Yoga per pochi eletti

società, ambiente, famiglia, autoanalisi, effetti dello Yoga
Avatar utente
gb
brahmana
brahmana
Messaggi: 4293
Iscritto il: 26 aprile 2005, 17:49

Messaggioda gb » 12 marzo 2013, 18:17

fabio ha scritto:
Pensa come saremmo se non avessimo praticato!

Beh, te saresti basso, pelato, bruttino e sboccato. Ma con un pene enorme. Ed invece...

ps. Helvetia ha sempre ragione, STAI ZITTO!!!!


Sboccato io? Ma che c azzo dici?

PS Helvetia mi potrebbe pure camminare addosso con i tacchi su un letto di carbone ardente, sarei il suo schiavo
“Negli alberi, nel vento, nell’acqua perenne,
nella terra, nella luce, nella roccia inflessibile”
Giovanni Vannucci

Acqua
sudra
sudra
Messaggi: 25
Iscritto il: 27 settembre 2008, 11:47
Località: MI

Messaggioda Acqua » 12 marzo 2013, 18:23

fabio ha scritto:
Pensa come saremmo se non avessimo praticato!


Beh, te saresti basso, pelato, bruttino e sboccato. Ma con un pene enorme. Ed invece...

ps. Helvetia ha sempre ragione, STAI ZITTO!!!![/quote]

http://www.yoga.it/articoli/yama-le-ast ... sservanze/

Niyama
Sauca - la purezza, la pulizia del pensiero, delle intenzioni e anche dell'abito che si indossa, della nostra pelle e in generale del corpo, come si evince dalle scrupolose attenzioni che lo Yoga dedica all'organismo tutto.

Sauca Sauca :D ne abbiamo ancora di strada da fare :D

Avatar utente
LotoBianco
sudra
sudra
Messaggi: 41
Iscritto il: 12 marzo 2010, 20:25
Località: Noli (SV)

Messaggioda LotoBianco » 12 marzo 2013, 18:48

fabio ha scritto:
Dici che dopo tanti anni di yoga si ammazzano ancora? Quindi secondo te è stata o non è stata una buona pratica la loro, da quanto hai potuto leggere?

Secondo te qual'è il punto d'arrivo di questo famigerato yoga? Essere più calmi, tranquilli, più in pace con se stessi, meno irascibili, più controllati... oppure tutto il contrario, e fare i conti con se stessi e con i propri demoni, portarli alla luce e non nasconderli dietro un sorriso serafico?

Forse meglio il forum di punto croce allora?


Ma sì, sono sicuro che sia una buona pratica la loro, ci mancherebbe, guai alle persone che si prendono sempre sul serio! Sono peggio di loro io! (Se leggeste i miei status su facebook, guai allora!) :D

Non mi va tanto di discutere del punto di arrivo dello Yoga perché non lo so neppure io. Lo scoprirò col tempo o forse non lo scoprirò mai. Non mi va di parlare di cose che non so. I due punti che hai elencato ne fanno sicuramente parte, pace e tranquillità all'inizio della pratica sono ben presenti, poi col tempo bisogna ahimè fare i conti con i propri demoni. Se devo dire la verità, a me questa continua ricerca del "non so bene cosa", mi sprona a darmi da fare.. Per cui per una volta nella mia vita che non cerco di avere tutto sotto controllo, ma lascio un po' più briglia sciolta, preferisco non interferire..

Dico solo che sono sempre ansioso, ho le vertebre cervicali storte e la sindrome del colon irritabile. Per ora mi basta riesumare il mio cadavere attraverso lo Yoga. Poi vedremo. (Ho 27 anni e non 104).

Avatar utente
jasmin
moderatore
Messaggi: 1390
Iscritto il: 25 aprile 2010, 15:19
Località: Catania

Messaggioda jasmin » 12 marzo 2013, 18:54

mah io tutte queste ammazzatine non le ho viste.
Anzi mi è sembrato un discutere sempre rispettoso, ognuno poi si esprime a modo suo, ma questo è il mondo. Credo che all'acqua stagnante sia preferibile l'acqua che a volte si increspa a volte si agita, ma dentro la quale ci può essere vita.
Quello che ci sconvolge di più degli altri è quello che giace dentro di noi sconosciuto.

Acqua
sudra
sudra
Messaggi: 25
Iscritto il: 27 settembre 2008, 11:47
Località: MI

Messaggioda Acqua » 12 marzo 2013, 18:58

jasmin ha scritto:mah io tutte queste ammazzatine non le ho viste.
Anzi mi è sembrato un discutere sempre rispettoso, ognuno poi si esprime a modo suo, ma questo è il mondo. Credo che all'acqua stagnante sia preferibile l'acqua che a volte si increspa a volte si agita, ma dentro la quale ci può essere vita.
Quello che ci sconvolge di più degli altri è quello che giace dentro di noi sconosciuto.

Perché stupirsi anzi ..... Questo e' perché quello è' disse il Buddha


"Se volete vedere quali sono stati i vostri pensieri di ieri,osservate il vostro corpo oggi.
Se volete sapere come sarò il vostro corpo domani, osservate i vostri pensieri di oggi."

Adagio Indiano

Avatar utente
gb
brahmana
brahmana
Messaggi: 4293
Iscritto il: 26 aprile 2005, 17:49

Messaggioda gb » 12 marzo 2013, 19:00

Acqua ha scritto:
jasmin ha scritto:mah io tutte queste ammazzatine non le ho viste.
Anzi mi è sembrato un discutere sempre rispettoso, ognuno poi si esprime a modo suo, ma questo è il mondo. Credo che all'acqua stagnante sia preferibile l'acqua che a volte si increspa a volte si agita, ma dentro la quale ci può essere vita.
Quello che ci sconvolge di più degli altri è quello che giace dentro di noi sconosciuto.

Perché stupirsi anzi ..... Questo e' perché quello è' disse il Buddha


"Se volete vedere quali sono stati i vostri pensieri di ieri,osservate il vostro corpo oggi.
Se volete sapere come sarò il vostro corpo domani, osservate i vostri pensieri di oggi."

Adagio Indiano


Se é vero da vecchio avró sicuramente almeno tre piselli.
“Negli alberi, nel vento, nell’acqua perenne,

nella terra, nella luce, nella roccia inflessibile”

Giovanni Vannucci

Avatar utente
jasmin
moderatore
Messaggi: 1390
Iscritto il: 25 aprile 2010, 15:19
Località: Catania

Messaggioda jasmin » 12 marzo 2013, 19:01

gb ha scritto:
Acqua ha scritto:
jasmin ha scritto:mah io tutte queste ammazzatine non le ho viste.
Anzi mi è sembrato un discutere sempre rispettoso, ognuno poi si esprime a modo suo, ma questo è il mondo. Credo che all'acqua stagnante sia preferibile l'acqua che a volte si increspa a volte si agita, ma dentro la quale ci può essere vita.
Quello che ci sconvolge di più degli altri è quello che giace dentro di noi sconosciuto.

Perché stupirsi anzi ..... Questo e' perché quello è' disse il Buddha


"Se volete vedere quali sono stati i vostri pensieri di ieri,osservate il vostro corpo oggi.
Se volete sapere come sarò il vostro corpo domani, osservate i vostri pensieri di oggi."

Adagio Indiano


Se é vero da vecchio avró sicuramente almeno tre piselli.


praticamente un mostro o una meraviglia :D

Avatar utente
gb
brahmana
brahmana
Messaggi: 4293
Iscritto il: 26 aprile 2005, 17:49

Messaggioda gb » 12 marzo 2013, 19:07

jasmin ha scritto:mah io tutte queste ammazzatine non le ho viste.
Anzi mi è sembrato un discutere sempre rispettoso, ognuno poi si esprime a modo suo, ma questo è il mondo. Credo che all'acqua stagnante sia preferibile l'acqua che a volte si increspa a volte si agita, ma dentro la quale ci può essere vita.
Quello che ci sconvolge di più degli altri è quello che giace dentro di noi sconosciuto.


Pur essendo d'accordo con jasmine, la questione merita approfondimento.

Da amante del copia e incolla, in quanto é possibile che qualcuno difetti di memoria a breve termine, fino circa a metá di pg 4 siamo andati tutti d'amore e d'accordo, ossequi e ringraziamenti, bacini, abbracci e lingua in bocca sotto la doccia.

Poi a metá di pg 4 é iniziata un pó di maretta, quando cannaminor ha scritto:

cannaminor ha scritto:
gb ha scritto:Ma in relazione all'ashtanga yoga l'avevo capito, mi sembrava di ricordarmi pero' che tu praticassi jnana yoga, o autosservazione forse, la domanda era sulla tua pratica e i suoi effetti qualunque essi fossero.


ma quali effetti vuoi mai possa produrre una pratica di onanismo immaginativo, monca quindi già in partenza della sua componente più importante, il corpo. Evidentemente non può prodursi nessun effetto di significativa rilevanza, mi sembra ovvio.

Sembri assimilare l'jnana yoga all'autosservazione, ovvero a dire che l'jnana yoga sia autosservarsi ? Credi forse che il conosci se stessi sia mera autosservazione ? Ovvero che il conoscere sia osservare ? Uno se ne sta lì ad osservare (se stesso..) ed osservando conosce...?

Così come il presupposto di partenza nel definire due categorie distinte quella della mente e quella del corpo, che insieme a quella della parola, rendono il tripode monco se ne manca una.

Ma davvero pensi il corpo qualcosa di altro e diverso dalla mente, tanto da poterli trattare distintamente ?

O forse pensi che la mente sia un'appendice, il sesto senso del corpo ?

Non lo so e forse nemmeno voglio saperlo, credo che ognuno sia giusto segua il suo di cammino, se questo lo soddisfa e appaga, o se preferisci se questo porta buoni frutti, quindi tutto il resto restano chiacchere.

La tua pratica yoga mi pare ti soddisfi, gli effetti sono utili e soddisfacenti, perchè mai dovresti interessarti di altre vie e cammini e relativi effetti ed esperienze se le tue già ti soddisfano ?

Anche che ne avessi di effetti, non è detto che gli effetti che ho trovato sul cammino che percorro siano raffrontabili e rapportabili ai tuoi, e senza per questo farne minimamente una questione di più o meno qualcosa, semplicemente non è detto siano commisurabili tra di loro.

Nè che sia necessariamente utile che lo diventino, commisurabili, talvolta certi tentativi portano più danno e confusione che non chiarezza e determinazione.

Giusto per chiudere il discorso e darne uno spunto di riflessione, la mente di cui parli, pensi davvero che sia altro e distinto dal corpo ? Chi pensa chi, chi comprende chi ? E' il corpo che sta nella mente o la mente che sta nel corpo ? Ma come già detto non sempre è utile porsi certe domande. L'effetto non sempre è desiderabile.


Qesto post é sicuramente diverso dal tenore dei post precedenti. Da qui in poi iniziano riffe, frizzi, lazzi e indignazioni varie.

Ora una domanda per cannaminor: perché questo cambiamento di registro a questo punto?
“Negli alberi, nel vento, nell’acqua perenne,

nella terra, nella luce, nella roccia inflessibile”

Giovanni Vannucci

Avatar utente
LotoBianco
sudra
sudra
Messaggi: 41
Iscritto il: 12 marzo 2010, 20:25
Località: Noli (SV)

Messaggioda LotoBianco » 12 marzo 2013, 19:07

gb ha scritto:
Se é vero da vecchio avró sicuramente almeno tre piselli.


Ti troveremo in stazione a fare il baro con il gioco dei tre peni.

Avatar utente
LotoBianco
sudra
sudra
Messaggi: 41
Iscritto il: 12 marzo 2010, 20:25
Località: Noli (SV)

Messaggioda LotoBianco » 13 marzo 2013, 13:02

Scusate ma perché Luce Oscura ha cancellato la prima risposta che mi aveva dato, sostituendola con i tre puntini? Il bello è che nella mia citazione si legge benissimo cosa aveva scritto..

Non male però come metodo. Aspetto il feedback degli altri e se mi insultano modifico il post. Auhauhauh

Helvetia
ksatriya
ksatriya
Messaggi: 229
Iscritto il: 15 maggio 2010, 22:01

Messaggioda Helvetia » 13 marzo 2013, 15:20

Divertente perche' ognuno ha letto qualcosa di diverso nelle domande di Cannaminor.
Chi una richiesta di consigli (lui non ne ha chiesti)
Chi pippe mentali e provocazioni.
Chi altro.

Anch'io avevo visto altro, oltre a "uno che fa una domanda - o piu' d'una".
Ma sono mie congetture e presupposizioni, e quindi l'imprimatur non glielo do'. Uno fa una domanda -> volendo, si risponde. Fine.

Pero' allora mi fa strano che si accusi uno, uno in particolare, di pippe mentali. Perche' qui, secondo me, ce le facciamo tutti.

Scusate, ma con quale presunzione credete che lo yoga (lo yoga da chiappe sul tappetino per intenderci) sia quello che dite, e che il consiglio di praticarlo valga per tutti?
E lo dico io che amo lo yoga e che in un mondo migliore vorrei lo conoscessero tutti.
Pero' con quale presunzione si liquidano le stesse convinzioni che negli altri prendono altre forme e altri sistemi, come "pippe"?

Quando ho scritto che in privato ho dato a Cannaminor un feedback diverso, gli ho dato una mia personale, parziale (nonché temporanea) visione dello yoga che, per come ne e' stato parlato qui, risulterebbe eretica. Per me, in questo momento, la pratica passa pochissimo dal tappetino. Per me, adesso, la pratica passa molto dal minestrone: quando cucino cerco di puntare tutto il fuoco del mio pensiero sulla zucchina che sto sminuzzando (non ho altra scelta, il minestrone devo farlo).
E per me, ora, l'oretta di asana che mi faccio la sera e' un modo per mettere in quiete mente e corpo, affinché' durante il tagliamento della zucchina la mente sia tranquilla e il trapezio non sia teso e dolente, a distrarmi.
Yoga come STRUMENTO, quindi, e non come culto in se'. Orrore? Pippe?

Concludendo, perche' ho poco tempo, una perla di saggezza: il mondo e' bello perche' e' vario, portiamo rispetto per le differenze, proviamoci. Se non si abbatte questo muro continueremo a girare in tondo anziche' a spirale. E a costruire religioni da contrapporre l'un l'altra.

Gia' che sono qui e che parlo, ringrazio tanto Sandro per quello che ha scritto: come succede spesso con quello che scrivi ci sono un paio di cose che hanno lavorato in me in questi giorni, e te ne sono grata.

E ora scusate, ho da fare, devo andare a flagellare gb :twisted:


Torna a “Yoga e vita quotidiana”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite