, ha contribuito anche la mia inesperienza che ha confuso la ricerca con lo smarrimento.
Shanti


Torna a “La fisiologia sottile”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite