consigli

lo yoga regale o yoga della mente, Patanjali
Avatar utente
milly
sudra
sudra
Messaggi: 13
Iscritto il: 29 gennaio 2011, 10:42
Località: LECCO

consigli

Messaggioda milly » 31 gennaio 2011, 15:32

buongiorno a tutti, sono una new entry ,
prima cosa complimenti per il sito il blog per le informazioni che ci sono i consigli e il chiacchierare, tutto molto utile e bello.
Vorrei chiedere un informazione ma parto dall'inizio ..da anni pratico il classico hata yoga tutto semplice lineare la mia lezioneda anni sempre quella sempre simile...premetto che nonostante siano anni che faccio yoga io ho una profonda soggezzione del mio Maestro,in cui ripongo una totale enorme fiducia, ma questo mi limita nel fargli delle domande....da una settimana ha radicalmente cambiato tutto BUM!!!!! yoga tibetano si parte con un rilassamento profondo, poi si distribuiscono le energie , poi meditazione e si conclude con un gesto finale, io sono profana di tutto quello che non è hata yoga, ho capito che quello che stiamo facendo è molto molto introspettivo e mi piace ma vorrei chiedere dei consigli ( qui perdonate la mia ignoranza ) hoga tibetano e raja yoga sono la stessa cosa ? questo nuovo yoga, essendo molto statico, lo devo integrare con delle asana dell'hata yoga ? help vi ringrazio anticipatamente per il vostro aiuto
Namastè Milly

Vivy
vaisya
vaisya
Messaggi: 178
Iscritto il: 22 maggio 2007, 18:41

Messaggioda Vivy » 31 gennaio 2011, 16:24

Io non so rispondere alle tue domande, magari lo farà qualcun altro dopo di me, ma vorrei chiederti di riflettere sul come mai non riesci a comunicare con il tuo insegnante.

P.S. Bellissima la foto nel tuo profilo.

Avatar utente
milly
sudra
sudra
Messaggi: 13
Iscritto il: 29 gennaio 2011, 10:42
Località: LECCO

Messaggioda milly » 31 gennaio 2011, 16:30

grazie comunque Vivi, ci rifletto da tempo..ho una sorta di venerazione, come davanti a un Dio, ma la stessa la avevo per il precedente maestro, che era mio coetaneo... che forse nasconda un senso di inferiorità?
per ora è questa la mia riflessione..ancora non sò

Vivy
vaisya
vaisya
Messaggi: 178
Iscritto il: 22 maggio 2007, 18:41

Messaggioda Vivy » 31 gennaio 2011, 17:29

Io non lo so. Però mi sentirei di consigliarti di stare attenta con questo tipo di "venerazione". Comunque secondo me dovresti provare a farle anche a lui le domande sullo yoga che hai fatto prima.

Avatar utente
anais
brahmana
brahmana
Messaggi: 1239
Iscritto il: 25 gennaio 2007, 23:13
Località: ovunque e da nessuna parte

Messaggioda anais » 31 gennaio 2011, 21:33

Ciao cara e benvenuta,
...curiosità...emozionalmente come vivi questa venerazione?
cosa provi, se ti va di dircelo??? :D

(colgo l'occasione per salutare anche Vivy!! :D )
Se per la gioia cammini a un metro da terra, niente ti farà inciampare.

Avatar utente
milly
sudra
sudra
Messaggi: 13
Iscritto il: 29 gennaio 2011, 10:42
Località: LECCO

Messaggioda milly » 1 febbraio 2011, 10:38

Ciao a tutti, questa "venerazione" la vivo serenamente nel senso che, mettiamo come presupposto che sono timida, il mio maestro di yoga pure, e io credo totalmente e ciecamente nei benefici dello yoga , forse è venerazione per lo yoga ? forse è rispetto per chi, come me crede in questa disciplina?, forse è solo ttimidezza?.

Paolo proietti
brahmana
brahmana
Messaggi: 5593
Iscritto il: 8 maggio 2005, 20:58
Località: Padova
Contatta:

Messaggioda Paolo proietti » 1 febbraio 2011, 13:33

Yoga tibetano è definizione assai vaga.
C'è un riferimento?
intendo dire una persona, un maestro un lama che è ritenuto il rappresentanete vivente di quel ramo tradizionale?

Ci sono varie sette o scuole o linee di insegnamento in tibet.

In genere si fanno derivare dagli insegnamenti di padmasambhava e Yeshe tsogyal, la sua yogini, incarnazione di tutte le dakini o, secondo alcuni, incarnazione femminile di Buddha.

Immagine

Solitamente ogni linea di insegnamento viene intesa come un punto di vista particolare dei gterma i testi che lo stesso padmasambhava o i suoi allievi avrebbero seppellito in vari luoghi del tibet.

Poi ci sono dei forti legami con la religione prebuddista dei Bön diffusa anche in cina.

I legami con la Cina sono abbastanza forti.
Ci sono esercizi che richiamano certe tecniche assai dinamiche del Qi Gong e la preparazione fisica dei monaci shaolin.

Se vuoi provare ad avere risposte dovresti cercare di dirci a che lignaggio fa riferimento il tuo insegnante.

un sorriso,
r.
Il Manzo non Esiste

Avatar utente
milly
sudra
sudra
Messaggi: 13
Iscritto il: 29 gennaio 2011, 10:42
Località: LECCO

Messaggioda milly » 1 febbraio 2011, 22:05

ciao Paolo, purtroppo non sò darti altre informazioni ma ti posso descrivere la lezione, si inzia con un rilassamento , guidato, molto profondo la 1 porta, poi ci si posiziona su un fianco , prima il sinistro, in posizione fetale e si distribuisce l'energia , nel caso sinistro lunare, poi lo stesso sul fianco destro energia solare e qui si chiude la 2 porta, la 3 porta e la posizione della mente, seduti a gambe incrociate con i palmi appoggiati alle cavilglie si lasciano cadere i pensieri, la 4 e ultima porta è un gesto il primo gesto ( quello della settimana scorsa è stato il gesto dell'illuminazione ) questa settimana è il gesto della paura, si conclude con il confronto, domande e risposte
grazie ancora un abbraccio


Torna a “Raja-yoga”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite