LO ZEN, IN PRATICA

recensioni, richieste e discussioni su libri, video, musiche, riviste spirituali
Avatar utente
BabaJaga
ksatriya
ksatriya
Messaggi: 498
Iscritto il: 18 novembre 2014, 10:37
Località: Selva Nera

LO ZEN, IN PRATICA

Messaggioda BabaJaga » 11 settembre 2015, 12:07

Volevo aprire un nuovo argomento ma non riesco mai a capire come si fa...

LO ZEN, IN PRATICA.


30 minuti da bere tutti d' un fiato:
Filosofia e pratica dello zen, spiegata e interpretata dal grande scultore novantenne Kengiro Azuma.Artista di fama internazionale, residente a Milano.

30 minuti immersi nella vita di un novantenne giapponese trapiantato in Italia da decenni e che ha attraversato la guerra ed era pronto a fare il Kamikaze per l' Imperatore, ritenendolo un Dio incarnato e ha poi subito una fortissima crisi esistenziale, quando ha compreso che la cultura dell' Impero era ormai superata e che l' Imperatore era un uomo come tutti gli altri. Si ritrova senza riferimenti valoriali e senza uno scopo esistenziale.
Trova nello zen e nella ricerca del Vuoto la sua missione di vita, attraverso l' arte e in particolare la scultura.
E ci spiega cos' è lo zen.

UNA LEZIONE MERAVIGLIOSA di vita.
DA VEDERE.
FA MOLTO RIFLETTERE.

Video:
http://www.rai.tv/dl/replaytv/replaytv. ... 9-08&vc=31
CI SONO COSE CHE SI DICONO SOLO ALL'UNIVERSO...

mauro
brahmana
brahmana
Messaggi: 1478
Iscritto il: 29 marzo 2012, 22:02
Località: viterbo

Re: LO ZEN, IN PRATICA

Messaggioda mauro » 11 settembre 2015, 22:54

Cosa intendi per "Vuoto", babajaga?

Avatar utente
BabaJaga
ksatriya
ksatriya
Messaggi: 498
Iscritto il: 18 novembre 2014, 10:37
Località: Selva Nera

Re: LO ZEN, IN PRATICA

Messaggioda BabaJaga » 12 settembre 2015, 9:47

mauro ha scritto:Cosa intendi per "Vuoto", babajaga?


Mauro, io ho postato questo video e ho specificato che permette molte riflessioni.
Non ho detto se positive o negative. Ho detto solo: riflessioni. Se hai capito un po' come ragiono, hai anche capito qual è secondo me "il lato oscuro" di queste pratiche e di queste filosofie. Anche se ( prese con buon senso) sono affascinanti.
Io ho trovato molto intenso e autentico questo spaccato di vita. Kengiro Azuma ha quasi 90 anni
e credo che la sua vita eccezionale ( in tutti i sensi) e "il destino" ( la fine della guerra una settimana prima che si lanciasse come kamikaze nel vuoto) e la sublimazione del lutto del non sacrificio nel vuoto ( non poter rendere sacro il proprio servizio e il proprio gesto di morire- per il proprio Dio-l' imperatore) che in qualche modo gli avrebbe dato l' immortalità, lo porta a cercare un altro vuoto ( quello dell' anima) e un' altra forma di immortalità, quella dell' arte e della ricerca del sacro e del Vuoto ( perchè siamo nello Zen) che in realtà è: ciò che è maggiormente pieno, cioè la dimensione spirituale, l' anima, no? L' invisibile è più importante del visibile. Il bicchiere vuoto evidenzia come il senso profondo del bicchiere non sia il materiale di cui è costituito ma la sua parte vuota, da riempire. Mi sembra che lui l' abbia spiegato in modo semplicissimo e molto chiaro.
O se vuoi, il Vuoto, in termini più laici e occidentali, è vivere secondo una prospetttiva esistenziale contemplativa.
La critica allo zen, è quella di essere nichilista, lo sappiamo.
Dal mio punto di vista, è un assecondare poeticamente la naturale entropia dell' universo.
Ma Azuma dice più volte: pazienza e volontà!!! E questo significa: impegno, lotta, fatica, quindi costruzione! Intendiamoci bene.
CI SONO COSE CHE SI DICONO SOLO ALL'UNIVERSO...

mauro
brahmana
brahmana
Messaggi: 1478
Iscritto il: 29 marzo 2012, 22:02
Località: viterbo

Re: LO ZEN, IN PRATICA

Messaggioda mauro » 12 settembre 2015, 11:08

Babajaga, chiedevo a te perche' anzitutto non posso vedere video.
Secondo, perche' mi interessava la tua definizione di Vuoto.
Me l'hai data e ti ringrazio.

Come sai, io vedo tutto in termini materialistici.
Per me il "vuoto" non esiste.
E' una invenzione della mente, per poter riempire qualcosa e poi svuotarlo, e cosi' sentendosi realizzati.

Purtroppo non posso vedere il video, ma da quello che mi racconti, il vuoto e' una esperienza spirituale atta a far evacuare impressioni, ricordi, sensazioni, ambizioni e passato negativi.

Almeno cosi' ho capito.
Per me il vuoto non esiste, ed il vuoto dell'anima e' un "pieno" di "altro".

ckstars
brahmana
brahmana
Messaggi: 1209
Iscritto il: 6 settembre 2005, 19:14
Contatta:

Re: LO ZEN, IN PRATICA

Messaggioda ckstars » 15 settembre 2015, 10:42

Meditazione sul Vuoto

Anche nello Yoga e’ presente la Meditazione sul Vuoto o Pratica del Vuoto, si tratta di una forma di annullamento del pensiero cosciente. Puo’ essere di tre tipi: partendo da una immagine piana (2D), in uno spazio tridimensionale (3D) e sulla Base dei Tempi.

La piu’ pericolosa e’ l’ ultima, quella sulla Base dei Tempi, anche se in tutte e tre le forme si ha l’ annichilimento dello scorrere del tempo o esperienza soggettiva del tempo circolare nella terza tale stato e’ piu’ profondo.

Tutte e tre le forme di meditazione richiedono un momento “particolare” in cui il sadhaka e’ puro o almeno si sente tale, cio’ e’ importante per favorire il ritorno allo stato “normale”.
Un abbraccio, Cks


Torna a “Testi, video, musiche spirituali”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti

cron