Ashtanga Vinyasa Yoga e Vinyasa Yoga

sequenze, consigli per la pratica, indicazioni generali
Seven
sudra
sudra
Messaggi: 14
Iscritto il: 18 marzo 2015, 8:42

Ashtanga Vinyasa Yoga e Vinyasa Yoga

Messaggioda Seven » 12 maggio 2015, 13:57

Come da titolo, mi sapreste elencare le differenze?

Grazie :)

Avatar utente
jasmin
moderatore
Messaggi: 1393
Iscritto il: 25 aprile 2010, 15:19
Località: Catania

Re: Ashtanga Vinyasa Yoga e Vinyasa Yoga

Messaggioda jasmin » 12 maggio 2015, 15:56

Seven ha scritto:Come da titolo, mi sapreste elencare le differenze?

Grazie :)


ciao Seven, per capire le differenze bisogna prima premettere che con Ashtanga Vinyasa Yoga si fa riferimento al metodo insegnato dal maestro Pattabhi Jois a sua volta allievo del grande maestro Krishnamacharya. Si tratta di una pratica basata sull'esecuzioni di asana disposte in una sequenza prestabilita. Inoltre sono previste varie serie in ordine di difficoltà crescente. Si parla anche di stile Mysore per i praticanti più esperti che riescono a svolgere l'intera sequenza anche senza una guida. Quando invece di parla di Vinyasa Yoga ci si riferisce di solito ad una pratica anch'essa dinamica ma libera dal seguire una sequenza specifica e dove come nell'Ashtanga si fa una particolare attenzione al respiro (in particolare Ujjayi).

Seven
sudra
sudra
Messaggi: 14
Iscritto il: 18 marzo 2015, 8:42

Re: Ashtanga Vinyasa Yoga e Vinyasa Yoga

Messaggioda Seven » 12 maggio 2015, 21:35

jasmin ha scritto:
Seven ha scritto:Come da titolo, mi sapreste elencare le differenze?

Grazie :)


ciao Seven, per capire le differenze bisogna prima premettere che con Ashtanga Vinyasa Yoga si fa riferimento al metodo insegnato dal maestro Pattabhi Jois a sua volta allievo del grande maestro Krishnamacharya. Si tratta di una pratica basata sull'esecuzioni di asana disposte in una sequenza prestabilita. Inoltre sono previste varie serie in ordine di difficoltà crescente. Si parla anche di stile Mysore per i praticanti più esperti che riescono a svolgere l'intera sequenza anche senza una guida. Quando invece di parla di Vinyasa Yoga ci si riferisce di solito ad una pratica anch'essa dinamica ma libera dal seguire una sequenza specifica e dove come nell'Ashtanga si fa una particolare attenzione al respiro (in particolare Ujjayi).


Grazie mille Jasmin :)

quindi mentre praticando Asthanga, il maestro mi insegnava un asana per ogni lezione fino a costruire l'intera sequenza, devo aspettarmi che in Vinyasa mi insegnerà un asana per ogni lezione fino a costruire una sequenza che "sceglierà" per me?

Avatar utente
jasmin
moderatore
Messaggi: 1393
Iscritto il: 25 aprile 2010, 15:19
Località: Catania

Re: Ashtanga Vinyasa Yoga e Vinyasa Yoga

Messaggioda jasmin » 13 maggio 2015, 11:08

ma non saprei, di solto non c'è una sequenza specifica ma dipende dall'insegnante, puoi chiedere a lui senza problemi.

Paolo proietti
brahmana
brahmana
Messaggi: 5614
Iscritto il: 8 maggio 2005, 20:58
Località: Padova
Contatta:

Re: Ashtanga Vinyasa Yoga e Vinyasa Yoga

Messaggioda Paolo proietti » 19 maggio 2015, 0:10

vinyāsa significa esibizione/movimento.
Nello Yoga con questo nome si chiamano le sequenze di posizioni.
Inizialmente, a quanto so lapratica dello Hatha yoga, ovvero dello yoga della tradizione siddha nath, era diviso grosso modo in due tipi di pratica, tra loro complementari, una caratterizzata dalla fluidità e continuità del movimento esteriori, chiamata inizialmente Natya Yoga, ed una , più propriamente alchemica, caratterizzata dalla fluidità e continuitàdei movimenti interiori.

https://www.youtube.com/watch?v=W-V8mLnDfbs

Ashtanga yoga era invece,propriamente, la sistematizzazione del sapere siddha fatta da Patanjali negli yoga sutra e da Tirumular nel Tirumantivar.
nei primi decenni del '900, il raja di Miysore,, gran maestro di una delle più importanti logge massoniche indiane, decise di "ri-creare" lo yogaespedì un nobile, Krishmnamacharya, in Tibet per sette anni, alla ricerca del sapere tradizionale.
Al suo ritorno krishnamacharya fondò una scuola insieme al sua moglie, appartenente anche lei ad una famiglia nobile, la Signora ijengar.
Il fratello minore della signora Ijengar, il figlio maggiore dei due, Desikachar, e l'allievo Patthabi Jois, ebbero il compito di divulgare in occidente il frutto delle ricerche di krishnamacharya.
Lo yoga moderno viene fuori dal lavoro di questi tre maestri.
Yoga moderno che differisce abbastanza dallo hatha Yoga dei Siddha Nath.
Ijengar si èdedicato soprattutto all'aspetto terapeutico, Patthabi jois allo Yoga da esibizione o acrobatico.
Desikachar invece ha cercato di essere ilpiù fedele possibile agli insegnamenti del padre, cercando di divulgare la sua maniera dolce e quasi danzata di praticare.
Il successo delle tre scuole è stato universale, tanto che anche i maestri tantrici provenienti dalignaggi più antichi,come shivananda e satyananda, hanno adottato terminologia e sequenze create da Krishnamacharya.
Il saluto al sole ad esempio non esisteva fino agli anni trenta del XX secolo. Lo ha inventato krishnamacharya e le sue variante sono state sviluppate negli anni .50 da Patthabi jois.

A mio parere lo yoga è uno , ed è quello dei siddha, da Boghanathar, Patanjali, Vyaghrapada, fino a Baba ji di haidhakhan passando per Gorakhanatha, Mahendra baba e Yogananda. Ma non è che gli stili moderni facciano male, anzi.

la differenza tra Ashtanga Vinyasa Yoga e Vinyasa Yoga è questa: il primo fa riferimento alle sequenze inventate da Patthabi Jois, il secondo, chiamato anche Yoga Flow o Yoga Dance è più libero e fa riferimento sia a sequenze tradizionali, che a improvvisazione, che a coreografie create appositamente per determinati allievi.

Ti incollo sotto il video della sequenza (vinyasa), dedicata al rishi kashyapa.

https://www.youtube.com/watch?v=uRfdS7F8S50

Un sorriso, P.
Il Manzo non Esiste

Seven
sudra
sudra
Messaggi: 14
Iscritto il: 18 marzo 2015, 8:42

Re: Ashtanga Vinyasa Yoga e Vinyasa Yoga

Messaggioda Seven » 19 maggio 2015, 8:09

Grazie, siete stati chiarissimi :)
intanto per tutto questo mese continueremo ancora Ashtanga, dal prossimo mese faremo Vinyasa :)

Avatar utente
Toki
ksatriya
ksatriya
Messaggi: 462
Iscritto il: 2 giugno 2012, 10:33

Re: Ashtanga Vinyasa Yoga e Vinyasa Yoga

Messaggioda Toki » 19 maggio 2015, 22:36

Dico la mia secondo quelle quattro cose che so, poi ognuno la pensi come gli pare. :D E scusate il semi-offtopic.


Paolo proietti ha scritto:...e da Tirumular nel Tirumantivar.


Tirumantiram.

Il successo delle tre scuole è stato universale, tanto che anche i maestri tantrici provenienti dalignaggi più antichi,come shivananda e satyananda, hanno adottato terminologia e sequenze create da Krishnamacharya.


Il corpus di tecniche della International Shivananda Yoga Vedanta, che non è la Divine Life Society, deriva da ciò che era praticato allo Swargashram di Rishikesh, Surya Namaskar compreso, ben prima del 1924, anno in cui vi arrivò Swami Shivananda. Krishnamacharya tornò dal Tibet nel 1925, e tra Rishikesh e Mysore ci sono 2500 Km, che a quei tempi credo fossero un bel gap.

Questo materiale fu poi elaborato a cavallo degli anni '40 e '50 da Swami Vishnudevananda, in quegli anni "first professor" di Hatha e Raja Yoga alla Yoga Vedanta Forest Academy. Swami Vishnu racconta che dopo un "tocco" del suo Maestro cominciò a ricordare un'enorme quantità di informazioni da vite precedenti riguardo alle tecniche di Hatha Yoga. In particolare per le parti più avanzate della Sadhana, la Scuola si basa sull' esperienza di Swami Vishnu durante il suo ritiro in grotta a Uttarkashi, durante il quale studiò in maniera approfondita l' Hatha Pradipika di Swatmarama.

Attualmente all' Ashram Shivananda di Rishikesh (Divine Life Society) ho sentito dire che insegnino Iyengar, ma non sono sicuro. Ci sono stato un mese fa e ho visto che la pratica di Hatha Yoga è di una sola ora al giorno, ma non vi ho preso parte perchè mi interessava altro. Suppongo che l'indirizzo dato alla DLS da Sri Chidanandaji Maharaj sia stato abbastanza differente da quello dato da Swami Vishnu alla sua Organizzazione.

Allo stesso modo la ricerca di Swami Satyananda prese una direzione completamente diversa, da quel che ho letto basata su un breve dialogo (10-15 minuti) tra Shivananda e Satyananda appena prima che quest'ultimo lasciasse l' Ashram di Rishikesh. Il dialogo (privato) fu a riguardo del Tantra e del Kriya Yoga. Tra l'altro lessi una volta non so più dove che Swami Shivananda fu iniziato al Kriya Yoga direttamente da Mahavatar Babaji durante il suo lungo ritiro sulla sponda destra del Gange che ai tempi era praticamente disabitata. Comunque non conosco la scuola Satyananda, ho solo letto dei libri e ne parlo ogni tanto con mio fratello che la frequenta, dal quel che mi dice è una cosa abbastanza particolare.

Definire Swami Shivananda "maestro tantrico" mi sembra abbastanza improprio e limitante, e certo non è un buon esempio come esponente di "lignaggio antico" (rimase allo Swargashram circa un anno, poi fece tutto da solo), mentre credo che la definizione calzi bene per Swami Satyananda.

Il saluto al sole ad esempio non esisteva fino agli anni trenta del XX secolo. Lo ha inventato krishnamacharya e le sue variante sono state sviluppate negli anni .50 da Patthabi jois.


Questa tesi, molto comune sul web, è a mio parere tutt'altro che dimostrata. Ti incollo una citazione da "A Short History of Aryan medical science", di Bhagavat Simhaji, del 1896:

There are various kinds of physical exercise indoors and outdoors. But some of the Hindoos set aside a portion of their daily worship for making salutations to the Sun by prostrations. This method of adoration affords them so much muscular activity that it takes to some extent the place of physical exercise.


Qualche info sui rapporti tra Surya Namaskar come lo intendiamo noi e la tradizione Vedica si può trovare qui:
http://en.wikipedia.org/wiki/Surya_Namaskar_Origins (abbastanza tecnico)

Probabilmente ci sarebbe da fare una ricerca sul Rajah di Aundh e il suo "Ten point way to health" del 1928, ma Dio me ne scampi...

Quel che credo io (come opinione personale ovviamente) dipende soprattutto da insegnamenti diretti. Quel che posso dire con certezza è che ci sono Surya Namaskar che non hanno nulla a che vedere con le varianti di Patthabi Jois (ne ho viste alcune in video), ma non si trovano ne' su internet ne' sui libri. Poi, ripeto, ognuno pensi quel che gli pare, l' importante è che tra di noi ci vogliamo bene.
Lo Yoga è l'arte di comprendere i paradossi.

neuromante
ksatriya
ksatriya
Messaggi: 209
Iscritto il: 25 giugno 2007, 14:05
Località: London
Contatta:

Re: Ashtanga Vinyasa Yoga e Vinyasa Yoga

Messaggioda neuromante » 14 giugno 2015, 12:40

Toki ha scritto:
Il saluto al sole ad esempio non esisteva fino agli anni trenta del XX secolo. Lo ha inventato krishnamacharya e le sue variante sono state sviluppate negli anni .50 da Patthabi jois.


Questa tesi, molto comune sul web, è a mio parere tutt'altro che dimostrata.


Anzi, recentemente tale tesi (che "surya namaskar" e le "asana in sequenza/vinyasa" sia stato inventato da Krishnamacharya) e' stata completamente smontata dalla recente scoperta di alcuni manoscritti nepalesi del quindicesimo secolo dove vengono spiegate e raffigurate sequenze di Asana (Vinyasa) precedute da Surya Namaskar.
ऐं ह्रीं श्रीं
ऐं क्लीं सौः

ShermanNic
paria
paria
Messaggi: 1
Iscritto il: 25 luglio 2019, 10:10

Ashtanga Vinyasa Yoga e Vinyasa Yoga

Messaggioda ShermanNic » 1 agosto 2019, 18:02

The ashtanga system of Patanjali is very different from hatha-yoga, which is a part of Natha system especially in its later form promoted by Gorakhnath.

Ha and Tha are Shiva and Shakti, their union is Samarasa. This is a Natha teaching, and has no relation at all to Patanjali.


Torna a “Hatha-yoga”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron