Pagina 2 di 3

Inviato: 20 novembre 2008, 18:13
da pushan
kriashakti ha scritto:Non arrabbaitevi e battibeccate, Cara e Giorgio, non serve, potrebbe essere solo un dispiego di Ego, piuttosto Giorgio, tu che mi sembri nel gruppo di quelli che sa' perchè c'è parecchio dentro, cosa suggeriresti, oppure vorresti commnetare ?

chi è giorgio? :roll:
pushan

Inviato: 20 novembre 2008, 18:43
da numeronove
namaste....ho letto tutta la discussione...e mi stavo ponendo 2 domande. La prima è che non ho capito chi é Giorgio .. :D ..mentre la seconda, un pochino più seria,è che alla fine non ho ben capito cosa cerchi....se un'esperienza con una Maestra che ti apra le porte del Tantra e dei suoi piaceri o se sei interessato ad un percorso più profondo,molto più profondo,dentro di te. Lascia perdere la ritenzione del seme,non è che una tecnica....e comunque non è che si impara e si fa propria in un week-end (...anche se passato con una Maestra.. 8) ),ci vuole un pò di tempo.Il Tantra è esperienza,un'esperienza personale

Inviato: 21 novembre 2008, 13:59
da kriashakti
eh ! come sto' male, quando ho scritto giorgio, volevo scrivere Paolo Proietti. :lol:
Non è che come secondo nome fai giorgio ? oppure in una'ltra vita?
Che cosa ne pensi paolo della scuola Maithuna institute ? [om] come tutti gli altri ?
altri commenti ?

Inviato: 21 novembre 2008, 22:12
da Paolo proietti
penso che credere che il tantra sia un qualcosa che fa sco pare meglio sia come pensare che un cristiano faccia la comunione per assimilare dei carboidrati.

se si parla di tantra sarebbe meglio leggere prima qualche testo in proposito.
una infarinatura te la può dare il "mahanirvana tantra " con introduzione di avalon, ed. mediterranee.

ti consiglio anche Siva sùtra di vasugupta e Paramàrthàsara di Abhinavagupta ed. asram vidya.

altro testo di Abhinavagupta è il tantraloka, ed. Utet.
in "Il Re ed Il cadavere " di zimmer (ed. Adelphi) puoi trovare buona parte del Kalika purana.

non credo che vi siano in Italia delle scuole tantriche.
ma posso sbagliare, naturalmente.

il mio amico marco rotonda , a quanto so, sta seguendo un istruzione tantrica con un maestro indiano.
puoi contattarlo in privato sul forum se ti interessa il tantrismo.

credo che si dovrebbe togliere un pò del fango new age e della pruderie occidentale dal tantra.
se ne è parlato a lungo su yoga.it, se fai una breve ricerca trovi un sacco di materiale.

cosa è il tantrismo forse lo puoi arguire dalla storia di padmapada, discepolo di samkara, che per salvare il suo maestro da un assassino si trasforma in narasimbha (o secondo alcuni in tigre e divora i visceri del sicario.

pensiamoci bene prima di parlare di e praticare il tantra senza sapere di che si parla e cosa si pratica.

un abbraccio.
ryu no kokyu

Inviato: 21 novembre 2008, 22:36
da Paolo proietti
Immagine
la signora della foto si chiama sarada devi.
non si vede bene ma è seduta sopra una pelle di tigre.

Immagine
il signore della foto si chiama sri ramakrishna .

credo che se ti vuoi interessare di tantra e di dea kali chiedendo a loro avresti delle risposte.

un abbraccio.
ryu no kokyu

Inviato: 22 novembre 2008, 10:47
da pushan
Paolo proietti ha scritto:Immagine
la signora della foto si chiama sarada devi.
non si vede bene ma è seduta sopra una pelle di tigre.

Immagine
il signore della foto si chiama sri ramakrishna .

credo che se ti vuoi interessare di tantra e di dea kali chiedendo a loro avresti delle risposte.

un abbraccio.
ryu no kokyu

sottoscvrivo in toto quanto dice Paolo.
Il tantra è la trama delle energie, credere che si possa scoprire sco pando è roba piccina piccina.
La trama delle energie è il sottofondo della ricerca spirituale, è ciò che gronda sangue, sudore, umori vitali, lotta con le passioni, con i vizi capitali :mrgreen: con la distorsione dei fili dell'ordito per forzare ricami immaginari che sono solo nella nostra testa.
Il terssitore impara ad annodare i fili da una parte, e a snodare le matasse ingarbugliate dall'altra.
Di nodo in nodo ricostruisce tutti i suoi legami con gli altri esseri umani (a volte unendosi anche nella carne, a volte) e poi procede a scioglierli, riequilibrando il dare e l'avere, usando piccole forbicine d'argento per tagliare i fili non necessari...
i fili dell'ego (attaccamenti, desideri, repulsioni) che ci trattengono.
Il ricamo dell'ordito è quello tessuto dalle amorevoli mani della Madre, non è il nostro, ma, secondo me, come tessitori dovremmo lavorare con la testa bassa piegati sul nostro telaio, grati per avere materiale su cui lavorare.
Grati per ogni respiro che entra e che esce, per ogni frutto della terra che ci nutre.
Coraggiosi nell'affrontare il bozzolo che ci chiude, anche quello fatto di fili.
Aprirci e lasciare che tutti i colori del mondo entrino dentro di noi, per essere riconvertiti nella luce incolore del cielo mattutino...
ciao
pushan

tantra

Inviato: 1 dicembre 2008, 0:24
da francesco1976
ciao,
io consiglio senz'altro il libro di Wolf Sugata Schneider: Tantra, il gioco dell'Amore. Editore Feltrinelli.

E' veramente splendido secndo me, Wolf Sugata è un esperto e tra l'altro ha fondato una comunità in Germania che pubblica l'unica rivista specializzata, sul tantra, in Europa.

La rivista si chiama connection (come la comunità che si trova a Niedertaufkirchen) e penso che sia un buon modo per conoscere Tantristi/e che praticano da tanto tempo.
spero il consiglio risulti utile!

maestra tantrica

Inviato: 14 maggio 2009, 15:37
da kriashakti
Ho letto risposte, alla mia provocante domanda. Mi è stato risposto da persone che hanno una ottima cultura e non rispondono a vanvera. Purtroppo solo io pero' posso sapere cosa mi serve, e ora mi serve esperire la magia sessuale, ossia il sesso sacro, con una persona che mi tiri fuori il piu' alto livello di godimento fisico, di percezione corporea. Perchè ? edonista ? No! è che di meditazione ne ho fatta molta, ora e in altre vite e non è per ora piu' chiave x ritirare fuori cio' che ho gia' dentro. è nella corporeità, che trovero' la chiave per cui eccco il perchè della mia iniziale domanda. Ovvio non si va in chat a cercare una cosa simile. Qualcuno potrebbe far risuonare il vecchio adagio " quando l'allievo è pronto, il maesstro si mostra", pero'... non è nella mia natura stare con le mani in mano.

Un grazie a tutti x le prox risposte

Inviato: 14 maggio 2009, 16:35
da gb
Quella della tantra master che mi tiri fuori il più alto livello di godimento fisico comunque non mi sembra un'idea proprio da buttar via, sono sicuro che anche io che sono zuccone mi illuminerei a festa, quantomeno per un'oretta (vabbè con un'ora forse ho esagerato un pò le mie capacità, diciamo per almeno 20-30 secondi..., inclusi gli esercizi di respirazione ed i ringraziamenti ovviamente).

[non potete lamentarvi di me, anche se sono adesso sul forum molto raramente, come vedete quando ci sono i miei interventi sono pur sempre di un certo spessore]

Inviato: 14 maggio 2009, 16:45
da kriashakti
Ottima risposta qb. Quoto. pero' rimango un po' dell'idea mia. Son zuccone anche io come vedi. C'è una certa maja devi, credo di Milano, che fa corsi di tantra e massaggi tantrici, ma sembra (per il pochissimo che capisco io) seria. Che dici qb ? è una boiata. è che cmq pensare di infilarmi in un'altra scuola tantrica e non, con latre iniziazioni, teorie, meditazioni (che sono x lo piu' roba mentale), non mi accende neanche un po'. Capitemi, non ho avuto un balzo all'ormone tutto in un colpo, è che ho due m.... così di scuole e teorie, e sento il bisogno di una cosa corporea, poi che sia tantra o altro, ben venga. Ma !
quel che so' è che come dice castaneda, segi una via che abbia un cuore, e non parlava di una cosa amorevole o compassionevole ( per quanto sia l'obbiettivo da raggiungere la compassione), ma intendeva una via che ti piace, che ti attira, se mediti ma lo fai perchè pensi che ti illumini, che risvegli kundalini, che ti faccia chiaroveggente, ma in fondo lo fai tutti i giorni come un dovere, ma non da' piacere, forse c'è qualcosa che tocca !!

ciao aspetto insulti e risposte

Inviato: 14 maggio 2009, 21:36
da Paolo proietti
non è nella mia natura stare con le mani in mano.

quindi sai cosa fare nell'attesa.



p.

Inviato: 15 maggio 2009, 8:40
da anais
Paolo proietti ha scritto:
non è nella mia natura stare con le mani in mano.

quindi sai cosa fare nell'attesa.



p.


l'ho pensato anch'io....... :mrgreen:

Inviato: 15 maggio 2009, 8:49
da kriashakti
se quanto suggerito da paolo è cio' che ho capito, ebbene anche la psicologa da cui vado, me lo dice, ma io gli dico che con una donna è una roba stratosferica non paragonabile e lei ribatte che romanticizzo troppo questa immagine del rapporto con le donne. Sarà......

Un saluto Namastèè o Namaskar ( si dice così ??)

Ho seguito un poco nel passato una scuola di tantra yoga Ananda marga, ma ben lungi dal tantra che è nell'immaginario collettivo

Inviato: 15 maggio 2009, 9:27
da pushan
kriashakti ha scritto:se quanto suggerito da paolo è cio' che ho capito, ebbene anche la psicologa da cui vado, me lo dice, ma io gli dico che con una donna è una roba stratosferica non paragonabile e lei ribatte che romanticizzo troppo questa immagine del rapporto con le donne. Sarà......

Un saluto Namastèè o Namaskar ( si dice così ??)

Ho seguito un poco nel passato una scuola di tantra yoga Ananda marga, ma ben lungi dal tantra che è nell'immaginario collettivo

non farti troppi pensieri, accogli ciò che viene, però evita di romantizzare troppo, come dice la psicologa, e ragiona con un poco di distacco, come se ragionassi sulle problematiche di un altro, invece che sulle tue.
E' possibile che, ad esempio, la lettura di alcuni libri abbia alimentato in tedelle aspettative interiori molto importanti e di maggior "valore" di quelle di avere un buon rapporto sessuale...ma devi trovare la chiave per capire che cosa vuoi veramente e se puoi averlo all'esterno, oppure lavorando all'interno...
Capire se stai cercando qualcosa di più profondo, di instaurare un legame simbiotico con una donna da amare e che ti ami in un modo che non sia quel "fingere l'amore" a cui siamo abituati...
devi considerare tutti i fattori pero...non è detto che incontrata una "buona istruttrice tantrica" che ti mostri alcune "tecniche", te ne parli...risolva davvero il tuo desiderio e colmi la tua aspettativa...anche perchè lei rimarrebbe solo un'istruttrice, difficilmente diventerebbe la "tua metà".
Dunque sarebbe solo una risoluzione parziale di un sentire interiore, su un desiderio su cui occorre che tu indaghi ancora...
come dire...invece che cercare di portarti a casa il risultato, indaga sulle motivazioni interiori che ti spingono a certi desideri, a muoverti verso una certa direzione, a pensare che hai bisogno di sostegni di un certo tipo e non di un altro....
Si dice namastè, ma perchè dirlo se non è nelle tue corde?
non è meglio dire ciao o arrivederci? :)

Inviato: 15 maggio 2009, 9:59
da kriashakti
Per rispondere a pushan : in verità la lettura di libri, ha alimentato delle aspettative mentali, ma mente e spirito sono due cose distanti, connesse in una qualche maniera, ma con la mente non si arriva all’anima, ecco del perché le meditazioni, che sono sforzo “ sadhana” mentale, arrivano a risultati ma non a quel grande passaggio di comprensione che ci si aspetta.
Allora poi succede, di capire che tutte le seghe mentali spiritualizzate, nascondevano una realtà sotto, magari corporea. Un mio amico disse: “se vuoi scopare, fare rafting, arti marziali, andare nel bosco, perché continui a parlarmi di quelle [om] di maestri, scuole, tecniche e meditazioni ??? fai cio’ che senti, non cio’ che pensi sia buonao per te” forse aveva ragione lui e dicendo quello che ho detto sono piu’ onesto adesso con me stesso di prima; piu’ onesto dei molti che cercano il tanta perché si fa sesso, ma anche di altri che si possono esser riempiti di teorie tantriche, ma poi sublimano gli impulsi sessuali del corpo, con la mente. La sublimazione sessuale fatta mentalmente è una emerita [om].
Tutto quanto detto sopra deve essere chiaro è solo una mia oipinione !!!

Un saluto al prox commento