latte crudo

cucina vegetariana e yogica, digiuno
Helvetia
ksatriya
ksatriya
Messaggi: 229
Iscritto il: 15 maggio 2010, 22:01

latte crudo

Messaggioda Helvetia » 25 aprile 2013, 9:57

Ho la possibilita' di comprare latte non pastorizzato e appena munto da mucche che vedo pascolare in tutta serenita' e in grandi prati verdi vicino a casa mia.
Io lo bevo e ovviamente e' buonissimo, ma non so se darlo ai bambini. Al bambino di sei anni l'ho gia' dato, ma a quella di un anno?...
Le informazioni cercate in rete sono contraddittorie.
Voi cosa ne pensate?

Avatar utente
gb
brahmana
brahmana
Messaggi: 4293
Iscritto il: 26 aprile 2005, 17:49

Re: latte crudo

Messaggioda gb » 25 aprile 2013, 10:15

Helvetia ha scritto:Ho la possibilita' di comprare latte non pastorizzato e appena munto da mucche che vedo pascolare in tutta serenita' e in grandi prati verdi vicino a casa mia.
Io lo bevo e ovviamente e' buonissimo, ma non so se darlo ai bambini. Al bambino di sei anni l'ho gia' dato, ma a quella di un anno?...
Le informazioni cercate in rete sono contraddittorie.
Voi cosa ne pensate?


Chiamata per ckstars, interessa anche a me.

Aggiungo una domanda: latte di capra vs latte di mucca, il primo non ha dato manifestazioni simil allergiche a N vs il secondo (dermatite al cuoio capelluto, eccesso di muco), anche se il consumo forse é stato in effetti un pó inferiore.
“Negli alberi, nel vento, nell’acqua perenne,
nella terra, nella luce, nella roccia inflessibile”
Giovanni Vannucci

Avatar utente
Onkar Singh
ksatriya
ksatriya
Messaggi: 235
Iscritto il: 3 dicembre 2008, 22:10
Località: Roma
Contatta:

Messaggioda Onkar Singh » 25 aprile 2013, 13:45

Penso che quel latte è per i cuccioli di mucca, non per i cuccioli di donna.

E tra i due cuccioli c'è differenza.
O no ?
Onkar Singh Roberto
Yoga Sat Nam - Roma

Helvetia
ksatriya
ksatriya
Messaggi: 229
Iscritto il: 15 maggio 2010, 22:01

Messaggioda Helvetia » 25 aprile 2013, 14:06

Onkar Singh ha scritto:Penso che quel latte è per i cuccioli di mucca, non per i cuccioli di donna.

E tra i due cuccioli c'è differenza.
O no ?



Si', e' ovvio.
Il punto e' che il latte (di mucca) glielo si da', ai cuccioli umani di un anno.
O almeno, io ho scelto cosi' (allungato con acqua).
Quello che chiedevo e': quello non pastorizzato e' a rischio?
Nel dubbio preferisco non darglielo, ma ormai avevo questa curiosita'.

Avatar utente
pushan
brahmana
brahmana
Messaggi: 1722
Iscritto il: 15 gennaio 2007, 11:57

Messaggioda pushan » 25 aprile 2013, 14:27

Helvetia ha scritto:
Onkar Singh ha scritto:Penso che quel latte è per i cuccioli di mucca, non per i cuccioli di donna.

E tra i due cuccioli c'è differenza.
O no ?



Si', e' ovvio.
Il punto e' che il latte (di mucca) glielo si da', ai cuccioli umani di un anno.
O almeno, io ho scelto cosi' (allungato con acqua).
Quello che chiedevo e': quello non pastorizzato e' a rischio?
Nel dubbio preferisco non darglielo, ma ormai avevo questa curiosita'.

quando avevo i bambini piccoli avevo accesso ad una mucca, Castagna, che stava in montagna, dove ogni tanto andavo per un periodo.
L'ho sempre dato ai bambini, bollito almeno dieci minuti, secondo l'indicazione del pediatra-padrino.
Ti suggerirei di aggiungere sempre al latte bollito (io a volte stringevo un po' i tempi, ma tant'è) una punta di curcuma che aiuta a metabolizzare i grassi del latte.

Avatar utente
gb
brahmana
brahmana
Messaggi: 4293
Iscritto il: 26 aprile 2005, 17:49

Messaggioda gb » 25 aprile 2013, 14:28

In inea di massima, il latte di mucca é tarato per un animale di qualche centinaio di chili, il latte di capra per un animale di un paio di decine: il "carico" di sostanze, dovrebbe essere piú proporzionato con il secondo.
“Negli alberi, nel vento, nell’acqua perenne,

nella terra, nella luce, nella roccia inflessibile”

Giovanni Vannucci

Avatar utente
rogiopad
ksatriya
ksatriya
Messaggi: 336
Iscritto il: 26 maggio 2008, 23:30
Località: La Salle (AO)

Messaggioda rogiopad » 25 aprile 2013, 22:44

Concordo con Pushan, sì al latte crudo ma preventivamente bollito! Io a 61 anni sono sano come un pesce (credo di non aver saltato un giorno da che sono nato!) Da analisi fatte mi è stato detto che gli enzimi i quali metabolizzano il latte sono rimasti tali dall'infanzia. Anche se non disdegno il latte di riso (quello di soia non lo sopporto) il Buon latte vaccino è per me un 'genere di conforto'. Hari Om

Avatar utente
Toki
ksatriya
ksatriya
Messaggi: 462
Iscritto il: 2 giugno 2012, 10:33

Messaggioda Toki » 25 aprile 2013, 23:28

rogiopad ha scritto:sì al latte crudo ma preventivamente bollito!


Impagabile.

:lol:
Lo Yoga è l'arte di comprendere i paradossi.

Avatar utente
matasilogo
brahmana
brahmana
Messaggi: 1940
Iscritto il: 16 agosto 2008, 11:41
Località: Villa d'Adda Bergamo
Contatta:

Messaggioda matasilogo » 26 aprile 2013, 0:55

gb ha scritto:In inea di massima, il latte di mucca é tarato per un animale di qualche centinaio di chili, il latte di capra per un animale di un paio di decine: il "carico" di sostanze, dovrebbe essere piú proporzionato con il secondo.


Non so che preparazione hai in biologia comparativa tra animai diversi, e se hai ragionato a logica, ma da letture sparse mi risulta che non si puà fare paragoni tra il peso di animali diversi per capire il loro fabbisogno di sostande e quantitativamente e qualitativamente. Solo la ricerca specifica può dirlo.
dopo la scoperta dell'entanglement quantistico o correlazione quantistica che è un fenomeno quantistico, privo di analogo classico, in cui ogni stato quantico di un insieme di due o più sistemi fisici dipende dallo stato di ciascun sistema, anche se essi sono spazialmente separati. Viene a volte reso in italiano con il termine "non-separabilità", scopriamo che molti fenomeni della nutura sono controintuitivi.
Coè le affermazioni a sentimento o logica possono essere profondamente erronee e fuorvianti.
Sono profondamente convinto delle molte ragioni dei vegani, ma ogni persona è diversa, ma anche nel sue età diverse.
Deve sperimentare e aumentare il proprio feedback
Lo Yoga serve
OM
Leggi i Sutra di Patangiali Edizione tradotta da Taimni o Iyengar.
Nella Natura, nello Yoga, nella Scienza i percorsi si intrecciano e producono l'evoluzione.
Il cambiamento è vita. Meglio collaborare che confliggere.
OM

Avatar utente
gb
brahmana
brahmana
Messaggi: 4293
Iscritto il: 26 aprile 2005, 17:49

Messaggioda gb » 26 aprile 2013, 8:22

matasilogo ha scritto:
gb ha scritto:In inea di massima, il latte di mucca é tarato per un animale di qualche centinaio di chili, il latte di capra per un animale di un paio di decine: il "carico" di sostanze, dovrebbe essere piú proporzionato con il secondo.


Non so che preparazione hai in biologia comparativa tra animai diversi, e se hai ragionato a logica, ma da letture sparse mi risulta che non si puà fare paragoni tra il peso di animali diversi per capire il loro fabbisogno di sostande e quantitativamente e qualitativamente. Solo la ricerca specifica può dirlo.
dopo la scoperta dell'entanglement quantistico o correlazione quantistica che è un fenomeno quantistico, privo di analogo classico, in cui ogni stato quantico di un insieme di due o più sistemi fisici dipende dallo stato di ciascun sistema, anche se essi sono spazialmente separati. Viene a volte reso in italiano con il termine "non-separabilità", scopriamo che molti fenomeni della nutura sono controintuitivi.
Coè le affermazioni a sentimento o logica possono essere profondamente erronee e fuorvianti.
Sono profondamente convinto delle molte ragioni dei vegani, ma ogni persona è diversa, ma anche nel sue età diverse.
Deve sperimentare e aumentare il proprio feedback
Lo Yoga serve
OM


Preparazione in quel campo zero, sono andato a occhio. No in realyptá mi sembra di a verlo letto, forse sul Grande Libro dell'Ecodieta, se lo ritrovo lo posto.
“Negli alberi, nel vento, nell’acqua perenne,

nella terra, nella luce, nella roccia inflessibile”

Giovanni Vannucci

Avatar utente
jasmin
moderatore
Messaggi: 1382
Iscritto il: 25 aprile 2010, 15:19
Località: Catania

Messaggioda jasmin » 26 aprile 2013, 11:05

non so se può essere utile, ma ricordo che quando ero bambina le mie nonne raccomandavano sempre di non dare latte appena munto ai bambini ma che prima andava bollito.

Avatar utente
albachiara
brahmana
brahmana
Messaggi: 658
Iscritto il: 18 dicembre 2010, 17:19

Messaggioda albachiara » 26 aprile 2013, 12:27

e dici bene jasmine,
si mungeva il latte .Poi la mamma lo metteva in una pentolona grande e alta e lo faceva bollire per un quarto d'ora.Quando si era freddato lo riponeva coperto in cantina e già si poteva usarlo. In superfice si formava una pellicola (panna) che mamma toglieva ad intervalli regolari e la metteva dentro una bottiglia di vetro:Il nonno prendeva la bottiglia e ,dopo essersi messo dei panni sulle ginocchia per non farsi male, sbatteva questa bottiglia con dentro il latte addensato per un paio d'ore.Lentamente, a ritmo regolare...e alla fine arrivava il burro.
ciao

Avatar utente
jasmin
moderatore
Messaggi: 1382
Iscritto il: 25 aprile 2010, 15:19
Località: Catania

Messaggioda jasmin » 26 aprile 2013, 15:58

albachiara ha scritto:e dici bene jasmine,
si mungeva il latte .Poi la mamma lo metteva in una pentolona grande e alta e lo faceva bollire per un quarto d'ora.Quando si era freddato lo riponeva coperto in cantina e già si poteva usarlo. In superfice si formava una pellicola (panna) che mamma toglieva ad intervalli regolari e la metteva dentro una bottiglia di vetro:Il nonno prendeva la bottiglia e ,dopo essersi messo dei panni sulle ginocchia per non farsi male, sbatteva questa bottiglia con dentro il latte addensato per un paio d'ore.Lentamente, a ritmo regolare...e alla fine arrivava il burro.
ciao


che immagine! :)


Torna a “Alimentazione e ricette”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite