UG Krisnamurti

yogin, filosofi e personaggi del mondo della spiritualità
Avatar utente
pushan
brahmana
brahmana
Messaggi: 1726
Iscritto il: 15 gennaio 2007, 11:57

Messaggioda pushan » 23 aprile 2007, 15:33

Rudra ha scritto: Infatti ..non parlavo di me...credi che un asino come il sottoscritto possa pensare di essere stato riconoscito da qualcosa o chicchessia !!
Sarebbe assurdo.

Comunque sia..dal momento che ci stiamo ritrovando qui "attorno" a scrivere..questo scrivere, nel bene o nel male e mosso per tutti da un impulso. Perchè rifiutarlo ?

shanti
Ru


in generale non credo... 8) e cerco di non pensare, soprattutto ai riconoscimenti altrui.
forse anche i giudizi su se stessi andrebbero sospesi, così come le definizioni di "assurdo o non assurdo"

Ah!...dunque c'è "questo scrivere, nel bene o nel male"?
pensavo ci fosse solo lo "scrivere" :mrgreen:
se seguissi gli impulsi probabilmente questo ente sarebbe da molto altrove (e NCSI italico indagherebbe)
ciao,
pushan

Avatar utente
ManRay
brahmana
brahmana
Messaggi: 507
Iscritto il: 31 agosto 2005, 0:45

Messaggioda ManRay » 23 aprile 2007, 16:39

In generale in questo forum noto un certo attaccamento alle proprie idee, è difficile trovare qualcuno che dice apertamente "ho detto una corbelleria enorme" oppure "ma si ripensandoci hai proprio ragione tu" oppure qualcuno che si squaderna talmente tanto con tutti i rischi che ciò comporta (rischi riguardanti l' ego, intendo). L' unico che si espone mi sembra R9 ma per lui è facile dato che è certo di ogni cosa che dice e non c'è il rischio che faccia brutte figure tanto ha sempre ragione. Ti invidio in parte. Paolo è un colosso ma gli piace tanto girarci intorno, e non si decide mai a tagliare co 'sta benedetta spada... ma tanto lo saprai pure te... Sti artisti... At ti prego vai a fare un pò di sport estremi, fregatene delle ginocchia all' interno o all' esterno, potresti avere delle sorprese positive...

Non è che gira e rigira usiamo gli stessi processi mentali che abbiamo imparato da piccoli (certo ora siamo più raffinati) quando giocavamo con gli altri bambini al parco tipo il semplice ma efficacissimo: "Sei una pippa vattene a giocare da un'altra parte" o " Il pallone l' ho portato io quindi se non mi dai il gol, me lo porto via" oppure " Se ti do una gomma diventi amico mio?" o ancora " Nessuno vuole giocare con me allora dato che ho i giochi più belli del mondo se mi metto a giocare da solo in un angolo alla fine arriveranno tutti e faranno a botte per giocare con me (per avermi, in sostanza)".
Me ne ricordo altre di frasi di questo tipo, ma basta così.
Insomma le alternative sono due: torniamo ad essere bambini? E ciò vuol dire guardare in faccia alla realtà con un obbiettività che solo i bambini hanno, senza giustificare il nostro dolore attraverso concause esterne, ad esempio il caldo, il traffico, i tempi moderni.Praticamente tornare alla radice dei suddetti processi. Oppure ce ne freghiamo delle frasi di sopra e diventiamo esseri compiuti. Ma è dura. Siamo solo bambini cresciuti.

Avatar utente
pushan
brahmana
brahmana
Messaggi: 1726
Iscritto il: 15 gennaio 2007, 11:57

Messaggioda pushan » 23 aprile 2007, 17:52

ManRay ha scritto:In generale in questo forum noto un certo attaccamento alle proprie idee, è difficile trovare qualcuno che dice apertamente "ho detto una corbelleria enorme" oppure "ma si ripensandoci hai proprio ragione tu" oppure qualcuno che si squaderna talmente tanto con tutti i rischi che ciò comporta (rischi riguardanti l' ego, intendo). L' unico che si espone mi sembra R9 ma per lui è facile dato che è certo di ogni cosa che dice e non c'è il rischio che faccia brutte figure tanto ha sempre ragione. Ti invidio in parte. Paolo è un colosso ma gli piace tanto girarci intorno, e non si decide mai a tagliare co 'sta benedetta spada... ma tanto lo saprai pure te... Sti artisti... At ti prego vai a fare un pò di sport estremi, fregatene delle ginocchia all' interno o all' esterno, potresti avere delle sorprese positive...

Non è che gira e rigira usiamo gli stessi processi mentali che abbiamo imparato da piccoli (certo ora siamo più raffinati) quando giocavamo con gli altri bambini al parco tipo il semplice ma efficacissimo: "Sei una pippa vattene a giocare da un'altra parte" o " Il pallone l' ho portato io quindi se non mi dai il gol, me lo porto via" oppure " Se ti do una gomma diventi amico mio?" o ancora " Nessuno vuole giocare con me allora dato che ho i giochi più belli del mondo se mi metto a giocare da solo in un angolo alla fine arriveranno tutti e faranno a botte per giocare con me (per avermi, in sostanza)".
Me ne ricordo altre di frasi di questo tipo, ma basta così.
Insomma le alternative sono due: torniamo ad essere bambini? E ciò vuol dire guardare in faccia alla realtà con un obbiettività che solo i bambini hanno, senza giustificare il nostro dolore attraverso concause esterne, ad esempio il caldo, il traffico, i tempi moderni.Praticamente tornare alla radice dei suddetti processi. Oppure ce ne freghiamo delle frasi di sopra e diventiamo esseri compiuti. Ma è dura. Siamo solo bambini cresciuti.


ManRay, anche tu sei un artista, della sintesi, dell'essenzialità, del linguaggio del cuore. Piacere di fare la tua conoscenza :D
Sottoscrivo in toto il tuo post.
Grande il pezzo sulle frasi nella mente dei bambini, la purezza della descrizione, senza giudizi, fotografica ma viva e immanente nello stesso tempo.
Non a tutti riesce la centratura sul Cuore così perfettamente, molti viaggiatori, molti bambini, :P continuano a consultare mappe del tesoro, ad organizzare la ciurma per arrembaggi alla nave fantasma, cercano di raggiungere l'isola che non c'è, volano come Peter Pan, pensano tanto. Mi ci metto in mezzo anch'io....
Ti piaceva giocare a "fulmine" da bambino? a me molto!
Una specie di simil gioco si svolge anche nel forum, dal mio punto di vista.
ciao,
pushan

Avatar utente
pushan
brahmana
brahmana
Messaggi: 1726
Iscritto il: 15 gennaio 2007, 11:57

Messaggioda pushan » 23 aprile 2007, 18:29

Paolo proietti ha scritto:identificarsi con l'assoluto significa annullare completamente le nostre credenze le nostre ambizioni i nostri desideri la nostra identità.
è questo che vogliamo?

quanto il non essere consapevoli è colpa di ciò che ci hanno insegnato, della cultura, dell'educazione e quanto invece è dovuto alla nostra volontà di esistere come fabio, paolo,malcolm,devata....
ahang bramasmi.
lo scriviamo spesso.
ma per arrivare a dire davvero ahang bramasmi paolo deve morire.
e poichè è diviso in milioni di parti ogni giorno deve morire un pò di paolo.

bene.
che bella la realizzazione!
ma abbiamo capito che significa scavarsi ogni giorno la propria tomba?

non so se l'ho capito bene.


un interessante paradosso...giochiamo al gioco della realizzazione come i bambini raccontati da ManRay o facciamo sul serio?
Siamo consapevoli che siamo divisi " in milioni di parti? " e che "ogni giorno deve morire un pò di paolo"
qualche frattale dell'Io, ogni giorno, svanito...ma è l'Idra dalle cento teste che si riproducono ogni volta mozzate.

Bella domanda.....
l'essenzialità adamantina di U.G. Krishamurti ha dato lo start a questo trend....
non so se l'ho capito bene il gioco :shock:
:)
ma certamente sono consapevole che sto scavando ogni giorno una tomba....ma non è male scavare a mani nude la terra sradicando erba e fiori...
però....in effetti, amando la natura, non si potrebbe invece che scavarsi una fossa trasformare l'io in corpo d'arcobaleno?
ciao,
pushan

Avatar utente
onofrio
brahmana
brahmana
Messaggi: 1329
Iscritto il: 11 giugno 2006, 11:04
Località: varese

Messaggioda onofrio » 23 aprile 2007, 18:30

Bene..
grazie Paolo per averci chiarito alcune sfumature..
è bello essere usati come sponda..a volte :wink: ..

condivido il pensiero che nel silenzio non ci sarà nulla di tutto ciò che è stato scritto fino ad ora.

lo sforzo è necessario proprio per arrivare alla comprensione che non è solo mentale.

lo sforzo è nella direzione che porterà ognuno di noi ad essere
un pò di TUTTI I PENSIERI dei vari maestri a noi cari e non..

ma non dimentichiamoci che saremo sopratutto anche il nostro.

e che il gesto di affettare il pane in un catino d'acqua..
questo è ciò che è successo in nome del pensiero da difendere di ognuno di noi,è e sarà necessario..

per arrivare alla propria consapevolezza senza identificarsi in nessun libro,con nessun maestro..

poichè stiamo parlando della stessa gioia..
quindi tutte le gocce formano l'acqua..

trovo assolutamente splendido il modo usato da tutti noi..
cercando di condividere quel che è il proprio pensiero.

in particolar modo quello di AT,LAMBERTO,PAOLO,FABIO,GB,GRAZIANO,MALCOM,etc.....

con la faccia sotto i vostri piedi..starò ad ascoltare ciò che avrete da insegnare,da voler condividere..

sia lode..
MAITRI – Benevolenza
KARUNA – Compassione
MUDITA – Gioia compartecipe
UPEKKHA – Equanimità

Tali stati d’essere, o qualità intrinseche, sono il corpo, la parola, la mente del BODHISATTWA.

La prima delle Dimore Celestiali è la BENEVOLENZA – o gentilezza amorevole – ed è la qualità del cuore più importante e potente della pratica spirituale.

Chiunque, indipendentemente dal credo religioso, manifesti questa qualità è un essere spirituale, un Bodhisattwa.

Vediamo, in proposito, le parole di S. Paolo:

“Qand’io parlassi le lingue degli uomini e degli angeli,
se non ho Amore caritatevole, divento un rame risonante
o uno squillante cembalo.

E quando avessi il dono di profezia
e conoscessi tutti i misteri e tutta la scienza,
e avessi la fede in modo da trasportare i monti,
se non ho Amore caritatevole, non so nulla.

E quando distribuissi tutte le mie facoltà per nutrire i poveri,
e quando dessi il mio corpo ad essere arso,
se non ho Amore caritatevole, ciò niente mi giova.

L’Amore caritatevole è paziente, benigno;
l’Amore caritatevole non invidia;
l’Amore caritatevole non si vanta, non si gonfia, non si comporta in modo sconveniente,
non cerca il proprio interesse, non s’inasprisce, non sospetta il male, non gode dell’ingiustizia,
ma gioisce con la verità; soffre ogni cosa, crede ogni cosa, spera ogni cosa, sopporta ogni cosa.”

Ecco perché, o Amici, è definita Dimora Celestiale ed ecco, anche, perché è facile riconoscerla:
essa non causa dolore
non causa sofferenza
non dipende da condizioni
non pone condizioni.

OM MUNI MUNI MAHA MUNI SAKYAMUNI SOHA!

sia lode
Ultima modifica di onofrio il 23 aprile 2007, 23:53, modificato 1 volta in totale.
I MINUTI
sono più importanti degl'anni..

malcolm
brahmana
brahmana
Messaggi: 1228
Iscritto il: 8 febbraio 2006, 9:27
Contatta:

Messaggioda malcolm » 23 aprile 2007, 20:37

riverbero il ringraziamento del buon Onny!
per quanto ci si possa illudere di stare combattendo (l'etimo stesso rimanda a qualcosa che si fa necessariamente insieme!!!!) stiamo, tessendo un ordito che ha un suo nobile valore a mio avviso, ed ha tanto più valore proprio perchè fatto da più voci che con la limitatezza dei linguaggi, nonchè dei contenuti come nel caso del sottoscritto, tentano di estendere questa trama e ricamarla nel più bello dei modi possibili.

pensate allo scavo della propria fossa non tanto come un processo di "tumulazione" in casse zincate come è uso oggi e separare così più o meno definitivamente ciò che prima era parte del tutto dal tutto stesso...
pensatela come una tensione alla "inumazione" ossia quel antico sotterrare semplicemente il "corpo", magari dentro quattro tavole sghembe e lasciarlo libero di fondersi e tornare alla madre che lo partorì...
:wink:

Paolo proietti
brahmana
brahmana
Messaggi: 5630
Iscritto il: 8 maggio 2005, 20:58
Località: Padova
Contatta:

Messaggioda Paolo proietti » 23 aprile 2007, 23:12

Paolo stai prendendo una grande bufala...mi dispiace tu veda questo. Forse dovresti chiederti il perchè.
Forse un giorno ci conosceremo..sono concitno cadrà questa tua idea-proiezione.


Un continuo combattimento..
Quanta benzina nel motore di questi piccoli guerrieri.

Piccoli fuochi e piccoli guerrieri.

siamo tutti piccoli fuochi piccoli guerrieri..L'unico è Shiva.



Paolo e tu cosa stai difendendo ??
un sorriso


Ci caschi sempre :lol:
ti voglio bene, ma certo devo dire che rimango spesso perplesso da un tuo limite nell'ascolto degli altri.
difetti di intuito.
non credo che mi divertirei a giocare a scacchi con te.

cosa sto difendendo?
giuro che mi sono sforzato parecchio di rispondere a questa domanda.

sai una cosa?
ciò che facevo prima saltuariamente adesso è la regola.
non penso mai prima di scrivere dei post .
chiudo gli occhi e aspetto.
poi a volte rileggo e correggo gli errori di grammatica.
alcuni post sarebbero altrimenti incomprensibili.

giuro che non ricordo quasi mai cosa ho scritto.
Pushan ha quotato un mio post che, ad esempio ,non solo non ricordo ,ma non mi è neppure familiare.

forse sto impazzendo, ma non è male come sensazione.

rileggendo ciò che ho scritto temo che la mia intenzione non fosse quella di difendere qualcosa o di proiettare, ma quella di insegnarti.
ebbene sì.
Ahimè credo che qualcosa dentro o fuori di me abbia deciso di insegnarti qualcosa.

credo anche che tu non prenda nemmeno in considerazione tale possibilità.
probabilmente non hai l'abitudine di analizzare i testi come fanno i teatranti.
e probabilmente fai bene.

in questo momento invece non ho nessuna intenzione.
sto facendo un grande sforzo per scrivere.

mi viene voglia di usare dei simboli.
dei disegni.
dei suoni.

un suono.

sono stufo della carta e delle parole su carta.

dal punto di vista dell'analisi assoluta un libro di shankara ha lo stesso valore di un albo di topolino.

troppe parole.
troppo attaccamento.
troppe citazioni.

appena torno a casa riprendo la spada e sviluppo la tecnica dell'espansione.

quando l'avrò portata a compimento. sentirai una piacevole sensazione alla 11a dorsale.

inutile.
ma divertente.
Il Manzo non Esiste

Paolo proietti
brahmana
brahmana
Messaggi: 5630
Iscritto il: 8 maggio 2005, 20:58
Località: Padova
Contatta:

Messaggioda Paolo proietti » 23 aprile 2007, 23:35

Pushan

Bella domanda.....
l'essenzialità adamantina di U.G. Krishamurti ha dato lo start a questo trend....
non so se l'ho capito bene il gioco

ma certamente sono consapevole che sto scavando ogni giorno una tomba....ma non è male scavare a mani nude la terra sradicando erba e fiori...
però....in effetti, amando la natura, non si potrebbe invece che scavarsi una fossa trasformare l'io in corpo d'arcobaleno?
ciao,
pushan


oh oh oh :lol:
certo che l'hai capito il gioco....

e lo sai d'averlo capito :wink: .

vogliamo trasformare l'io in corpo d'arcobaleno?
vogliamo riparlare della via del fuoco onnipervadente e dell'armonia?
vogliamo parlare di come far vibrare la corda coscienziale e riscoprire in noi un frattale, anzi un armonico della nota assoluta?

comincia tu che a me viene da ridere :mrgreen:
un abbraccio,
paolo
Il Manzo non Esiste

Avatar utente
pushan
brahmana
brahmana
Messaggi: 1726
Iscritto il: 15 gennaio 2007, 11:57

Messaggioda pushan » 23 aprile 2007, 23:49

Paolo proietti ha scritto:vogliamo trasformare l'io in corpo d'arcobaleno?
vogliamo riparlare della via del fuoco onnipervadente e dell'armonia?
vogliamo parlare di come far vibrare la corda coscienziale e riscoprire in noi un frattale, anzi un armonico della nota assoluta?

comincia tu che a me viene da ridere :mrgreen:
un abbraccio,
paolo


ohibò! :shock: gulp! :oops:
posso almeno smettere di scavare un attimo?
riuscendoci, proverò ad usare la tecnica dell'invisibilità....
ma volendo possiamo anche non parlare di niente.....troppe parole, no?
tanto la corda vibra lo stesso, forse perfino meglio, con meno parole. :wink:
pushan

Paolo proietti
brahmana
brahmana
Messaggi: 5630
Iscritto il: 8 maggio 2005, 20:58
Località: Padova
Contatta:

Messaggioda Paolo proietti » 23 aprile 2007, 23:56

pushan ha scritto:ohibò! :shock: gulp! :oops:
posso almeno smettere di scavare un attimo?
riuscendoci, proverò ad usare la tecnica dell'invisibilità....
ma volendo possiamo anche non parlare di niente.....troppe parole, no?
tanto la corda vibra lo stesso, forse perfino meglio, con meno parole. :wink:
pushan


Immagine

MU

MUNI

MUNITVA


che fai lanci il sasso e ritiri la mano?
guarda che bei cerchi che ha prodotto nell'acqua!

un abbraccio.
paolo (Ryunokokyu)
Il Manzo non Esiste

Rudra
ksatriya
ksatriya
Messaggi: 458
Iscritto il: 25 settembre 2006, 17:15

Messaggioda Rudra » 24 aprile 2007, 0:01

pushan ha scritto:
Rudra ha scritto: Infatti ..non parlavo di me...credi che un asino come il sottoscritto possa pensare di essere stato riconoscito da qualcosa o chicchessia !!
Sarebbe assurdo.

Comunque sia..dal momento che ci stiamo ritrovando qui "attorno" a scrivere..questo scrivere, nel bene o nel male e mosso per tutti da un impulso. Perchè rifiutarlo ?

shanti
Ru


in generale non credo... 8) e cerco di non pensare, soprattutto ai riconoscimenti altrui.
forse anche i giudizi su se stessi andrebbero sospesi, così come le definizioni di "assurdo o non assurdo"

Ah!...dunque c'è "questo scrivere, nel bene o nel male"?
pensavo ci fosse solo lo "scrivere" :mrgreen:
se seguissi gli impulsi probabilmente questo ente sarebbe da molto altrove (e NCSI italico indagherebbe)
ciao,
pushan



Caro Pushan..se non avessi istanze..non ti avrei risposto ora. Se tu non ne avessi avute non mi avresti risposto.
Ogni impulso, ogni movimento, ogni pensiero porta con se la possibilità duale.
Stiamo giocando con le parole, sto riportando quello che passa in questo momento.

In generale non credo e cerco di sospendere il pensiero, ma cerco anche, quando credo serva, di fare pensare bene questa mente.
Qualche volta lo fa... qualche volta meno.
Accetto questa possibilità...e in essa ci sta anche il ritenere assurdo che presunti realizzati in nome dell'advaita facciano pagare 250,00 euro al giorno per un satsanga. E' come dire preferisco la pizza margherita alla Napoletana. Pour parler !

C'è un dialogo che si svolge con la mente, nella mente, per la mente, tra mente e mente...c'è un dialogo che si svolge nel cuore e da cuore a cuore.
A volte si entra nel dialogo mantale confrontandolo e criticandolo dell'incapacità di farsi silenzio.
Altre volte il pensiero nel dialogo nasce dal cuore-silenzio e gli si proietta addosso di tutto e di più.
Altre volta ancora c'è l'adesione di chi crede di pensare..e di giudicare, e di parlare dal cuore.

Shanti
Rudra.

Avatar utente
pushan
brahmana
brahmana
Messaggi: 1726
Iscritto il: 15 gennaio 2007, 11:57

Messaggioda pushan » 24 aprile 2007, 0:21

Rudra ha scritto:Caro Pushan..se non avessi istanze..non ti avrei risposto ora. Se tu non ne avessi avute non mi avresti risposto.
Ogni impulso, ogni movimento, ogni pensiero porta con se la possibilità duale.
Stiamo giocando con le parole, sto riportando quello che passa in questo momento.

In generale non credo e cerco di sospendere il pensiero, ma cerco anche, quando credo serva, di fare pensare bene questa mente.
Qualche volta lo fa... qualche volta meno.
Accetto questa possibilità...e in essa ci sta anche il ritenere assurdo che presunti realizzati in nome dell'advaita facciano pagare 250,00 euro al giorno per un satsanga. E' come dire preferisco la pizza margherita alla Napoletana. Pour parler !

C'è un dialogo che si svolge con la mente, nella mente, per la mente, tra mente e mente...c'è un dialogo che si svolge nel cuore e da cuore a cuore.
A volte si entra nel dialogo mantale confrontandolo e criticandolo dell'incapacità di farsi silenzio.
Altre volte il pensiero nel dialogo nasce dal cuore-silenzio e gli si proietta addosso di tutto e di più.
Altre volta ancora c'è l'adesione di chi crede di pensare..e di giudicare, e di parlare dal cuore.

Shanti
Rudra.[/color]


ok.
Potrebbe anche essere che non serva giocare con le parole, mentre magari serve imparare dalle parole e cambiare, se c'è qualcosa da cambiare.
Ma potrebbe anche essere che non ci sia niente da cambiare e che il ricercatore sia felice così, credendo di non aderire, convinto di non pensare, di non giudicare, e certo di parlare con il cuore.
L'importante è crederci :roll: , almeno per un po.
paramashanti
pushan

Rudra
ksatriya
ksatriya
Messaggi: 458
Iscritto il: 25 settembre 2006, 17:15

Messaggioda Rudra » 24 aprile 2007, 7:46

Paolo proietti ha scritto:
Paolo stai prendendo una grande bufala...mi dispiace tu veda questo. Forse dovresti chiederti il perchè.
Forse un giorno ci conosceremo..sono concitno cadrà questa tua idea-proiezione.


Un continuo combattimento..
Quanta benzina nel motore di questi piccoli guerrieri.

Piccoli fuochi e piccoli guerrieri.

siamo tutti piccoli fuochi piccoli guerrieri..L'unico è Shiva.



Paolo e tu cosa stai difendendo ??
un sorriso


Ci caschi sempre :lol:
ti voglio bene, ma certo devo dire che rimango spesso perplesso da un tuo limite nell'ascolto degli altri.
difetti di intuito.
non credo che mi divertirei a giocare a scacchi con te.

cosa sto difendendo?
giuro che mi sono sforzato parecchio di rispondere a questa domanda.

sai una cosa?
ciò che facevo prima saltuariamente adesso è la regola.
non penso mai prima di scrivere dei post .
chiudo gli occhi e aspetto.
poi a volte rileggo e correggo gli errori di grammatica.
alcuni post sarebbero altrimenti incomprensibili.

giuro che non ricordo quasi mai cosa ho scritto.
Pushan ha quotato un mio post che, ad esempio ,non solo non ricordo ,ma non mi è neppure familiare.

forse sto impazzendo, ma non è male come sensazione.

rileggendo ciò che ho scritto temo che la mia intenzione non fosse quella di difendere qualcosa o di proiettare, ma quella di insegnarti.
ebbene sì.
Ahimè credo che qualcosa dentro o fuori di me abbia deciso di insegnarti qualcosa.

credo anche che tu non prenda nemmeno in considerazione tale possibilità.
probabilmente non hai l'abitudine di analizzare i testi come fanno i teatranti.
e probabilmente fai bene.

in questo momento invece non ho nessuna intenzione.
sto facendo un grande sforzo per scrivere.

mi viene voglia di usare dei simboli.
dei disegni.
dei suoni.

un suono.

sono stufo della carta e delle parole su carta.

dal punto di vista dell'analisi assoluta un libro di shankara ha lo stesso valore di un albo di topolino.

troppe parole.
troppo attaccamento.
troppe citazioni.

appena torno a casa riprendo la spada e sviluppo la tecnica dell'espansione.

quando l'avrò portata a compimento. sentirai una piacevole sensazione alla 11a dorsale.

inutile.
ma divertente.




Paolo, mi scuso per il mio limite...ma proprio non so di cosa tu stia parlando.

Shanti
Ru.

Paolo proietti
brahmana
brahmana
Messaggi: 5630
Iscritto il: 8 maggio 2005, 20:58
Località: Padova
Contatta:

Messaggioda Paolo proietti » 24 aprile 2007, 9:15

Paolo, mi scuso per il mio limite...ma proprio non so di cosa tu stia parlando.

Shanti
Ru.


Oh Caitanya!
(Che ridere :lol: )
Dhi mukura si è forse offuscato?

lo sai che talvolta mi diverte prenderti in giro.
sei così monoliticamente serio!

Ignoranza metafisica e conoscenza sono la stessa cosa.

C'è errore ogni qualvolta parli di realizzazioni: La montagna forse si realizza?
Ed il vento forse si realizza?
ed il mare forse si realizza?

(che ridere :lol: )
non è che a volte credi di essere il papa o sei nel papa( scusa,non so come si fanno le linee sopra la a)?


un abbraccio.
p.
Il Manzo non Esiste

Avatar utente
fabio
moderatore
Messaggi: 3075
Iscritto il: 24 marzo 2006, 11:35

Messaggioda fabio » 24 aprile 2007, 10:33

un amico mi ha suggerito che...effettivamente....
tutto ciò è quantomeno surreale...

Immagine
IL GRANDE CONTROLLORE


Torna a “Insegnamenti di maestri e filosofi”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite