Conscious pregnancy

società, ambiente, famiglia, autoanalisi, effetti dello Yoga
carlotta
paria
paria
Messaggi: 1
Iscritto il: 6 dicembre 2011, 16:42

Conscious pregnancy

Messaggioda carlotta » 6 dicembre 2011, 16:58

Buongiorno a tutti,
è la prima volta che scrivo su questo forum, che mi pare essere molto vivo e articolato.
Vi contatto perchè sto disperatamente cercando materiale relativo alla Gravidanza Consapevole (Conscious Pregnancy) nell' ambito del Kundalini Yoga come insegnato da Yogi Bhajan. Sto infatti stilando la tesina principale per superare l' esame da insegnante di Kundalini Yoga di I livello, devo consegnarla entro giovedì prossimo ma il materiale disponibile è veramente scarso. Per la pratica ho acquistato il libro deputato, ma purtroppo il celeberrimo volume "The gift of giving life", per un mio ritardo nell' ordinazione e nell' accordarmi con il mio fornitore libraio, non può arrivarmi in tempo. Prego dunque chiunque possa gentilmente darmi una mano a contattarmi privatamente. Ve ne sarei davvero estremamente grata.
Mi sono d' aiuto informazioni di qualsiasi genere, dall' alimentazione in gravidanza, allo stile di vita, alla filosofia. L' importante è che rientri senza dubbio nella disciplina insegnata da Yogi Bhajan.
Grazie ancora e buona giornata

Avatar utente
matasilogo
brahmana
brahmana
Messaggi: 1948
Iscritto il: 16 agosto 2008, 11:41
Località: Villa d'Adda Bergamo
Contatta:

Re: Conscious pregnancy

Messaggioda matasilogo » 20 dicembre 2011, 18:06

carlotta ha scritto:Buongiorno a tutti,
è la prima volta che scrivo su questo forum, che mi pare essere molto vivo e articolato.
Vi contatto perchè sto disperatamente cercando materiale relativo alla Gravidanza Consapevole (Conscious Pregnancy) nell' ambito del Kundalini Yoga come insegnato da Yogi Bhajan. ----------------- L' importante è che rientri senza dubbio nella disciplina insegnata da Yogi Bhajan.
Grazie ancora e buona giornata


Benvenuta in questo sito che ci aiuta acrescere.
Incomincia vedere i video
http://www.youtube.com/watch?v=BCvSPZkh3XE piacere dolore
poi ti dirò altro
Spiacente di essere arrivato in ritardo sul giovedi fatidico.
OM
Leggi i Sutra di Patangiali Edizione tradotta da Taimni o Iyengar.
Nella Natura, nello Yoga, nella Scienza i percorsi si intrecciano e producono l'evoluzione.
Il cambiamento è vita. Meglio collaborare che confliggere.
OM

R9+
brahmana
brahmana
Messaggi: 1354
Iscritto il: 7 marzo 2006, 22:52
Località: ovunque ci sia mare e amore

Messaggioda R9+ » 20 dicembre 2011, 19:36

Beh ......come futura insegnante di Kundalini Yoga dovresti essere tu a insegnarci qualcosa sulla gravidanza consapevole!!

Avatar utente
Calicanto
ksatriya
ksatriya
Messaggi: 266
Iscritto il: 3 ottobre 2011, 14:13

Messaggioda Calicanto » 20 dicembre 2011, 21:25

Ma che significa:gravidanza consapevole?Consapevole di cosa?
Concepimento consapevole o gravidanza consapevole?
« Tu mi hai fatto conoscere ad amici che non conoscevo.
Tu mi hai dato un posto in case che non erano mie.
Tu hai ravvicinato ciò che era lontano,
e fatto dello straniero un fratello. »

(Rabindranath Tagore)

Avatar utente
matasilogo
brahmana
brahmana
Messaggi: 1948
Iscritto il: 16 agosto 2008, 11:41
Località: Villa d'Adda Bergamo
Contatta:

Messaggioda matasilogo » 21 dicembre 2011, 14:18

Calicanto ha scritto:Ma che significa:gravidanza consapevole?Consapevole di cosa?
Concepimento consapevole o gravidanza consapevole?

[/quote]


Sono un maschio quindi ho voce in capitolo solo per le mie ricerche in vari paesi del mondo, sui costumi e le usanze che posso riferire o citare.
Nei mammiferi le primipare perdono spesso il primo figlio perché sono impreparate le vie, ancora non pervie, e la muscolatura pelvica ed inoltre c'è la paura dell’evento coinvolgente totale se non hanno visto altri parti nel branco o nella tribù. Non ci sarebbe progenie in tutti gli esseri viventi se il parto non fosse gratificato da una spinta vitale forte. Nella vita l'ultima azione più importante è le riproduzione.
Dai documentari si vede che ci sono poche sofferenze e sangue finche i nati sono meno di 8. Il problema cè per i maiali che sono selezionati per avere fino 12 piccoli vivi e gli ultimi quatto di 12 sono più o meno insanguinati.
Nei mammiferi l’ossitocina è un ormone peptidico di 9 aminoacidi prodotto dal nuclei ipotalamici e secreto dalla neuroipofisi. L'azione principale dell'ossitocina è quella di stimolare le contrazioni della muscolatura liscia dell'utero. Nell'ultimo periodo della gravidanza la responsività dell'utero all'ossitocina aumenta notevolmente e l'ormone esercita un ruolo importante nell'inizio e nel mantenimento del travaglio e del parto. Altro fondamentale ruolo è quella di stimolo delle cellule dei dotti lattiferi delle mammelle. In tal modo l'ossitocina provoca una contrazione delle cellule muscolari e l'escrezione del latte. Ciò avviene in risposta allo stimolo della poppata. Durante la gravidanza il progesterone iperpolarizza le cellule del miometrio, sopprimendone l'attività contrattile spontanea. Ciò determina una relativa ineccitabilità e una quiescenza elettrica e meccanica. Durante il parto l'utero ha un aumento di recettori dell'ossitocina indotto dagli estrogeni e sviluppa la sua massima sensibilità all'ossitocina. Vedere anche ciò che segue in: http://it.wikipedia.org/wiki/Ossitocina Studi clinici riportano la grande differenziazione tra maschi e femmine nella produzione di ossitocina nel maschio e nella femmina. Nel maschio l’ossitocina si produce quale stimolo nella ricerca e nel completamento del rapporto sessuale e non più oltre evidentemente, salvo stimolare le funzioni creative e intellettive da cui il mito di kundalini con preliminari protratti e con ritenzione, ecc. Nella femmina l’orgasmo è quasi sempre assente durante il coito; da cui la moltitudine di donne che non beneficiano dell’orgasmo salvo casi di simulazione o sincronizzazione con un primo rapporto con uno o più maschi particolarmente espressivi, comunicativi e coinvolgenti, oppure se la donna in questione non è condizionata da culture repressive della sessualità, oppure se la donna è particolarmente disinibita, oppure se la donna è particolarmente istruita ed esercitata al sesso come in alcune zone indiane, islamiche o africane oppure se ha studiato da sola l’apparato pelvico per capire come funzionano alcuni muscoli e fasci nervosi.
Vedere video sul pavimento pelvico: http://www.youtube.com/watch?v=QKo5Zzr- ... re=related
e meglio http://www.youtube.com/watch?v=BCvSPZkh3XE intitolato Piacere dolore
Ma l'orgasmo femminile esiste vedere: http://www.guardian.co.uk/science/2011/ ... d-brain-sc
Una ulteriore deplorevole atteggiamento indotto dalla società repressiva nella donna è quello di ritenere che una donna esperta e felice nel sesso è una poco di buono o peggio.
Tutto questo mi porta a dire che: gravidanza consapevole vuol dire: sapere che il dolore del parto, tanto citato dalle donne, è dovuto in gran parte alla impreparazione culturale ed
ATTENZIONE ad un condizionamento culturale ed oso dire maledizione posta nella Bibbia da parte dei maschi rintracciabile in diversi passi “Donna partorirai con dolore” ed una ignoranza diffusa su tutto ciò che riguarda il sesso al fine di reprimere principalmente la femmina.
Non fraintendetemi: non posso essere letto come razzista, perché come forse un quarto degli umani ho una frazione di sangue semita.
La Bibbia va presa come fanno le api , fior da fiore perché infatti cito spesso il salmo 82 ed il vangelo Giovanni 10.34 dove si afferma che “Dio è in ognuno di noi” ritornando quindi in un credo naturalista e di GAIA. Non si può negare, la posizione maschilista di tutte le religioni monoteiste rispetto a quelle politeiste con pari deità femminili. Un’altra situazione nella quale ci sarebbe tanto da dire è “Ulcere e cancri vi colpiranno se vi unirete a donna durante i flussi” inducendo una alterazione della fisiologia rispetto i mammiferi. Ritorno al parto consapevole: due mie allieve, con il mio sistema di rilassamento e di respirazione, hanno partorito senza dolore anche se precedentemente hanno avuto problemi.
Molta consapevolezza di se ed esercizio.
Ma non solo: …………metodo.
In Cina le donne in campagna partoriscono in ginocchio e intorno al sahara si appendono con la forza delle mani ad una corda appesa ai pali della tenda, in ambedue i casi adatti movimenti dinamici fanno scendere il bambino per gravità. Se volete poi andare a qualcosa di fantascientifico vedete il parto centrifugo in: http://www.cmaj.ca/content/161/12/1490.full oppure http://www.thingamababy.com/baby/2007/0 ... his-2.html
In conclusione: in natura l’ossitocina gratifica il maschio nel rapporto sessuale e la femmina nel parto e nella cura del piccolo.
Il resto è nelle variabili della fantasia umana.
Buone feste a tutti
Forza e amore
http://www.jacquielawson.com/viewcard.a ... t=2&ref=nf
Sffffffffffffffffffffffffffffffffffff[url][/url]
Leggi i Sutra di Patangiali Edizione tradotta da Taimni o Iyengar.
Nella Natura, nello Yoga, nella Scienza i percorsi si intrecciano e producono l'evoluzione.
Il cambiamento è vita. Meglio collaborare che confliggere.
OM

Avatar utente
Calicanto
ksatriya
ksatriya
Messaggi: 266
Iscritto il: 3 ottobre 2011, 14:13

Messaggioda Calicanto » 21 dicembre 2011, 22:27

Grazie Matas!
Hai dato una risposta sfaccettata e molto molto esaustiva,aprendo vari argomenti.
Sì,sarebbe interessante approfondirli tutti.
Speriamo Carlotta abbia avuto modo di leggere la tua risposta. :)
Namastè.
« Tu mi hai fatto conoscere ad amici che non conoscevo.

Tu mi hai dato un posto in case che non erano mie.

Tu hai ravvicinato ciò che era lontano,

e fatto dello straniero un fratello. »



(Rabindranath Tagore)

Avatar utente
matasilogo
brahmana
brahmana
Messaggi: 1948
Iscritto il: 16 agosto 2008, 11:41
Località: Villa d'Adda Bergamo
Contatta:

Messaggioda matasilogo » 23 dicembre 2011, 18:01

Calicanto ha scritto:Grazie Matas!
Hai dato una risposta sfaccettata e molto molto esaustiva,aprendo vari argomenti.
Sì,sarebbe interessante approfondirli tutti.
Speriamo Carlotta abbia avuto modo di leggere la tua risposta. :)
Namastè.


Ieri ho fatto vedere il video in palestra e in gennaio farò lezioni specifiche di tantrismo .
Mi farebbe piacere che mi tu facessi delle domande specifiche, od osservazioni o an
che critiche sosì mi preparo.
per ora tanti auguri di buon 2012.
Immagine
OM[/img]
Leggi i Sutra di Patangiali Edizione tradotta da Taimni o Iyengar.
Nella Natura, nello Yoga, nella Scienza i percorsi si intrecciano e producono l'evoluzione.
Il cambiamento è vita. Meglio collaborare che confliggere.
OM

Avatar utente
stebau
brahmana
brahmana
Messaggi: 538
Iscritto il: 30 luglio 2010, 10:56
Località: PESCARA

Messaggioda stebau » 23 dicembre 2011, 21:27

Che carinoooo Mata!
Nessuno trova la strada per Puttaparthi, se non sono Io a chiamarlo.Sathya Sai Baba.

Ritirando la mente all'interno, puoi vivere dappertutto e sotto qualsiasi circostanza.
R.Maharshi

Avatar utente
anais
brahmana
brahmana
Messaggi: 1239
Iscritto il: 25 gennaio 2007, 23:13
Località: ovunque e da nessuna parte

Messaggioda anais » 24 dicembre 2011, 1:13

Bello matas, ma che cosa sono le pattine???
:-)
Se per la gioia cammini a un metro da terra, niente ti farà inciampare.

Avatar utente
Calicanto
ksatriya
ksatriya
Messaggi: 266
Iscritto il: 3 ottobre 2011, 14:13

Messaggioda Calicanto » 24 dicembre 2011, 10:02

matasilogo ha scritto:
Calicanto ha scritto:Grazie Matas!
Hai dato una risposta sfaccettata e molto molto esaustiva,aprendo vari argomenti.
Sì,sarebbe interessante approfondirli tutti.
Speriamo Carlotta abbia avuto modo di leggere la tua risposta. :)
Namastè.


Ieri ho fatto vedere il video in palestra e in gennaio farò lezioni specifiche di tantrismo .
Mi farebbe piacere che mi tu facessi delle domande specifiche, od osservazioni o an
che critiche sosì mi preparo.
per ora tanti auguri di buon 2012.
Immagine
OM[/img]

Va bene,Matas.In questi giorni preparerò una lista di domande e poi te le invio.
Ti ringrazio per la fiducia. ;)
Un abbraccio grande! :)
« Tu mi hai fatto conoscere ad amici che non conoscevo.

Tu mi hai dato un posto in case che non erano mie.

Tu hai ravvicinato ciò che era lontano,

e fatto dello straniero un fratello. »



(Rabindranath Tagore)

padme
ksatriya
ksatriya
Messaggi: 434
Iscritto il: 26 gennaio 2006, 11:53

Messaggioda padme » 24 dicembre 2011, 12:08

volevo dare il mio piccolo apporto, che viene dalla mia esperienza di gestante e partoriente, e non tanto da una preparazione teorica che non ho.

Una praticante di yoga può certamente affinare la sua sensibilità durante la gestazione e percepire molto della creatura che ospita in grembo.
Può avvenire ad esempio, come è capitato a me, che fino alla dodicesima settimana si "senta" di aspettare una femmina, e improvvisamente dopo "si senta" inconfutabilmente che in realtà è un maschio (come poi si è visto in ecografia, la prima l'ho fatta appunto alla 12ma settimana).

In seguito ho saputo che gli organi sessuali cominciano a differenziarsi chiaramente proprio dalla 12ma settimana.

Un dialogo silenzioso tra madre e feto nei 9 mesi può dare delle sensazioni incredibili. Dopo il V mese una mamma - provato! - può posare la mano sul ventre e il bambino risponderà al contatto. Si può persino dare un certo numero di colpetti e avere risposta... si può far seguire alla propria mano un percorso sul ventre e sentire che il bimbo lo segue spostandosi. E' fantastico.

Veniamo al parto, che per me non è stato altrettanto poetico come nel filmato postato.
Pe avere la possibilità di partorire in casa o in una struttura per parto dolce mi sarei dovuta spostare di centinaia di km.
In più ho l'handicap di essere considerata una "primipara MOLTO attempata", di conseguenza gravidanza e parto a rischio...
Perciò la faccio breve ho partorito in un comunissimo ospedale di provincia, dove le uniche persone che desideravano un parto naturale eravamo io e il mio compagno :)
Il travaglio è stato molto molto lungo.
Non posso dire di non aver provato molto dolore e fatica.
Non so se avrei retto fisicamente e soprattutto emotivamente senza la pratica dello yoga.
Mi ha assistito la respirazione profonda e il respirare in modo sonoro allungando l'espiro portandolo a scendere verso terra.
mi hanno assistito le posizioni yoga in travaglio e fase espulsiva, ho partorito parte in piedi parte accovacciata con i piedi appoggiati su uno sgabello, il mio compagno mi sosteneva da dietro.
Il bimbo aveva indici vitali altissimi, nonostante le tante ore di travaglio, segno che la respirazione aveva funzionato, e nonostante il cordone al collo che aveva dato l'effetto yo-yo in travaglio.

Insomma, che dire... belli i parti indolori, io non ho avuto tale fortuna, ma confermo che l'ossitocina ha un ruolo incredibile nel sostenere la donna nel parto. Il dolore se c'è è comunque quel tipo di dolore che puoi paragonare allo sforzo necessario per scalare una grande vetta, lo riesci a controllare (se non subentra l'ondata emotiva del panico).

Sul parto dolce e senza dolore ci sono libri bellissimi di Michel Odier e Leboyer.

Il luogo dove partorire andrebbe scelto con cura, non come ho fatto io.
Se possibile, partorire in casa.

Un'amica di recente ha partorito il secondo figlio in Francia in un centro specializzato per parto naturale. E' riuscita a partorire in modo splendido nonostante il bimbo podalico :)


Torna a “Yoga e vita quotidiana”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite