Aiuto per il mio terzo chakra

chakra, nadi, kundalini ed esperienze del corpo energetico
Yogavira
brahmana
brahmana
Messaggi: 1229
Iscritto il: 23 settembre 2006, 21:47

Messaggioda Yogavira » 15 dicembre 2006, 15:12

Ehi labor !!...a me mi prendono per uno che non ha problemi, una specie di scapestrato....quando mi metto a giocare con mia figlia e due suoi amichetti a 'un, due, tre, stella !' nel negozio di mia moglie, i clienti mi prendono per scemo (non apertamente, ma si vede lontano un miglio però !! ).
O i miei titolari allo studio dicono che ho la 'capa fresca'....che ne sanno loro di vairagya, di samtosa, e delle stiracchiate ultra per imparare pasasana !!
ciao !!!
Immagine mitico ! Immagine

Rudra
ksatriya
ksatriya
Messaggi: 458
Iscritto il: 25 settembre 2006, 17:15

Messaggioda Rudra » 15 dicembre 2006, 15:14

Paolo proietti ha scritto:
non sono duro rudra, fisicamente, per via delle mie articolazioni lasse, sono morbido come un pupo.
ma in certe cose sono spietato, nel senso letterale del termine.
I motivi della mia spietatezza li puoi ricercare nel tuo post, nella descrizione del panico.
La scoperta del vuoto.
vedi caro rudra ( :shock: cribbio,mi piacerebbe conoscere il tuo nome vero quello dell'anagrafe, rivolgendomi a rudra mi sembra di parlare con un doberman), ho avuto delle esperienze un po' fortine diverse volte ,le prima ero poco più che adolescente.
Ciò che a te è capitato con l'albero, a me capitava anche con i suoni e con gli animali.
Una volta mi sono perso in un gabbiano. nel senso che continuavo a vedere come secondo me vede un gabbiano, a camminare senza sentire il terreno sotto i piedi e a sentire la mia voce come se partisse da un punto sopra la testa.
tentavo disperatamente di ritrovare delle percezioni "normali".
avevo trovato il vuoto che cercava e ne ero terrorizzato.
non facevo nessuno differenza tra il sognare e il vivere. anzi spesso sognavo la notte ciò che mi sarebbe accaduto il giorno dopo.
Ho già descritto in vecchi post certe mie sensazioni.
naturalmente qualcosa me lo tengo per me, ma ad esempio certe cose che adesso , a ripensarci mi sembrano meravigliose, allora mi terrorizzavano.
ti racconto la più divertente:
una volta, ad esempio, ho sognato una tartaruga bianca. nel sogno di casa e mettevo il piede su qualcosa di strano, poi vedevo la tartaruga, bianca con una stella dorata sul guscio che mi invitava a seguirla con un cenno della testa.
mi sono ritrovato in un prato rettangolare con una donna e due uomini cinesi vestiti di bianco, blu, rosso,giallo che mettendosi due ai miei lati, uno davanti ed uno dietro mi insegnavano una forma di arti marziali.
la "lezione è andata avanti per quasi una settimana".
Dopo un pò di tempo ho scoperto che la sequenza imparata nel sogno esisteva davvero.
Ho pensato di essere pazzo.
Ho faticato molto, anche se aiutato dal fare teatro, a ricostruire una parvenza di "io".
Il vuoto a quel tempo per me è stata una esperienza terrificante.
Credo che si debba parlare delle cose terribili, per noi occidentali egotici, che si possono provare nella reale pratica dello yoga o di altre pratiche di alchimia interiore.
molti, anche su questo forum, si avvicinano allo yoga perchè stanno male, perchè hanno un vuoto dentro.
pensano che lo yoga sia solo beatitudine, calma ed una maniera per riempire il vuoto che sentono dentro.
perchè non dirgli che è anche lotta e paura e sofferenza?
che per ottenere piccoli progressi occorre faticare e mettersi alla prova ogni giorno?
perchè illuderli che sia tutto facile e piacevole?


Caro Paolo,
concordo con la tua spietatezza e severità nell'affrontare certi argomenti.
Concordo anche con il tentativo di far passare il messaggio che lo Yoga..come qualsiasi altra Via tradizonale ....è duro...molto duro. Considera che da parte del sottoscritto ci si ritrova spesso a consigliare ad allievi...una buona e sana psicoterapia o analisi, e allontanarli almeno momentaneamente da un serio percorso Yogico o Vedantico.

In questo senso sfondi una porta aperta.
Ed è per questo che mi ostino a recuperare un linguaggio il più strettamente Tradizionale... per non creare malintesi.

La cosa strana è che dobbiamo si stare molto attenti alla possibilità che dietro a qualche espereinziuccia ci sia solo uno svolazzamento emotivo e invasivo....ma allo stesso tempo dobbiamo rimanere aperti alla possibilità che ci sia qualcun'altro che abbia vissuto le nostre stesse esperienze. pù o meno terrifiche..più o meno sublimi, e che forse la abbia anche integrate e sia andato oltre.

[...]

Il vuoto..da un certo punto di vista rappresenta l'ultima gabbia...in quanto essendo ancora un oggetto di percezione...sublime e capace di "pacificare" e di espandere la coscienza, è ancora un oggeto visibile, osservabile, testimoniabile. Quindi ancora un fenomeno da ricondurre ad una percezione. Se vuoi della mente svuotata da contenuti...ma non dell'Essere Ultimo.

In questa prospettiva il vuoto è un esperienza che va abbandonata il prima possibile.

[...]

Riguardo alle tua "aperture" e realizzazioni spirituali mi complimento....Relativamente al mondo onirico...come ben saprai..secondo Shankarachaya...il piano del sogno...non è poi così differente da quello della veglia...quindi niente di più "normale" ritrovarsi ad avere vissuti importanti come quello da te testimoniato.

Per il resto...un esperienza per essere riconosciuta autentica e Quella, solitamente dovrebbe venir riconosciuta tale da un contesto Tradizionale....


...ora devo scappare

Ru.

labor
brahmana
brahmana
Messaggi: 1026
Iscritto il: 7 ottobre 2005, 16:55

freschezza mentale

Messaggioda labor » 15 dicembre 2006, 15:24

Yogavira ha scritto:O i miei titolari allo studio dicono che ho la 'capa fresca'....che ne sanno loro di vairagya, di samtosa, e delle stiracchiate ultra per imparare pasasana !!
ciao !!!


beh!, gli asana in effetti donano anche una sensazione di freschezza mentale! :D

Si....ma loro pensano che tu sei un irresponsabile, uno che non ha nulla da fare o comunque uno che non ha le loro preoccupazioni/impegni/responsabilità....

possono mai immaginare che noi facciamo in 5 minuti quello che loro fanno in 1 anno!! :D

come spiegargli certe cose?

ciao :)

Paolo proietti
brahmana
brahmana
Messaggi: 5613
Iscritto il: 8 maggio 2005, 20:58
Località: Padova
Contatta:

Re: freschezza mentale

Messaggioda Paolo proietti » 15 dicembre 2006, 15:53

labor ha scritto:
possono mai immaginare che noi facciamo in 5 minuti quello che loro fanno in 1 anno!! :D



ciao :)


C'è bisogno che commenti o hai già capito, fratellino telepatico, cosa vorrei dire di questa frase? :evil:
Il Manzo non Esiste

labor
brahmana
brahmana
Messaggi: 1026
Iscritto il: 7 ottobre 2005, 16:55

Messaggioda labor » 15 dicembre 2006, 16:09

.....temevo il fraintendimento....volevo dire che un assiduo, regolare, costante e duro lavoro nello Yoga, può essere ripagato in termini di maggiore attenzione, maggiore concentrazione, maggiore precisione, destrezza, creatività, gioia di vivere, attività, agilità etc etc....

e pensavo a Yogavira che nel traffico cittadino si svincolava con netto anticipo rispetto ai suoi vicini di casa...

ciao, hai fatto bene a chiedere chiarimenti. :wink:

Dhyanraj
paria
paria
Messaggi: 1
Iscritto il: 7 maggio 2012, 10:36
Località: firenze

III Chakra / Aiuto

Messaggioda Dhyanraj » 7 maggio 2012, 10:43

Buongiorno, vedo questa discussione sul III chakra. Secondo me è necessaria una dieta strettamente vegetariana, e senza alcool. Come mantra suggerisco questo:
Om Sharavana Bhavaya Namaha

Ciao. Hari Om


Torna a “La fisiologia sottile”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite