cerca in yoga.it:
home page hatha yoga raja yoga pranayama tantra alimentazione viaggi
lo yoga dell'armonia fisica
la newsletter

per ricevere le novitą, gli eventi, per sapere cosa c'č di nuovo sul sito yoga.it ogni mese

e-mail:



la community

iscrivetevi al feed

Non sai cos'č un feed? guarda il video di spiegazione!

avete dubbi o richieste? vorreste che venisse affrontato un tema particolare?

non esitate a contattarci per esprimere il vostro parere:

scrivete a yoga.it


i forum di yoga.it

partecipa ai forum di yoga.it

entra

Manipūra chakra

Punto di transizione fra terra e cielo, questo chakra esprime la forza per superare gli ostacoli

Manipūra chakra
16 maggio 2005

Versione per la stampa

Glossario sanscrito

Mani indica una «gemma grezza», appena estratta dalla terra o un «gioiello»; pura significa «cinta di mura» o anche «cittą»: Manipūra dunque puņ essere tradotto come «cittą dei gioielli».

E' il terzo chakra: si trova all'altezza dell'ombelico sulla colonna vertebrale ed č anatomicamente collegato al plesso solare; puņ essere considerato il punto di transizione fra terra e cielo in quanto nei chakra inferiori la coscienza č rivolta verso l'esperienza grossolana mentre in quelli superiori si riscoprono ideali elevati. Dal tamas dei primi due chakra si passa a rajas guna (attivitą, vigore), cioč dalla passivitą tipica della terra e dell'acqua si arriva all'azione, al movimento.

Ha relazione con il tanmātra del colore e della forma, con il jńānendriya (facoltą di percezione) della vista, collocato nell'occhio ed il karmendriya (facoltą di azione) del camminare, con il suo corrispondente «organo d'azione», i piedi.

Il bhūta (elemento della natura) correlato č il fuoco: rappresenta il calore solare, il fervore dell'asceta, il calore dell'orgasmo, la forza vitale condensata nello sperma. Si manifesta come fuoco domestico e digestivo - permette la disgregazione dei cibi per consentirne l'assimilazione. Il fuoco libera energie racchiuse nella materia.

Il suo vāyu č samāna, la corrente pranica che regola la temperatura corporea, sovraintende alle funzioni digestive ed assimilative, permette l'assorbimento dell'ossigeno nei polmoni e l'assimilazione delle esperienze sensoriali, emozionali e mentali.

Manipūra č rappresentato come un fiore di loto a 10 petali del colore delle nubi temporalesche (nel kundalinī yoga sono gialli) in cui sono inscritte lettere di colore blu.

Ogni chakra č organizzato attorno ad un punto centrale. Il punto - bindu - č l'elemento pił denso, in cui tutto č presente: non appartiene allo spazio umano, ma allo spazio sacro. E' l'eterno presente. Ritroviamo il punto, questa vibrazione primigenia, sul bīja-mantra RAM e sulle lettere dei petali: nell'alfabeto sanscrito candra bindu comporta la «nasalizzazione» delle lettere che lo sostengono, tramutandole cosģ in mantra. Tutto vibra nel creato, come un immenso strumento musicale dotato di infinite corde che insieme producono la sinfonia universale.

Manipūra ha come yantra (raffigurazione geometrica simbolica) un triangolo equilatero con la punta rivolta in basso ed un segno di buon auspicio - svastika - all'esterno di ciascun lato per frenarne la pesantezza. Il triangolo con la punta in basso rappresenta l'elemento del fuoco ma anche la matrice cosmica; il vertice in basso indica l'emanazione dall'uno al molteplice, l'evoluzione dell'universo fenomenico ed il suo aspetto cinetico.

Lo yantra simboleggia una forza cosmica: permette di allacciare connessioni tra l'uomo e l'universo allo scopo di aprire stati di coscienza tersi e di tramutare, attraverso la conoscenza, forze grezze o distruttive in energie positive.

Gli animali che troviamo nei chakra rappresentano la qualitą del tattva, l'elemento dominante. L'ariete qui raffigurato č il corriere di Agni, il signore del fuoco; č un animale forte, capace di caricare a testa bassa rimuovendo gli ostacoli: si puņ dire che rappresenti l'ego.

Manipūra mostra dunque tanto aspetti pericolosi quanto benefici. I simboli presenti in questo chakra indicano che la forza per distruggere gli ostacoli esiste ma a questo livello essa diviene espressione dell'ego. Il dogmatismo e il desiderio di potere sono ancora forti ma č possibile trascenderli, ricordando come le sofferenze della vita non siano dovute alle circostanze bensģ alla risposta che viene data alle prove dell'esistenza.

di MP

Segnala l'articolo

La pagina di segnalazione si aprirą in una nuova finestra del browser

Segnala su Upnews Posta su Segnalo Segnala su OKnotizie Segnala su diggita.it Segnala su Wikio Segnala su Stumbleupon Segnala su del.icio.us Segnala su Facebook Segnala su digg

Versione per la stampa

Articoli correlati:

Ajnā chakra

Vishuddha chakra

Anāhata chakra

Svādhisthāna chakra

Mūlādhāra chakra

Ti č piaciuto l'articolo? Abbonati al nostro feed per ricevere gli articoli direttamente sul tuo computer.

Non sai cos'č un feed? guarda il video di spiegazione!

i chakra

Bibliografia


l'archivio

Gli articoli correlati:

Ajnā chakra

Vishuddha chakra

Anāhata chakra

Svādhisthāna chakra

Mūlādhāra chakra


l'archivio

Gli articoli pił letti della sezione hatha yoga:

Cos'č l'Hatha Yoga

Siddhāsana

Padmāsana

Sarvāngāsana

Halāsana

Pascimottanāsana

Tutti gli articoli della sezione hatha yoga:

elenco articoli