respirazione tantrica

tantra-yoga, vie dello yoga vecchie e nuove
malcolm
brahmana
brahmana
Messaggi: 1228
Iscritto il: 8 febbraio 2006, 9:27
Contatta:

Messaggioda malcolm » 3 maggio 2006, 23:48

...lo shivaismo tantrico e il senso del dovere che fu prealessandrino...
...il mio maestro mi insegnò come è difficile trovare l'alba dentro l'imbrunire... :wink:

Avatar utente
fabio
moderatore
Messaggi: 3046
Iscritto il: 24 marzo 2006, 11:35

Messaggioda fabio » 4 maggio 2006, 0:36

Paolo proietti ha scritto:

La respirazione naturale

Se chiediamo ad una persona di in-spirare profondamente ,nel 90% dei casi allargherà le narici,alzerà gli zigomi ,gonfierà il torace spingendo in alto lo sterno ed aspirerà rumorosamente quanta più aria possibile.
L’intenzione è quella di aumentare il volume della cassa toracica,ma in realtà l’allargamento del petto provocato dal movimento dello sterno in avanti e verso l’alto è solo apparente:i muscoli intercostali si contraggono ed il diaframma tende a salire e ad “ancorarsi”alle ultime costole,dette vacanti. Il risultato è una riduzione,anche del 70%, dello spazio a disposizione dei polmoni.
Nell’uomo le costole hanno il compito di sostenere e proteggere il cuore e i polmoni ed è per svolgere meglio la loro funzione di “corazza”che sono quasi tutte saldate ad una delle ossa più dure del corpo umano,lo sterno .
“Quasi tutte”, perché le ultime,quelle immediatamente sopra il fegato (a destra) e la milza (a sinistra),mantengono una certa autonomia di movimento.
Sono le costole “vacanti”,libere cioè di espandersi in avanti e di lato.
Durante l’in-spirazione, l’allargamento di questa “fascia”,unito al rilassamento del diaframma,permette la massima immissione d’aria nell’organismo .
I polmoni si allungano verso il basso assumendo una conformazione a “ pera” e provocando una leggera compressione degli organi interni con conseguente allargamento della fascia addominale.L’aumento della pressione interna (e la sua diminuzione durante l’e-spirazione)stimola ,con effetti benefici sull’organismo,le funzioni delle ghiandole surrenali,del fegato,del pancreas,delle ovaie…
L’in-spirazione naturale dovrebbe quindi essere percepita come un movimento d’espansione laterale e verso il basso ,mentre per la maggior parte di noi si risolve in una tensione in avanti e verso l’alto del torace.





L’uomo ,nel corso della sua evoluzione,ha “disimparato a respirare” .Ad un’in-spirazione forzata e superficiale ,segue di solito un’e-spirazione veloce e sonora,una specie di svuotamento che assomiglia più che altro ad un sospiro di sollievo .Percepiamo,cioè, l’inspirazione come “fase attiva”,da eseguire in contrazione,e l’espirazione come” fase passiva”,da eseguire in rilassamento,invertendo il ritmo e la”qualità” dell’atto respiratorio!



Puoi spiegarmi meglio? Alla fine non ho capito nella pratica come dovrebbe essere il respiro naturale. Ho bisogno di esempi "terra terra".
IL GRANDE CONTROLLORE

Paolo proietti
brahmana
brahmana
Messaggi: 5530
Iscritto il: 8 maggio 2005, 20:58
Località: Roma

Messaggioda Paolo proietti » 4 maggio 2006, 9:31

guardati allo specchio e cerca di riempirti il più possibile di aria.
se sollevi le spalle e porti in avanti il torace stai sbagliando.
(secondo me).
i muscoli respiratori funzionano all'opposto dei, per esempio, bicipiti.
Il bicipite è rilassato in stato di quiete e se parte un ordine del cervello si contrae.
i muscoli respiratori sono contratti in stato di quiete.
Il Manzo non Esiste

AT
brahmana
brahmana
Messaggi: 2507
Iscritto il: 28 marzo 2005, 19:38

Messaggioda AT » 4 maggio 2006, 13:15

Perché non rispondete sul post che ho scritto sulla respirazione nella vita di tutti i giorni?

mikel

Messaggioda mikel » 4 maggio 2006, 13:24

grazie per avermi fatto capire che respiro malissimo::::
inspirazione forzata per allargare la cassa torsavcita con il diaframma che sale su.
pero il secondo chakra non e sui genitali...io quel punto sotto l ombelico lo davo al terzo.
dove vedi il terzo chakra?

AT
brahmana
brahmana
Messaggi: 2507
Iscritto il: 28 marzo 2005, 19:38

Messaggioda AT » 4 maggio 2006, 13:29

Anche nel taoismo comunque ci sono sempre state due vie, due atteggiamenti fondamentali: la via del fuoco e la via dell'acqua. La via del fuoco è attiva, dura, diretta, veloce ma pericolosa, yang. Si usano molto le visualizzazioni e la volontà. La via dell'acqua è passiva, morbida, indiretta, sicura ma lenta, yin. E' basata sul non-agire e sul Tao Te Ching. Mantak Chia è chiaramente orientato verso la via del fuoco, mentre un altro maestro famoso, Bruce K. Frantzis, rappresenta la via dell'acqua.

Paolo proietti
brahmana
brahmana
Messaggi: 5530
Iscritto il: 8 maggio 2005, 20:58
Località: Roma

Messaggioda Paolo proietti » 4 maggio 2006, 15:26

mikel ha scritto:grazie per avermi fatto capire che respiro malissimo::::
inspirazione forzata per allargare la cassa torsavcita con il diaframma che sale su.
pero il secondo chakra non e sui genitali...io quel punto sotto l ombelico lo davo al terzo.
dove vedi il terzo chakra?


Ciao Mikel. nel taoismo si danno le misure precise: il tan tien inferiore, corrispondente al secondo Chakra, è situato tre cun sotto l'ombelico. il cun è più o meno la larghezza del pollice.
Il tuo post mi conferma alcuni dei miei sospetti: sul forum si parla di tecniche sessuali taoiste di respirazioni tantriche...e magari la maggior parte di noi non sa nemmeno respirare in maniera naturale.
io credo che dovremmo pensarci.
Se uno non sa nuotare e non ha mai visto l'acqua non lo mandiamo mica a fare una gara di nuoto!
Qui è come se , a volte, volessimo correre e non sapessimo nemmeno camminare.
Supponiamo che sia vero che mikel non abbia mai respirato correttamente in vita sua: cosa succederebbe se volesse mettere in pratica le indicazioni sulla respirazione da utilizzare durante la ritenzione del seme che alcuni di noi hanno dato sul forum?
prima di fare i salti mortali credo che sia meglio imparare a camminare. :wink:
Il Manzo non Esiste

Avatar utente
Marco Rotonda
vaisya
vaisya
Messaggi: 161
Iscritto il: 12 gennaio 2006, 13:51

Messaggioda Marco Rotonda » 4 maggio 2006, 16:08

Ciao AT... alla fine ti ho risposto ma in un altro post... non volevo mischiare troppo i discorsi... quindi guardati
http://www.yoga.it/forum/viewtopic.php?t=911

besos

Mikel

Messaggioda Mikel » 5 maggio 2006, 10:44

mah io non mi sono mai spacciato per esperto dell argomento e nn e vero che non ho respirato bene nella mia vita...inconsciamente quattro meso fa ho cominciato a respirare cosi perche uno strappo a livello delle costole libere mi impossibilitava a respiarere con l addome e mi fa ancora un certo fastidio respirare cosi ma e moolto piu naturale.
per il fatto che sono ancora nn pronto a praticare certe tecniche sono io stesso a dirlo pero cio nn mi toglie la voglia di conoscere cosa siamo e come funzioniamo che e la domanda base che mi ha avvicinato allo yoga...
di sicuro nn sono un guru ma non sono neanhc lo sprovveduto che prende sottogamba certe cose...
Gia senza di voi non avrei capito che respiravo in modo completamente innaturale con un movimento di contrazione in inspirazione e di rilassamento in espirazione :shock: che dire grazie

mikel

Messaggioda mikel » 5 maggio 2006, 10:53

e io penso che il secondo chakra dei genitali sia il punto dietro i testicoli che viene contratto contraendo l ano...

sadomarco

ma che state a dì!

Messaggioda sadomarco » 5 maggio 2006, 16:19

scusate ragazzi,permettetemi un intervento un pò lungo e spero non troppo noioso.Premetto che non seguo alcuna tecnica tantrica e che mi sto accostando allo yoga da meno tempo di quanto i tasti che batto illuminano i pixel che vedo.
Ho letto le sette lunghe pagine sull'argomento ritenzione,respirazione,contrazione ed altri ione che adesso non ricordo,ma che considero variazioni ed arabeschi sullo stesso argomento, cioè l'autocontrollo.Il che non significa solo controllo del corpo,ma anche di qualcosa di altro che proprio non so dire cosa esattamente sia.Andando nel dettaglio,vorrei porgere il mio modesto contributo sugli interventi che hanno interessato tematiche fisiologiche.Per quanto posso saperne io di fisiologia, e mi permetto di dire che sono un titolato ignorante in materia,tutto quanto è stato detto:innalzamento della temperatura,flusso elettronico (o addirittura vento e.),corrente spinale e quanto altro,ecco su questo posso dirVi di diffidare dei sensi e che la chimica delle molecole è per il settantapercento ignota. Attenzione non dico ignota dal punto di vista pseudoemozionale,ma dal punto di vista scientifico.Lo so che a molti di voi questo termine puzzerà come un piede dopo dieci giorni in una nike senza calzino,ma un punto di vista scientifico,appunto,dovreste pur considerarlo se chiamate in causa l'infinitamente piccolo (un elettrone ad esempio).Non dico che le pressioni del bacino o la colonna allineata siano fantasticherie da new age,ma che più di un minimo di ignoranza deve essere mostrata e orgogliosamente palesata quando si tenta di inoltrarsi per le vie della meccanica cellulare del nostro meraviglioso corpo.E poi se il corpo è perfetto,possiamo solo tendere alla conoscenza della perfezione,senza però raggiungerla mai.

Paolo proietti
brahmana
brahmana
Messaggi: 5530
Iscritto il: 8 maggio 2005, 20:58
Località: Roma

Messaggioda Paolo proietti » 5 maggio 2006, 17:21

:?: non sono sicuro di aver capito bene cosa scrivi....parli della fisiologia e della scienza come se fosse roba magica...visto che sul forum ci sono medici, chimici e psicologi potresti essere più preciso e chiaro, così magari possiamo dibattere su cose pratiche e imparare qualcosa.
Il Manzo non Esiste

Avatar utente
fabio
moderatore
Messaggi: 3046
Iscritto il: 24 marzo 2006, 11:35

Messaggioda fabio » 9 maggio 2006, 23:30

caspita funziona 'sta storia del respiro...beh che dire...grazie! Ovvio non ne ho la padronanza, ma quando mi ricordo porto l'attenzione sull'espanzione "laterale". Devo dire che funziona proprio... Ola
IL GRANDE CONTROLLORE

MirandaFey

PANISMO

Messaggioda MirandaFey » 10 maggio 2006, 13:12

Cortesi signori,
non parvi su tutte le cose pregnanti e savie e ben dette in questa sede, la maggiore essere stata unanimemente negletta?
Io dico, signori, la Sostanza. Io dico, signori, il Fine... "Modus" del sentire, percezione di Vero e Bello, panico espandimento.
Amai il mio signore, un tempo, quand'era per me il tempo dell'Amore, un sère Divino, l'uomo immortale, immortale adorator del Femminino (Così pareva al fanciullo umido occhio che scrutava)...
Oh, che facemmo?
Oh, che facemmo!
Mi condusse costui alle remote selve, mi condusse panicamente, in veste di fauno... Dischiuse a me, fanciulla, il grembo della terra, dischiuse a me il Vero, fece che favillasse dinanzi all'iridi mie sgranate, poi ch'ebbe tolto al mondo lo sciamito dell'Infinito Inganno...
Giacemmo, giacemmo uniti tra l'erbe un tempo infinito ed infiniti tempi, e l'ere tutte degli uomini e tutti gli uomini s'affastellavano negli aperti fulgidi intelletti...
Celebrammo l'Istante, celebrammo la Materia, l'Infinita Materia e le Infinite Sostanze de la carne.
Egli pregava (Oh, lo rammento!), voluttuosamente abbandonato alla mia stretta, forse ditirambi?
Sussurravamo, biscantavamo delìri ne l'amplesso, e cantici alti e cantici sottili fumigavano verso i Numi Olimpionici, discendevano orfici agli dèì ctonii...
"Io fui Pan", io vissi la vita d'ogni cosa, Io fui La Prima Menade. E nulla m'era oscuro e avevo per nome Cassandra. E avevo per nome Miranda.
Dioniso, Dioniso, quanto gridai il suo nome! Dacché stringendo il mio sposo, il cosmo stringevo, l'Amore! Pan, Pan! Grande Pan...
E lasciammo neglette le sciocche questioni, in amar Manitu...
Che venerai più del suo seme? Volli serbarlo... Ma senza norma. A che vale serbare quel che non più vale, se l'uomo non sa Celebrare?

Miranda

Paolo proietti
brahmana
brahmana
Messaggi: 5530
Iscritto il: 8 maggio 2005, 20:58
Località: Roma

Messaggioda Paolo proietti » 10 maggio 2006, 13:51

cosa vuol dire "biscantavamo"?
Il Manzo non Esiste


Torna a “Tantra e altre vie”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite